Double Fine doppio fine?

broken

Avevo gia’ descritto in passato il mio affetto per Tim Schafer e percio’ ovviamente per il suo studio, la Double Fine Production… affetto che e’ nato quando ero ragazzino, quando mi divertivo e tutt’ora mi diverto riprendendo in mano quei vecchi capolavori videoludici… ma non voglio ritornare su discorsi triti e ritriti percio’ vengo direttamente alla news.

Non ricordo se ai tempi ne avevo parlato ma un anno e mezzo fa su kickstarter la Double Fine aveva proposto un gioco, Double Fine’s Adventure, diventato in seguito Broken Age.. la cifra richiesta, ricordando che Kickstarter e’ un sistema di raccolta fondi, era di 400.000 dollari, una cifra importante che diede il via per l’appunto alla “moda” Kickstarter.

Il gioco in questione doveva essere in stile punta e clicca ed essendo questo genere l’ambiente ideale di Schafer la cifra richiesta non e’ solo stata raggiunta ma superata incredibilmente… la richiesta era di 400 mila dollari? Il malloppo finale e’ arrivato a 3.3 milioni.
Ma i problemi vengono ora…
Dopo un po’ di news e informazioni a riguardo del gioco non se ne e’ piu’ saputo nulla, tranne di recente con una dichiarazione che sa di incredibile…

Tim Shafer si scusa con tutti e dice che ci sono dei problemi in corso e che sono tutti dipesi da lui… bene…. che problemi Tim?

Semplice, i soldi non bastano…. scusa scusa scusa??? Ne hai chiesti 400 mila, ne hai ricevuti 8 volte tanti e non ti bastano?
Ma non vi preoccupate, c’e’ la soluzione, la prima parte del gioco verra’ rilasciata l’anno prossimo, “gratis” per chi ha gia pagato il titolo e su Steam per gli altri, con quello che si guadagnera’ da questi ultimi ci saranno i fondi per terminare il tutto….

Un paio di mie considerazioni, la prima e’ che il gioco era dato in uscita nel 2014 ma, dovendo raccimolare prima altri fondi da vendite “post uscita prima parte” per ricominciare i lavori, sicuramente la seconda vedra’ la luce nel 2015 se va bene… e gia mi girano le palle.
Seconda considerazione, come cavolo fai a fare i conti? Chiedi una cifra, la superi mostruosamente e non ti basta? Ma chi ti ha fatto i conti, Tremonti?

La giustificazione di Tim per questa vicenda e’ stata “e’ colpa mia, il progetto mi e’ sfuggito di mano, pensavo che per fare un gioco del genere quella cifra bastasse ed invece non era cosi”….
Ma per favore, uno con la sua esperienza in questo mondo come fa a sbagliare cosi clamorosamente? Andiamo Schafer, dicci la verita’…

Le ipotesi in rete si sprecano in questi giorni, c’e’ chi dice che con quei soldi stia producendo altri giochi (ricordiamo che hanno in sviluppo Massive Chalice e altri due o tre titoli), c’e’ chi dice che alla fine il gioco e’ finito ma vedendo che il sistema funziona si stia riempiendo le tasche con la “generosita’” dei giocatori e c’e’ chi dice che, sapendo che se avesse richiesto fin da subito 3 o 4 milioni di dollari nessuno se lo sarebbe cagato, ha sparato basso per poi ritrattare in seguito, sapendo dal principio che creare un gioco tripla A con quella cifra sarebbe stato impossibile ai giorni attuali.

Io non so per ovvie ragioni quale sia la verita’, posso solo annusare aria di inculata, che sia in buona fede o meno per me qualcosa di sbagliato c’era fin dagli inizi, sapevano che la fine sarebbe stata questa ma hanno cavalcato l’onda che loro stessi hanno creato…

Ora ho una domanda per Tim che come tutti sanno segue l’Angolo….

Visto che la seconda parte di un gioco CHE HO PAGATO dipendera’ non piu’ dalla raccolta fondi, che e’ stata un successo, ma dalle vendite che la prima parte fara’ su Steam, se queste vendite saranno scarse la seconda parte me la prendo in culo?
Oltretutto penso che lo saranno visto che, a parte gli stronzi che hanno gia cacciato il grano, chi e’ che paga la prima parte di un gioco senza sapere se sara’ mai terminato?

Caro Tim Schafer, ti prego, rispondimi a questa domanda….

E voi, cari lettori, cosa ne pensate della faccenda? C’e’ qualche altro stronzo che come me ha gia pagato per questo titolo e vuole dire la sua?

Io intanto mi immagino lo Schafer ai caraibi con un mojito in mano offerto dai noi a ridersela di brutto

firma lodoss

 

Prova a cercare ancora!

thegamefatherspills03

The GameFathers Pills #03 – Third Pill

E ci siamo ragazzi. È il momento della terza pillolina di The GameFathers. Vi avevo ...

31 Più commentati

  1. Già mi aveva fatto un po incazzare il fatto che avesso fatto un humble bundle per racimolare i soldi per questo progetto (non è corretto a chi te l’ ha finanziato fin dall’ inizio) io un sospetto c’é l’ho:

    Come saprai Disney recentemente ha messo in vendita le licenze della lucas e chiede parecchi soldi, che il buon Tim stia cercando di prendere una famosa licenza per finire quella famosa trilogia che tutti aspettano di sapere come va a finire e per far questo usi il vecchio trucco della scimmia con tre teste ?

    • Lo spero, ma se ti riferisci a Monkey Island, passi il quarto faticosamente digeribile capitolo, dal cinque in poi la palla è passata a Telltale e io mi aspetto che chiuso il capitolo The Walking Dead riprendano la saga delle scimmie.

      • Già dal 3o (comunque egregio imho) capitolo lavorava un altro team di sviluppo, il 4 non lo considero neppure e per i mini episodi Telltale hanno avuto una piccola licenza che gli permetteva di usare il marchio.
        La licenza è ancora in mano a Lucas/Disney e ogni volta che a Tim & Ron viene chiesto perché non realizzano il 3o episodio citano problemi di soldi, non hanno i diritti per farlo, peccato perche grumpygamer vorrebbe dar una fine decente alla leggenda.

  2. Non sapevo nulla di tutta questa storia ma a mio parere Tim ha fatto una figura veramente da cioccolataio!! Io in linea di principio nn tiro mai fuori money senza avere in mano qualcosa di concreto in cambio proprio per nn incappare in brutte sorprese… Dai Lodoss se sei fortunato Tim manderà a casa dei contribuenti una collana di conchiglie caraibiche XD

  3. anche io sono uno degli stronzi ad aver finanziato l’iniziativa e sicuramente sono deluso…..certo se invece di 2 soldi avessi tirato fuori migliaia di dollari come hanno fatto altri sarei già sotto casa del buon Tim e non per offrirgli un bicchiere di GROG…

  4. Io non gli ho dato un centesimo e mai darò un centesimo, perchè il mio denaro lo investo solo quando il gioco è già bello che uscito e completo.

    Comunque sia probabilmente una buona parte dei soldi guadagnati se li sarà intascati e ci tengo a precisare che più che Mojito me lo immagino con un Bahama Mama in stile Bob Kelso di Scrubs.

    Dubito farà molti soldi per la seconda parte, visto che per lo più al gioco ci giocheranno quelli che già l’hanno finanziato e tutti gli altri come dice Lodo è difficile che vadano ad acquistare un gioco di cui la seconda parte potrebbero non vederla mai.

    Altra nota che per molti può essere dolente è che causa tale situazione ci sarà qualcuno che si fiderà meno d’ora in avanti del sistema “Kickstarter”

  5. La situazione non è chiarissima. Su Twitter ha scritto ht tps://twitter.com/timoflegend/status/352471341552762881

  6. Bho non so potrebbe avere avuto veramente problemi oppure no, se peró il gioco risulterà fatto bene tanto di cappello , se esce una cagata c’ é da incazzarsi davvero

  7. Mhh, quello che hai riportato Lod mi sembra un po’ riduttivo del discorso fatto da Schaf(f)er.

    Questo è, grossomodo, ciò che ha detto in maniera “completa”

    “nonostante abbiamo ricevuto dalla campagna Kickstarter molti più soldi di quanto noi o chiunque altro potesse immaginare, ho finito per progettare un gioco talmente grande da richiedere ancor più denaro […] Cercare un publisher violerebbe lo spirito di Kickstarter, mentre avviare un’altra campagna ci sembra semplicemente sbagliato. Allora abbiamo avuto una strana idea. E se effettuassimo dei piccoli tagli in modo da finire la prima parte del gioco entro Gennaio, rilasciandola su Steam Early Access? […] In questo modo, tutti potrebbero mettere le mani sul gioco più presto e noi non dovremmo effettuare cambiamenti drastici. Naturalmente i donatori avranno sempre diritto al gioco completo, senza spendere assolutamente nulla per la seconda parte”.
    (Fonte Insidethegame)

    A me sinceramente sembra invece una buona idea: se fa un gioco “più completo”, che lo divida in due parti per ricavarci di più, un po’ come i giochi ad episodi, non lo vedo più scandaloso. Te da donatore lo avresti comunque, e a lui servono più fondi per realizzarlo in quanto più longevo/uber, o sonasegaio.

    La cosa che mi lascia perplesso è che non bastino 3,3 milioni per un’avventura grafica quando, per Soul Saga tipo, con meno di 50k di euro fanno un RPG e anche in 3D, che esce su 4 piattaforme diverse. Bah.

  8. un ottimo modo per rovinare un sistema (KS) che può davvero dare la possibilità all’utente di vedere alcuni desideri, fuori marketing di massa, realizzati.

  9. Io per ora ho finanziato tramite Kickstarter solo Project Eternity perchè mi fido di Obsidian e x ora mi stanno
    riempiendo di mail esaustive sullo sviluppo del videogioco, alcune quasi da addetti ai lavori.
    Certo che ottenere molto di più di quanto richiesto e poi rompere perchè non ce la fai denota una certa carenza nella progettazione o un uso disinvolto delle risorse tipo politici italici (ma spero di no).
    Io sarei parecchio inc……

  10. Un’inculata pazzesca caro Lodoss, è impossibile che non sia riuscito a gestire quella cifra, e trovo ridicole quelle scuse, ed ancor più ridicolo chi lo giustifica pure in qualche modo. Ma d’altronde i polli son sempre pronti a farsi spennare.

  11. “non ricordo se HAI tempi”…ahi ahi ahi Lodoss, correggi subito prima che arrivino i grammar-nazi…oh aspetta, io SONO un grammar-nazi :D
    no sto scherzando ovviamente, so benissimo che può capitare di sbagliare e succede pure a me…però modificalo lo stesso prima che arrivi il vero saccente di turno XD
    comunque tornando al discorso principale secondo me è plausibile l’ipotesi che abbia sparato basso per poi ritrattare, pur essendo una cosa sbagliata e meschina bisogna ammettere che chiedere 3-4 milioni non è cosa da poco, però se nemmeno quelli sono bastati allora doveva farsi meglio i conti…spero per te che esce anche la parte 2, ma io preparerei la vasella, non la vedo molto bene la situazione :/

  12. Pazzesco. Sono contrario a kickstarter sin dal principio, anche se rispetto i fan che “investono” i loro risparmi per finanziare progetti potenzialmente interessanti, nella speranza di ottenere quello che desiderano.
    Ma episodi come questo mi confermano che non dovremmo essere noi videogiocatori ad investire e finanziare i rischi che invece dovrebbero accolarsi solo le SH. Se il prodotto non vende, hai perso. Non basta fare da beta-tester a prodotti che necessitano di quintalate di patch dopo l’uscita?
    Si rischia di buttare soldi su progetti che non vedranno mai la luce o che saranno ben lontani da quanto promesso, il Tim Schafer di turno perderà in reputazione, ma non so fino a che punto gli interessi.

  13. Io sono tra quelli che non hanno finanziato tramite KS ma che il gioco completo, se meritevole, se lo comprerebbe eccome! Basta che non ne esca una accozzaglia alla “The cave”, per esempio. Quindi non è vero che interessa solo a chi ha già sborsato, perchè chi frequenta la piattaforma di finanziamento è una ristretta minoranza dei potenziali acquirenti. Di questo sono abbastanza certo.
    Fattostà che non sia corretto fare quello che stanno facendo, perchè l’impegno preso deve essere considerato un patto inscindibile e non ritrattabile, e l’accaduto getta sicuramente una qualche ombra su questo sistema.

  14. Quasi 3 milioni e mezzo non bastano per un avventura grafica? Oggi come oggi farne una buona richiede qualcosa come 3 persone e un paio di mesi (giusto per dare il tempo al disegnatore) non capisco come facesse a costare 400 000 dollari… Come minimo mi aspetto la più bella storia mai narrata nell’universo è una grafica da urlare al miracolo…

    • non per dire, ma Grim Fandango, una delle piu’ belle avventure grafiche fatte dalla Lucas (Schaffer) (imho) ai tempi costo’ 3 milioni di dollar 15 anni fa, percio’ la cifra per fare un gioco di quel livello e’ quella

      • Si è costato così tanto perchè era il primo a usare poligoni.

      • errore mio ero rimasto fermo a monkey island in effetti se vogliono farlo con la grafica poligonale è già più giustificabile come cifra…

      • Tim schafer una effe sola.
        Comunque guardando l episodio si capisce che la cifra che gli serve totale è 6 milioni di $.
        In pratica come hanno ricevuto i soldi hanno sviluppato un gioco molto grande che tempistiche effettive alla mano puó esser finito entro luglio (un anno in piú di sviluppo in pratica) per cui invece di tagliare il gioco, lo vogliono rilasciare in 2 parti, la prima a gennaio e poi il finale a luglio, da un punto di vista logico sembra una mossa intelligente, piuttosto di rovinare il gioco intendo, il problema è che anche Tim non è convinto :-/

        Il gioco peró sembra fico.

  15. Signore Del Vuoto

    Fui molto critico quando Lodoss postò il primo articolo relativo a questa vicenda.
    400.000 dollari per un’avventura grafica?
    Scherziamo?
    Con i tool di sviluppo che esistono oggi?
    Non solo, hanno anche sforato i 3 milioni di dollari.
    Questa storia assume sempre di più i connotati di una truffa….

  16. Io mi sono perso, all’epoca, la notizia e non sono diventato uno stronzo scialacquatore di Tim solo per volere del fato.

  17. Rispondere a domande su domande, trovare giustificazioni su giustificazioni per me non serve a niente. Chiedere una cifra precisa su kickstarter e finire nell’azzeccagarbugliata generale ed attuale mi toglie ogni fiducia.

  18. Lodoss visto che hai donato i tuoi dindini al gioco mi pare strano che tu sia così disinformato, visto che hai accesso al forum privato e a tutti gli episodi del documentario, se avessi seguito questi due sapresti già che il gioco si trovava già da tempo in guai finanziari.

    “Un paio di mie considerazioni, la prima e’ che il gioco era dato in uscita nel 2014 ma, dovendo raccimolare prima altri fondi da vendite “post uscita prima parte” per ricominciare i lavori, sicuramente la seconda vedra’ la luce nel 2015 se va bene… e gia mi girano le palle.”

    E’ stato detto che l’atto 1 esce a gennaio, il 2 ad aprile, sempre 2014. Visto che il design è stato completato si è detto che il gioco non richiederà più lavoro del previsto (come è successo fino ad ora).

    “Seconda considerazione, come cavolo fai a fare i conti? Chiedi una cifra, la superi mostruosamente e non ti basta? Ma chi ti ha fatto i conti, Tremonti?”

    Dopo aver superato i 400.000 si era detto che il gioco sarebbe diventato molto più grande, all’inizio si parlava di un giochino corto, quando si è vista la somma finale lo “scope” del gioco è stato ridimensionato.
    Comunque c’è anche da dire che dei 3.3 quasi 1 milione se n’è andato per i rewards di kickstarter, il documentario e la quota che va proprio a kickstarter.

    Tim Schafer ha scappellato, ha creato un gioco troppo grande e ambizioso per la somma che aveva infatti:
    il gioco è bello lungo, è tutto pitturato, voice acting…

    Il gioco c’è, se vedi l’episodio 10 del documentario si vede e sembra molto bello, solo Tim e chiunque faccia i conti hanno sbagliato pesantemente, da qui l’idea “Anzichè far uscire il gioco nel 2015 dividiamo il gioco in 2, la prima parte esce a gennaio, coi soldi che ci facciamo ci finanziamo la 2a parte, che poi daremo gratis a chi ha pagato per la 1a parte a aprile”. L’idea non è così scandalosa se non fosse che c’è l’incognita vendite…
    Insomma il futuro di Broken Age sarà deciso dalla prima parte del gioco: se è bella e ben fatta dovrebbe guadagnare abbastanza per finanziare la 2a parte, ma se uscirà una cagata sarà la fine!

    Insomma Tim e la Double Fine hanno sbagliato, su questo non c’è alcun dubbio, spero pubblicheranno almeno a noi Backers COME sono stati spesi tutti i soldi fino ad ora, però quel che è fatto è fatto, se il gioco è bello non vedo perchè non debba vendere e le premesse sono buone secondo me.

  19. Non sò per quale motivo i soldi non gli siano bastati ma dire che la seconda parte verrà prodotta in base ai soldi ricavati dalla vendita su Steam della prima nemmeno incoraggia chi il gioco lo vorrebbe comprare perchè basandoci sul suo discorso, qualora un bambino nutelloso comprasse la prima parte poi vorrebbe la seconda e se il gioco non riuscisse a vendere per farla produrre il bambino chiederebbe dove sono andati a finire i soldi non impiegati per quel progetto.

  20. sempre considerato sti siti un a truffa non vedo xke io dovrei finanziare sh e gente milionaria come sto qui quando i soldi ce li hanno.
    il rischio di impresa dov’è?se non raggiungono i soldi li restituiscono se va bene se no si pigliano pure altri soldi dalle vendite quindi costo 0 rischio minimo soldi a palate ottimo

    ps loddos che delusione 15 anni fa fare un avventura 3d era costoso ora se vuoi te la fai anche te sul tuo pc in un annetto

  21. No io fortunatamente non ho pagato, però posso dire che è una vaccata bella e buona, così si rendono solo nemici i giocatori di tutto il mondo.

    Così ci son buoni tutti a fare giochi.

Lascia un commento