Ci pensate?

Scordatevi di Eyetoy. Il Wiimote? Buono per punire orribilmente una persona che vi sta particolarmente sulle scatole. Il project Natal? Bazzecole, già superato.. il Sony Wand a ultrasuoni? Ormai è old gen.. sì cari ragazzi, perché sembra proprio che l’ultima frontiera del videogioco (ultima in tutti i sensi: più di così che possiamo aspettarci?) sia li li per essere infranta: controlleremo i giochi col PENSIERO!

Una delle cose più fighe che ho visto su internet nel 2009 è stato un giocattolo. Capirai!, penserete voi, e invece vi dico che è una figata assurda, un acquisto obbligatorio per ogni Nerd che sappia comprare da Ebay.

La mia attenzione è ricaduta in maniera totalmente casuale sulla nuova linea di balocchi di Star Wars. Gran bei giochini hi-tech con interessanti risvolti scientifici, una pregevolissima serie di strumenti per imparare divertendosi e nerdando allegramente. Fra essi infatti, campeggia quello che può essere considerato il giocattolo del secolo: il Force Trainer.

Vedete il cerchiello in testa al bimbino? E’ un sofisticato strumento in grado di leggere le nostre onde cerebrali, e concentrandoci nella dovuta maniera (quindi facendo produrre ai nostri neuroni la giusta lunghezza d’onda) potremo regolare il flusso d’aria che muove la pallina all’interno del tubo. WOW, ma è una figata assurda! Non ci sono nemmeno le parole per descrivere quanto è affascinante che uno strumento tanto incredibile non solo sia un giocattolo, ma addirittura si trovi in commercio per poco più di 80 €, che è poco oltre il costo di un gioco per console!

Ma non è esattamente questo ciò di cui volevo parlare. Si perché a quanto pare le cose fighe nascono tutte insieme. Infatti, vi è una certa aziendina via negli States, che sta veramente realizzando il primo passo verso il futuro: si chiama Emotiv Epoc e il loro prodotto è il NeuroHeadset. Con 300,00 $ è possibile per noi comuni mortali farci spedire a casa un caschetto che trasmette i dati delle nostre onde cerebrali ad un ricevitore USB, che ci permetterà di controllare col pensiero alcuni semplici giochini in bundle con l’attrezzo. Il primo software serve da allenamento: è possibile esercitarsi con un cubo su schermo facendogli compiere i 12 movimenti che il trasmettitore è in grado di distinguere e memorizzare dal nostro cervello, poi le immagini su Youtube mostrano una specie di avventura grafica, certamente un po’ pretestuosa, ma porco cazzo, controlliamo tutto con il pensiero!

Inoltre sempre sul tubo si può notare in un video l’ipotetica accoppiata con un paio di occhiali per la realtà virtuale.. Cribbio! Ma questo significa che entro i prossimi anni potremmo veramente arrivare al videogioco/matrix, in cui non solo non avremo bisogno del pad, ma non ci servirà nemmeno la TV!

Il mio Io Nerd sta dando una festa, pensate a che punto è già arrivata la tecnologia. Oggi i videogiochi, domani un chirurgo che opera con braccioni robotici controllati dal pensiero, piloti che portano aerei senza muovere un dito, disabili a bordo di resistentissime gambe robotiche.. che figata IMMONDA!!

Cosa ve ne pare? Non vi sentite euforici? Io si!

matyas

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

Lascia un commento