A volte no

Nella stragrande maggioranza dei casi è divertente, a volte no.
Trovo molto stimolante e soddisfacente scambiare opinioni con altri videogiocatori via mail, altre volte no.
Perchè molto spesso mi capita di interagire con persone che difendono ciò che sostengono e se anche le loro opinioni divergono dalle mie, proprio le motivazioni che sostengono una tesi o l’altra danno il via a quello scambio di idee su cui si basa l’Angolo stesso.

A volte no.

Mi è capitato giorni fa di ricevere una mail di un ragazzo, mio coetaneo.
Non sto a farvi giri di parole e non vi racconto la sbrodolata che mi ha scritto su quanto fosse un fiero sostenitore dei videogiochi del passato, di quanto fossero fighe le avventure grafiche della Lucasarts in confronto alla merda di oggi, citando i soliti CoD, Fifa, ecc…

Già un discorso come questo, anche per un non-patito di Cod e Fifa come il sottoscritto, lascia un po’ il tempo che trova a parer mio.
Parlare di quanto sia figo il passato spruzzando dietro su ogni cosa “after-1996” mi sembra una stronzata, ma diventa stronzata megagiga quando vengono utilizzati come metro di paragone da un lato Monkey Island e dall’altro Call of Duty, due titoli agli antipodi sia dal punto di vista temporale che (soprattutto) del genere videoludico.

In sostanza, che cazzo di paragone è questo? Non so, chiedetelo a lui.

Ciò su cui invece mi volevo soffermare è un’altra frase del ragazzo in questione, riguardante stavolta la next gen (puntualizzando in particolare PS4 e nuova Xbox), vista sempre dagli occhi non solo di un nostalgico, ma evidentemente da un hater dell’odierno.

Le console di domani sono deprimenti

Per carità di Dio, sia chiaro. Non vorrei, anzi… non DOVREI soffermarmi su una sparata del genere, ma quest’idiozia mi serve come pretesto per l’articolo.

Partiamo da un presupposto: io finora della nuova Xbox non so nulla.
Di PS4 sappiamo tutto ciò che ci è stato detto nelle 2 ore di conferenza di febbraio. Né più, né meno.

Ora, decretare queste due console come deprimenti mi sembra abbastanza prematuro nonchè stupido, viste le poche (per non dire assenti) informazioni in merito, tuttavia da ciò nasce il quesito, anzi i quesiti che pongo a voi.

1. Come cazzo è possibile che nel 2013 siano ancora al mondo elementi del genere, in grado di sputar sentenze non solo su giochi mai provati, ma addirittura su console non ancora annunciate!

2. Se per lui le console next gen sono deprimenti, vorrei sapere, secondo voi, su cosa possa basare questa idea.

Attenzione però, non mi basta sentirmi dire come risposta “La parte social di PS4 probabilmente non gli interessa”.
Neanche a me interessa, ma da qui a dire che una console è deprimente… boh.
Come se poi potesse esserlo una console…. al massimo un gioco deprimente, una figa deprimente… ma una cazzo di scatola no… non lo accetto…

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

121 Più commentati

  1. caro farenz vi/ti seguo da un po di tempo…vi ho scoperto grazie a youtube,per poi giungere al sito dell’angolo…ma un po’ per pigrizia un po’ per fati miei :) non ho mai voluto commentare un articolo.
    Tuttavia stavolta ho deciso di rispondere all’articolo perchè mi trovo nella stessa situazione di chi ti ha scritto la mail.
    Cioè quello che andava colto(secondo me)dalla mail è che c’è un malcontento generale per quanto riguarda l’aspetto narrativo e dei contenuti dei videogiochi di oggi.
    Chiedevi cosa hanno in comune monkey island e Cod???entrambi devo raccontare qualcosa e devono lasciare qualcosa(a livello emotivo) a chi vi ha giocato…cosa che i vari COD non fanno minimamete rispetto alle avventure grafiche del passato!
    Vi racconto una cosa succesa di recente.Accendo la play e come di consueto controllo su playstore le novità e cavolate varie.Tutto normale fino a quando non vedo Tomb rider a 30€ dico tra me e me buono prendiamolo(anche spinto dall’entusiasmo emerso dall’aricolo del dr. Avo).
    Inizio a giocarci…e minuto dopo minuto inizio a pensare ma dove cavolo è finito quel mio bel motoscafo che usavo a venezia nel buon tomb rider 2 oppure vogliamo parlare del percorso di allenamento della villa…o ancora della slitta trainata dai cani…povero me!!Di contro cos’ho?una grafica pompata a 1000(bella niente di piu!!),il miglioramento del personaggio e degli oggetti!!
    Ma soprattutto l’ARCO maledizione agli archi…il sagittario,robin hood e tutti quelli che hanno deciso di metterlo in ogni videogioco non ne posso più!!
    Mi sto dilungando troppo…
    PASSO E CHIUDO!!

    • Sinceramente non riesco a capire il senso del tuo discorso. Tomb Raider non è più lo stesso perchè non ci sono le stesse ambientazioni/situazioni dei vecchi ? Perchè hanno messo l’arco ? E poi a livello emotivo cosa lasciavano i vecchi Tomb Raider ? La storia non era ‘sto granché, al massimo c’era una sfida intellettuale, ma di emotivo ben poco. E poi chi ha detto che i videogiochi devono essere lasciare qualcosa di emotivo ? I videogiochi possono essere di tipo diversissimo, alcuni puntano sul gameplay, altri sulla storia e su i personaggi, i giochi di Mario non hanno una storia, eppure dire che un gioco come New Super Mario Bros è un brutto gioco è semplicemente dire una cavolaia

      • forse sono stato frainteso…non intendevo dire che ogni gioco deve avere una morale.Ma colpirti a livello emotivo trasmettere quel qualcosa che manca ai giochi di oggi.
        Per intenderci dei bei ricordi sensazioni piacevoli anche semplicemente nel ricordarli.Io ho bellissimi ricordi di tantissimi videogiochi di tutti i generi dai vari super mario i crash bandicoot lo stesso tomb rider,GT,GTA…ed è inutile continuare la lista ce ne sarebbero talmente tanti.
        Tutti giochi dei quali ho bei ricordi e che mi hanno DIVERTITO molto,cosa che non succede con i videogiochi di oggi.Ne finisco uno dietro l’altro ma davvero pochi riesco a suscitare in me quelle sensazioni.
        Per farti un altro esempio ho giocato far cry 3 lo reputo un bel gioco!uno dei pochi da salvare…nonstante questo non mi ha soddisfatto come finire un gta vice city(senza andare troppo indietro nel tempo).
        PASSO E CHIUDO!!

    • Heghel ( mi pare ) sosteneva che la nostalgia è quella malattia che infetta i ricordi, e tu hai questa malattia. Ti spiego in breve, del passato ti ricordi soo dei giochi da te apprezzati, inoltre confronti Monkey Island, titolo bellissimo ma che ha venduto niente ( quindi poco apprezzato dalla massa), con cod, titoo di cui molti gamer si lamentano ma che invece vende a nastro., ma se tu ti concentrasti di più su cosa di questa gen ti è piaciuto vedresti che esso pareggia con quanto ti è piaciuto del passato. Inotre va sottolineato come, non so se è il tuo caso, questi giochi li hanno giocati da piccoli o comunque da adolescenti, in una fase in cui lo spirito critico è pressochè assente e si fagocita tutto ciò che viene propinato.

      • * cncentrassi ** moti di noi li hanno giocati.

      • Non escludo che possa essere semplicemente nostalgia…speriamo possa provare qualcosa di simile per prodotti recenti(fra qualche anno magari)anche se,tra gli anni 80-90 ci si divertiva di più con molto meno e i videogiochi avevano un’anima…reputo quegli anni la “culla” non della vita ma del VIDEOGIOCO.Secondo voi perchè nonostante Monkey Island non abbiamo venduto un granchè tutti quelli che lo hanno giocato se lo ricordano ancora,e lo amano ancora!
        Secondo me dopo gli anni 90 si è smesso di fare videogames che possano piacere a un pubblico di nicchia per avere un “prodotto” che possa vendere alla massa con caratteristiche di disarmante semplicità e con trame scontate e banali!
        Concludo dicendo che io non rimango “fermo” nel passato infatti mi capita raramente di rigiocare vecchi titoli ma soprattutto dò sempre una chance ai moltissimi videogiochi di oggi per questo spendo tanti €€€€€€ e sono un inguaribile ottimista per quanto riguarda il nostro futuro videoludico(anche se la realtà potrebbe essere un filino diversa).
        PASSO E CHIUDO!!

        • per micos88

          non sono usciti giochi che non hanno lasciato il segno ma sei pazzo?

          ma te ne elenco subbito

          resident evil: uscito par playstation, trama e gioco bellissimo

          metal gear solid: anno uscita 1998 trama storia bellissima (lascia il segno eccome) non lo chiamo gioco io lo chiamo il gioco

          bioshock 1: cazzo ambientazione trama e gioco veramente mi ha lasciato senza fiato

          uncharted: cristo che gioco di azione veramente bello compresa la trama col 2 poi fecero qualcosa di eccezionale

          mass effect: cristoooo che gioco favoloso una trilogia che mi ha lasciato senza fiato

          red dead redemption: gioco western e sti cazzi trama avvicente c’e’ l’ ho nel cuore per poi non dirti quanto mi sentivo figo quando entravo nel saloon

          dead space: veramente bello come trama gioco horror, per la prima volta mi son cagato addosso

          dragon age: senza parole un gioco che mi da sempre delle emozioni il 2 poi l’ ho adorato veramente

          heavy rain: trama bellissima ogni personaggio a la sua e ti chiedi fino alla fine ” ma chi cazzo e’ l’assassino del origami?” be scopritelo cazzo

          potrei elencartene ancora ma ho voluto variare per farti capire cosa ti stai perdendo se veramente non hai giocato a QUESTI GIOCHI

          e infine ancora una volta bioshock infinite uscito in questi giorni( capolavoro per me )se pensi che ache QUESTO GIOCO ha una trama banale be allora ritorna a giocare a monkey island per tutta la vita perche’ veramente sei rimasto indietro coi tempi e per me vuoi tu rimanere nel passato

      • diciamo che ai quei tempi non c’era tutto quello che c’e’ adesso e percio’ quando si facevano giochi storici come monkey island, ne rimanevi entusiasta.
        per non dimenticare i giochi come diablo, duke nukem, doom e cosi via che ancora adesso vengono riproposti.
        AlphArAve non e’ che non avevamo spirito critico e che internet non c’e’ l’aveva nessuno e massimo se si parlava di videogiochi lo si faceva in classe con amici o con i cugini e fidati che sognavamo giochi con grafica piu’ bella e poi certi pc se non erano potenti andavano a scatti tra una schermata e l’altra… per non parlare dei dischetti che dovevi cambiare ogni tanto. no le critiche c’erano anche all’ora fidati ma monkey island se e’ piaciuto a tanti c’e’ un motivo era spiritoso bello e la storia ti prendeva.
        un gioco ormai che e’ diventato leggenda per me. ma dire che i giochi di adesso non lasciano niente mi spiace ma non e’ cosi bioshock ultimate ha una trama fighissima e lascia il segno

  2. Sinceramente a me vedere che anche per le console si punta a questa “socializzazione” del cazzo mi deprime, e pure tanto, non perchè a me non interessi, ma per quello che rappresenta, non ci basta più giocare on-line a tutto, non ci basta più giocare da soli (o con amici) nella nostra casina, dobbiamo assolutamente condividere con il mondo le nostre “imprese”…
    Fin qua alla fine non ci sarebbe poi nulla di così deprimente ma appena penso che prima o poi ci ritroveremo a scene ridicole in cui mentre giochiamo ci verrà un bel pop-up che ci invita a condividere una cosa per sbloccare un minuscolo potenziamento, magari non indispensabile, magari si…
    Se vogliamo sintetizzare il discorso, IO VOGLIO GIOCARE E BASTA, poi si ben venga la multimedialità, ma quando gioco VOGLIO GIOCARE PER DIO!
    Semplicemente mi deprime pensare che Sony o Ms abbiano avuto la necessità di lavorare su queste funzioni…

  3. ciao farenz! concordo con te che COD e monkeyisland non possono essere paragonati. Sono due generi totalmente diversi e fanno parte di ERE diverse. Le nuove console che usciranno, nessuno sa come sono fatte, ci hanno detto la potenza dei vari devkit e basta, non e’ detto che le console saranno identiche al devkit (di solito il devkit ha un po’ più di ram).
    Farenz, dalla email si capisce cosa lo deprime? il concetto e’ un po’ vago. Se e’ tutta la console nel suo insieme e’ un un’affermazione senza senso, visto che basta non comprarla. anche a me la parte social non interessa, ma a quanto ho capito si riesce a fare un video e postarlo in “diretta” e altre cose. Staremo a bene!

  4. A tutti i giocatori esageratamente nostalgici: fate tesoro delle vostre esperienze videoludiche ma non rimanetene ancorati, non perdetevi nel ricordo del passato per poi giudicare a occhi chiusi qualsiasi tipo di novità.
    I tempi cambiano, le generazioni cambiano ed è normale che i giochi si adattino ad un nuovo pubblico. Questo non vuol dire che il mondo videoludico odierno vive solo di commercialate alla Cod o Assassin’s creed, così come in questa generazione sono uscite perle come Heavy Rain, Portal o Catherine, non vedo perchè non essere viduciosi nella next-gen.

  5. Giuliano Ferrara una volta definì “porno” e “pessimo” il film The Dreamers di Bernardo Bertolucci. Peccato che nella stessa recensione, il buon Giuliano affermava candidamente di non averlo nemmeno visto, in quanto, giustamente, rivendicava il diritto di stroncare un film senza averlo prima visionato. Se estendiamo il concetto all’ambito videoludico, il genio di turno ha il sacrosanto diritto di definire “deprimenti” le “scatole da giuoco” next-gen.

    Detto ciò, io rivendico il sacrosanto diritto di liquidare il buon Giuliano, e il buon genio di turno, con un bel “mavaffanculo, và”.

  6. Farenz secondo me hai perfettamente ragione.Ma in quanto amante del retrogaming un po’ capisco questi punti di vista.Ovviamente quello che rende buona una console sono i giochi, ma CREDO che il concetto che il ragazzo voglia esprimere sia un:”Bella stronzata i vari knect, paddone, controller touch col tasto share; a me bastano il tasto A e il tasto B per divertirmi”. In effetti, il divertimento non si ottiene né con la grafica, né con dei controlli assurdi o paddoni super touch.Io stesso gioco spesso a megaman 2 o a super mario world, però dall’altro lato non si può neanche rimanere PER SEMPRE attaccati soltanto alle retroconsole (retrogames).Quando poi effettivamente mi toglieranno la possibilità di comprare giochi usati, quando dovrò per forza avere la connessione internet e i giochi saranno una merda dove il wonderbook e nintendogs faranno da padroni, beh sì a quel punto dirò anch io che le console next gen saranno deludenti, non prima.

  7. la nuova moda dei bimbiminchia: spalare merda su cod fifa & co per fingersi diversi (e poi puntualmente comprarli)

  8. Dire prima dell’uscita certe affermazioni mi sembra anche a me esagerato. Forse voleva intendere come la penso anche io, visto il livello raggiunto dai giochi delle console attuali (ottimi sotto tutti i punti di vista in particolare quelli usciti nella fine del 2011 in poi), cosa ci potremmo aspettare di migliore o travolgente da quelle nuove…l’unico handicap delle console attuali è la mancanza di novità e troppa ripetività di titoli classici come assassin’s creed, gears of war ecc e piu che altro sarà questo elemento su cui si baserà ps4 oltre alle migliorie grafiche, di gamplay e credo di longevità.

  9. Vabbè Farenz , è uno che semplicemente guarda i tuoi video e per infinocchiarsi un po’ cerca di entrare in sintonia con te tramite le tematiche che affronti nei tuoi video . Se parla in questo modo non capisce una mazza di videogiochi , perchè ok che Cod è un gioco per bimbiminkia ma non si può paragonare con monkey Island e cmq sia non credo affatto che le nuove console siano deprimenti , può crederlo solo chi vuole infinocchiarsi e vuole leccare il tuo culo , per sentirsi dire “Tu si che sei un vero videogiocatore” :), oppure chi non le comprerà :)

Lascia un commento