Alvise

Joystick

Salve ragazzi, faccio questo articolo dopo averci rimuginato per un mese.

Non preoccupatevi: non sta morendo nessuno e non me ne sto andando. Ho ritenuto però opportuno darvi una spiegazione inerente alla mia latitanza dalle ultime e probabilmente dalle prossime Live (e anche scarsa partecipazione su telegram e social vari).

Come ben sapete, ho 36 anni, sono nato nel Gennaio 1981. Da molto piccolo ho subito un trauma acustico (era il 1991, avevo 10 anni) a causa di un petardo scoppiato vicino al mio orecchio destro.
Per un giorno intero sentii i suoni gracchiare, persino le voci delle persone. Fu terribile. Ma il giorno seguente mi era rimasto solo un lieve sibilo che negli anni ando’ scomparendo totalmente.
Nel 2008, all’età di 27 anni (17 anni dopo quindi), scoprii che BEVENDO sentivo il suono pulsante del mio cuore nel famoso orecchio destro. Questa cosa succedeva solo la sera tardi, quando bevevo prima di coricarmi, per cui lasciai perdere e ci feci il callo.
Nel 2012, a 31 anni, decisi di iscrivermi in palestra e dopo 2 mesi di allenamenti, il suono pulsante divenne cronico. Feci i vari esami presso l’otorinolaringoiatria e non fu rilevato nulla di anomalo, a parte una lievissima ipoacusia (nella norma) forse causata dal famoso trauma acustico di 20 anni prima. Per capire la pulsazione mi dissero di fare una RMN con contrasto e TAC , ma non so perché, stupidamente, decisi di non far nulla. Alla pulsazione mi abituai in un mese e non ci feci più caso.
Arriviamo al presente. il 20/02/2017 dopo una settimana di forti stress lavorativi e non, appoggiando la testa sul divano e inclinando leggermente il collo all’indietro, iniziai ad udire un lieve fischio , sia a sinistra che a destra, ma mentre quello a sinistra scomparve in 3 secondi netti, quello a destra mi sta facendo compagnia ancora adesso.
Ho visto due otorini che mi hanno consigliato ginko biloba (che in effetti ha diminuito il volume del fischio, che comunque è presnete e molto fastidioso LA SERA) , una TAC (che per fortuna non ha rilevato nulla di anomalo) e una RMN con mezzo di contrasto (che farò Lunedì prossimo).
Mi ha visto anche uno gnatologo che ha riscontrato una errata occlusione dentale (praticamente la mandibola viene totalmente “coperta” dall’arcata superiore, scusate non so come spiegarlo. Diciamo che gli incisivi superiori coprono quelli inferiori a bocca chiusa) e una mandibola che schiocca quando apro e chiudo la bocca. Non si è sbilanciato sul fatto che potrebbe essere o meno la causa dell’acufene.
Venerdì inoltre vedrò il mio fisioterapista che mi ha già sistemato la schiena in passato e che mi ha detto di aver avuto acufenizzati come pazienti. Vedremo.
Le prime settimane sono state un incubo, adesso la situazione seppur non migliorata al 100% è più gestibile: il fischio lo sento solo da metà pomeriggio in poi e solo quando cammino sto in piedi e parlo. La sera diventa un ronzio che per fortuna ora riesco a sopportare e a dormirci sopra. Sento di continuo un sibilo anche, una specie di “hiss” che comunque non mi sembra invalidante. Rimane il fatto che in alcuni momenti l’acufene mi impedisce di lavorare e di concentrarmi.

Capirete dunque quanto sia diventato difficile vivere per me. Ok lo so cosa state pensando: nella vita c’è di peggio. Ne sono consapevole.

Però rimane il fatto che al momento non riesco proprio ad essere presente come un tempo.

Questo tipo di disturbi può durare per molto tempo, spesso purtroppo a vita. Spero non sia il caso.

Continuerò comunque a scrivere articoli per l’Angolo e a partecipare ai podcast se l’acufene (il fischio) non sarà troppo aggressivo le sere in cui registreremo.

Le dirette per ora non ce la faccio a farle.

Nota positiva: il mio problema non compromette il gaming. Anzi, mentre gioco sono talmente concentrato che praticamente non lo sento.

Un’altra cosa buona dei videogiochi.

A presto!

alvi

Prova a cercare ancora!

Horizon-Zero-Dawn-4

Il talento non ti manca

Da sempre il mondo dei videogiochi è soggetto alle regole di mercato, ma mai come ...

31 Più commentati

  1. Ci sono cose più importanti dell’Angolo. In bocca al lupo!

  2. Se vuoi esiste un’app chiamata tinnitracks che riduce i sintomi e l’intensità del suono. Lo so perchè ho scritto la tesi di laurea sulle app che costituiscono un valido supporto medico. Spero di esserti stato utile

  3. Prima di tutto sempre la salute, Alvise. Ti auguro il meglio, spero di riavere presto la tua simpatia nelle live! In bocca al lupo!

  4. Ti auguro il meglio Alvise.

  5. parecchia gente soffre di acufene, anch’io ogni tanto sento un fischio nell’orecchio che però per fortuna dura qualche secondo e poi sparisce, e mi viene tipo una/due volte alla settimana…boh

    per fortuna cmq riesci a dormire, quello sarebbe il problema più grande fidati

  6. In bocca al lupo alvise, posso immaginare il fastidio e le limitazioni che ti provocano questi problemi di salute…. riprenditi il prima possibile a presto

  7. Pensavo stessi morendo, meno male. (Anche se si muore mentre si vive).

    Non so se sia più triste questa notizia o sapere che sei più vecchio del Vate, ed è ancora più ingiusto sapere che tu gli anni li porti molto meglio di lui.

    Stammi bene, tanto le Live non le guardo.

  8. L’unico consiglio che mi sento di darti è quello di sentire più pareri medici
    e non mollare la ricerca di una guarigione.
    Spero proprio che migliorerai il prima possibile e ti faccio tanti auguroni,
    mi mancheranno i tuoi interventi e soprattutto la palpebra calante dopo le 22.

  9. Soffro da agosto di vertigine parossistica posizionale. Praticamente sono quasi sempre in stato di instabilità, come se fossi in barca per capirci. Anche io non so se è una cosa che mi passerà o se dovrò conviverci per sempre. Stay strong

    • Grazie caro. In bocca al lupo anche a te.

    • Ciao, scusa se mi intrometto, ma gli otorini non ti hanno fatto le manovre per fartela passare? Ne ho viste tante, qualche volta non passano al primo tentativo ma a furia di provare funzionano! O intendi che ti passa per un po’ ma dopo un po’ si ripresenta? Comunque in bocca al lupo anche a te, perdona l’intrusione!

      • Gli otorini non sanno un cavolo. Voglio dire: quei 3 che mi hanno visto hanno detto che martello incudine e staffa e timpano sono ok. Hanno detto che bisognerebbe vedere a livello della coclea, ma serve una RMN e comunque dubitano che dal nulla un danno di 26 anni fa possa emergere ora. Su internet ci sono altre teorie, la famosa teoria dell’idrope, ma boh. Potrebbe essere stress, carenza di vitamine, conflitto neurovascolare. E’ un casino. Gli acufeni non hanno ancora una cura vera e propria. A volte passano a volte no.

      • Ciao dockrama, si con la manovra passa la vertigine posizionale, cioè gli otoliti rientrano nella loro sede e mi passa la vertigine che avevo sdraiandomi con la testa a sx. Purtroppo però la sensazione di instabilità persiste, a volte più accentuata a volte meno e per ora il parossismo si è già ripresentato 2 volte, entrambe liberate.
        Conta che comunque i primi 2 dottori che mi hanno visitato, tra cui un otorino, non avevano capito un cazzo di quello che avevo. Mi hanno prescritto persino cortisone, che ovviamente mi sono rifiutato di prendere.
        Ho cercato su internet e ho trovato uno specialista di vertigini vicino a casa mia, mi son pagato la visita privata e lui in 3 secondi ha fatto la diagnosi corretta e mi ha fatto la manovra.

        Scusate questo sfogo da Medicina 33 :)

  10. Da studente di medicina quasi alla fine, con tesi in otorino e, spero, futuro otorino, ti faccio il più grande in bocca al lupo possibile! Ho visto alcuni pazienti con acufeni cronici, sono un’enorme rottura di scatole, di sicuro esistono cose peggiori ma è un problema che ti condiziona davvero la vita. Spero che le cose possano migliorare! Concentrarsi su altro (come i videogiochi) aiuta :-P

    P.S. Quando scoprirò la cura per l’acufene e vincerò il Nobel mi farò vivo XD

  11. Come ha fatto a scoppiarti un petardo vicino all’orecchio?

  12. Questo genere di disturbi sono veramente insidiosi… Riprenditi presto

  13. Io ho 27 anni è da circa 4 anni che ho un acufene all’orecchio destro inspiegabile. Con il tempo mi ci sono abituato, ma la cosa che più mi ha aiutato è stato un byte notturno che non ha cancellato il fischio ma l’ha molto ridotto.

    Purtroppo a volte è più forte altre più leggero altre volte bippa. Spero che troverai una soluzione definitiva, io non l’ho trovata ma te lo auguro!

  14. Ti auguro una buona e pronta ripresa Alvise. Spero di risentirti al più presto nelle Live e sui podcast! :)

Lascia un commento