Adesso ho capito!

Adesso è chiaro. Che maiali ‘sti Ubisoft Montreal.

Ancora scossi da quanto Assassin’s Creed III sembri un insieme di minigiochi male assortito?

Dovete ancora riprendervi dall’emozione di volteggiare fra le onde col vostro maestoso tre alberi in un gioco in cui la sezione ‘navale’ è coerente con il resto quanto lo sarebbe The Sims con Call of Duty 3?

Bene, sappiate che con tutta probabilità era tutto previsto. O meglio, era previsto per un altro gioco. Sembrerà incredibile, ma ragioniamo: era troppo strano che ci fosse una feature tanto ben sviluppata in una simile accozzaglia di parti di gioco unite con la saliva. Però, davvero, anche così faccio fatica a crederci.

Vi presento Assassin’s Creed IV.

Il buon vecchio Kotaku colpisce ancora.

Qualche simpatico rivenditore ha passato all’amico sitone un paio di immagini che riguardano del materiale da esposizione da mettere fuori in data 4 marzo.

Si chiamerà Assassin’s Creed IV – Black Flag, e sarà con i Pirati.

Pausa. Respiro.. Ok.

Pirati!?

Si, cari Discepoli: il nostro alter ego sarà nientemeno che il buon nonnino di quel poregramo (termine dialettale veneto che sta ad indicare una persona come Connor, un totale idiota con perenne espressione da cernia) di Connor, il babbo del cattivissimo Haytam, l’assassinesco corsaro Edward Kenway. Oh mamma.

Si interpreterà costui in un contesto storico molto diverso dal precedente capitolo, nelle calde isole dei Caraibi a cavallo fra 1600 e 1700. Nelle immagini della mappa di gioco si è vista Cuba, le Bahamas, il sud della Florida e da Jamaica, mon.

Ora, vi confesso che sono piuttosto sconvolto dalla notizia.

Punto primo: come dicevo neanche una settimana fa, era inevitabile che Ubisoft non si buttasse a pesce sulla battaglia navale, visto quanto ben riuscita era quest’ultima feature rispetto al resto dell’ultimo Assassin’s Creed. Ma chi pensava fosse vero? E soprattutto, di già?!

Non sarà il Master & Commander che avevo chiesto, ma devo dire che è un qualcosa che ci va più vicino di quanto mai avrei potuto immaginare, e di questo non posso che compiacermi. Pirati! Velieri! Il tesoro sepolto di Willy l’Orbo! HARR! Potrebbe.. potrebbe essere davvero un gioco interessante. Di sicuro ha più senso vederci la pesca per il sostentamento, il commercio, la piratesca realizzazione del proprio porto aziendale, la selezione dell’equipaggio.. nella mia mente prende forma un gioco decisamente sensato, non so voi.

Punto secondo e nota dolente: magari sembrerà pura e semplice retorica, ma come cazzo si fa ad accostare una saga come Assassin’s Creed, nata e cresciuta nel medioevo, quasi morta a causa del collocamento fuori da ogni contesto nella guerra d’Indipendenza Americana, ai PIRATI? Va bene, d’accordo, posso immaginare un assassino cazzuto che vaga nelle ombre di Port Royal molto più facilmente di un indiano imbecille che falcia le prime linee delle giubbe rosse intente a prendere a calci in culo il generale Washington, ma non è solo questo il punto.

Se fino a due settimane fa era piuttosto palese che Ubisoft stesse mungendo il brand ben oltre il decoroso, ora un simile spietato sfruttamento è talmente evidente da essere diventato un vero e proprio fastidio. No perché, a questo punto, non mi sorprenderebbe un AC VIII ambientato a Castle Wolfenstein. E l’eredità del concept di gioco? Possiamo decretare definitivamente l’ora del decesso di quanto restava di genuino nel brand? Assassini silenziosi ed invisibili Vs Templari senza scrupoli può funzionare anche in epoca piratesca? Non solo, il fatto che il comparto marinaresco fosse tanto ben sviluppato in un gioco in cui non c’entrava assolutamente una verga mi fa solo pensare che:

Opzione A – AC III fosse talmente orrendo che è stato riempito con una feature pensata dall’inizio per un gioco che sarebbe uscito soltanto dopo

Opzione B – AC III in verità non sarebbe mai dovuto esistere ed è stato confezionato con gli scarti degli altri titoli, giusto per ciullarci quei 50 euro anche quest’anno

Opzione C – A+B

Ciò in ogni caso non sposta il fatto che abbia, ora come ora, una gran voglia di provare questo AC IV. Esatto, da bravo pirla, nonostante sia chiaro che ritengo il terzo capitolo uno sbaglio di tutta l’umanità, il mio ego-giocante ha una gran sete di pirati, sabbia, sole, palle di piombo e schegge di legno che volano da tutte le parti. Penserete che sia un debole, ma l’avevo detto chiaro e tondo che volevo un gioco alla Master & Commander..

Opinioni, cari Discepoli! Prego!

Prova a cercare ancora!

nNsmaEp

Goodbye, Master Race

Il tempo è giunto. Era da anni che non parlavo delle mie scelte videoludiche, ed ...

145 Più commentati

  1. Tralasciando l’abominevole AC3, pur non aspettandomi nulla di nuovo sotto molteplici punti di vista da questo quarto capitolo, spero che vengano curati aspetti che con il 3 sono stati dimenticati, ossia la SETTA degli assassini -la presenza di una vera organizzazione, non di un povero coglione che agisce da solo contro tutti i templari organizzatissimi-, la cura della trama -nel 3 sceneggiature pessime, salti temporali del menga non spiegati- e la cura dei personaggi -perchè tanto Connor quanto i nemici templari erano dei nulla-. Ma adesso sono talmente depressa per l’ultimo capitolo uscito che francamente l’idea di impersonificare il nonno di quel babbo di Connor mi esalta come la minestra a colazione.

  2. A quanto pare solo io ho apprezzato AC3, classificandolo addirittura al primo posto a pari merito col due! Personalmente ho odiato le battaglie navali, preferendo giocare solo la trama e le sub-quest terrestri, e non so come abbiano fatto a piacervi

  3. Volevo non aggiungere nulla a quanto detto da Marty, ma leggendo alcuni commenti precedenti avverto una rabbia in corpo che devo far fuoriuscire perché “la lama va tenuta lontana dagli innocenti”.
    Ma andiamo per gradi…

    Mi sono avvicinata alla saga di AC guardando i trailer del primo gioco. Ne sono rimasta affascinata per via delle capacità di un uomo “occidentale” addestrato secondo quelli che erano canoni ninja e aveva quella stupenda lama celata.
    Giocai il gioco, che, sì, era noioso per via della ripetitività delle azioni da fare per poi andare ad uccidere il tuo bersaglio, ma riuscivi anche a non farci caso perché eri immerso in un mondo che hai conosciuto solo tramite i libri di scuola e che potevi “esplorare”.
    La trama portata avanti poi mostrava la classica lotta tra il bene e il male, la ricerca della verità e della libertà…Insomma, tutte tematiche di rispetto.
    “Agiamo nell’ombra per servire la Luce”.
    Ad oggi sono sempre più convinta che il primo capitolo era una sorta di episodio BETA, giusto per vedere come avrebbe reagito il popolo ad un qualcosa del genere e Ubisoft stavolta aveva visto giusto.
    Due anni dopo, circa, esce il secondo capitolo con tantissime innovazioni e a tutt’oggi resta il capitolo “migliore” appunto perché discosta totalmente dal primo e presenta quegli elementi di forza che hanno continuato a portare avanti nei capitoli successivi.
    Personalmente, il capitolo che preferisco è Brotherhood.
    Revelations è forse il meno riuscito della trilogia di Ezio, ma è pur sempre un capitolo degno di questo nome.
    Tornando a noi, i primi 4 episodi ufficiali(quindi escludo Bloodiness e l’altro su Ezio per NDS) sono pressocché coerenti con le tematiche trattate finora e a livello di trama, per quanto certi spunti siano discutibili, avevano un senso al punto che mi aspettavo dal finale di Revelations il protagonista di quello che doveva essere AC3 fosse Desmond, senza alcun ricorso di Animus.
    Spuntano le notizie su AC3 e inizio a storcere il naso: che cosa si sono inventati per rimettere quel povero disgraziato lì dentro? Lo gioco e il tutto ci può stare, anche se risulta a mio avviso forzato.
    Le innovazioni portate all’interno di sto gioco lo rendono ancora più facile, specie nei combattimenti con le guardie che restano sempre fesse.
    Arriviamo al finale e c’è quella grandissima puttanata, un finale aperto anche se molti sostengono il contrario. Parlando con altri rimasti fortemente delusi, ci si è chiesti se forse il quarto episodio non desse una reale possibilità a quel povero disgraziato di Desmond, sempre buttato su quel lettino e Ubi che fa? Mette un altro assassino, addirittura torna indietro rispetto agli avvenimenti in AC3 e mette un fottutissimo 4 prima del titolo…
    La mia reazione? Sono veramente incazzatissima.
    Poi voi mi sparate le boiate inerenti alle missioni navali, uno strazio per quel che mi riguarda e che ho fatto solo per prendermi un fottutissimo trofeo di platino, e siete contenti? Ma di cosa? Di dare i vostri soldi a chi nemmeno ascolta i fan?
    Chi se ne frega dei pirati a questo punto? Perché questo Black Flag non è uscito col numero 3 o magari proprio come 3?
    Sono stufa di dare i miei soldi a chi delude sempre le mie aspettative e sono stufa di sentire che AC3: Liberation fa schifo…In verità a far schifo è proprio l’AC3 per console perché non è più la lotta dei giusti contro i templari.
    Quindi, lo dico a tutti i ciucciatori di latte ancora qui a fare i fanboy o altro, state zitti e non dite più una virgola per salvare AC3 e Ubisoft perché siete solo ridicoli.
    Fatevela pure mettere lì, tanto i papà e le mamma che cagano soldi le avete.

    • Sono assolutamente concorde, su tutto.

      • Eppure hai detto il contrario fino a pochi commenti fa.

        • Non mi pare proprio. Ho detto più di una volta che Assassin’s Creed 3 è mal riuscito, reputo solo il primo peggiore ma a parte questo…

          • Tu mi sai di uno che ha giocato il primo solo perchè lo ha trovato in Revelations se dici così -_-

          • No no, è una delle poche saghe che ho giocato capitolo per capitolo. Anzi il primo l’ho giocato più degli altri perché mi piaceva in concept, ma infatti non ho mai detto che è un brutto gioco, ho detto che è il peggiore della saga, ma come è giusto che sia, perché se da una parte il concept(ti affidano una missione, fai ricerche, assassina) fa molto setta degli assassini superfighi e quello che ti pare dall’altra ad un certo punto è veramente ripetitivo e infatti sto rigiocando questi giorni ad assassin’s creed 1 dopo aver giocato gli altri e lo sto trovando una sofferenza.

      • kimimaro ma se dal mio commento hai preso una difesa totale sulla ubisoft e su ac3 adesso dici il contrario??? secondo me manco tu sai quello che vuoi…

    • non posso che quotarti…e sono un fan boy che adora ac…ma il 3 mi ha fatto passare tutta la voglia di giocare a questo gioco…poi questo 4 rabbrividisco al solo pensiero…fanculo alla Ubisoft che aveva detto che sarebbe stata una trilogia, un film in mezzo per distaccare ed un’ altra trilogia sulla next-gen con personaggi completamente nuovi…invece mi ritrovo un gioco di pirati…delusione enorme, mi hanno distrutto la mia saga preferita…

    • Quoto alla grande. Sia chiaro, a me AC3 è piaciuto e mi hha anche soddisfatto però non si possono negare le cose che hai detto. A partire dal fatto che avrei voluto Desmond come protagonista.

    • Ahahahahahahahahaha lo sapevo che prima o poi commentavi con un wall of text… =D

      Comunque mi trovo d’accordo su diversi punti del tuo discorso, anche se a me l’idea dei pirati mi intriga. Per quanto riguarda AC 3 risulta evidente che è stato sviluppato alla bene e meglio, evidentemente avevano fretta di far soldi o di chiudere Desmond e fanculizzarlo.
      La verità ? Spero la sapremo il 4 marzo.

      • Ancora con questa storia del “un gioco sviluppato in fretta e furia per fotterci” ma cristo, BASTA! Lo sviluppo è stato di 3 anni. Sono stati 3 anni spesi bene? NO, ma non vuol dire che ci abbiano valorato un mesetto, anzi, tecnicamente è stato rifatto da capo.

        • Kimi, tu credi troppo alle versioni ufficiali di Ubisoft…la quale non è mai stata gentile con la sua clientela.

          • non sto difendendo Ubisoft, anzi, è praticamente il terzo reich dei videogiochi(per la sua politica SCANDALOSA dei DLC, per l’introduzione dell’onlinepass in titoli dove non ho capito che senso abbia o lo stupro di prince of persia) mi da solo molto fastidio che le cose per cui le si da contro siano false. Voglio dire, perché andare in giro ad inventarsi che Ubisoft abbia programmato AC3 in fretta e furia quando è molto peggio che ci abbia lavorato 3 anni e il risultato sia questo? Secondo me è dicendo questa cagata mastodontica che la si difende del tipo “sì, ok fa schifo, ma lo hanno fatto di fretta”. Un po’ lo stesso discorso che si è fatto con Halo Reach che non è stato assolutamente programmato da gangie tanto per e in fretta e furia come tutti dicono, anzi rispetto al 3 è diversissimo dal punto di vista tecnico eppure adesso la Bangie è la MIGLIORE SOFTWARE HOUSE DEL MONDO!

          • @ Kimimaro: Se credi che questo vg sia stato sviluppato in 3 anni non so che dirti. La mia esperienza videoludica ventennale mi porta sinceramente a pensare il contrario.
            Ripeto io dal quarto capitolo non mi aspetto rivoluzioni, ma una miglior cura della storyline, del game design e del character design, che sono i punti forti di ogni AC, non certo il gameplay, il battle system o il livello di sfida.
            Se voglio questo da un action, migro verso altri lidi. Al di là di tutto nella mia classifica prettamente personale le preferenze principali ricadono nel primo e nel secondo capitolo (Brotherhood e Revelations li ho visti più come espansioni che come vg completi, e del primo mi piacque l’ambientazione ed alcune fasi del gameplay, mentre del secondo la trama che imho raggiunge l’apice alla fine anche se ho odiato a morte Costantinopoli) e poi vieni questo titolo, che con i suoi alti e bassi mi ha intrattenuto, ma cominciando dal finale delle vicende mi è parso in tutta onestà che non vedevano l’ora di chiudere baracca e burattini, per una storyline che non riuscivano e forse non riusciranno mai più a gestire. Spero vivamente il contrario, ai posteri l’ardua sentenza.

          • Capisco, non ti è piaciuto, neanche a me, è brutto non c’è nulla da fare è un gioco con un sacco di problemi, non per questo però ci si può permettere di fare ipotesi su quanto tempo ci abbiano messo a svilupparlo, anzi, come ho detto sopra: se ci hanno messo 3 anni ed il risultato è questo…ecco quanto vale Ubisoft.

        • Ubisoft dichiara che ha lavorato 3 anni ad ac3? E’ ovvio il loro scopo è vendere, cosa dovevano dire che anche a questo ci avevano lavorato un anno scarso? Ovviamente no e allora si sono inventati sta (al 90%) frottola, hanno tirato su una campagna pubblicitaria ciclopica e via di vendite a palate per la scelta di ambientazione, la pubblicità e varie dichiarazioni che dimostravano quanto lavoro ci fosse stato dietro come quella che tu difendi a spada tratta.

    • Concordo sul discorso dell’1. Per me il miglior capitolo della saga, da li è stata una parabola discendente passante per il 2, brotherhood e revelation. Il tre non l’ho giocato ma se leggo molti più commenti contrastanti che in passato vuol dire semplicemente il decorso naturale del titolo. Prima alla maggioranza comunque piaceva, e forse è ancora cosi ma per poco a quanto sembra.

    • Però devi ammettere che i Templari sono caratterizzati molto bene in AC III,forse meglio degli Asassini stessi,poichè nel primo AC i Templari non erano “malvagi”,ma avevano lo stesso scopo degli assssini,solo che i mezzi per ottenerlo erano sbagliati secondo la loro ideologia,e in AC III mi sembra che questa cosa sia stata ripresa,al contrario della “trilogia di Ezio” in cui i Templari volevano praticamente dominare il mondo intero senza scrupoli

    • Sono daccordissimo..proprio quello che volevo dire anch’io, è innegabile che AC3 è proprio una copia degli altri, solo che stavolta non si è manco salvato in trama, e le missioni navali ok sono carine ma un gioco incentrato solo su quello ve lo butto dalla finestra…ma ormai la saga ha preso una brutta piega…ci sarebbero tanto cose da fare per salvarla ma se mi metto ad elencarle facciamo notte….

    • Finalmente..finalmente trovo una persona a cui come me piace e definisce “il più riuscito”, brotherood..dove mi giro sento solo merda, io veramente non riesco a capire il perchè..trama? ottima..porta avanti il 2 e ho detto tutto..gameplay? il solito (perchè se gioco ad ac..voglio ac e basta)..poi vogliamo parlare degli assassini alleati? una cosa nuova, utilissima e figa..l’ho amato e spolpato in tutto..è da li secondo me che sono nati i problemi..revelation ci doveva stare..e alla vista del trailer..sperai (invano)..ci sarà un finale con il botto! non vedo l’ora!..ed invece?..il nulla più totale ed il personaggio che ha lanciato veramente sto brand, sputtanato. A questo punto arriviamo al 3..e anche qui mi trovo d accordo con te..cioè..appena l’ho finito mi sono chiesto..ma veramente ci hanno messo 3 anni per svilupparlo?..non ha senso dall’inizio alla fine..noioso, piatto..un protagonista che non so a confronto un muro è più espressivo, anni sfalzati..mancanze temporali senza senso..e poi arriviamo al lato che personalmente mi ha deluso di più, la trama, in un gioco personalmente è l’unica cosa che mi interessa veramente..e questo qua bo..noia..cioè le missioni principali sono ripetitive, semplici e per nulla coinvolgenti..e poi il finale..come hanno fatto a concepire un finale del genere con 3 anni di sviluppo io non lo so..e desmond? ma seriamente? non ci volevo credere quando l’ho visto..ed infine i bug..i cazzo di bug..pieno zeppo..e so che mi ripeto ma sti cazzi non mi importa..con 3 anni di sviluppo 300 bug in un gioco NON CI DEVONO essere..detto questo..sto “4°” capitolo (cioè quest’altro spin off) si può fottore..come la ubisoft e la saga che ormai è morta e sepolta da tempo..personalmente mi son fermato ad acquistarli fino a brotherood..poi da li gli altri me li son fatti prestare (dato che per me non valgono neanche 5 o 10 euro), io personalmente i miei soldi a sti cialtroni qua non li do più..ciao!

  4. Sono assolutamente d’accordo con Matyas, dopo aver svelato Ac4 sembra quasi che con AC3 abbiano voluto fare una “prova” e capire se sarebbero piaciute le missioni con la nave.
    Dopo il finale di AC3, ora come ora non sento la necessità di giocarne ancora, quello che volevo vedere l’ho visto. Se ne riparlerà quando costerà 19.90 giusto per provarlo. Magari mi piacerà anche, ma per ora non ho intenzione di sbavarci dietro.

  5. Comunque, spero davvero che la Ubisoft ci ripensi.

  6. Sono allibito.
    Da “sono una lama nella folla” a “corpo di mille balene arrrh” avranno passato i peggiori brainstorming.

    • Non dimenticare “e una bottiglia di rhum” xD

    • Ma anche pensandoci…come si può legare una ciurma di pirati assassini con tanto di simbolo nel jollyjoker con la “setta ultra segreta” degli assassini di cui parlano nel primo capitolo?

      • Ma quale setta ultrasegreta…Masyaf era piena di drappi con il simbolo degli assassini ovunque…Non c’è mai stata tutta questa segretezza.

        • Così è presentata nell’1: agire nell’ombra, una lama nella folla e bla bla. Fanno capire che la setta degli assassini interveniva negli eventi senza farsi notare.
          Masyaf avrà avuto anche i drappi col simbolo, ma devi tenere conto che era “la base”, tanto è vero che altair poteva tranquillamente nascondersi tra i preti.
          Devi riconoscere che l’idea iniziale si è un po’ persa.
          Nel 2 poteva andare l’ambientazione generale e come era presentata, ezio era sì un assassino, ma comunque faceva da signore rinascimentale, con tanto di vestito finale che gli dava tranquillamente un immagine “nobile”, ma già nei seguiti si è persa questa segretezza visto che gli assassini erano famosi, con tanto di quartier generale in città..in revelation addirittura avevano gli avamposti con le bandiere

          Ora questa roba dei pirati potrà anche stuzzicare l’appetito, ma non ci appiccica con l’idea che volevano dare all’inizio a parer mio.
          Secondo me avrebbero dovuto continuare sempre più a oriente.. un assassin’s creed ambientato in cina o giappone l’avrei trovato più interessante.

          • L’esistenza della setta degli assassini era nota a tutti dall’inizio della sua creazione. Marco Polo nei suoi diari racconta della sua visita a Masyaf e della setta degli assassini.

          • Io sto parlando in riferimento all’1, non dei seguiti. Se per questo in revelation a costantinopoli tutti conoscevano gli assassini.
            Assassin’s creed è la tipica storia scritta “mano a mano”, con aggiunte e chissà quanto, non ha un plot lineare che seguono facendo qualche aggiunta. Tanto è vero che lucy in AC 1 faceva parte degli assassini, mostrava questa sua appartenenza facendo vedere che le mancava il dito.
            Nel 2 le ricresce il dito, cosa data perché hanno perché hanno ripensato al design generale dell’opera, infatti chi faceva parte degli assassini veniva semplicemente “marchiato”, [SPOILER] si scopre poi che lucy in realtà era un infiltrata(cosa che la vista dell’aquila, stando all’1, avrebbe dovuto mostrare).
            O anche…alla fine del 2 desmond ha la lama celata, in brotherhood e revelation si modifica e in fine spuntano dei tatuaggi a desmond che prima non aveva.

            E’ il modo di lavorare della ubisoft eh, ricordo ancora che prince of persia spirito guerriero aveva un finale nascosto che dava spazio a un tipo di storia connessa al principe catturato dal dahaka, cosa che poi cambia completamente nel 3.
            Addirittura ne “i 2 troni” ci sono pezzi di livello che non servono a niente, con simboli e simili, che fanno intendere che il plot è stato cambiato in seguito.

          • No, no, io non parlo del videogioco, la setta degli assassini fondata da Ḥasan-i Ṣabbāḥ nel 1090 nella fortezza di Masyaf. Sapevano tutti della sua esistenza, Marco Polo racconta proprio la sua visita a Masyaf o alle sue rovine con una minuzione descrizione della fortezza che ha aiutato il team ubisoft nel ricostruirla nel primo capitolo di assassin’s creed. Addirittura la parola “assassino” viene da “ashish” perché i seguaci di Ḥasan ne facevano largo uso prima di andare in missione ad uccidere.

          • Sapevo dell’esistenza della setta, che fosse descritta da marco polo non lo sapevo.
            Ciò non toglie che la setta di cui parli è la stessa solo nel primo, perché poi tutto cambia, tanto è vero che il riferimento all’hashish veniva fatto solo nel primo capitolo..
            E scusa comunque, ti parlo del gioco, della descrizione di setta che agisce nell’ombra, in riferimento alla storia del gioco comunque(con tanto di foto famose, messe nel secondo, dove mostrano chi in realtà faceva parte degli assassini, chi era un templare e chi utilizzava la mela dell’eden) e mi rispondi trattando i fatti da cui il gioco si è ispirato? Se è per questo allora il gioco sarebbe dovuto continuare sembra più in oriente, mica nel rinascimento italiano.
            Cosa stai cercando di dire? Che gli assassini erano una setta famosissima, conosciuta a roma, costantinopoli,che ha avuto a che fare con pirati e guerra di indipendenza americana?
            O che semplicemente erano conosciuti? Io mi sto semplicemente attenendo alla descrizione fatta nel primo capitolo. Setta che agisce nell’ombra, questa cosa non viene più confermata nei seguiti.

          • Sì, la setta è storicamente nota, assassin’s creed è un gioco storicamente preciso (di fatto il fantasy lo mette solo dove la storia tace) per cui se storicamente la setta era nota in tutto il mediterraneo lo era anche nel gioco, anche perché se ci fai caso le guardie, sopratutto del primo capitolo, quando ti rincorrono si rivolgono a te sempre e solo col nome di “assassino” e in nessun altro modo quindi sono tutte a conoscenza dell’esistenza di una setta, ora logica vorrebbe che se fai parte di una setta segreta nessuno sappia chi tu sia e invece. Ma infatti l’ordine dei templari viene smantellato subito dopo le crociate e i membri bruciati vivi e Masyaf cadde intorno al 1300, DOPO questi fatti l’esistenza dei templari e degli assassini è segreta e qui si finisce nel raccontare una storia ancora più fantasy di quella del primo visto che qui dove la storia non racconta Ubisoft ci inserisce scontri segreti fra assassini e templari. Paradossalmente lo spirito della “setta segretissima che opera nell’ombra per servire la luce” è più inerente alla saga di assassin’s creed dal AC2 in poi.

          • Sì ma non è più segreta già da brotherhood, figurati in revelation.
            E figurati su una nave di pirati.

          • Bhè, no, in raltà in revelation viene spiegato abbastanza bene: la setta si scioglie intorno al 1300 per opera di Altair(SPOILER!!)e i vari maestri assassini vengono mandati in ogni capitale del mediterraneo per espandere la setta ma a parte quello ad Istambul nessun altro covo era noto.)che poi posso anche capire, Istambul è in contatti commerciali stretti col medioriente quindi immagino sapessero dell’esistenza della setta prima che gli assassini fondarono la propira base lì, poi, voglio dire, vedi uno vestito di banco che gironzola sui tetti e fai 1+1)

          • Mi permetto di puntualizzare qualcosa nella discussione. Il 1 assasin’s creed era storicamente accurato, dato che, tralasciando l’elemento fantasy come tu hai sottolineato, il resto è niente di meno che impersonare un assassino, della setta degli assassini, che combatteva i templari, nella guerra tra templari e assassini, micro guerra interna alle crociate. Dire che la setta era conosciuta in tutto il mediterraneo è una gran cavolata con tutto il rispetto. I templari erano l’ordine cavalleresco più famoso, dell’allora ognipresente religione cristiana (ognipresente dove era la religione dominante ovviamente). Tutta l’europa mandava i propri cavalieri all’interno di quest’ordine, sopratutto dalla francia, e dato che essi erano il gruppo più famoso della crociata erano ovviamente conosciuti ovunque nelle terre cristianizzate. Gli assassini erano una setta di estremisti musulmani, che avevano una base nella città di Masyaf e che facevano opposizione all’operato dei templari. Erano conosciuti nella loro città? Ovvio. Erano conosciuti dai templari? Dalla maggior parte. Erano conosciuti nell’area mediorientale in cui si svolgevano le battaglie? Probabile. Erano conosciuti dal resto del mondo? No. Perchè agli occhi dei cristiani erano solo una delle tante sfumature di quell’immenso popolo che erano gli infedeli. Certo, grandi studiosi occidentali che si focalizzavano su quest’area, o viaggiatori che la videro in prima persona come marco polo, potevano venirne a sapere, ma da qui a dire che erano conosciuti ovunque il passo è grande. E’ come andare a chiedere a un musulmano se conosce catari e valdesi.
            Da li in poi attribuire il papato al controllo dei templari è pura immaginazione, così come gli assassini occidentali e rinascimentali, e non mi basta vedere la congiura dei pazzi per dire che il gioco è storicamente accurato.
            Per il resto, concordo con Richter, l’idea iniziale si è persa. Nel primo c’era un ambientazione epica, e tu eri veramente un assassino nel vero senso del termine. Quanto valore aveva la frase nulla è reale tutto è lecito, quanto era emozionante il momento del requiescat in pace, quanto era epica l’ambientazione medievale a cavallo del confronto delle due religioni più importanti della storia di allora. E altair aveva davvero il carattere dell’assassino, anzi lo raggiungeva durante il gioco.

          • Bhè ovviamente per “era conosciuto nel mediterraneo” intendo che non era sconosciuto, non era qualcosa di nascosto. Gli studiosi di teologia mediorientale erano a conoscenza dell’esistenza della setta, no?

          • Non le ricresce il dito,in AC1 lo piega e basta,facendogli capire che stava dalla sua parte

  7. Ma i veri Assassini come Ezio ed Altair sono spariti?

    • Ma i veri templari come Robert de Sablé sono spariti?

      • Ma in generale: le due organizzazioni sono sparite ? Nel primo ac e nel secondo (& brotherhood) Assassini e Templari hanno le basi, un’organizzazione capillare, seguaci (di alto e basso grado), guerrieri. Nel primo c’è Masyaf, nel secondo e in brotherhood Ezio ricostituisce l’organizzazione (e aveva anche un papy fico) e dall’altra parte abbiamo niente meno che i Borgia, tra cui un Papa; ed entrambi sono lì che se la tramano con le persone più influenti. Figa nel 3 c’è Connor contro una manciata di babbioni. Era così bello pensare di far parte di una struttura complessa che dura da millenni in un’eterna lotta per la verità, ma nel 3 han pensato bene che non era poi così interessante. Meglio un indiano pirla che assassina la gente solo perchè ha avuto un’allucinazione in cui era un’aquila…

  8. meglio passare subito a as 4 che beccarci map pack come brotherhood e revelation di appena 15 ore di gioco ciascuno…

  9. In questo forum ho sentito da molti che AC 1 è il più brutto della saga ma vorrei ricordare che il primo in quanto primo è stato realizzato da persone che per la prima volta volevano mischiare un combat system molto action con una componente stealth di peso con un ambiente libero ed esplorabile … è ovvio ch’è imperfetto ma è meno ovvio che il terzo gioco (che terzo gioco non è) di quella saga sia così deludente sopratutto dopo il 2 ch’è bellissimo e tutti i soldi che hanno fatto con il 2 e con i suoi seguiti +DLC .

  10. ecco il trailer: ht_p://www.youtube.com/watch?v=Gjf9q7f1t0Q

  11. Ma quindi, parlando di Assassin’s Creed 4, la storia sarà una cosa tipo: SPOILER
    Giunone se ne va dal tempio, lasciando Desmond per terra morente e Minerva, riuscendo a capire o almeno, ad immaginare, le motivazioni del gesto di Desmond, lo aiuta e gli mostra la strada, la via, per un qualcosa che serva per contrastare Giunone, nascosto dagli Antichi per ulteriore precauzione. Così lo spinge verso l’Animus del tempio, a parole ovviamente, perché non può toccarlo e gli mostra la vita di Edward Kenway perché venuto a conoscenza o in possesso di questa precauzione degli Antichi. Il tutto, ovviamente, è stato celato da Giunone a Desmond. Che ne dite?

  12. non capisco l’odio contro AC3… Prima su questo sito c’era a chi piaceva e a chi non piaceva com’è giusto che sia,ora a quelli a cui piaceva sono scomparsi…Mah,coincidenza? Comunque.
    Giocando al ‘ ho pensatp “quanto sarebbe bello giocare a un gioco sulla pirateria vero e proprio” e questo assassin’s creed 4 mi accontenta in parte.
    Si perchè anche se potrò riavere il gameplay delle missioni navali di AC3 sarà un assassin’s creed,e non mi frega tanto dllo sfruttamento del brand e del concept originale mandato parzialmente a farsi fottere,ma di più della trama e delle meccaniche di gioco.
    Io non voglio un pirata spider-man,non voglio avere dardi avvelenati e fregnacce varie in un gioco così! sta roba è per un gioco come assassin’s creed,uno stealth-avventura ma non un gioco che si (DOVREBBE) svolgere principalmente su una nave. In un gioco con i pirati voglio scegliere la ciura,i level up per la ciurma,acquistare i (molti) i times per la nave,personalizzare lo stile di navigazione,scegliere le rotte,commerciare,e le fasi in cui controlli solo il tua personaggio e non la nave e/o la ciurma ridotte a quando ti trovi a parlare con l’equipaggio o con personaggi chiave della storia,durante i combattimenti durante gli arrembaggi e quando ti trovi a cazzeggiare in una locanda o covo

  13. Santa Capra! Guardate che ho trovato!
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=13vKbECFEyQ#!
    Il trailer di un film su Assassin’s Creed di Bollywood! E no raga.. Purtroppo non è na bufala..!

  14. credo che il più grande problema di AC3 sia stata una trama abbastanza pessima, un personaggio farlocco e con poco carisma, guerra tra templari e assassini messa in secondo piano quasi,andando in questo modo a snaturare il filo logico di tutta la saga!
    Il gioco in se non era così male, ma la critica di molti è legata alla storia, divenuta un rappezzamento continuo, senza capire dove vogliono andare a parare…e con questo AC4 stanno dando un colpo di grazia quasi, andando nel passato rispetto al 3…avrebbe senso se si introducesse un nuovo “Desmond” e si ritornasse al vero cuore della saga.

Lascia un commento