#BirrettaAngolare #06 – The Walking Dead a 360°

Qua ragazzi si parla di zombie.
Di The Walking Dead, per la precisione.

Fumetti?
Stagioni della serie televisiva?
Le due stagioni videoludiche firmate telltale games?

A voi la parola.
farenz2

Prova a cercare ancora!

thegamefatherspills03

The GameFathers Pills #03 – Third Pill

E ci siamo ragazzi. È il momento della terza pillolina di The GameFathers. Vi avevo ...

17 Più commentati

  1. Appoggio in pieno, ho letto un sacco di fango inutile sul secondo, a me mi ha tenuto incollato allo schermo esattamente come il primo

  2. Concordo sulla seconda stagione del videogioco, l’ho trovata veramente ben fatta in ogni suo aspetto. L’unica cosa, che però ho trovato sensata dal momento che si utilizza Clementine come personaggio, è che, al contrario della prima stagione, sono state molte meno le “scelte” che mi hanno fatto impanicare nel decidere quale fare, le ho trovate più nette

  3. Tranquilli ragazzi, la consoscenza dell’inglese è irrilevante da noi in Italia. Magari non capirete la seconda stagione di TWD, ma ciò non vi precluderà la possibilità di diventare presidente del consiglio.

  4. Sarò l’ unico, ma ho preferito la seconda stagione alla prima.
    Sicuramente manca l’ effetto novità ma è sopraggiunta in me l’ ancora migliore sensazione di tornare a casa, rivedere facce amiche e poter scoprire le loro avventure. In più la trama si mantiene ad un livello più che ottimo pur non differenziandosi troppo dalle situazioni “classiche” di TWD.

  5. Ma quando vedremo una fine di the walking dead? Dopo cinque stagioni tv siamo ancora in alto mare. Comunque é una serie che seguo con piacere.

  6. Allora, rifacciamoci da una parte: la serie TV. TWD a me non piace, molti miei conoscenti hanno provato a indottrinarmi ma non ce la faccio, guardo qualche puntata e poi i si sfracellano i coglioni. Sul fumetto non mi esprimo perchè non l’ho letto (ci ho provato, ma poi son passato ad altro), ma il problema di fondo credo sia che non apprezzo molto la trama: parlando sempre delle parti di serie che ho visto, il setting e il prologo di Kirkman non mi dispiacciono e sono anche abbastanza originali (per quanto possa essere originale una storia di zombies che ritrita i soliti clichè), ma la storia mi fa cagare perchè la trovo eccessivamente buonista e alle volte zeppa di piccoli non-sense. Non so, l’idea che mi passa è che i buoni debbano vincere sempre e comunque in maniera clamorosa anche con mezzi al confine dell’incredibile, e la cosa mi fa scazzare non poco. Sarò stronzo io, sarà che questa cosa è enfatizzata nella serie, sarà che forse semplicemente è destino, ma TWD non mi piace, anzi, lo trovo banalotto. Tuttavia, ammetto che il mio è un parere molto poco esperto, visto che ho spiluccato poco capendo subito che non era cosa.

    Se si parla di TWD S2, sì, io sono uno di quelli a cui ha fatto storcere la bocca. Non lo definirei certo una merda, anzi, è indiscutibilmente un buon gioco, ma nelle classifiche flop ci vanno i titoli che hanno deluso, e per me nel 2014 TWD S2 è stato il primo della flop. Parto dalle cose buone: Clem è effettivamente un ottimo personaggio, la narrativa è buona, il sistema a stagioni ha gettato le basi per un’ottima S3 e ho apprezzato il finale sfaccettato, anche se era un po’ troppo “o bianco o nero”. Se si parla di ciò che non ho apprezzato, partirei dai problemucci di casa TellTale che decisivi non sono, ma che fanno girare le palle: quindi si parla di animazioni pessime, del sistema a episodi che personalmente non apprezzo (ma lì son cazzi miei), e soprattutto della storia della localizzazione; ora, io non ho problemi a giocarmi giochi del tutto in inglese, e posso capire che il lavoro sul sonoro sia tale da portare gli sviluppatori a rendere “obbligatorio” il doppiaggio originale (come succede nei GTA, e sono d’accordissimo)… ma vedere che nel 2015 una SH oramai di un certo prestigio non si sia presa la briga di fare due sottotitoletti del cazzo almeno nelle lingue Multi5 quando poi indie ben meno blasonati come TWoM hanno localizzazioni in 20 lingue, ti fa davvero sentire insultato. Ma vabbè, queste son cose da poco.
    I problemi seri sono altri. L’innovazione manca, e vabbè, direte, grazie al cazzo, succede sempre così coi sequel… e sì, è vero, però TT non ha cercato di cambiare nulla dalla S1, del quale ho rimpianto la “politica” che ti portava a gestire meglio le relazioni nel gruppo e dove mi sembrava che il punta e clicca fosse meglio sfruttato. La storia poi mi ha deuso: il forte legame Lee-Clem della S1 manca, lasciando un vuoto enorme, e non è rimpiazzato in nessun modo perchè di molti personaggi mi è venuto di impipparmene altamente, tranne forse per Kenny (che comunque stimavo proprio perchè è tornato dalla S1) e pochissimi altri, ma soprattutto mi è sembrata molto caotica… cioè, praticamente si viene proiettati in un gruppo che è uno sfaccimme assoluto, vagando senza meta e vedendosi morire intorno di continuo personaggi che a volte non si è avuto neanche il tempo di conoscere; e se poi è vero che rivestire il ruolo della bambina snobbata dai grandi è interessante, fa però cascare le palle che non ci sia un solo adulto che si cavi il dito di culo o che cerchi di decidere qualcosa per il gruppo in maniera ferma. E per concludere, le scelte: già nella S1 l’illusione delle finte-scelte era palpabile, ma era una cosa che uno ignorava, ci si faceva prendere da altro. Ora invece nella S2 queste finte-scelte mi sono sembrate veramente troppo evidenti: non importa cosa facevo, anche ritornando sui miei passi il gioco andava sempre a parare lì in maniera scriptatissima, dandomi un sacco l’impressione che fosse tutto palesemente falsato e ammazzando l’immedesimazione. Insomma, boh, S2 mi è parso uno di quei giochi che sente un sacco il peso della sua eredità: se la S1 fosse stata più blanda, forse mi sarei fatto meno film mentali e mi sarei goduto di più il sequel, ma con l’hype che avevo e con i buoni ricordi del primo la S2 mi è sembrato un downgrade in tutto e per tutto del predecessore. Per questo non mi è piaciuto. Ovviamente sono tutti motivi strettamente soggettivi, e ribadisco che lo reputo lo stesso un buon gioco, ma il mio è un pollice in basso, mi spiace.
    Ah, scusate il poema comunque.

  7. la serie tv x me si è svaccata con la 4^ stagione…in quanto al giocoavevo già adtto la mia in un articolo precedente: sopravvalutato!!!!

  8. The the walking dead e the Wolf among Us, Telltale mi ha fatto godere non poco questo anno!!

  9. Sul fumetto c’è poco da dire si è inserito di prepotenza nel mercato, come valida alternativa alle miriadi di supereroi che costellano il mondo del comics.
    La serie TV purtroppo ha e continua ad avere cali di tensione davvero troppo esagerati, gli unici personaggi che mi hanno colpito sono stati Rick e a suo tempo Shane. È vero che riprodurre in schermo una serie presa da un fumetto o da un libro, vedi il Trono di spade, non è mai semplice, il libro o il fumetto sarà sempre più caratterizzato, specifico e soddisfacente, mentre la serie tv potrà tralasciare personaggi, modificare trame e quant’altro, tuttavia trovo ingiustificato il fatto di annoiare lo spettatore con fasi morte. La prima stagione è partita con il botto poi il calo nella seconda, ma si riprende nel finale e poi una continua altalena con le 5/6 puntate noiose e poi le ultime invece ricche di azione e quant’altro e viceversa per catturare ascolti.
    Per quanto riguarda il videogioco l’ho preso poco dopo la sua uscita su steam per pc e insieme anche il DLC 400 days. Delle meccaniche di gioco mi importava poco di certo non mi aspettavo una rivoluzione in questo senso, ma ero interessato alla trama e non sono stato deluso in questo senso. Il gioco come sempre è emozionante e la trama si sviluppa molto bene e il finale lo decidiamo noi con le nostre scelte variandolo e in un certo qual modo ti “costringe” a rigiocarlo per vedere come andava a finire con scelte di trama differenti dalle precedenti fatte.
    Non si può dire che la trama sia noiosa anzi tutto il contrario, ho come il sospetto che il fatto che il gioco sia completamente in inglese, a mio parere, abbia influenzato il giudizio negativo sulla trama, sicuramente molti non spiccicano una parola di inglese e una volta acquistato il gioco e non averci capito un ciufolo lo hanno abbandonato dicendo che la trama è inferiore rispetto alla prima.

  10. Le categorie di persone che pensano che TWD season 2 non sia un buon gioco sono le seguenti: Le persone che non hanno giocato al gioco e le persone che più semplicemente non capiscono un cazzo. TWD Season 2 é stato il seguito perfetto della prima stagione che fu un capolavoro. Semplicemente perché non si poteva chiedere di più. Ci sono stati colpi di scena, introduzioni di personaggi carismatici, scene emozionanti (perchè videogiochi di questo tipo si basano soprattutto su questo, cosa sconosciuta a molti). Inoltre la manovrabilità del personaggio é stata leggermente migliorata, e se non bastasse vi è stata l’introduzione di finali molteplici, senza spoiler. in effetti non vedo l’ora di vedere come gestirà la situazione nella terza stagione.

  11. A me la seconda stagione è parsa sotto tono rispetto alla prima. La prima mi ha emozionato in ogni momento, nella seconda ho trovato un climax praticamente troppo spostato verso la fine, sebbene i momenti epici non siano mancati. Ho apprezzato molto il finale e diversi momenti dei vari episodi, ma ho anche trovato abbastanza parti “morte”. Per non parlare del fatto che a me Clementine è sempre stata sulle balle e il suo essere protagonista non mi ha permesso di immedesimarmi appieno nei fatti accaduti.

  12. Farenz, nella birretta angolare #7 potresti spendere due parole in merito al nuovo capitolo dello strigo, se ti va ;)

  13. Ho giocato il primo su ps3 comprando il disco … ho preordinato il disco su ps4 speranzoso del fatto che il save da ps3 per le scelte fatte sarebbe stato importabile invece non solo non c’è stato verso ma in più ho avuto la dolce sorpresa dell’abolizione dell’ITALIANO tra i sottotitoli… Purtroppo il mio inglese non è così buono e avrei proprio gradito i sottotitoli …

Lascia un commento