Io qui ci sono già stato

Metto le mani avanti.

Questo articolo nasce dalla mente di Viperfritz, anche se non consapevolmente.
Ieri mattina Francesco tweetta un video tratto da Internazionale. Il video che vi ho appena postato qua sopra e che vi invito ad osservare interamente.

E’ un video piuttosto drammatico, che mostra la cittadina di Pryp’jat’ nel nord dell’Ucraina, un tempo popolata da circa 50.000 abitanti ma oggi deserta.
Tuttora deserta.
Perché Pryp’jat’ ha avuto la sfortuna di distare circa 3 km dalla centrale di Chernobyl, il cui disastro datato 26 aprile 1986 fece evacuare ogni singolo abitante, che si vide costretto ad abbandonare la propria casa ed il proprio territorio, ancora contaminato ed invivibile a distanza di quasi 30 anni.

A volte però è difficile riuscire a scindere ciò che stiamo vivendo da ciò che siamo nel nostro animo da sempre.
Mi è risultato praticamente impossibile quindi filtrare ciò che stavo osservando, cercando di assistere a quel filmato in maniera asettica ed impersonale.
Parte di me era IN quel video e sono certo che molti di voi proveranno la stessa situazione.
Sì, perché abbiamo tutti quanti la fortuna e la maledizione di essere videogiocatori.

E mentre starete guardando questo filmato, sono certo che in molti penseranno….
“cazzo, ma io qui ci sono già stato… io questo posto lo conosco”.

Sì, perché virtualmente ci siamo già stati davvero.
Non chiedetemi, anzi ditemi voi, quale capitolo di Call of Duty fosse ambientato in questa cittadina (azzarderei un Modern Warfare 2, ma potrei sbagliare) ma sono davvero rimasto sbalordito da come alcuni elementi di questo video fossero vividamente impressi nella mia memoria… che in genere non è che abbia così tanti giga di spazio libero, soprattutto per un CoD.
La ruota panoramica, l’area del “luna park”.
Il palazzo di fianco con all’interno un asilo/scuola elementare.
Sono tutti elementi che ho già visto di persona, seppur altro non fossero se non un insieme di 1 e 0 studiati e riproposti da chissà chi.
Perciò è venuto naturale stringere virtualmente la mano a chi, all’epoca, abbia cercato di riprodurre con tale cura un ambiente REALE (nonchè toccante) all’interno di un videogioco.

Con toni decisamente meno seriosi, la stessa sensazione la provai quando nel settembre 2011 giunsi per la prima volta in vita mia nella grande mela per il mio viaggio di nozze.
New York è sicuramente una città vista, rivista e stravista in mille film, serie TV e videogiochi (non ultimo GTA 4, che la riprodusse in maniera quasi morbosa), ma anche in quella occasione la sensazione di “sono già stato qui” era forte in me.

Ora la domanda è, seppur banale, aperta a tutti voi.
Vi è mai capitato di provare questa sensazione? Se sì, con quale città? E in che maniera l’avevate  già “conosciuta”?

 

 

Prova a cercare ancora!

xbox-game-pass-x019

Il Game Pass è il cancro dei videogiochi?

Beh? Mi sembra di aver scritto l’altro ieri l’ultimo articolo ed invece… Mi è nata ...

50 Più commentati

  1. Roma grazie ad assassin’s creed brotherhood

  2. Sarà che l’avevo finito da poco, ma quando sono stato a Venezia mi sembrava di essere in AC 2, serie molto criticabile ma che da questo punto di vista ho sempre trovato straordinaria, comunque si, se non ricordo male dovrebbe essere proprio MW2

    • Concordo al 100%. Credo sia proprio per questo motivo che i miei capitoli preferiti di AC siano proprio quelli ambientati in contesti cittadini con monumenti “riconoscibili”.

      • Concordo, e a proposito anche Parigi è molto riconoscibile, ti sta piacendo molto anche questo di AC ?

        • Certo, come già dissi in altri articoli, per quanto sia una fra le poche persone ad aver apprezzato AC3 ed il più fortunato Black Flag, la perdita (magari momentanea) delle apprezzabili parti navali in favore di un ritorno ad un’ambientazione urbana è stata per me una piacevole sensazione ed un surplus non indifferente al giudizio completo riguardo Unity.

          • Kotaku ha visto un video sul prossimo Assassin’s Creed ambientato nella Londra Vittoriana ci sono anche le immagini, lo studio di Ubisoft che ci lavora su a confermato l’ambientazione e che il gioco è in lavorazione già da parecchio tempo.

          • Sono tornato da 4 giorni da Londra e mentre ero la che ammiravo i vari palazzi, anzichè vederli con un’occhio da “storico” io vedevo le vie che un assassino avrebbe dovuto utilizzare per arrampicarsi di qua e di la! Ti giuro che l’aver scoperto ieri che Ubisoft ha confermato il prossimo capitolo di AC nella Londra Vittoriana, è stato per me una gioia incredibile, proprio come un piccolo stronzo!!!
            Cmq il gioco del video è CoD 4, il primo Modern Warfare e non il 2.

          • Il nome parrebbe essere AC Victory. Strano, è la prima volta che un rumor così precoce viene confermato a stonfo. Bah.

          • Forse perché han pensato che avrebbero fatto una figura emmé a smentire per poi annunciare effettivamente un AC ambientato a Londra.
            Sempre che, come sempre, il leak di info a riguardo non sia stato pianificato direttamente dalla casa madre. #adamkadmoninsegna

          • In questo caso non credo che il buon Adam abbia ragione, la Ubisoft sta avendo dei problemi a livello di immagine, annunciare un nuovo AC ora, in un momento in cui Unity sta ricevendo più odio e Rogue meno attenzione di quanta ne meritino e sapendo (almeno spero) che non verrà rilasciato almeno prima di un anno non ha molto senso, io avrei lasciato passare qualche mese per far calmare le acque per poi annunciarlo verso Marzo/Aprile, tanto il tempo per il marketing c’era tutto. Va anche detto però che io non avrei annunciato WD come titolo di lancio per PS4 per poi rimandarlo di mesi, non avrei reso AC un franchise annuale e non sarei arrivato al punto di rilasciarne due lo stesso giorno, quindi visti i precedenti potrei sbagliarmi.

  3. Sempre parlando di GTA…il V riproduce in maniera allucinante Los Angeles…online ci sono addirittura dei video comparativi

  4. mi è capitato di visitare un museo a Vienna che era IDENTICO a quello di un livello del primo Mafia. era proprio lo stesso, uguale uguale !

  5. il gioco era il primo modern warfare,quella missione era veramente bella, la mia preferita della serie in assoluto.

  6. In ben due occasione: 1) a Firenze grazie ad Assassin’s Creed 2
    2) nella cattedrale di Westminster a Londra grazie al gioco su licenza del Codice da Vinci: sono rimasto basito dall’accuratezza dei particolari (perfino una statuetta di una Madonna non proprio così importante); la cosa incredibile è che sapevo dove andare per trovare quel monumento/arazzo/qualsiasi altra cosa.. Peggio di una guida turistica!

  7. La missione ambientata a Pripyat si trova in Call Of Duty 4 (dove si spara a Zakhaev dal palazzo e poi si fugge verso la ruota panoramica), in COD:MW2 invece c’è una missione speciale con il cecchino sempre ambientata nella stessa zona.

  8. A me è successo l’effetto contrario. Ovvero mentre stavo giochicchiando a Grid (gioco automobilistico per la felicità di Viper), stavo girando per questo circuito che mi era incredibilmente famigliare ma non avendo letto il nome della pista non sapevo con esattezza di dove fossi. Poi lo vedo; il Duomo. Milano. Ed ho avuto la sensazione di essere ritornato nella città che visitai penso in quinta elementare. E’ stato un positivamente strano riesumare dei ricordi correlati ad una gita e ad un posto tramite un videogioco.

  9. AC ovviamente, per Roma..Venezia..ma soprattutto Firenze.
    Aggiungo poi GranTurismo ed il suo tracciato cittadino della costa azzurra (ovvero Montecarlo) dove sono stato.

    C’era anche S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl ambientato nella sfortunata cittadina sovietica.

    • Requiescat_In_Raviolo

      Il terzo titolo della serie di S.T.A.L.K.E.R, che ho giocato un paio d’anni fa, ad un certo punto ti fa entrare proprio a Pripyat per ambientare le vicende del giocatore.
      Il titolo del gioco d’altronde è S.T.A.L.K.E.R.: Call of Pripyat…..!
      Mi è piaciuto come gioco, essendo uno sparatutto/survival mitigato da molti elementi RPG alla Fallout.
      Un’esclusiva PC del 2010, sviluppato, come tutta la saga, proprio da un team ucraino e quindi direttamente coinvolto nell’ambientazione, direi che sapevano quello che facevano.
      Ma, approposito, possibile che non esistano in Italia team capaci di creare titoli di questo tipo?

  10. The end of The End

    COD 4: Modern Warfare, primo e inimitabile capitolo della trilogia.
    In MW2 c’è una missione speciale ispirata alla missione precedente, non si vede pripiat o come cazzo si scrive.
    Comunque ti lascio intendere lo stupore che ho provato vedendo per la prima volta in vita mia Piazza S.Marco dopo aver giocato ad AC2

  11. Farenz non sei mai stato a Monteriggioni? spettacolo! non è proprio fedele al 100% ma quasi… con tanto di chiesetta appena entrati sulla destra. Però non sfruttano il business videoludico! nessun negozio che accenni ad AC

  12. Mi e’ capitato in un posto un po’ lugubre…un cimitero di un piccolo paesino! Non sto scherzando, quando sono entrato mi ha ricordato tanto il cimitero del villaggio Calbarico in The legend of Zelda: Ocarina of time, e quando sono tornato a casa, mi e’ venuta voglia di rigiocarci! Sara’ stata l’atmosfera ma e’ stato davvero impressionante!

  13. Quando sono stato a New York nel 2013 ho avuto la stessa identica sensazione di deja-vu anche se più dovuta ai vari film che non ai videogiochi

  14. non ricordo bene che tappa fosse, ma c’era un percorso di colin mcrae 2.0 in Italia che successivamente avevo visitato

  15. Cod 4 Farenz!!!! CoD4!!!!!!!! Il primo modern warfare!!!

  16. Essendo stato a New York due volte, e conoscendola piuttosto bene, quando giocai a GTA4 passavo gran parte del tempo ad andare in tutti quei posti più o meno conosciuti che erano riprodotti davvero bene! Liberty Island su tutti: andarci nel gioco mi sembrava di essere lì a guardare una mia ripresa! O salire in cima all’Empire State Building o al Rockefeller Center… era come rivivere emozioni passate, probabilmente perché ti permetteva di far riaffiorare tutti i bei ricordi.
    E che goduria poter girare in elicottero e ammirare la città dall’alto!!

    Anche se il mio posto preferito in assoluto è il Pier 17, accanto al Brooklyn Bridge… quando ci tornai in seguito all’uragano Sandy e lo trovai distrutto fu veramente un tonfo al cuore! E poterci andare nel gioco, beh.. è impagabile! :)

  17. quando faranno GTA Lecce ti saprò rispondere ;)

  18. l’argomento potrebbe essere la mia tesi di laurea se un giorno smettessi di lavorare e tornassi agli studi (Turismo), quindi, bella lì farenzio&francesco…ottimo argomento.

    A me è successo con Gran Turismo nel circuito cittadino di Londra. Quando sono andato nella città, sapevo che girando in un determinato punto sarei finito a Trafalgar Square :D

    Quando invece ho dato il controller in mano al mio amico giocando a GTAV, lui mi ha fatto vedere il cosiddetto Pier (il molo) con le giostre …e poi mi ha fatto vedere una foto reale di quando lui andò a Los Angeles. Uguale.

    Sarei curioso di sapere se c’è qualcuno che è andato a Chicago e ha giocato a Watchdogs? Se sì, quanto è fedele la città?

    Lo fanno già nel cinema, dove spesso si registrano affluenze in alcune località turistiche proprio dopo l’uscita di un film (faccio un esempio, “Il codice da Vinci” ) o più banalmente, i cinepanettoni ai caraibi.

    Ora, quanto potrebbe spingere un videogiocatore a visitare un luogo da lui esperienziato in un videogioco?

    Il videogioco potrebbe influenzare sulla domanda di potenziali turisti in una località da loro “giocata” o visitata virtualmente?

  19. La sensazione del “io ci sono già stato” l’ho provata più volte. Gli FPS sotto quest’aspetto mi impressionano bene, quindi ad esempio ho provato un deja vu nel vedere Pripyat in tv dopo aver giocato CoD MW o nel visitare i dintorni del Reichstag e Potsdam dopo aver giocato CoD WaW, ma ad esempio anche GTA V mi ha fatto “riconoscere” alcune foto scattate dall’alto di Los Angeles.
    Gli AC invece m’impressionano meno. Cioè, indubbiamente Roma, Venezia e Firenze sono ben rese, e se si guardano le foto di Masyaf ci si ritrova un sacco in AC1, ma non so, non mi trasmettono quella sensazione di “già vissuto”. Sarà perchè sono ambientati in un’altra epoca… ma non so, io vivo vicino a Firenze e ad esempio mi capita di passare ogni tanto in centro, e se si leva duomo e campanile, boh, mi c’immedesimo poco…

  20. sarò sicuramente tra i tanti, ma quando il 2/3 liceo andai a visitare Firenze, riuscii a emozionarmi molto di più di fronte a scorci/monumenti, perchè oltre alla bellezza stessa delle costruzioni, collegavo avvenimenti e momenti di AC2 che mi erano piaciuti particolarmente, e sono sicuro che se quell’anno non lo avessi giocato, sicuramente non avrei provato le stesse sensazioni quei giorni.

  21. Quest’estate quando sono stato in Normandia, quando ho visto un bunker a Point du Hoc ho detto “cristo, ci sono già stato”, idem per il Pegasus Bridge, visti già in CoD 1/2.

  22. anche io quando vidi i luoghi piú importanti di GTA V nella realta provai questa sensazione

  23. qui mi sovviene la frase di un mio amico lontano che disse che a lui bastava viaggiare con google maps……….si comunque firenze con ac

  24. Beh oltre ai soliti posti come Venezia , Firenze e Roma , che ricordano i primi AC, ho avuto la fortuna di visitare la Scozia ed i suoi paesini di campagna attorniati da castelli e mura celtiche e medievali , che ricordano i feudi di Skyrim…

  25. Nel periodo della seconda media giocavo per la prima volta a San Andreas, e nello stesso anno mi capitò di vedere una foto della strip di Las Vegas sul libro di Geografia… che dire, era praticamente identica!

  26. Roma in Assassin’s Creed Brotherhood :-D

  27. Era Call of Duty 4 Farenzo, la missione nel 1996 con il capitano John Pryce come protagonista. Titolo delle missioni: “All Ghillied Up – Mimetizzazione perfetta” e “One shot, one kill – Sicario infallibile” e sì me le ricordo benissimo, erano due delle mie missioni preferite, la seconda in Veterano mi fece bestemmiare in sovietico.

    Parlando di me, per ora non sono ancora stato in città che ho visitato nei videogiochi, ma mi piacerebbe visitare un po’ di siti della II Guerra Mondiale e sperare di riconoscerli da Call of Duty 1 e 2 (St. Mere Eglise, Brecourt, etc…), Firenze e Venezia da Assassin’s Creed 2 e anche Gerusalemme dal primo Assassin’s Creed (direi che AC è la saga che più ti fa venire il pisellino duro dal punto di vista turistico-storico). Altro sogno è Washington, Fallout 3, anche se so bene che è completamente diversa, ma il solo andare nel Mall, o stare di fronte a Campidoglio e monumento a Jefferson XD

  28. The end of The End

    Attendiamo con ansia AC Unipd, in cui un Gatto assassino tenta di sventare il complotto dei templari che gli chiudono i cessi all’ora della visita giornaliera…

  29. Concordo, ma ti devo correggere, perché si parla di COD 4 nella missione ambientata nel passato in cui il protagonista è, se non ricordo male, Miller ovvero il tizio che gira con Soap oltre a Price in cod4.

  30. quest estate ho avuto la fortuna di andare a los angeles e ovviamente…che gioco se non GTA 5 poteva farmi dire appena arrivato: ma io ci sono gia stato!! dal centro di los angeles coi suoi grattacieli al molo di santa monica con il lunapark e persino i negozietti all inizio del molo!! tutto riprodotto in modo fedele alla realta!! fantastico! W Los angeles!!

Lascia un commento