Il triste mondo del Bug-fixing…perchè devo scaricare tante patch?

L’articolo è lungo, sappiate che è il riassunto dell’originale :D

Ultimamente sento parlare spesso di quanto siano diventati “frequenti” gli aggiornamenti dei firmware delle nostre amate console e dei giochi, a volte anche prima del day one. Da quello che ho potuto vedere il videogiocatore medio si schiera in due categorie completamente opposte:

Categoria 1, Il polemico:

Figa ancora aggiornamenti..,Che palle, ma è mai possibile che senza queste patch di merda non riescano a vendere un gioco che semplicemente FUNZIONI…

Categoria 2, L’euforico:

E vai!! Che figata, il gioco deve uscire tra 15 giorni ed hanno già rilasciato 1Gb di pactch, praticamente è un altro gioco…

Io, a sangue freddo e senza pensare un attimo, mi sono sempre ritrovato nella prima categoria; non ci posso fare niente sono polemico di natura. Ieri sera dopo una birretta con Farenz mi sono messo a pensare a questa cosa, e invece di dormire come tutti i sani di mente, ho cercato di dare una spiegazione logica alla cosa e ho capito che sono una testa di cazzo.

Il videogioco, o il sistema operativo di una console, prima di essere videogioco o sistema operativo è un software e io ho studiato che il software perfetto non esiste, normalmente le tempistiche di testing e di debuging sono più lunghe e costose delle fasi di sviluppo stesse e questa differenza cresce con il crescere della complessità del software.

Una volta rilasciato un gioco,  si hanno due strade: lo si accetta cosi come è con tutti i bugs e i difetti esistenti, o si continua a seguire attivamente il gioco in modo da sanarne i difetti.

La Nintendo,per esempio, ancora adesso adotta il primo sistema e non corregge il prodotto, questo anche perchè il tipo di sistema non consente di poter effettuare aggiornamenti dei giochi sostanziali. Su PS3 e 360 normalmente invece si segue la seconda direzione, la mamma Sony specialmente è particolarmente abbondante nel rilascio di pacchetti per il bugs-fix.

Dove sta il giusto? Bè come mi ha insegnato la mamma, il giusto è sempre nel mezzo…Infatti l’ottimo sarebbe rilasciare il prodotto videoludico testandolo e perfezionandolo il più possibile ed eventualmente rilasciare patch nel caso di bugs non rilevati prima solo come soluzione eccezionale, ma questo è molto complicato visto le tempistiche serrate che la concorrenza impone.

Per quanto riguarda i sistemi operativi la vedo in modo un pochino diverso in quanto è tendenza implementare  sempre più cazzate sulle nostre PS3 e 360 come FaceBook, twitter, la chat in game etc… che io personalmente reputo inutili e fastidiose pero so che questo non è un parere condiviso; tuttavia vista questa tendenza è normale che vengano rilasciati aggiornamenti e patch per aggiungere le funzionalità e vedo altrettanto normale le console più “anziane” subiscano meno aggiornamenti delle più “giovani”, bisogna considerare che un anno di vita di differenza nel mondo della tecnologia è veramente un sacco di tempo.

Penso di aver descritto il SivoPensiero in modo fin troppo prolisso.

Voi che avete letto fino a qui, cosa ne pensate?

Ing.Sivo

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

Lascia un commento