Bollettino di guerra

Carissimi amici, carissime amiche, tanti cari auguri!

La festività del Saturnalia è oramai già un ricordo, i mediocri salpano alla volta delle loro mete turistiche preferite, le vie di comunicazione si intasano e volgiamo l’attenzione all’oramai imminente fine dell’anno.

Ma come di consueto ogni anno, il compleanno di Gesù porta con se tradizioni millenarie e radicate nell’animo di ognuno di noi, ovvero, coprire di doni e omaggi le persone a noi care e distribuire amore gratuito nella nostra zona di copertura del creato.

Da sempre il Newtonale è sinonimo di pace, condivisione, John Lennon alla radio a tutte le fottute ore del giorno, senso di comunione e di scambio di affetto. Anche i meno credenti di questo mondo non possono che cedere alle lusinghe del giorno più coccoloso dell’anno, ed ecco che tutti assieme ci stringiamo cuore a cuore attorno a parenti più o meno distanti, intoniamo inni solenni, rievochiamo momenti incredibilmente esilaranti e ci scambiamo presenti e ricordi.

L’Homo Nerdii in queste situazioni ha sempre una marcia in più, il suo tecnologico asso nella manica. Quale migliore occasione di dare dimostrazione delle proprie abilità di videogiocatore a decine di familiari attirati nella propria tana?

Non a caso, eventi che come il Saturnalia hanno luogo nelle nostre case, spesso danno la possibilità al giovane gamer di far sfoggio della propria collezione, del più recente blockbuster pagato a peso d’oro, delle proprie doti di maschio Alpha dell’era dei videogiochi. Quanti di voi non hanno adoperato almeno una volta, sotto le feste, una delle seguenti frasi?

“WOH, zio, adesso ti mostro che figata ho preso per la Play!”

“Ehi cugino di terzo grado! Vieni che proviamo l’esclusiva nuova periferica per la mia 360!”

“Ehi avvenente zietta acquisita, che ne dici di imbracciare le rigide e lisce periferiche per il canto ed intonare assieme qualche tristissima hit di dubbio gusto degli anni ’80?”

“Corriamo! È ora di sbellicarsi come imbecilli con Wii Party!”

Circondati da astanti privi di qualsiasi conoscenza tecnologica, è sempre incredibilmente divertente provocare reazioni di invidia e stupore con le nostre conoscenze da Nerd: dalla grafica fotorealistica spacciata per filmato in tempo reale al seducente movimento delle icone della XMB, capace ancora oggi di suscitare cori di “OOOH!” nei parenti cui l’interesse per i videogiochi termina chilometri prima di Snake per il cellulare.

E in caso di nuovi, mirabolanti regali appena scartati, la gioia aumenta esponenzialmente. Orsù dunque, cari Discepoli, condivideteci i vostri momenti di gloria Natalizi!

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

77 Più commentati

  1. Sono ateo, non festeggio il natale (yawn).

Lascia un commento