A ognuno il suo

1

Son passati circa 4/5 mesi dal mio ritorno al PC gaming, e voglio condividere con voi alcune mie impressioni.

Nonostante le diatribe che spesso troviamo in rete su quale sia la piattaforma migliore su cui giocare, rimane utopico arrivare ad una affermazione universale, oggettiva e definitiva in tal senso. L’errore più grande che spesso facciamo quando diciamo “Xbox One è migliore di PS4” non è tanto il voler dare un giudizio in un paragone in cui sono molteplici i parametri presi in esame, ma piuttosto il non rendersi conto che una piattaforma di gioco, per poter soddisfare il giocatore deve ad egli “calzare come un guanto” ; e si sa, non abbiamo tutti le stesse mani.

Una cosa è certa: per poter vedere se un guanto ci sta bene, dobbiamo provarlo.

Nel mio caso soggettivo la situazione è alquanto bizzarra e particolare. Spesso abbiamo decantato, tra gli innumerevoli vantaggi del giocare su console, la comodità di potersi buttare comodi sul divano col pad in mano. Ma io non ho mai giocato sul divano. Ho sempre giocato seduto su una sedia, dal C64, all’Amiga, al Megadrive, allo SNES, alla Playstation e cosi’ via…

Non ha mai rappresentato un problema per me tale cosa e anzi, forse in alcune sessioni particolarmente impegnative di Battletoads, Rick Dangerous, Demon Souls, Ori, etc… non sarei proprio riuscito a starmene stravaccato.

Anche la “mega TV” l’ho sempre considerata scomoda, giocando io abbastanza vicino al monitor, per cui non sono mai andato oltre ai 24 pollici, che considero il limite.

Ho inoltre spesso guardato con perplessità tutti quei ragazzi che hanno sempre associato al PC gaming il mouse e la tastiera come sistemi di controllo unici ed assoluti. Io francamente nel 90% dei giochi che ho nella libreria Steam ho usato il pad (quello della Ps3, tra l’altro). Poi ovvio, dipende da gioco a gioco: Final Fantasy 14 (che sto giocando in questo periodo), è giocabile anche col pad, ma è un casino assurdo, in quel modo.

Il mondo del PC gaming, diciamoci la verità, ha anche molte note dolenti, inutile nascondere la testa sotto la sabbia; ed una di queste è l’incapacità dei giocatori di essere soddisfatti. Non parlo a vanvera o per sentito dire, ma mi baso su fatti specifici vissuti da me in prima persona proprio negli ultimi mesi.

Le poche volte che ho chiesto consigli su  componenti da acquistare o ho visto e sentito altre persone fare le medesime richieste, ho quasi sempre visto rispondere “aspetta a comprare <scheda video top gamma fino a quel momento> che tra due mesi dovrebbe uscire <scheda video sulla carta un pelo più potente, ma è da vedere>”.

Ecco ora, magari prendendomi insulti da voi (come spesso accade quando si parla di PC) vedo questa cosa come una vera e propria malattia (mentale?):

“Aspetta questo, aspetta quello…” … mi sento dire “aspetta le nuove gpu” da gennaio 2014, e a furia di sentirmelo dire mi sono assemblato il pc nel maggio 2015, sopravvivendo di console fino a quel momento. Addirittura ad aprile 2015 c’era gente che diceva “aspetta le nuove AMD in arrivo, che promettono scintille”…. fanculo, alla fine ho preso una bella Nvidia 970 G1 e non me ne sono pentito.
Il problema è sempre il solito: ci saranno sempre componenti appetitosi nuovi in arrivo, inutile negarlo.

Ma se vuoi farti un PC oggi scegli ciò che è disponibile oggi. E sbattitene del resto, altrimenti ti ritroverai ad upgradare ogni due mesi, dando ragione a tutti i console gamer che dicono che il PC gaming sia molto più dispendioso nel complesso.
Io con la mia attuale configurazione voglio arrivare a Maggio 2020 MINIMO. E mi accontenterò se non potrò vedere i peli del cazzo di Snake in Metal Gear Solid 7.

Sono proprio un ipocrita di merda. Eh si perché parlando con un amico un mesetto fa, mi si faceva notare quanto il mio i5 4460 fosse, seppur buono, un bel collo di bottiglia su un PC con la 970 e 8 GB di ram. Ed io dall’alto delle mie saldissime convinzioni, ho ceduto e ho upgradato a un i7 4790k (era in offerta su Amazon). Che stronzo.

E non finisce qui: qualche giorno fa ho renderizzato con Vegas un mio gameplay di Freedom Planet da mettere sul Tubo, ma il programma mi crashava spesso… faccio qualche check e cosa vedo? Le temperature del processore schizzare alle stelle. Tempo di upgradare il dissipatore pure (quello in dotazione in effetti fa cagare). Che super stronzo.

Però mi son detto: “va beh, già che ci sono aumento anche la ram, cosi’ stavolta sono sicuro che sono definitivamente apposto per un bel pezzo” E via di altro upgrade (notare che per ora nemmeno Metal Gear Solid 5 è andato ad utilizzare più del 40% degli  8 GB). Che mega stronzo.

Eh sì cari miei, questo è un mea culpa grande come una casa che però vi dimostra quanto può essere pericoloso il mondo PC, specie se si vuole raggiungere performance decenti a gioco avviato.

Pur non essendo un fanatico della grafica (anzi) , ammetto che giocare a più di 60 fps sia davvero gratificante, perché se da una parte la grafica può esser messa in secondo piano, dall’altra non si può negare che una buona fluidità non abbia prezzo.

3

Ovviamente ciò che anche uno stronzo super mega come me va a spendere in upgrade semi inutili, lo riesce a risparmiare sui giochi. Per The Witcher 3,Batman e Metal Gear Solid ho speso meno di 100 euro in totale, e tolto il capitombolo di Rocksteady, le avventure di Geralt e quelle di Snake le ho vissute senza alcun problema tecnico e in maniera sopraffina, nonostante li abbia acquistati attorno al day one, periodo in cui spesso i giochi vengono rilasciati mal ottimizzati su PC e bisognosi di patch correttive, che però non tardano troppo ad arrivare (uomo pipistrello a parte).

Per cui sì, nonostante tutto ammetto che la piattaforma dove ormai vivo la mia passione sia diventata definitivamente il PC, complice il fatto che non sono solo i videogiochi la mia passione, ma anche film e serie TV (a proposito, vi piacerebbe un articolo su di esse?), per cui mi viene più comodo avere tutto su un’unica macchina.

E’ una cosa soggettiva, ad ogni modo. Ogni persona deve trovare la piattaforma che più soddisfa le proprie esigenze e più si adatta alle proprie abitudini di vita.

In parole povere: a ognuno il suo.

Voi che dite?

Ciao

omegashin

 

 

 

Prova a cercare ancora!

thegamefatherspills03

The GameFathers Pills #03 – Third Pill

E ci siamo ragazzi. È il momento della terza pillolina di The GameFathers. Vi avevo ...

108 Più commentati

  1. Dico che hai perfettamente ragione e che recitare il tuo “mea culpa”, se così vogliamo chiamarlo ti fa onore…io sono un consolaro eternamente afflitto dal dubbio se passare a un PC con tutti i rischi che ci hai illustrato oppure no….il tuo articolo ha contribuito ad aumentare i miei dubbi e la cosa non è x forza di cose una critica a ciò che hai scritto anzi tutt’altro, devo solo ringraziarti per aver confermato i miei dubbi o quantomeno avermi fatto capire che non sono il solo a pensarla così.
    P.s. un articolo sulle serie TV non sarebbe male

  2. Anche io condivido il termine “ad ognuno il suo”. Odio le console-pc war e ho sempre sostenuto e sempre sosterrò che ognuno gioca sulla piattaforma che ritiene più opportuna in base alle proprie esigenze. In base appunto alle mie preferisco giocare su console, perché da un lato ho sempre preferito la “comodità” di una console (nel senso vado in negozio, prendo il gioco, inserisco nella console e gioco, fine) dall’altro non ho mai ricercato la grafica ultrapompata o un’obbligo di 60 fps in ogni gioco… su console mi sono trovato bene e al momento non ho esigenza di un pc per giocare a quello che mi interessa maggiormente. Comunque poi bisogna guardare sempre l’esigenza di ognuno che varia da persona a persona: se uno vuole giocare con dettagli al massimo, risoluzione oltre il fullhd e oltre 60fps si sa che le console attualmente non ce la fanno per cui l’unica soluzione resta il pc, oppure se uno appunto ha una buon budget economico e vuole una buona macchina per giocare al meglio assolutamente fa bene a farsi un bel pc.

  3. Io ho assemblato il mio pc “da gaming” da ormai un’anno.
    Lo costruii nel corso dei mesi facendomi trascinare dall’idea dell “aspetta quella cpu, aspetta quella gpu”.
    In totale tra sconti di vari siti ho speso all’incirca 1300 euro.
    A dirla tutta non ho ancora trovato la motivazione di cambiare dei componenti per aumentare ancora di più le performance che ho attualmente(tranne il case quello che ho scelto fa veramente cagare).
    Gli unici giochi che hanno messo alle “strette” il pc sono stati The witcher 2 (rigorosamente con tutti i dettagli al massimo e con tutti i filtri possibili immaginabili attivi) e uno Skyrim estremamente moddato dal punto di vista grafico. Il pc senza dubbio può avere molti vantaggi come il costo spesso esiguo per i giochi e vari vantaggi puramente tecnici. Tuttavia non nascondo che dopo il mio anno da “pcista” l’idea di avere una console mi garba non poco, e appena avrò l’occasione acquisterò ps3 per recuperare le varie esclusive che più mi interessano. :)

  4. Concordo con l’articolo! il PC gaming è pericolosissimo a livello psicologico. appena vedi che la tua configurazione non ti permette di vedere i peli nelle narici di snake o del protagonista di turno ti senti sminuito e un giocatore di serie B. Per fortuna io di tecnica non mi intendo, quindi mi sono fatto fare il PC dall’amico smanettone e vivo sereno. non saprei nemmeno dove andare a controllare le temperature ad esempio.

    Però si, anche io da quando ho il PC da gioco, la PS4 l’ho accesa pochissimo. quasi solo per i titoli Plus.

    • Anche io non accendo PS4 da Maggio

    • Attenzione: fareste meglio a specificare onde evitare flame inutili.
      Non accendete PS4 da mesi non per demeriti della console, ma perché ora vi masturbate con l’ultramegahd del pc. E ci sta, visto ciò che avete speso.
      Essendo uscite poche esclusive per ps4 negli ultimi mesi (mi viene in mente solo Until Dawn) i multipiatta vengono giocati su pc, ma fate ciò PERCHE’ avete un pc, che usate (almeno per quanto riguarda alvise) per i multipiatta.
      Se aveste avuto solo una PS4, avreste comunque potuto giocare a tutto.

      • Dipende anche dalle finanze. non parlo specificatamente nel mio caso, ma giocare tutto a 70 euro a botta potrebbe rivelarsi un po’ scomodo per le tasche di alcune persone.
        E nel mio caso, avrei procrastinato alcuni acquisti se non avessi visto determinate offerte, che su ps4 non avrei mai potuto avere. Tipo Mad Max a 15 euro.

        • Ed ecco che ci risiamo. I costi.
          A parte le sempre maggiori offerte (postate anche qua sull’Angolo) delle varie catene, che ormai sempre più di rado ti fanno pagare giochi al D1 70 euro, chiunque ha 1000-1200 euro da cacciare sull’unghia (più eventuale monitor) con l’idea poi di risparmiare 50 euro sull’acquisto di Mad Max.

          Devo riprendere il link del tuo articolo in cui spiegavi esattamente l’opposto a ciò che hai detto ora, chiedendoti quindi QUANTI sono i giochi necessari per recuperare il costo del pc?

          • Le sempre maggiori offerte non saranno mai al livello di quella da me citata poco fa, specie al day one. A prescindere da quanti giochi siano necessari per “recuperare” (presupponendo che a uno interessi farlo) il costo della macchina, a nessuno farebbe schifo risparmiare 50 euro a gioco. Se ce ne fosse la possibilità su Ps4 e ONE (il cui costo totale delle console è stato 900 euro) anche tu la sfrutteresti.

          • Tra un gioco al D1 a 50 euro e lo stesso gioco al D1 a 15 euro… mah… chissà quale acquisterei….
            Però fammi l’elenco di giochi “importanti” come Batman, MGS o compagnia briscola usciti a 15 euro. Con Mad Max vinci facile.

          • Limitandomi a quelli da te citati: Batman pagato 19 euro al day one, Metal Gear a 30 al day one.
            Su uno ho risparmiato 50 euro, sull’altro 40.
            Non mi pare poco.
            Ed è meno di qualunque offerta ci sia stata per console, Mediaworld day incluso

          • Tu continui a dire di aver risparmiato 50 e 40 euro basandosi sempre però sull’idea che i giochi al day one costino 70€ (cosa che succede solo da Gamestop) e senza contare che i tuoi 19 e 30 € sono copie digitali, entre quelle da 70€ (o 60 o 50 o quello che è) sono fisiche, alla fine il risparmio pur essendoci è minore di quello che pensi

          • marcusfenix95 hai ragione. Infatti alla fine ho detto che a prescindere è un (seppur minimo) risparmio anche rispetto alle offerte per console al day one.
            Personalmente la cosa non mi sta particolarmente a cuore (10 o 20 euro in più non mi cambiano la vita), ma è ovvio che se vedo prezzi simili, ne approfitto.
            Come forse farebbero tutti.
            Riguardo al discorso scatolato/digitale mi permetto un piccolo appunto: ormai quando si compra scatolato non si compra il gioco ma una parte di esso (vedi i chilotoni di patch da scaricare al primo avvio). Ciò avviene see non sempre, molto spesso.

          • concordo in pieno con farenz.
            E per la cronaca io al d1 i giochi tra offerte varie non li pago piu di 55 euro AL MASSIMO per me che gioco su console mi va piu che bene non tutti hanno la voglia e i soldi di mettersi a smanettare dietro un pc oltre al fatto che con la mia linea internet non se ne parla proprio di scaricare ogni volta giga su giga di titoli.

          • io basandomi sugli acquisti fatti da quando ho il pc da gioco (poco piu’ tempo di Alvise) ho risparmiato 420€ in giochi, basandomi su un 60€ come media sulle console

          • Omegashin riguardo la parte scatolato/digitale è assolutamente vero, io non l’ho evidenziato per dire che il vantaggio è il non dover scaricare nulla ma semplicemente per il valore aggiunto di confezione, copertina, manuale (quando c’è) e altri eventuali oggetti fisici nella confezione (mi viene in mente il gioco di carte di The Witcher per esempio) che sono presenti nelle confezioni scatolate, a differenza di quelle digitali che hanno “solo” il gioco

          • Ma non e’ vero che si spende 1000/1200 euro per un pc da gioco.

            Se vuoi giocare oltre il full hd e a 140fps, forse, ma si puo fare pc da gioco con 500/700 euro senza problemi.

            Ma anche un cassone da 300/500euro fa girare la maggior parte dei giochi, che sono ancora dx9 a dettagli decenti in full hd a 60fps senza problemi.

            inoltre non e vero che si paga 70 euro, se vi fate spennare in italia problema vostro, ma dall’uk si trovano giochi appena usciti a 40/50 euro, p[elromeno fino a quando ancora li compravo per la xbox360

          • E ancora, i giochi appena usciti a 15 euro, sono illegali.

            Sono key retail di nazioni come russia,cina etc, che vengono vendute online senza autorizzazione.

            che poi nessuno ti punisca ok, ma non lo fa diventare legale o “normale” come acquisto.

            i rivenditori online autorizzati come gmg han questo prezzo: http://www.greenmangaming.com/s/ro/en/pc/games/action/mad-max/ 35 sterline a cuiva tolto il 40% di sconto, che sono ben piu di 15 euro… queste sono key online vendute legalmente.

          • Farenz è semplicemente un discorso di sapersi fare i conti in tasca, vedendo quanto ci metti ad assorbire i costi contando che l’hardware ti dura molto di più nel tempo, oltre ad avere la possibilità (non necessità, ma possibilità) di prolungarne ulteriormente la vita cambiando dei pezzi. Se compri tanto, probabilmente riesci ad ammortizzare anche un pc da 1200€ in 2-3 anni, non che serva necessariamente un pc da 1200€, vissto che 800-900€ a seconda poi di quello che si gioca, generalmente bastano per avere qualcosa che non ti costi ultra ma che ini ogni caso sia un passo significativo avanti rispetto ad un hardware che rimarrà fisso per i prossimi anni.
            E, no, non mi pare il caso necessariamente di contarci il monitor, così come non viene contato in ambito console (sì lo so che ‘ma uno a casa ce l’ha’ ugualmeente stiamo parlando di qualcosa che abbia semplicemente bisogno di una presa HDMI).

    • Però fatti un favore: impara anche solo a controllare le temperature, al massimo se trovi qualcosa di anomalo, chiedi al tuo amico. Non ci vuole niente e almeno non rischi di bruciare i componenti.

  5. Completamente d’accordo, ad ognuno il suo! Io per esempio a differenza tua dopo anni che giocavo scomodo sul portatile, con uno schermo che mi stava stretto che mi costringeva a giocare su una scrivania vicino allo schermo, ho deciso di passare a console (complice anche il fatto che sono un Apple user quindi giochi su Mac ce ne sono pochi e non certo nuovi, però oh ad ognuno il suo)!

    Io ho avuto un’involuzione rispetto a te se vogliamo, ma devo dire che sono felice del passaggio: perchè il fatto di avere una console a cui non devo cambiare componenti con frequenza mi da serenità (cosa che so che farei se mi prendessi un pc per il gaming), perchè non ho bisogno di una postazione per il pc (che al momento non mi posso permettere nella mia piccola casa) e perchè posso giocare comodo sul divano o per terra davanti ai 43″ pollici della mia TV, in più il fatto di prendere un gioco senza controllare i requisiti di sistema è una cosa per me impagabile (e difatti la pago cara ad ogni D1)! Ammetto che rinunciare ad un frame rate elevato e costante mi fa rosicare a volte, ma in fin dei conti sono felice così!

    Anch’io sono molto appassionato di film e serie tv e proprio per questo il centro del mio intrattenimento è la TV visto che mi compro i bluray dei film e serie che amo e grazie al fatto che con Netflix e Amazon Instant Video posso vedermi film e serie in streaming direttamente da PS4 (il Mac ora lo uso solo per quello per cui va bene editing video, audio e foto… e Football Manager :P). Pur con interessi simili, per esigenze diverse siamo arrivati a conclusioni diverse e anche questo è il bello di ognuno il suo! :)

    • Se sei soddisfatto del tuo acquisto, non credo si possa parlare di involuzione.

      Io sono PCista, semplicemente perché dal 30/10/1990, mi era arrivato in casa un Amiga 500, cambiato poi nel 1998 col mio primo IBM-Compatibile.

      Poi, va beh, col passare del tempo ho esplorato le potenzialità dello strumento: gioco on line, modding (ripeto: modding, NON cheating) e chi più ne ha più ne metta.

      A fianco del PC ho poi affiancato una console, per giocare alle esclusive console: se per le prime due Playstation la molla era Gran Turismo, per la mia attuale 360 la molla era stata… Ubisoft.

      Si, ai tempi non avevo voglia di installare un DRM rognoso (il DRM usato su PC costringeva a giocare con la connessione sempre attiva).

      Dicevo, Ubisoft, ed Ace Combat, sebbene con Assault Horizon abbiano fatto uno scivolone pazzesco.

      Ed al momento, non so se passerò alla prossima generazione di console.

      I motivi? Non ci sono esclusive che mi interessano (perché un sant’uomo diceva che quello che conta sono i giochi…), e sopratutto… ho l’impressione che le console di adesso stiano combinando il peggio delle console, col peggio del PC.

      Per quanto riguarda il mio rapporto con la macchina da gioco, non sono un ultra pignolo: dopo anni di esperienza, mi accontento che i giochi non vadano a scatti (e per il momento non lo fanno).

    • Nel caso di WiiU siamo stati ancora più stronzi, dato che Zelda secondo me sarà cross platform. E’ vero anche che su WiiU sono usciti altri ottimi giochi.

  6. Io faccio parte di quei pochi sfigati servi della gleba che sopravvive a stenti con un PackardBell preassemblato del 2005 con un procio intel Dual (la serie precedente ai CoreDuo, per intenderci), 6GB di RAM DDR2 (grazie mille WindowsVista, che ci hai regalato tanti PC con tantissima RAM mentre ora son tornati a rivendere porcheriuole da 2GB) e l’unico upgrade che ho potuto/dovuto fargli è stata una GeForce9600 pagata 20€ su eBay qualche mese fa.
    Per me poter giocare a CS:GO a 30-40 fps è stata la soddisfazione più grande della mia vita da videogiocatore squattrinato.
    Sinceramente io non ho davvero mai puntato all “ultra” nella grafica, mi sono sempre e solo accontentato del non “giocare a scatti”. Per me lo standard resta solo ed esclusivamente quello. Se il gioco è giocabili, è bello. Punto. E vivo felice nella mia mediocrità, tra la mia carretta del mare e la mia PS3 fat che non so quale miracolo la stia mantenendo in vita senza YLOD.

  7. Anche io la penso come te… Inizialmente io giocavo solo su ps3 e per me quella era dio. Poi ho iniziato piano piano ad avvicinarmi alle altre console per via di alcuni giochi carini che mi interessavano e ho scoperto un mondo totalmente nuovo…Per quanto mi riguarda trovo ottime un po’ tutte anche se la mia preferenza va su Nintendo per i suoi giochi un po’ più rilassanti (ma credo che ciò valga più in base al periodo in cui uno si trova. Io che sono in periodo lavorativo, non riuscirei a stare dietro a giochi “pesanti” che mi potrebbero stressare ulteriormente), su old gen tipo preferivo la 360 per il pad e ps3 per le esclusive (ma ripeto, è soggettiva la cosa). Ultimamente sono passato anche al PC gaming e appena mi arriverà the witcher 2 scatolato che mi hanno regalato, vedrò se anche il PC riuscirà a soddisfarmi :)

  8. Il pc-ista tipo è una persona esigente che difficilmente tollera che la propria macchina risulti sottosfruttata o semplicemente “superata”,detto questo però devo dire che prove condotte su testate molto importanti hanno dimostrato che il pc minimo per superare tecnicamente,e praticamente,il livello delle console next gen ha come gpu una semplice gtx 750 ti da 100 euro (la tua 970 va 3 volte di più),come cpu basta l’intel core i3 meno potente sulla piazza(dell’ultima generazione,il tuo attuale va almeno il doppio),nel test un pc da 450 euro offriva grafiche al pari della next gen o anche superiori…
    Se arrivassimo anche solo a 650-700 euro il pc sarebbe di ben altro livello rispetto a quello del test e la cosiddetta “next gen” ne risulterebbe stracciata.
    In un mondo in cui ormai anche i giochi console sono pieni di bug,richiedono patch da tonnellate di giga,dove non sussiste più il:”metto il disco nella console e gioco da subito” e dove il pc ha driver che si autoinstallano che non danno più i problemi di una volta,può ora essere connesso a qualsiasi schermo,con steam e simili propone sconti incredibili,supporta il modding che migliora alcuni giochi esponenzialmente,ha l’online GRATUITO!!!;non vedo perchè preferire le console per una semplicità che ufficialmente hanno smesso di offrire da tempo.
    L’unica raccomandazione che mi sento di fare all’utente pc più inesperto è:spendi bene negli upgrade hardware,per chiarire questo mi valgo di esempi che prendo direttamente dal tuo articolo
    Un i5 4460 non limita assolutamente una gtx 970 se la risoluzione è maggiore o almeno uguale al full hd,nel 99% dei casi la differenza tra le due cpu che hai avuto sarà inferiore ai 5fps quindi in generale ai fini gaming(perchè in altri ambiti la differenza ci sarebbe eccome ) è un upgrade “inutile”.
    Come inutile ,in partenza, è stato l’acquisto di una motherboard z87-97,hai comprato un componete votato all’overclock con una cpu che non lo consente(mi riferisco al vecchio 4460) e avresti risparmiato una trentina di euro.
    Comprare con attenzione e con coscienza di cosa realmente serve alla propria configurazione è il “metodo” che rende il pc una piattaforma videoludica meno costosa rispetto alle console

    • La motherboard è una H97 Mate. Semmai è la mia CPU attuale che non ha senso, ma ripeto: era in offerta a 144 euro in meno del suo costo normale.

    • Xiphos mi sembra che la tua premessa (che condivido pienamente) strida un po’ con ciò che affermi dopo. Nel senso che TEORICAMENTE, un pcgamer dovrebbe PRETENDERE il meglio, non dovrebbe accontentarsi di acquistare un macchina col solo scopo di essere leggermente più performante di una console.
      Anche la questione online a pagamento ormai, almeno per il mio caso ovviamente, non è più importante. Grazie alle numerose offerte Unieuro (gioco al d1 + 3 mesi di abbonamento x l’online)= sono circa 2 anni che non pago più live gold o ps plus.
      Certamente concordo con il titolo di Alvise. “Ad ognuno il suo”. Ma mentre il pc gamer cerca spesso di “far capire” all’utente console come stanno realmente le cose del proprio ambiente, mi sembra che viceversa si diano per scontate un po’ troppe cose.

      • Non sono d’accordo. Che il PC gamer “non dovrebbe accontentarsi di acquistare un macchina col solo scopo di essere leggermente più performante di una console e dovrebbe PRETENDERE il meglio” non sta scritto da nessuna parte. Siamo milioni di giocatori al mondo e sicuramente ci sono molti PC gamer che vogliono semplicemente giocare a titoli che non ci sono su altre piattaforme (gestionali e MMO), giocare agli fps con muse e tastiera, usufruire di tutti i media che gli interessano su un’ unica macchina, risparmiare sul software; avere più scelta a livello di giochi (non avrei mai scoperto freedom planet o not a hero senza steam e gli unici indie che avrei ingurgitato a forza sarebbero state quelle 4 cagate che reagala sony col plus) senza necessariamente dover andare alla spasmodica ricerca di chissà quale prodezza grafica.

        • Infatti ho scritto TEORICAMENTE in maiuscolo.
          Se vuoi parliamo di numeri, visto che siamo entrati nel discorso esclusive.
          Quante sono le esclusive pc? Moltissime.
          Quante sono giocate a livello massivo? I mmorpg. WoW, Starcraft, Guild wars, ecc.
          E gli indie? Mettiamoci gli indie.
          Ma non più tardi di 24 ore fa mi davi ragione sugli indie che mi stanno rompendo un po’ le palle (sottolineo il MI e sottolineo che mi riferivo principalmente a quelli regalati da Sony), ma se l’articolo è soggettivo… perché mi tiri fuori proprio gli indie per difendere il pc?
          Visto che la grafica non conta (…) uno cosa fa? Compra un pc per giocare agli indie?

        • “…sicuramente ci sono molti PC gamers che vogliono semplicemente giocare a titoli che non ci sono su altre piattaforme…”

          Oh, l’hai detto finalmente! È questo il motivo per cui la maggior parte dei pcisti sceglie il PC, non la performance, il risparmio o che altro! Un concetto OVVIO, ma che a quanto pare non viene recepito. I veri pcisti si divertono con Grey Goo, Act of Aggression, Cities Skylines, le avventure della Daedalic, i migliori simulatori e montagne di altra roba, altro che indie.

      • Volevo dire nel post precedente che se si è un pc-ista(ed esistono) a cui tutti i giochi devono girare in 4k con dettagli massimi è logico che la piattaforma verrà a costare dai 2000 euro in su e difficilmente recupererai la spesa iniziale rispetto alle console…
        A questo però contrappongo il fatto che con un pc da 700-800 euro (vanno il doppio di una console) girano tutti i giochi (eccetto i porting criminali) in full hd a 60 frame al secondo e a dettagli massimi,anche un pc da 500-600 euro si dimostra tecnicamente superiore alle “next gen” soprattutto come fluidità e anche come dettagli,in questi casi considero la piattaforma globalmente più “conveniente” per il consumatore
        Considerare però il pc gaming Solo come settore di fascia altissima è sbagliato,se si rincorre la tecnologia ad ogni sua evoluzione cambieremmo macchina ogni anno,io per esempio gioco in full hd e dal 2012 ho una gpu che fino ad oggi mi avrà fatto rinunciare giusto ad un paio di dettagli su qualche gioco,ho giocato infinitamente meglio delle old gen e continuo a giocare molto meglio delle next,perchè dovrei cambiarla?

    • i pcisti sono come i giocatori di Destiny… hanno il pc che non è mai a un livello sufficientemente alto!

    • È vero, ma non è raro trovare porting di giochi su PC fatti col culo perché “tanto cambiano la GPU”.
      Su console gli sviluppatori sono costretti a ottimizzare un po’ di più, perciò non so fino quando possa durare una configurazione da 450€.

      Personalmente preferisco le console per le esclusive, non per altro.
      Infatti credo che resteró con la PS3 finché non usciranno almeno 3 esclusive per PS4 che mi possano interessare.

  9. Scusa Omega, ma tra l’acquisto del pc e dei successivi upgrade quanto hai speso in totale? Perchè ce ne vogliono di giochi a 20€ perchè il risparmio sia effettivo, considerando che anche nel mondo console si trovano offerte a prezzi molto convenienti (mi vengono in mente Alien Isolation a 11€ su amazon, Murdered a 9.90€ da Mediaworld, Limited di The Order a 30€ e Day One edition di The Witcher 3 a 40€ da Amazon ecc, ecc)

    • Mi riferivo ai day one. Alien per PC credo che lo si trovi nelle confezioni delle caramelle ormai.

      • Ok anche consderando i soli day one, considerando che su console si riescono a trovare anche a 50€ se si cerca, vogliamo mettere un risparmio medio al day one di 20€ a titolo del pc rispetto alla console? Ragioniamo per eccesso, una console costa 400€, un pc come il tuo (upgrade inclusi) sono convinto non meno di 1200€ (correggimi se sbaglio), quanti titoli devi giocare per avere un risparmio effettivo?

        1200-400= 800

        800/20=40

        Quaranta giochi, che il giocatore medio li fa in due anni. Due anni di soli day one, considerando anche i giochi datati di qualche mese, allora la convenienza si posticipa ulteriormente. Non mi sembra questo affare stratosferico, soprattutto se per giustificare un acquisto (che chiariamo è assolutamente legittimo e non deve essere giustificato) bisogna contraddirsi come ti hanno fatto notare Farenz e altri. Quindi in definitiva ad ognuno il suo, cioè ognuno fa come preferisce e sceglie la soluzione che più gli si addice. Di oggettivo riimangono solo le contraddizioni.

        • qui mi viene da rispondere a me…
          prima di tutto il risparmio non e’ di 20€ ma di piu, io personalmente ho pagato batman (che poi sia stato fatto uscire col culo e’ un altro discorso) 18€ una settimana prima del day1, tw3 22€, Mad Max 16.90€, Project Cars 21€, e sono solo alcuni… di media sono dai 30 ai 40€ a gioco (considerando i 50-60€ se cerchi su console)

          io ho il pc da gioco da qualcosa come 6 mesi circa e ho superato i 300€ di risparmio, nel primo anno potro’ toccare i 600 se non di piu’ (e alcuni giochi come gli sportivi li prendero comunque su console per via degli amici)

          a questo va aggiunto che su pc puoi giocare, ALCUNE esclusive a parte (alcune perche’ altre vanno cmq su pc ma non sulla console avversaria), tutto quello disponibile su One/PS4 che percio’ dovresti sommare nel prezzo e non considerarne una sola… e anche qui si potrebbe aprire il discorso che la differenza di prezzo ti permette anche di giocare le esclusive pc che sulle console non esistono, percio’ teoricamente e’ come avere una terza console (quarta se mettiamo il wiiU) per poter giocare a TUTTO il panorama videoludico.

          ma rimaniamo nel discorso soldi, se io risparmio anche 600€ l’anno in giochi il secondo anno diventeranno 1200€ e mi sono gia pagato la macchina…. va bene che le console durano 5 anni circa e sul pc ci metti le mani, ma se non sei un masterpippone che non sa stare senza la scritta ULTRA e in 4K il pc non lo tocchi per molto tempo (soprattutto quando parti dai 1200€ circa) e se anche un giorno volessi metterci le mani, mettiamo tra 2 anni, posso comprare una seconda gpu, metterla in SLI e avere un boost elevato, e se oggi quella scheda la pago 300€ tra 2 anni me la tirano nella schiena

          poi ovvio, se uno mi dice che pc o console, prende un gioco al mese se va bene allora il discorso cambia, probabilmente il “guadagno” sara’ minore.

          • OOOOH FIGA!
            E’ questo il discorso da fare, per come intendo io, parlando SOGGETTIVAMENTE.
            Tu Jury, così pure come alvise (e come me) compriate TANTI giochi in un anno. quindi il discorso di ripagare il costo della macchina ci sta. Ma credi di essere il videogiocatore medio? No.

          • Tutto ciò Lodoss non altera comunquue di una virgola il mio discorso perchè se fagociti molti giochi, il risparmio arriverà indubbiamente prima, ma comunque stai sborsando di botto una cifra molto alta che non tutti possono permettersi o comunque non sono disposti a farlo in funzione del ruolo che l’hobby occupa nella propria vita. Cioè risparmia chi può permettersi di spendere, in quest’ottica la cosa in sè perde ulteriormente di valore.
            Seconda cosa, la ricerca del risparmio di uno che spende mille e passa euro per una macchina da gioco mi sembra quantomeno un ossimoro. E’ come dire mi compro l’iphone così non pago whatsapp.
            Terzo punto, le famose esclusive. Puoi giocare sì quelle esclusive disponibili su pc e non sulla console avversaria, ma i titoli first party te li scordi, quindi siamo comunque al punto di partenza. E per piacere non iniziate a tirare fuori quelle esclusive pc delle quali la maggior parte sono indie, perchè fino a ieri gli stavate spalando merda sopra.

          • Relativamente Marco, su pc io non sono sopra la media ma sotto, c’e’ gente che compra mooolto piu’ di me, magari non tutti giochi al day1 o giu’ di li, piu’ offerte a due lire, pero’ spesso questi hanno anche pc inferiori percio’ il costo da recuperare e’ minore… e’ tutto piuttosto relativo, io ho fatto il discorso con la mia esperienza, pero’ si, se prendi pochi giochi tutti al day1 su pc il risparmio e’ minore

          • Drummer, dicendo la “maggior parte sono indie” gia’ da solo dici che non tutte “quelle” esclusive lo sono…

            se parliamo di esclusive che ti perdi, ok, hai ragione, allora pero’ devi anche tener conto che ti perdi esclusive anche solo con la Ps4 One e WiiU, le devi avere tutte per giocare TUTTE le esclusive senza perderti nulla e il costo iniziale, come dici tu, non e’ da tutti… percio’ siamo punto a capo.

            Se mi dici che uno gioca ogni tanto e vuole solo una macchina non c’e’ storia, la console e’ meglio (se poi non prendi al day1 ancora di piu’)… pero’ non puoi mettere a confronto il pc di Alvise a quello che una persona media si compra, perche’ li non parliamo di 1200€ ma di 800 circa (se non meno)… perche’ in quel caso in 2 anni i soldi spesi se li e’ gia ripagati e anzi, considerando che non sono 20€ di risparmio per gioco ma quasi il doppio, li ha anche superati

            non puoi dire da una parte “il giocatore medio” e nel commento prima prendere come esempio alvise che non ha un pc da giocatore medio.

          • Per quanto riguarda le esclusive, sono io il primo ad ever detto che siamo punto e a capo, è un discorso talmente soggettivo da non poter essere preso come metro di paragone e comunque se proprio volessimo farlo, quanti sono gli AAA esclusiva PC (SOLO PC) e quanti sono gli AAA esclusiva solo di una determinata console? In tutto il ciclo vitale, secondo me, sono più quelli di una console. Ma ripeto sono d’accordo sul dire che siamo al punto di partenza in quanto posso essere spinto all’acquisto di una determinata macchina da gioco anche per un singolo titolo se lo reputo imprescindibile.
            Sul discorso giocatore medio, certo che devi prenderlo in considerazione, perchè altrimenti il discorso diventa circoscritto ad un ristretto numero di persone. E se il giocatore medio invece di spendere 1200€ per un pc, ne spende 800€, allo stesso tempo non gioca 40-50 titoli l’anno come “noi”, ma ne gioca si e no una ventina, e di questi non so quanti presi al day one, perciò ti renderai conto che sì il giocatore medio spende meno per un pc, ma gioca anche molto meno, quindi anche in quel caso siamo sempre allo stesso punto. Non esiste la convenienza in senso assoluto, o meglio esiste, ma può essere sensibilmente mitigata dalle proprie esigenze videoludiche. E’ nel voler imporre a tutti i costi il proprio punto di vista una volta passati dall’altra parte della barricata che sta l’errore, soprattutto se fino a sei mesi fa si sostenevano tesi diametralmente opposte, e aggiungerei anche opinabili.

          • su questo punto mi trovi d’accordo, io sono stato il primo a dire, nel mio primo commento, che dipendentemente dalla quantita’ di giochi (e dal loro day1) il “guadagno” cambia anche in modo radicale…

            nei miei esempi/calcoli ho solo seguito la via intrapresa dal tuo primo post, quella dei giochi al day1.

            i giochi esclusivi pc e quelli esclusivi console, AAA, non so, se prendiamo come esempio una sola console Nintendo vince, Sony se la gioca e MS perde miseramente… dipende da quale prendi come esempio

          • Beh diciamo considerando una console che abbia un buon mix di esclusive e multipiatta, la più competitiva da questo punto di vista dovrebbe essere Ps4, perciò consideriamo quella. Credo che se uno non fagocita 50 titoli l’anno, il risparmio del pc possa essere comunque contrastato da una serie di vantaggi propri della console, quale comodità, non dover upgradare per tutto il ciclo vitale, ed offerte tutto sommato niente male. Perciò ritorno a dire, possiamo discutere per anni, ma tutto dipenderà sempre dal tipo di esperienza che si desidera, e non tutti desiderano le stesse cose.

          • @Drummer Furio “quanti sono gli AAA esclusiva PC (SOLO PC) e quanti sono gli AAA esclusiva solo di una determinata console? In tutto il ciclo vitale, secondo me, sono più quelli di una console”

            Non sono d’accordo. Certo, se tutto ciò che non ha SH che investono milioni di dollari nella realizzazione del gioco viene bollato come “indie”, allora il discorso sta in piedi… ma la gente ora tende a dimenticarsi che giochi F2P “seri”, giochi a basso-medio budget e sì, anche giochi del cazzo esistono da sempre su Steam e sul PC e non sono indie. Se poi consideri che interi generi non esistono su console, come non so, gestionali e RTS, allora le esclusive non mancano. Poi vabbè, se tu dicessi ad esempio “ma dai, strategico è uguale StarCraft 2” e mi tagli via i Total War, gli Stronghold, i Company of Heroes, e quelli degli Eugens (tanto per citarne alcuni), allora grazie al cazzo. E questo considerando il tutto anno per anno, e non per cicli di vita. E se poi si parla di storia, vista l’anzianità del PC tranne forse la famiglia Nintendo dubito che qualcuno riesca ad ammontare tante esclusive. Se poi per gli “AAA” che citavi intendi giochi strafamosi, acclamati dalla critica, merchandisati alla morte, figli di saghe famose, insomma, i “giganti” del mondo videoludico, allora ti posso dare ragione… ma solo perchè il mondo console è molto più sotto i riflettori di quello PC, in cui molti titoli sono di nicchia o comunque passano in sordina. Questo però non va a discapito nè del loro numero, nè della loro qualità.

          • @Manny95 Attenzione il mio non è certo un discorso di qualità né volto in un qualche modo a criticare il mondo PC. Il PC è pieno di esclusive alcune delle quali importanti al pari di quelle console se si apprezzano determinati generi. Prendevo in considerazione i AAA perché le produzioni a basso budget ci sono ovunque e gli indie anche (e cmq fino a ieri sono stati aspramente criticati). Detto ciò cercavo solo di esprimere il concetto che non per forza il basso costo dei giochi su PC deve essere riconosciuto universalmente come dogma per preferirlo alle console in quanto esistono pro e contro di ogni piattaforma e soprattutto esistoni altri fattori di preferenza che possono alterare il bisogno di uno strumento rispetto ad un altro, soprattutto se di questi altri fattori si è stati porta bandiera fino a sei mesi fa prima di passare al lato oscuro della forza.

          • No no, ho scritto “nè della loro qualità” a titolo generale, non certo come arringa a una tua insinuazione che non c’è stata! E sul discorso pro e contro di ogni piattaforma mi trovi d’accordo… ma la tua affermazione precedente, quella che ho citato qua sopra, non la condivido per nulla, ecco tutto. Perchè anche scartando produzioni indie e a basso budget, restano comunque un sacco di esclusive che ci sono, ma che tendono a ricevere moooolta meno attenzione che in ambito console… e che a volte vendono anche meno di un’esclusiva console, ma il punto è che comunque ci sono e comunque non sono giochi sega.

          • Guarda Manny su questo non ti controbatto per ignoranza, sicuramente sarai più ferrato di me e correggimi se sbaglio, ma non mi pare che ci siano produzioni al pari di un Halo o di un Uncharted. Detto ciò non mi permetto di dire che non ci siano giochi altrettanto belli o divertenti.

          • Prendo quelli che hai citato te: Halo come saga esclusiva non lo batti con le sue 65 milioni di copie vendute, nulla da dire. Comunque, se Halo lo prendi gioco per gioco, vedi che le produzioni della stessa stazza in ambito PC non mancano: Halo Reach (2010) ha venduto 9,7 milioni di copie, mentre Sims 3 (quello su PC e non lo spin-off, 2009) ne ha ad esempio vendute 10 milioni. Oppure Halo 4 (2012) ha venduto circa come Reach, ma ad esempio Diablo 3 (2012) SU PC (dov’era uscito originariamente) pare abbia venduto circa 12 milioni di copie. Prendiamo Uncharted: non lo considero come saga, perchè è troppo giovane (2007) mentre quelle di successo per PC sono molto più vecchiotte… ma anche lì se si guarda gioco per gioco, le controparti ci sono. Uncharted 2 (2009) ha venduto 6 milioni di copie e spicci, mentre ad esempio il molto meno famoso Civilization V (2011) ne ha vendute circa 6 milioni. Oppure Uncharted 3 (2011), che ha venduto un po’ meno di 7 milioni di copie, lo potresti equiparare a SC2 WoL (fine 2010) che ha venduto un po’ più di 6 milioni di copie. Insomma, questa snocciolata trovata a giro su internet per dire che produzioni della stessa portata ci sono… Solo che in generale le esclusive PC vendono meno, perchè tendono ad essercene tante che disperdono gli acquirenti. Stesso discorso per le saghe esclusive, che si fanno concorrenza fra loro nei vari generi equidistribuendosi i potenziali clienti… In generale il PC gaming credo si possa definire il brodo primordiale dei gusti di nicchia. Ognuno si butta verso i generi che più lo attraggono, e all’interno degli stessi generi si butta sulle alternative che lo ispirano di più… ed ecco che ad esempio in uno stesso genere, tipo gli strategici, ci sono più saghe molto famose ma diversissime tra loro nel gameplay. Su PC, i “Giganti” non riescono a stare in piedi: le saghe famose che vendono più di altre e che sono leggendarie ci sono, ma non vendono mai come le controparti su console… come dire, la scelta ammazza il monopolio. Ma ciononostante, la qualità e la stazza delle produzioni non hanno nulla da invidiare a quelli dei titoli console.

  10. A ognuno il suo riassume il mio pensiero….quindi commenterò solo la parte tecnica.
    1° se il pc lo usi solo x giocare, x assurdo i5 va meglio di un i7, in quanto la tecnologia ht non viene sfruttata (almeno fin ora) sui giochi.
    2° scheda madre indirizzata all overclock ma cpu no.
    3° 8gb di ram sono più che sufficienti x qualsiasi gioco

    Ovviamente ogni cosa scritta sopra vale se ti ‘accontenti’ dei 1080/60…in caso contrario cmq la 1^ cosa da cambiare sarebbe il monitor….inutile poter arrivare al 4k/144 se poi ci giochi sul monitor della barbie ;-)

  11. Quante cagate avete scritto.
    NON servono 1200€ per farsi un PC con cui giocare A TUTTO in Full HD ma ne bastano 650-700 se non avete NULLA in casa, nemmeno un case vecchio con ali.
    Le console costano ENORMEMENTE di più per un appassionato che gioca molto.
    E’ matematica Cristo.
    Comprate 10 giochi l’anno? Se si spendete molto di più già al primo anno, non ne parliamo dopo.
    FINE

    • Vorrei un elenco dei componenti e il luogo dove acquisti un computer performante a 650 euro, prego.
      Perché già qua ci fu un articolo in merito, ma tutti coloro che postarono specifiche di questo tipo, le cifre erano sui 1000 euro minimo.

      Aspettiamo che tu ci illumini, naples.

      • senza considerare che 650-700 è comunque il doppio rispetto ad una console che costa 350, e dubito tra l’altro che sia un pc che duri tranquilamente fino all’arrivo di PS5&soci senza spenderci ulteriori soldi.

      • @ farenz
        Su un vecchio articolo lo avevo fatto io….con screenshot del carrello amazon…non ho voglia di cercarlo in quanto pure quella non era la 1^ volta.

        @lodoss
        Non son sicuro di aver capito la domanda…ma provo a rispondere ugualmente.
        Se voglio fare oc mi serve una scheda adatta (nell esempio specifico con la Z si e con l H no) e una cpu con moltiplicatore sbloccato (la k che vedi dopo il nome del processore).
        Fare un mix dei 2 è solo uno spreco. :-)

        @omegashin
        Buon monitor…rimangio le considerazioni precedenti

        • no, se vuoi fare OC ti serve una GPU che lo possa fare, che sia oc friendly e ovviamente un processore K

          e’ per quello che dico che se non ti interessa l’oc (visto che nel commento si parlava di madre si e cpu no) la combinazione migliore sarebbe scheda madre non adatta all’oc e il processore si visto che solitamente vanno piu’ veloci delle loro controparti senza la K anche senza OC.

          detto cio’ un processore senza K costa moooolto meno rispetto a quello overclockabile, invece trovi schede madri per l’oc a veramente poco… ma a sto punto tanto vale che uno si prende entrambe le componenti base e amen se il risparmio e’ la parola chiave

          • Uhm…sull hw di Alvise ho invertito i prodotti overclockabili…ma il discorso non cambia.
            Tralaltro parlavo solo di oc sulla cpu…in quanto quello sulla gpu è indipendente dalla mobo (puoi overclockare anche su una 87h…semplicemente usando uno dei tanti tool in circolazione…tipo afterburner ad esempio)

          • anche io intendevo sulla cpu… ma li cmq per overclockare ti servono entrambi i componenti che lo possano fare, sia mobo che cpu stessa)… gpu e’ un discorso a parte

        • szandor ti dico la verità: l’OC mi spaventa e il 4790k l’ho preso solo perchè mega scontato.

      • @Farenz Stai dando per scontato una cosa che in ambito pc non lo è: non tutte le macchine sono omologate, come non lo sono i gusti dei giocatori (al pari di come avviene in ambito console).
        Puoi fare tranquillamente un pc da 650€ che ti duri un botto, se le pretese che hai nei confronti della qualità grafica non sono alte (non esiste necesssariamente solo il livello ‘peli del naso’) e/o se quello a cui giochi non ha grande richieste hardware (per cui non è detto che ti serva il reattore nucleare per Battlefield ultra, se la tua passione principale sono gli indie, Lol, giochi Blizzard etc ).

      • Ciao Farenzio, se vuoi ti elenco i componenti che ho preso mesi fa da Amazon:

        -CASE: Zalman z11 plus
        -MO-BO: ASUS m5a97 evo
        -CPU: fx6300
        -DISSIPATORE: Coolermaster hyper 212
        -GPU: Sapphire R9 280 OC
        -RAM: Hyperx Fury 8gb
        -ALIMENTATORE: Antec neo 620watt
        -USB Wireless adapter

        Prezzo totale : 664.74
        Se poi vogliamo aggiungerci anche windows nuovo, su kinguin c’è la key del 7 a 11€.

        Ho giocato principalmente a Dying light (1080p tutto max, no AA, 50-60fps), Witcher3 (1080p, mix di medio-alto, 50-60 fps), Battlefield 4 (1080p, tutto max, no AA, 60fps).

        • Scusami ma non hai considerato il monitor, e non è scontato avere in casa un monitor PC a 1080p, come può esserlo per una TV, soprattutto se qui si fa il discorso di farsi un PC per giocare senza spendere molto avendo una macchina datata, e fino a qualche anno fa i monitor più diffusi erano a risoluzioni più basse. Quindi ci aggiungerei almenoaltri 150€ per un monitor decente.

          • Guarda che per monitor uno può usare benissimo la tv (che è quello che faccio io), non è necessario prendere una periferica specifica. E se proprio dobbiamo calcolare il costo del monitor, allora bisogna considerare anche il costo della tv come “spese console”…

      • Il mio pc mi costò proprio 650 euro circa, preso ad inizio 2013. processore intel i5 3570, scheda video HD 7870. Solo queste parti sono 400 euro circa. I restanti 250 divisi fra scheda madre, alimentatore e Ram. Ho riciclato l’hardisk, ma non è che quello costi più di tanto. MGS5 gira con tutti i settaggi al massimo e non cala mai di frame (controllato). Crysis funziona senza problemi.
        Dico solo che su steam ho 52 giochi, presi in questi quasi 3 anni, e avrò speso in totale un massimo di 250 euro

      • naturalmente va’ assemblato e le parti si prendono da vari negozi online (affidabili come mr amazon)

      • i5 4460 su h97 pro 4
        2x8gb crucial
        1tb wd
        gtx960
        case ed ali da 550W

        627€ Ivato

        da BPM o Tecnocomputer o Amazon
        (oscilla tra i tre store di più o meno 15€

        Risparmi 20€ se metti una R9 280

        Se sali a 800€ prendi la 970 ma per gente abituata alle console potrebbe essere uno shock quindi personalmente sconsiglio

        OT: ma non dirlo a nessuno, con i 70€ che spendi per i giochini su console, se ne compri 10 l’anno, ma te forse anche 30, puoi spendere anche 850€ di PC e hai comunque speso meno. Poi prendi su ebay un adesivo della playstation, lo metti su e sei contento lo stesso.

  12. Vorrei far notare che c’è anche un altro tipo di pc gamer, come me. Accumulatori pazienti, che aspettano anche mesi o anni per comprare un gioco che interessa. Non pago una tripla A più di 5 euro, 10 se definitive edition, compro solamente se c’è almeno il 75% di sconto. L’unica cosa che mi concedo è prendere ogni tanto a prezzo pieno giochi indie molto promettenti in early access (come don’t starve, starbound o crypt of the Necrodancer). In questo modo in 3 anni ho comprato 250 giochi per poco meno di 1000 euro. Ho le fatture a provarlo se richieste. Non dico che il mio metodo sia migliore, attenzione. Porto solo testimonianza che esiste una grandissima fetta di giocatori su steam, secondo la mia esperienza, che ragiona come me.

      • Ne ho giocati almeno una 50ina per più di 10 ore. Quindi un quinto circa. Mi rendo conto che sembri strano come approccio, ma questa varietà mi permette di non avere periodi di “magra”. Bisogna anche dire che gioco tanti indie per preferenza personale e certi di questi sono completabili in 5 o 6 ore. Secondo me parte del successo di steam è spiegabile da questo fenomeno. I giochi costano meno perchè ci sono tantissimi che li comprano ma non li giocheranno mai.

        • eh ma allora non puoi mettermela sul risparmio! 50 giochi a 20 € (prezzo trovabile su console per qualunque gioco dopo poco tempo) sono giusti 1.000 euro cristo!
          Anche perchè poi continuerai a comprarne e accumularne e non ti metterai di certo a giocare qulli più vecchi…

          • Prova ad acquistare adesso The last of us per ps3 e dimmi se lo trovi in copia fisica a meno di 25€. Ora non vorrei sindacare sulla qualità del titolo, ma ti renderai pure conto che è sul mercato da 2 anni senza contare anche il remaster per ps4 che dovrebbe far calare il prezzo dello stesso titolo su ps3. Se fosse stato un titolo steam staremmo parlando più o meno di un titolo “must” (come portal 2 o half life 2) che verrebbe proposto a 9,99€. Non so se ho espresso bene il concetto.

          • A dire la verità non ho mai parlato di risparmio. Io penso di spendere molto per la quantità di giochi che finisco all’anno. Dico solo che secondo me è la norma per gli utenti di steam avere una lista dei desideri da 500 titoli e comprare tutto e solo ciò che va in sconto. Poi ognuno avrà le proprie preferenze su quello che desidera acquistare a prezzo pieno. Dato che questa filosofia non è rappresentata nei commenti volevo farla conoscere. Poi se vogliamo parlare di risparmio potrei portare qualche prova a favore di steam, nonostante lo ritenga subordinato ai gusti sulle esclusive, ma non era questo il punto.

          • 20€ dopo poco tempo? Niente di più falso. Forse trovi a quel prezzo roba come knack, perchè tutto il resto viene tra i 35-40€, anche dopo 4-5 mesi dall’uscita.

  13. Ohhhh, “a ognuno il suo”. Non potrei essere più d’accordo.
    Certo, questa tua conversione la trovo un po’… improvvisa, e forse poco coerente a ciò che scrivevi negli articoli pochi mesi fa, ma… beh, boh, la gente cambia. Se hai trovato il guanto che più ti calza, non posso che essere felice per te.
    Per la storia della malattia dell’aspetta-aspetta… eh sì, è innegabiile che sia una cosa che contraddistingue diversi PC gamer. La descrivi come pericolosa, ed è vero. Però è anche vero che è una malattia che cresce in persone che hanno un buon budget da spendere e che non imparano dalle esperienze. Contestualizzo: i miei amici PC gamer ad esempio sono tutti PC gamer “storici” come me, gente che ha iniziato a giocare al PC alle elementari e che ovviamente non aveva (e non ha) soldi da spendere. Discorsi simili per avere il tutto uber quindi non ne ho mai sentiti fare da loro, appartenenti alla nostra genìa che per anni è vissuta di scarti di hardware, mentre comprendo che la mania dell’esigere il meglio si radichi più facilmente in un over 25 stipendiato. E quando anche fra i miei coetanei sono iniziati a spuntare i primi PC assemblati con sudore e risparmi, più volte ci siamo messi a parlare di alcune tattiche, che, ci siamo resi conto, semplicemente non funzionano, e i cui errori abbiamo scontato sulla nostra pelle; e quella dell’aspetta-aspetta è una di quelle. Però ci sta.
    Il mio consiglio è “chi più spende, meno spende”. Quando si vuole assemblare o upgradare, vale sempre la pena di acquistare hardware di alta fascia (consapevoli tuttavia che l’evoluzione continua e che non si può per forza avere il meglio del meglio), perchè almeno il PC dura molto, ma molto di più con prestazioni migliori; e soprattutto, e questa è una cosa che vedo scritta poco a giro, fare pochi acquisti ma di alta fascia apre le porte a una ammortizzazione dei costi dovuta all’usato: pezzi che anni prima hai pagato molto, quando li cambi li puoi rivendere facendoci pur sempre qualcosa, pezzi invece a suo tempo economici non valgono nemmeno i costi di spedizione. Questo, se vendi. Se acquisti invece si trovano un sacco di offerte su Kijiji ad esempio di gente che aveva un pezzo figo e che, volendo upgradare, lo rivende stracciato di prezzo ma in ottime condizioni… e in questo caso le persone maniache del cambiare i pezzi per pezzi migliori sono un’ottima fonte di offerte buonissime. Io per esempio ho acquistato una ASUS Strix GTX 970 usata pochissimo (un paio di mesi) a 300 euro quando ne costava almeno 350, ma ho rivenduto la mia vecchia GTX 660 Ti sempre ASUS per 150 euro (e avrei potuto piazzarla anche un po’ meglio, solo che l’ho venduta a un mio amico e gliela do a 150 con 8 GB di RAM avanzata di cui non so che farmene). Quindi, 150 euro per una GTX 970… non male. Questo tanto per dirne una…

  14. da quanto in qua i pcisti giocano? non passavano le ore nel menù impostazioni? :o

  15. “A ogniuno il suo” (o la sua), non potrei essere più d’accordo.
    Parlando del mio caso, uso il PC molto frequentemente per gli studi che sto facendo e per qualche lavoro, quindi ho pensato di prenderne uno che possa eseguire qualche gioco in modo tale da potere passare qualche ora in allegria. Non mi dispiace usare mouse e tastiera, nemmeno starmene seduto su una sedia davanti alla scrivania. Mi da fastidio non potere giocare con certi giochi o dovere aspettare l’uscita della versione PC di altri ma pazienza una scelta bisogna comunque farla. Non sono particolarmente esoso in fatto di prestazioni o di grafica, mi basta potere giocare più o meno egregiamente, con una grafica piuttosto decente. Probabilmente chi dispone di una console di ultima generazione giocha sicuramente meglio di me ma ovviamente non conoscendo nessuno non ne sono sicuro.
    Detto questo secondo me un prezzo equo per un pc sono proprio quei 500-600€ che tanto si decantano in giro, dato che come le console anche le schede video sono soggette alla stessa usura e nel momento in cui si passa alla next-gen le schede video old-gen (se usate per giocare) sono da buttare quanto una console vecchia. Dal mio punto di vista un pc da gaming deve costare leggermente di più di una console, non so se posso parlare di specifiche quindi passo oltre.
    Ho pure io l’impressione che i giochi costino meno (senza contare steam e saldi), ma non avendo console non sono mai andato a controllare.
    A questo punto posso dire che “questa è la mia”!

  16. Comunque la cosa più divertente sono i pc master race. E lo dico da pcista.
    650€ per euguagliare le console, 800 per sursclassarle, ma state scherzando?
    Anche comprando ogni pezzo dal sito dove costa meno, fra il pc vero e proprio, key di windows da 30€, monitor e periferiche 1000€ li spendi per un pc di tutto rispetto ma comunque 1000€ di cui circa 800€ sul pc vero e proprio.
    Comunque ci viene una cosa decente, del tipo “mi gioco questa generazione di console a dettagli medio-alti 60fps” ma comunque stofallo

  17. Mi permetto di fare una considerazione per quanto riguarda il “prezzo da recuperare” coi giochi nel caso si acquisti un PC.

    La differenza secondo me non è nel prezzo totale, ma solo sui componenti necessari ad avere l’esperienza videoludica (ad es. scheda video, memorie potenziate, SSD ecc.). Il motivo è che un PC dentro casa molto probabilmente LO AVRESTE IN OGNI CASO. Altrimenti dovrei considerare nel costo di acquisto della console anche il costo della TV, perché senza è difficile usare la console. “Ma la TV c’è già!” Ecco: anche il PC nel 99% dei casi c’è già. Magari è costato 400 euro perché poco potente e per renderlo gaming occorrono altri 300 euro di scheda video. OK, ma allora il calcolo bisogna farlo su questi 300 euro, non sul costo totale del PC.

    Detto questo, io ho speso 350 euro di scheda video, cioè meno di una console, e 60 per un mouse gaming che è più che altro uno sfizio. Quindi io rispetto ai 399 di PS4 devo recuperare 11 euro e non 6-700 come erroneamente sostenete. Gli 11 euro vengono recuperati con UN UNICO acquisto al day one.

  18. cristo iddio la montagna di cagate che ho letto in sti commenti…da quello che cambia un i5 con un i7 pensando che l’i5 faccia da collo di bottiglia a quello che paga i pc per giocare al top tutti i giochi forever 650e a quello che pensa che uno al pc passi i mesi nelle impostazioni dei giochi a quello che paragona pc e console puramente sulle specifiche hardware senza considerare il fatto che i giochi su console sono per forza di cose ottimizzati diversamente…

    basta sti articoli sui PC, vi prego, da giocatore pc mi viene da piangere a leggere le stronzate che scrivete tutte le volte santo dio

    • È un collo di bottiglia, riduce la capacità di calcolo e di processare le applicazioni, quando avvii un gioco e apri il task manager vedi sempre l’applicazione che fa un uso diverso di memoria (RAM) e appunto CPU

      Non da problemi l’ i5 4460 perché è comunque davvero un buon processore, però voglio dire, ci ho messo accanto una 970 e 8 GB di RAM (ora 16), mi spingevo un pò di più e mi durava molto di più.

      Dai figa!

    • Fatti il favore di evitare di leggere allora, purtroppo non si può essere tutti esperti di informatica. Ogni volta che sento dire “il processore era il mio collo di bottiglia, l’ho sostituito” immagino sempre che uno stia sostituendo un qualcosa di obsoleto come il Core2 Duo o l’Athlon 64 X2. Inutile dire che puntualmente si tratta di persone che, come il buon caro Alvise, passano da un processore a moltiplicatore bloccato ad uno a moltiplicatore sbloccato o, a limite, ad un modello con qualche numerino progressivo più alto. Viviamo nel decennio dei maestri dell’overclock, persone che non capiscono che la suddetta tecnica è più che altro un esercizio tecnico nato in tempi in cui cambiare i componenti di un pc era una spesa esagerata e si faceva di tutto per far tirare il proprio hardware il più a lungo possibile, nulla più. Non ha neanche più senso ai giorni nostri se non per fare gli sboroni su qualche forum o per il puro gusto di rischiare di fondere tutto. Il segreto di un buon pc? Scegli un processore ben conosciuto e di fascia medio-alta (il tuo vecchio processore Alvise sarebbe stato più che sufficiente per almeno altri 7-8 anni) e una scheda madre che supporti tecnologie di reale vantaggio pratico e non teorico come l’overclock. Vuoi un esempio? La tecnologia 333 della Gigabyte, che consente alla scheda madre di triplicare la velocità di alcuni bus fondamentali come ad esempio il Sata3. Accoppia una scheda madre con questa tecnologia con un ssd come l’850 samsung e vedrai i risultati, con una spesa più che contenuta.

  19. che dire il pc e’ un tutto fare e non si puo’ paragonare ad una console che e’ fatta solo per quella cosa specifica,
    per avere un buon pc pero’ ci sono delle difficolta’
    1) devi essere informato per non farti inculare sia dai prezzi sia da cosa acquisti
    2) devi sapere cosa vuoi effettivamente farne l’utilizzo, e di che tipo di giochi ti piace giocare
    3) devi sapere come assemblare un pc ( comunque non e’ una cosa molto difficile)
    4) devi essere sempre aggiornato
    5) dopo 5 anni il pc che hai preso comincia ad essere scarso

    comunque giocando ad un 22 pollici la grafica hd1090 non ha i suoi effetti ed e’ uno spreco

    in ogni caso il pc non si potra’ mai definire una console appunto per le molteplici cose che puo’ fare.
    ed e’ sempre un acquisto azzeccato
    ma come ogni volta dico sempre per gli appassionati di videogiochi

    sono solo i giochi che comandano la spesa da definirsi
    sono i giochi quello che fanno la differenza sia su pc che su console….

    • Ma non e’ vero, ci sono sia siti con configurazioni cazzute prefatte come pangoli, sia negozi che per 20/30euro ti assemblano loro il pc, per sapere dove acqusitare basta un sito come giochiscontati . it che ti fa tutto lui, dopo 5 anni anche una console e scarsa, lol… comunque quello che molti che palrano di pc non prendono in cosiderazione e che si puo benissimo giocare ad una risoluzione minore, upscalando, non serve per forza prendere il pc nuovo se il vecchio non regge piu il full hd.
      O ancora ci sono config grafiche custom per molti giochi sopratutto quelli online che ti permettono ottima fluidita calando oltre i settaggi in gioco la grafica, ma in giochi come fps o tps della grafica te ne freghi, giochi la stessa mappa 10.000 volte lol

      o ancora a volte basta scegliere medium invece che high, non e’ scritto da nessuna parte che bisogna giocare a dettagli alti.

  20. Requiescat_In_Raviolo

    Per l’esperienza che ho avuto io, posso aggiungere che oltre a “Ad ognuno il suo” ho pensato anche “Con i suoi tempi”.
    Perché se la mia esperienza di gioco è partita con il PC, che ho sempre tenuto al livello medio-alto aggiornandolo personalmente, e che mi ha dato belle esclusive come il primo Max Payne e Mafia, la serie S.T.A.L.K.E.R. Crysis nel 2007, arrivati a 3/4 anni fa ho invece puntato al mondo console lato PS3, perché era lì che ci sono i titoli che sia in quel momento che anche dopo mi sarebbero piaciuti. D’altronde basta citare Uncharted 2 e 3, Heavy rain, Red Dead Redemption, Bayonetta (questi esclusiva console).
    Sarà che i tempi lunghi della gen PS3/XB360 hanno costretto ad una certa dose di inventiva anche sulla qualità per questi titoli , ma non ricordo una simile concorrenza ai tempi della PS2/XB.
    Credo cmq che anche per la current gen aspetterò i “tempi giusti”.

  21. Mi fa ridere la gente che tenta di dare valutazioni sul pc come “troppo costoso” e poi oltre alle 2 console, ha in casa portatili apple da 800/900/1000 o più euro.

    Così come mi fanno un po sorridere le persone che affermano di comprare, fisico tutti i giochi al day one a 50 euro. Io di ogni gioco che ho preso la key al day one (o prima), posso farti vedere uno screen del prezzo, forse sono in malafede, ma dubito che potrei chiedere a queste persone di mostrarmi uno scontrino di ogni titolo acquistato al day one che è stato pagato 50 euro. Forse è un po che sono fuori dal mercato fisico, ma mi sembra un po una sparata. Non intendo che non se ne trovino tante volte ma, tutte le volte? Ho qualche dubbio, ma potrei sbagliarmi.

    Detto questo nessuno nomina il fatto che al giorno d’oggi, anche i consolari di ferro ci scommetto, tutti hanno un pc in casa. Chi migliore, chi peggiore, chi nuovo, chi usato è come lo smartphone il 99% delle persone ce l’ha. E per quanto scrauso la maggior parte delle persone ci avrà speso qualcosa, 200,300,400 euro (aspetto ovviamente con ansia le frotte di gente che ha commodor 64 presi a 10 euro).

    Punto secondo, sono il solo ad aver notato, che la guerra tra console sta favorendo, almeno a livello di esclusive, il pc? Ormai anche su ps4, così come su xbox one iniziano ad apparire le esclusive “solo una console e pc”. Nel senso se mi voglio giocare no man sky e che cazzo ne so cuphead, devo comprarmi ps4 e xbox one a livello di console, oppure un pc dato che è entrambe sono su pc e una delle due. Ma lo stesso vale per titoli più di rilievo, voglio ori? Mi serve l’xbox. Voglio street figther V? Mi serve la play. Oppure di nuovo il pc che le ha entrambe.

    Per quanto riguarda poi chi ha nominato il “non consideriamo i giochi al day one, consideriamo chi se li compra dopo”, no, semplicemente no, è una causa persa. E lo dico da persona che su xbox ha il 95% di titoli usati. A parte che ci sono titoli che ci mettono i secoli a scendere di prezzo, a parte che ci sono titoli che non scendono mai sotto i 20 euro, mai, su copia fisica la maggior parte delle volte cè quella che io chiamo la soglia minima, ossia sotto gli 8/10 euro non scendono quasi mai (da siti utili a sfruttare quel prezzo intendo, su amazon com molte volte li trovi anche a meno, ma se ci aggiungi le spese di spedizione il risparmio se ne va affanculo)

    Questo era per fare un po di chiarezza sulla questione economica.

    Poi ovvio ci sono i lati negativi. Tanto per dirne uno, secondo me prima o poi i gestori dei portali che vendono giochi online steam, origin, e uplay (tranne gog che non gliene frega di meno) si metteranno a fare una class action contro le key. Anzi su uplay è già successo che ad alcune persone abbiano disattivato key prese da kinguin, mi pare di far cry nonostante fossero totalmente legittime a detta di kinguin.
    Non so tecnicamente sono legittime, e tecnicamente sono legali almeno così ero rimasto, ma mi sembra la classica cosa troppo facile per essere vera, quindi IMHO non dureranno per sempre.
    Per assemblare un buon pc bisogna avere una conoscenza di base anche se te lo assembla un altro, non è entry level come le console.
    Alcune esclusive, oggettivamente moooooolte meno che nelle scorse 2 generazioni, continuano a restare roccaforte delle console, quindi su alcuni titoli o console o niente.
    E si se compri 1 titolo al mese, probabilmente le console convengono, così come se le prendi più tardi rispetto a quando sono uscite, tanto tutti i titoli della generazione li giochi comunque.

  22. Certo che leggere alcuni post mi rende perplesso , cioè Omegashin ora hai scritto cose che in articoli passati fatti da te ci contestavi tipo il risparmio dei giochi su pc , purtroppo finchè non si provano certe cose non si capiscono , ora che hai un pc puoi provarle di persona. Comunque sta storia del pc da 1200€ che ansia. io preso tutto da amazon assemblato da me più o meno 700€ e al momento i giochi attuali non mi danno problemi in full hd , togliendo qualche opzione vanno alla grande . Se si vuole il top è normale che si spenda molto ma se l’importante è giocare non servono assolutamente quella cifra. Il problema è che l’idea generale di chi gioca su pc è di persone con computer della nasa , 7000 monitor e cazzi vari … ma non è assolutamente cosi. Detto sinceramente , essendo uno studente universitario e non lavorando, se non avessi un pc non avrei potuto giocare molti titoli.

    • è stato un percorso di meditazione interiore che mi ha portato ad una catarsi dell’io videoludico e ad una folgorazione sulla via di damasco che mi ha spinto verso una strada rispetto ad un’altra. comunque il fattore costi , per me è il vantaggio meno importante che sto avendo

  23. Parliamo della mia esperienza.
    Sono ormai un PCisita dal lontano 2001/2002 quando mio nonno mi regalò il mio primo computer, che ha fatto molti sforzi ed è durato fino al 2009, anno in cui acquistai un pc discreto e comincia a giocare a svariati titoli di vari generi e tipologie. Cosa mi ha portato a restare su PC nonostante sin da bambino sono stato un nintendaro sfegatato (e lo sono tuttora) ? Non è solo la graffffffica, i frames in più o i prezzi competitivi, ma sono le mod e la community in generale che mi hanno fatto restare. Penso tutti qui conoscono il buon caro vecchio Doom, è in assoluto il mio gioco preferito grazie anche alle mod, e le mod hanno tenuto il caro vecchio doom 2 ancora in vita, no non parlo di brutal doom, ma di migliaglia e migliaglia di lavori di appassionati, a cui anchio ho contribuito lavorando ad una mod molto “mariosa” chiamata Golden Souls. Le mod e la personalizzazione della propria esperienza (non solo software ma anche hardware) sono il motivo per cui io ancora oggi preferisco il PC, oltre anche al fatto che i miei generi ludici principali sono FPS e RTS, e questa cosa giustifica il costo più elevato (ma non più di tanto ormai) rispetto ad una console. Un’altra cosa che può interessare a chi vuole passare al pc, è sicuramente il gaming online, che non è solo free, ma su alcuni giochi offre un ambiente completamente diverso da quello console, sto parlando sopratutto del lato competitivo.

    Per chi vuole passare al lato pc però, vi premetto che c’è una “learning curve” abbastanza ampia, anche se ormai le console sono molto simili al pc, sono pur sempre già pronte, non devi configurare nulla di complesso, non devi fare combinazioni hardware particolare. é possibile creare un pc molto potente spendendo 600 700 euro (una lista veloce dei componenti include un possibile amd 8320, una amd nitro 380 e 8 gb di ram, alimentatore decente, anzi evitate di risparmiare su questo componente, hard disk e case a scelta vostra) ma bisogna sapere sia come assemblarlo sia che pezzi prendere (fortunatamente ci sono molti forum e siti che vengono in aiuto su questa parte, sia che pezzi scegliere sia come metterli assieme senza colla vinilica). poi sicuramente la parte più importante per un pc gaming è la manutenzione, paragonabile a quella di un auto, il pc infatti ha bisogno di essere pulito sia da polvere sia da software inutile, ottimizzato e aggiornato regolarmente.

    Parliamoci chiaro, il pc è una piattaforma che richiede impegno e tempo, chi non ne ha se punta ad una console, che con i loro limiti offrono comunque un esperienza ludica di alto livello ormai. Se però cercate qualcosa di più da un gioco e sopratutto volete far valere quei soldi spesi, il pc è un investimento di tempo e denaro molto proficuo.

    Questa è la mia opinione sul pc gaming mastah reis. Continuate a giocare dove volete, godetevi i giochi e supportate gli sviluppatori che meritano.

    P.S. Chi parla delle mod su console (vedi fallout 4 con le mod su xbox one e snapmap col nuovo doom), non è proprio la stessa cosa, alcune mod di skyrim ad esempio usano un eseguibile diverso da quello originale per ampliare le possibilità ai modders, una cosa praticamente impossibile su console dato le ovvie limitazioni sull’utilizzo dei dati sia del sistema operativo della console sia del gioco in questione.

  24. ​Io dopo un passato enorme da videogiocatore al pc sono ormai 10 anni che non ci riesco più.
    Ho poco tempo per giocare, per cui preferisco farlo in comodità, stravaccato sul divano a 3 metri dal televisore. E questo posso farlo solo in salotto.
    Il pc per giocare decentemente ce l’avrei anche, tra l’altro con la scheda video avevo avuto le key per scaricare Crysis2 e Bioshock Infinite ma, sarà che sono fps (genere che odio), non sono riuscito a giocare più di 30 minuti sommando i tempi zu entrambi i giochi. Oltretutto in un periodo dove non avevo altro da giocare…
    Ho persino provato a recuperare Baldur’s Gate Enhanched, una delle mie mancanze maggiori da appassionato di RPG, ma niente… Nemmeno quello mi ha tenuto più di qualche minuto attaccato al pc.
    Fottesega del discorso economico, io credo che il fatto che si arrivi a parlare di questioni di convenienza significhi che si perde un po’ il gusto della SANA passione del videogiocare per lasciare il posto al “giocare seriale”. Almeno questa è la mia opinione.

Lascia un commento