L’attrezzo giusto al momento giusto

Una parte del nostro cervello si chiama “Paleocorteccia”, e l’essere umano lo ha ereditato dai primi rettili primitivi. Esso regola i processi legati alla sopravvivenza come il metabolismo, la regolazione delle ghiandole endocrine e il mantenimento della regolarità del battito cardiaco e della pressione arteriosa. Questa parte del cervello inoltre media la comunicazione sociale a livello di sfida o atteggiamenti territoriali, di corteggiamento e di autoaffermazione. Insomma, racchiude la bestia primordiale assetata di sangue che c’è in noi.
E come meglio appagare questo lato oscuro del nostro io, se non con un po’ di sana simulazione di devastazione videoludica?
Quando ancora non era imperativo contare i pixel per decidere se un titolo fosse figo o meno, spesso per il mio diletto mi interessavo di alcuni dettagli secondari di un gioco, come la trama, i personaggi, gli ambienti, ma soprattutto le armi. Un gioco ha bisogno di armi tanto quanto di nemici e i programmatori sono sempre stati ben lieti di accontentare la nostra urgenza di strumenti di devastazione.

Persino gli articoli sulle riviste erano molto esaurienti in questo campo, con lunghe digressioni sull’argomento spesso correlate da immagini e commenti esilaranti.
Nella storia dei videogiochi, diverse perle di distruzione si sono distinte per originalità, potenza o per effetti schifosamente divertenti, come non citare la leggendaria BFG (Big Fucking Gun per alcuni) 9000 di Doom, il Cerebral Bore di Turok 2, il Rimpicciolitore di Duke Nukem, fino ad arrivare ai ad arrivare ai tempi più recenti: il Lancer in Gears of War, le Lame del Chaos di  Kratos o Clementine, la Flying V di Brutal Legend.

Questi veri e propri oggetti del desiderio aumentano di non poco il gusto e la soddisfazione del tritare i nostri avversari, diventando, attraverso il joypad, i nostri personali ambasciatori di brutte notizie per chi incrocia la nostra strada, gli strumenti con cui riportiamo allegramente pace e amore nell’universo.

Voi avete un vostro preferito?

matyas

Prova a cercare ancora!

nNsmaEp

Goodbye, Master Race

Il tempo è giunto. Era da anni che non parlavo delle mie scelte videoludiche, ed ...

Lascia un commento