Arrivano le bande nere!

Yes, d’ora in poi i videogiochi assumeranno connotazioni alquanto funeree.

La decisione è di Nintendo, che ha già annunciato che sulla copertina dei titoli particolarmente violenti per la futura console portatile 3DS, verrà aggiunta una banda nera, in modo da rendere particolarmente riconoscibile (ai genitori) la tipologia di gioco per cui i loro bambini stanno strillando in quel preciso momento.

Il primo gioco che subirà questa “purga” sarà Splinter Cell 3DS.

Permettetemi due considerazioni.

1. per carità, sono d’accordissimo con questa scelta, ma mi chiedo se, visto che il pegi esiste da anni ed anni, i genitori di cos’altro han bisogno? di una persona di fianco allo scaffale dei videogiochi che dica loro “state attenti, vostro figlio è un futuro terrorista!” ?

cioè il rating del PEGI non è già ora abbastanza chiaro?

2. Sempre considerata la ormai veneranda età del PEGI e visto che i minorenni (per non dire bambini) che giocano con giochi “+18” sono sempre di più, a che cosa può servire questo ulteriore provvedimento?

A voi le risposte!

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

107 Più commentati

  1. Mettere questa banda nera è assolutamente inutile! è come ricalcare su qualcosa che è già stato scritto! A questo punto sono i genitori che dovrebbero avere almeno la minima coerenza di sapere cosa è il PEGI e non una striscia nera per avvertire che il proprio pargolo potrà
    diventare un vandalo. Tanto alla fine non prestano nemmeno attenzione al gioco che acquistano, se è violento o meno, e noi ci becchiamo una fottuta e futile striscia nera sulla copertina del gioco.

  2. i genitori non sanno neanke cose il pegi figuriamoci se si rendono conto di cosa puo significare una linea nera

  3. ma io mi chiedo se il numerino 18+ stampato in rosso non se le mai cagato nessuno cambiera qualcosa con il lutto?

  4. Forse è un bene, alcuni genitori non hanno ancora ben chiaro cosa sia il PEGI.

  5. esiste il pegi ke non viene minimamente guardato dalla maggior parte dei genitori, questa striscetta non cambierà nulla

  6. mah..essenzialmente a un cazzo, secondo me anche il pegi è una cazzata, ok, va bene per informare i genitori, ma io ho giocato a san andreas a 10 anni, non penso di essere disturbato mentalmente…almeno credo

    • e io mi son fatto tutto dead space ad 11! ed ora non mi sembra di veder sbucare necromorfi da sotto il letto… comunque non vedo che segnale potrebbe essere più chiaro di un 18+ grande 3/4 della copertina… mah! forse erano stufi delle vecchie confezioni!

  7. le associazioni dei genitori fanno finta di non aver mai sentito il pegi per usare i videogiochi come capro espiatorio della violenza tra i giovani. prima dei videogiochi tale attributo fu dato anche ai fumetti e ai film. scusate, ma se vedi che sulla copertina c’è disegnato qualcosa di certo non per bambini, tipo mostri, gente corazzata, gente armata, e forse con un’esagerazione del colore rosso, ammesso che non sai a cosa serve quella piccola scritta +18, ti sembrerebbe cmq un gioco per bambini di 6-7 anni?????? questa è pura iposcrisia.

    punto.

  8. i genitori possono andare a quel paese , perché incazzarsi tanto per un gioco violento, c’era scritto!

  9. 1. servirebbe a un cazzo
    2. servirà a un cazzo
    in che mondo viviamo… -.-

  10. ennesima cazzata…il pegi è già fin troppo chiaro,non cambierà nulla e i videogame continueranno ad essere un capro espiatorio

  11. Io quando avevo 14 anni avevo raccontato ai miei k quel “18+” k vedevano sulla scatola nn era altro k lo spazio in megabite necessario per poter installare il gioco….il bello è k mi avevano pure creduto nn si sa come…con quella banda nera quelli di 14 anni racconterannò k,dopo la morte di super mario la nintendo l’ha messa in segno di lutto xD..

  12. A questo punto è più utile il PEGI che una stupida barra nera.

  13. io credo che se il PEGI non viene cagato per un cazzo, come pensano che mettendo la fascia nera possono evitare che i giocatori da 13 anni (età approssimata dato che non credo che uno di 6 anni giochi al 3DS)possa evitare di comprare un gioco, io non prenderò al lancio questa console, sicuramente più avanti, ma se esce un gioco over figo che appena uccidi una persona ti salta il sangue in faccia e c’è la cazzuta barra nera con PEGI 18, io lo comprerò lo stesso e mando a cagare la Nintendo, quale persona al mondo a mai guardato il PEGI, se fosse così, CoD, AC, e tanti altri giochi li giocherebbero solo i 18enni in poi, e noi stronzi 16enni, o 12enni che cazzo giochiamo, a quella troiata di PES?

  14. Uhm sono sicuro che gioverà all’estetica.

Lascia un commento