Brutto Tempo

the-world_s-top-10-best-images-of-cats-avoiding-the-rain-101

Buonsalvia belle genti! Avete visto che bel tempo dimmerda che c’è? Non so dove abitate ma qui è un susseguirsi di piogge e nubi spettrali che pare di essere nella casa stregata che non fa paura dei luna park.

A questo proposito ho infatti pensato “come mai non esistono giochi con la forza della natura come nemico naturale?” Poi ho cercato sull’internet e ne ho trovati, però o sono giochi vecchi o non se li caga nessuno, come mai?

Personalmente ho un pochino le palle piene degli zombie, sono fighi si, non ti senti in colpa a massacrarli ma che due coglioni, sempre la stessa solfa, così come mi sono stufato dei classici nemici che ti vedono e sparano, no io voglio un gioco dove sono completamente solo in un’isola deserta e devo gentilmente levarmi dal cazzo prima di morirci.

Oppure farmi una nuova vita come signore delle banane, una cosa alla cast away, prendiamo Far Cry 3 e togliamoci gli uomini è tutta la tecnologia, sarei l’unico interessato ad un titolo del genere? Un bel survivor dove bisogna sopravvivere alla fame e la sete.

Insomma non mi dispiacerebbe un bel survivor senza cose troppo improbabili, magari qualche catastrofe/fine del mondo armageddon e stronzate simili. Però realistico!

Questo è quello che mi passa per la testa ultimamente, sarà che ho le palle piene e ho voglia di staccare, ma la voglia di avventura da bimbo anni 90 riaffiora sempre. Voi che ne pensate? Non vorreste un titolo del genere? Non vi hanno stufato gli zombie? E secondo voi quali caratteristiche dovrebbe avere un titolo del genere?Firma_gatto_3

Prova a cercare ancora!

2

Chi è il vero Re dei platform 2D?

Nella golden age dei videogiochi sono usciti in rapida successione Super Mario Bros 3 (anticipato ...

60 Più commentati

  1. Beh c’é Don’t Starve che più o meno di questo tratta, non morire di fame.

  2. magari con meccaniche survivor più alla The Forest, un mondo distruttibile alla Battlefield e con un nuovo engine basato appunto sui fenomeni climatici e naturali

  3. Mi hai fatto ricordare quella MOD di DayZ (se non sbaglio) che aveva mostrato Yotobi durante una live, dove dovevi sopravvivere durante l’apocalisse con tanto di terremoti, trombe d’aria e meteoriti. E’ quel genere di gioco che darebbe una ventata di aria fresca, ma la moda del sparaqualsiasicosatipassadavanticompresatuamadre non permette ancora spazio a questi genere. Purtroppo.

  4. Dovresti provare Rust. Cominci solo, nudo (proprio nudo col pistolino di fuori) con una pietra in mano in un paesaggio selvaggio.. Ancora é in fase di sviluppo e non ci sono zombie, il tuo unico nemico é la natura, la fame, la sete, il freddo..

    • Non conoscevo l’esistenza di questo gioco, ma dalla tua descrizione mi ha attirato subito.
      Si sa quando esce e per quali piattaforme sarà sviluppato?
      No, Viperfritz. Non mi ha attirato per il pistolino.

      • Magari non va a finire come Don’t Starve che avevi a dir poco adorato ;)

      • Da quel che ne so io per ora è solo su PC. Ma comunque, Farenz, conoscendo l’odio che provi per titoli come Minecraft e Don’t Starve, non te lo consiglierei, visto che si tratta di un gioco sulla falsa riga di quest’ultimi. Yotobi ne aveva fatto una presentazione/gameplay (che fa morir dal ridere) sul suo secondo canale se sei interessato.

      • Farenz è solo PC e non credo sia prevista un’uscita su console. è un minecraft più evoluto nelle meccaniche e anche graficamente, la tragedia per molti giocatori è che ogni tanto refreshano i server e si ricomincia daccapo, per riequilibrare è un’ottima scelta ma per i malati di collezionismo e di costruzione è un omicidio ahah

    • In realtà gli zombie ci sono e sono anche cattivi. Sono presenti nelle aree soggette a radiazioni. E’ interessante come gioco, chiunque incontrerai potrebbe diventare il tuo migliore amico o spararti nella nuca. Orsi, lupi ti rincorrono che è una bellezza. Non so però quanto possano essere affollati i server.

  5. I giochi così ci sono, ma, almeno per quanto mi riguarda, la noia fa in fretta ad arrivare. In questa tipologia di giochi infatti il 90% del tempo lo devi passare a tagliar legna, frasche e rametti e il restante 10% lo passi a costruire le cose fattibili con i suddetti materiali, e così via…
    Quindi secondo me si dovrebbe spostare l’ottica più all’esplorazione che non al crafting spudorato.

  6. L’idea, sulla carta, è fighissima… Ma poi, cosa ne uscirebbe? Una specie di Animal Crossing, senza negozi e col brutto tempo, dove bisogna pescare, scuotere alberi,cacciare manguste con la fionda e pulirsi il culo con foglie di rosmarino… Dopo 4 ore al massimo mi farei due “Sig. Wilson” così…

  7. quando uscì all’epoca amai disaster report su ps2.. un gioco decisamente sotto la media da molti punti di vista ma che inseriva nuove meccaniche di sopravvivenza che mi attiravano un sacco. Vabeh i terremoti erano scriptati, ma alla prima partita non sai quando si scatenano.. Un bel gioco con quelle meccaniche non mi dispiacerebbe ora.. non ho giocato il seguito, raw danger, ma immagino sia figo pure quello.

  8. già mi annoia così com’è FC4…figurati se ci tolgo i nemici :-\

    cmq non mi dispiacerebbe provare qualcosa del genere

  9. Questo tuo articolo mi ha fatto venire in mente Dysaster Day of Crysis per Nintendo Wii. Gioco che, ricordo, a suo tempo adorai, seppur poi in termini di vendite non riscosse un gran successo. Cmq, si, mi piacerebbe molto un titolo di quel tipo!

  10. be’, un gioco del genere potrebbe essere From Dust, dove tu sei un’entità divina che deve proteggere gli abitanti di un’isola da eruzioni, terromoti e maremoti e via discorrendo. è uscito nel 2011 soltanto scaricabile dall’xbox live. certo, non sei tu in prima persona a dover sopravvivere e forse il concetto di entità divina si allontana un po’ dal concetto di realismo che avevi richiesto, però è un gioco molto sottovalutato di cui ne hanno parlato molto bene!

  11. The end of The End

    the forest o rust su PC sono abbastanza ‘freschi’ a quanto pare, su console non credo ci sia molto…

  12. Mah, di titoli più o meno survivor dove giochi contro la natura o la sfiga ce ne sono (o sono in sviluppo): Rust, Day Z, The Forest, ecc. Io personalmente li trovo interessanti solo fino ad un certo punto, perché buona parte del gioco consiste nel correre da soli e in silenzio alla ricerca di risorse; per quanto possano essere suggestivi il paesaggio e le musiche, ti ritrovi a vivere ore di silenzio e solitudine intervallate da qualche scagozzo.

  13. Titoli simili me gustano assai. Non a caso, ho semplicemente adorato Don’t Starve, anche se ho smesso di giocarci prima che facessero l’update dei giganti, che a quanto ho capito inserisce le stagioni ed enfatizza ancor di più la “lotta contro la natura”. Per la storia dello stronzo rimasto su un isola c’era un indie di cui non ricordo il nome in cui dovevi guarire da una malattia e poi fuggire dall’isola su cui eri stato abbandonato… ma se ben ricordo ciò che ho visto e sentito non era granché, era molto grezzo.

    • …Miasmata! Ecco come si chiamava!
      ….
      Comunque pensavo, possibile che gli unici survival in produzione/circolazione siano indie o prodotti da team quasi completamente anonimi? Cioè, anche prendendo spunto da ciò che è stato fatto finora forse qualche pezzo grosso potrebbe tirare su un Survival ben prodotto e lanciarlo al grande pubblico, anche per rendere il genere meno di nicchia…

      • Se il genere è di nicchia ci sarà un motivo e, da quanto ho letto, di titoli di questo genere (più o meno validi) mi sembra ci siano…se la fetta di utenza non è abbastanza grande, o quantomeno sufficiente, dubito che un “pezzo grosso” vada a rischiare così a caso.

        • Non lo so… secondo me se facessero un misto fra Minecraft per le meccaniche, Dying Light per ambientazione e Don’t Starve per la dinamica degli eventi secondo me potrebbe venir fuori qualcosa in grado di suscitare interesse… però boh.

  14. Io invece voglio un gioco come Dragon’s Dogma ma più esplorativo, in cui ho poche missioni da svolgere ma non esiste il viaggio rapido: ogni volta che bisogna partire si devono controllare razioni di cibo e acqua (che questa volta non servono solo a recuperare stamina e a spegnere le fiamme) e quando scende la notte si cerca un posto sicuro come una casa abbandonata o una piccola caverna. Inoltre, con i rametti non ci si potenziano solo gli archi ma si accende anche un falò.

  15. Disaster: Day of Crisis corrisponde a ciò che cerchi ora… l’hai mai provato? Almeno l’hai mai sentito nominare? E’ un esclusiva per il Wii e dal momento che tu hai venduto il Wii, ricordati che il Wii U è retrocompatibile, per cui se ci vuoi fare un pensierino….

    Eh… magari un giorno ne uscisse un seguito per Wii U!!!

  16. Forse rust si avvicina alla tua descrizione del gioco che vorresti ma è solo per pc(per il momento)

  17. Gli unici giochi che ricordo io con gestione fame, e stanchezza sono roba arcaica, che probabilmente qua nessuno ricorda.

    Fairy Tale Adventure uscito per MD (conversione di un gioco amiga se non ricordo male) e Super Hydlide, sempre MD.

    Per il resto personalmente non ricordo giochi dove c’era la gestione di tali eventi (Sims esclusi), magari vedi notte e giorno ma non influenzano il personaggio.

    Secondo me sarebbe bello un survivor dove devi gestire anche fame e sonno e sei soggetto anche agli eventi climatici.

  18. Esistono giochi survival, anche The Forest è così. Peccato che poi ci mettano gli zombie in mezzo XD

  19. Beh ci sono giochi cosi solo che alla fine sono quasi tutti per pc come dayz o rust. Pero il top e la mod armageddon di arma 3, consiste nel trovarsi sull’isola di altis e fuggire appunto dall’isola. I tuoi nemici sono meteoriti terremoti fulmini e npc. Andate a vedere il video di corydan perchè é una mod molto ben fatta

  20. No, onestamente un gioco cosi non mi ispirerebbe, a sentirlo descrivere in questo modo mi immagino un ritorno a Lost in cui scambiarsi le banane con le pere e’ la missione della giornata

  21. Dovresti provare “The Long Dark” in vendita su Steam. Sei nei panni di uno che deve sopravvivere nelle foreste del Canada a seguito di una tempesta magnetica (?). Niente zombie o crafting selvaggio. Solo tu, i lupi, le trappole per scoiattoli, i buchi nel ghiaccio per pescare, tagliare la legna, dormire in sacco a pelo ecc.

  22. Personalmente credo che il rischio principale di un gioco di questo tipo sia la noia.
    C’è un motivo se in questo genere di titoli (o se vogliamo, di quelli che si spacciano per tale) sono presenti grandi (o anche infinite) fasi di crafting e nemici improbabili.
    Tolti questi due elementi rischia di rimanere un gioco piuttosto spoglio…più un simulatore triste che altro.

    Personalmente una buona soluzione potrebbe essere una storia interessante, che rischia comunque di non riuscire a sostenere interamente il tutto.

    Sottolino che quanto ho scritto è basato sui miei giusti videoludici, nessuna offesa verso i simulatori.

  23. “this war of mine” titolo in cui si devono far sopravvivere dei civili alle difficoltà della guerra. è stato recensito da Fraws un paio di settimane fa.

    • Si bello, ma è disponibile, per ora, solo su pc e si sa che sull’angolo la maggior parte odia questa piattaforma. Si frecciatina. Si spero che si smetterà di rompere i coglioni con articolo su articoli (vero Gatto/Omega, ho citato gli ultimi) a chi sceglie di giocare dove preferisce, utopia :)

  24. gli unici titoli che magari si potrebbero avvicinare a tuo desiderio e su console..

    è The Forest e DayZ che arriveranno anche su console quindi… attendi.

    per PC ci sono già.

    però attenzione The Forest arriverà su PS4 e non sono sicuro che se arriverà sulla One.
    mentre DayZ si arriverà anche su One.

    se voi subito un survival senza zombie. c’è I AM ALIVE by Ubisoft (in versione digitale)
    che personalmente non mi è piaciuto però dacci lo stesso un occhiata.

    io attendo Mad Max come survival ma arriva l’anno prossimo.

    per quanto riguarda lo “stufati degli zombie” sinceramente no.

    se il gioco è buono e ben fatto l’ammazzare zombie non è un problema.
    difatti il prossimo gioco di zombie che prenderò sarà Dying Light.

  25. Effettivamente un gioco così togliendo le prime ore di godimento dei paesaggi ecc.. risulterebbe noioso.
    Tipo l’isola del primo far cry,era davvero stupenda e godevi nel guardarti intorno…però qualcuno da buttare giù ci vuole x-D
    Se no diventerebbe un The sims island…

    Però l’idea di fondo se viene magari elaborata non è male,un esplorativo,survivor con poche ma buone sezioni di scontri

  26. ti consiglio HOW TO SURVIVE
    (che se non sbaglio c’è anche la versione full edition su One e PS4) la Storm Warning Edition

    se non hai mai giocato a questo gioco c’è tutto quello che cerchi… fame sete sonno

    però però ci sono gli zombie… però è molto bello e te lo consiglio al 100% come survival.

  27. Veramente di giochi così ce ne sono, e parecchi, il problema è che mi annoiano tutti nel giro di 10 minuti

  28. Come Survivor realistico c’è THIS WAR OF MINE su PC(Win,Mac,Linux).Si impersona un gruppo di civili e lo scopo e sopravvivere giorno per giorno alla guerra (tipo trovare medicinali,cibo ecc…)anche facendo scelte crude.Molto bello da quello che dicono(Non l’ho ancora provato)e che faro’ mio.

  29. gli zombie a me vanno sempre bene, ma sarebbe interessante vedere un titolo come quello descritto nell’ articolo

Lascia un commento