La mancanza di organizzazione

Come promesso su Twitter ieri pomeriggio, utilizzo l’Angolo come valvola di sfogo.
Esattamente come accadde nell’ormai lontano 2012, anche quest’anno nel weekend dopo il Mantova Comics & Games è capitato il Cartoomics di Milano.

Con un’unica differenza, la location.
Da una zona più centrale del capoluogo lombardo si è passati ad una più periferica zona fiera di Rho, molto più comoda da raggiungere, molto più grande come aree d’esposizione, molto più cara in termini di parcheggio.

11 euro e 30 cents per meno di 4 ore di parcheggio. I miei coglioni.

Inizialmente non avevo intenzione di andarci a causa di altri impegni con la famigghia della mugliera, ma sono bastate due parole per cambiare idea, mandando a monte gli impegni presi in precedenza: Max Pezzali.

Il mio mai nascosto amore per il cantante pavese e per la sua ex-band anni ’90 è una delle poche cose che accomuna me e mia moglie, la quale appena è venuta a conoscenza della presenza di Max alla fiera del fumetto ha dimenticato immediatamente di non c’entrare nulla col mondo nerdoso di videogiochi e fumetti e mi ha chiesto di accompagnarla.

Potevo forse dir di no a Max?
Potevo forse dir di no a mia moglie?
Sì, l’avrei potuto fare, ma non stavolta visto che la combo Pezzali-fumetti-videogiochi faceva gola anche a me.

La presenza di Pezzali era piuttosto singolare.
Doveva cantare? No. Doveva presentare un disco? Un tour? nemmeno.

Pezzali è stato ospitato come “testimonial” per l’imminente lancio (datato 24 aprile) del terzo film dedicato ad IronMan.
Cazzo c’entra Pezzali vi state chiedendo? Non lo so nemmeno io.
Sostanzialmente credo sia stato coinvolto solamente per il fatto di essere (a quanto poi ha dimostrato) abbastanza informato in tema fumetti Marvel e soprattutto “per tirar su gente”.

La conferenza inizia puntuale con mezz’ora di ritardo.

Dopo chiacchierate di un personaggio appartenente all’immensa macchina Disney e un presentatore con uno humor degno di Provolino ad un funerale, ogni tanto Pezzali prende il microfono e dice la sua, dimostrandosi conoscitore dell’argomento e nemmeno così tanto “fuori luogo” come temevo.

Arriva il momento del feedback dal pubblico.
E’ possibile porre domande tramite twitter… potevo forse non intervenire?

Massimo momento di goduria quando sullo schermo dedicato alle domande da porre su Ironman 3 è comparso il tweet di qualcuno che mi stava cercando nella fiera per fare una foto insieme. Grazie, chinque tu sia… TVB.

Max Pezzali risponde alla mia domanda in maniera più che esaustiva e si chiude la conferenza.
E arriviamo al momento clou.

Quanti saranno state gli spettatori? Non credo giungessimo al centinaio.
Dopo i saluti, metà di queste persone se ne sono andate.

Delle restanti 50 credo che non più di 30 si siano dirette in direzione palcoscenico, armate di macchine fotografiche, cellulari o foglietti bianchi per avere una foto con Max Pezzali e magari pure un autografo.

Compresi me e mia moglie.

Ora, io parto da una piccolissima esperienza personale, accaduta esattamente 7 giorni prima al già citato Mantova C&G.
Finita la conferenza del sabato, quella con me, Moccia e Yotobi, gli spettatori (“ad occhio” arrivavano circa a 2000), sono usciti con ordine dal tendone e sono venuti da noi 3 per appunto autografi, foto ed altre amenità varie. Io mi sono messo in zona cassonetti dei rifiuti, (come è giusto che sia), Moccia lì vicino e i fans di yotobi, sicuramente quelli in numero più consistente, lo hanno quasi travolto.

Gli organizzatori cosa han fatto quindi? Due transenne di merda, un tavolino e autografi a non finire. Semplice, no?

Evidentemente no.

Perchè se con yotobi e le sue centinaia di fans sono bastate due transenne, con Pezzali e i suoi non più di 30 ex-ragazzi stanchi e doloranti in coda per un autografo cosa si è pensato di fare?
Prendere Pezzali e portarlo via. Quasi come fosse a rischio la sua incolumità.

Premetto che di sicuro sto rosikando per non aver avuto l’opportunità di fare una foto insieme al grande Max e per non aver soddisfatto mia moglie (non fate battute, stupidini), tuttavia l’organizzazione e questa scelta d’azione mi hanno lasciato piuttosto perplesso, nonché incazzato.

Possibile che, per quanto non fosse l’evento principale (o forse sì) dellagiornata, nessuno abbia pensato ad organizzarlo meglio?
Soprattutto poi calcolando che non credo che Pezzali sia venuto lì gratis… anzi.

Beh, grazie al cazzo Cartoomics, rivoglio i soldi indietro… del parcheggio!

Chiedo scusa per lo sfruttamento dell’Angolo.
Anzi no.

 

 

 

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

38 Più commentati

  1. Capisco perfettamente la tua esperienza, in quanto ne ho avuta una simile e sempre col caro Max come protagonista!
    Mi trovavo in uno studio radiofonico e max era l’ospite del programma, era un ospite a sorpresa quindi ti lascio immaginare la gioia , uno dei miei eroi di infanzia era li a 10 metri e non non vedevo l’ora che il programma finisse per potere andare a fargli i complimenti e la foto…..
    Mi metto in fila, tutto pronto ed eccitato, quando dopo una decina di persone che ha accontato con foto e autografi prende e se ne va, lasciando me e un altra trentina di persone come degli stronzi….. :-/

  2. Ma, guarda, da quel che so queste fiere del fumetto stanno cominciando a spuntare come funghi, qui a Roma abbiamo addirittura due fiere: il Roma comics e il Romics. Il problema è che essendo tante e spesso più di una volta l’anno la qualità è in generale scadentissima, tant’é che al massimo vado a Lucca e al Romics d’Ottobre…Il resto è organizzato col culo con pochissimi stand, poche offerte e un bel nulla da fare se non sorbirsi centinaia di volantini della vodafone.

    • Cè anche da aggiungere che il romics da un paio d’anni è biannuale, primaverile e autunnale. Devo però dire che onestamente il romics mi ha sempre soddisfatto, non è lucca e questo è pacifico, ma è più grande e attrezzato di altre fiere tipo quella di torino e di milano, che in 3 ore ti sei girato già cinque sei volte. Certo ripeto non è come lucca, che potresti starci 4 giorni e non esserti ancora stancato, ma il prezzo del biglietto per una giornata intera lo vale eccome (andarci 2 giorni ancora ancora ci sta anche se non lo faccio mai, più di 2 giorni vuol dire andare solo per particolari eventi perchè oramai te lo sei già visto e rivisto)IMHO ovviamente. Il roma comics invece era squallidissimo, su questo posso anche dar ragione.

  3. Dai che depressione. Già posso capire io che, andando per concerti metal/rock, devo fare i salti mortali per foto/autografi, che giustifico, però, col fatto che sti cristiani (e non) si fanno un mese di tour senza sosta e ne avranno pieni i coglioni a un certo punto. Ma Max Pezzali a un eventucolo -per quantità di gente- è un tantino vergognoso. Anche perchè bisogna capire se era effettivamente l’organizzazione -ma ne dubito, la situazione era talmente tranquilla- o se, piuttosto, sia stato lui a scegliere quella modalità.

  4. O povero che vuole riavere i soldi del parcheggio.
    Guarda c’ero anch’io alla conferenza di iron man 3, ero proprio affianco a tè dotato di telecamera e vestito da luigi.

  5. Non uccidetemi per questo commento, ma forze è lui che ha chiesto di andare via?

    • È la stessa cosa che ho pensato anche io, sopratutto poi visto il commento di EternoSognatore…

      Di star apparentemente affabili che poi sono degli stronzi fatti e finiti siamo pieni purtroppo. Non so dire se Pezzali sia una di queste perché non lo conosco ne l’ho mai incontrato in vita mia, però… se così fosse non mi stupirei, ecco.

  6. Io pur essendo di Rho è la prima volta che vado a Rho fiera… e mi chiedo ancora perchè non l’ho mai fatto fino a oggi! Era tutto stupendo al Cartoomics, mi sono divertito più che al Gamesweek e c’era tanta di quella roba che non mi sarei mai aspettato… Spero di arrivare più organizzato la prossima volta!

  7. la cosa che ho trovato più assurda è che le persone che si erano messe “in fila” per un autografo o simili erano veramente non più di una 20ina, una cosa gestibilissima anche senza transenne ne nulla e smaltibile in sicuramente meno di una mezz’oretta.

    bah

  8. O.O Dai ma che sfigati. E’ stata un tipo di organizzazione davvero stupida…

  9. Farenz , non ti sei accorto che appostati c’ erano 4-5 tiratori scelti del Devgru ? Per fortuna non sei riuscito ad avvicinarti …. LOL ,comunque mi dispiace , e non penso possa averlo chiesto lui di essere allontanato, non mi sembra il tipo….

  10. Farenzo caro, ben vengano questi sfoghi. Con la frase del parcheggio mi hai fatto rotolare dalle risate.

  11. Io che non seguo Max (nonostante mi sia stato simpatico in passato), quando vado ai concerti dei miei amati artisti “alternativi” ed hardcore, riesco persino a presentarmi, parliamo di questo e di quello e poi se ho la macchina fotografica gli chiedo un scatto che non mi negano mai. Zero transenne e qualche minuto di fila. Perchè siamo pure autodisciplinati ;)

    P.S.: a me i Marvel non mi piacciono per nulla. Non ci sono supereroi più antipatici di quelli della Marvel. I film su di loro poi, sono fatti con un presappochismo spaventoso. Vabbè finiamola qui… è uno sfogo pure il mio. Ma vi inviterei a leggere Dylan Dog e simili, e soprattuto fumetti del calibro di “L’Eternauta” di Oesterheld e Lopez.

    • Eretico, folle, che Iddio perdoni la tua anima immortale….

      • posto che trovo del tutto fuori luogo il paragone tra i fumetti marvel e dylan dog e l’eternauta, è come dire “a me non piace eragon, vi invito a leggere il principe di machiavelli”, nemmeno a me fanno impazzire i marvel, preferisco di gran lunga dc… l’unico pg marvel che apprezzo e di cui leggo è deadpool, sostanzialmente perchè è fuori più di un coppo, e che guarda caso è nato da una scimmiottatura di deathstroke, pg della dc…

  12. “molto più comoda da raggiungere”?
    i casi sono 2: o hanno finito in tempo record i lavori che stavano0 facendo, o evidentemente hai scoperto una strada sconosciuta ai più, perchè qualche mese fa non so quante madonne ho tirato per torvare quella fottuta entrata a quella fottuta fiera… cristo, indicazioni cotrastanti e assenti, semafori messi in posizioni alquanto innovative tipo 3 di fila in mezzo a incroci etc etc la scelta della location è il motivo principale per cui non andrò mai più ad una fiera organizzata li a milano rho, e possono mettersi in culo i soldi del parcheggio…

  13. No, un attimo? Non lo avete chiamato? Non vi siete lamentati con i tizi lì? o.o

  14. Purtroppo le organizzazioni di questi eventi in Italia fanno parecchio acqua. Specialmente in fiere dedicate a fumetti o/e videogiochi.

  15. Ma in generale sono state fatte le cose da cani … Ci sono stato venerdì , per andare a fare un giro e eventualmente comprare qualche fumetto ; fiera grande facile da raggiungere , non troppo affollata ma appunto infinitamente cara … A me 16 € di parcheggio … comodo
    Comunque sta menata qui dell’autografo\foto con un personaggio famoso , l’hanno fatta nache con Bermejo che era ospite invece venerdì presso lo stand Alastor ; sono andato via prima ma su vari forum ho letto che anche lì appunto per autografi , foto , disegni , l’organizzazione è stata a dir poco imbarazzante … molto bene

  16. UomoCheSapevaTroppo

    Ti ho visto con Drom al paninaro che vendeva HotDog e avevi l’aria di “E che cazzo però”, ora capisco perchè!
    ORGANIZZAZIONE MALA: Ti svelo un segreto, prima di quella conferenza, Max si trovava nella zona Iron Man, forse l’hai vista (era un vero e proprio enorme ottaedro giallo grande quanto un cesso) dove si teneva la mini-mostra sui 50 di Iron Man appunto.
    Ecco, era lì a rilasciare un intervistina, credo e poi è stato ovviamente assalito dai fan, facendo numerose foto e autografi. SOlo che credo abbiano annunciato la cosa solo tramite megafoni per la fiera, non più di un paio di volte e ovviamente in modo insentibile, vuoi per la scarsa qualità del suono, vuoi perchè OVVIAMENTE nella bolgia della fiera come cazzo lo senti?
    Io e il mio branco di amici lo abbiamo infatti visto con la coda dell’occhio per caso e alla mia “Ehi ma è Max” vista la coppola tipica sua, appunto con la coda dell’occhio.
    Se ricordi la grandezza di quello stand, imamgini che schifo sia accaduto lì dentro, lì credo Max sia fuggito di sua spontanea volontà.
    PS: Il ritardo di ben mezz’ora (e più forse) della conferenza ha tolto anche il tempo che avrebbe potuto dedicare Max a qualche fan, direi anche…
    Niente, ci tenevo a dirti che Max era appunto presente per autografi e altro PRIMA, in modalità senza senso e senza avvisi, il fiore all’occhiello dell’organizzazione.

    • Ecco. Credo che il tuo messaggio racchiuda perfettamente il senso dell’articolo, specialmente la tua ultima frase

      “In modalità senza senso e senza avvisi, il fiore all’occhiello dell’organizzazione”

      Ma dico io, puttana vacca, se una conferenza comincia alle 16 in un’area ben precisa, come cazzo è possibile che io mi debba inventare di girare fino a 16.30 per la fiera nella speranza di trovare un altro stand in cui Pezzali firma autografi?
      Non ha assolutamente senso.

      • Sara ovvio ma pensa quanta gente è venuta solo sapendo della sua presenza, giochetto che in ogni fiera viene utilizzando come il pane e quel che conta per gli organizzatori sono i soldi incassate/numero paganti, perché dovrebbero farsi problemi sull’immediato?
        Per un po di anni ho avuto il tempo di andare alle fiere come il cartoomics, finché l’ingresso aveva un costo basso ne valeva pero questo è sperperare i tuoi acquirenti; Vedendolo dalla parte dei venditori privati che si comprano lo spazio l’amarezza aumenta, a dismisura, se si nota bene l’interesse e i maggior sforzi dell’organizzazione sono nel far pagare i privati, sia che siano compratori o venditori con stand.

      • dovevi andare via cantando a squarciagola : nord sud ovest est e a volte quel che cerco neanche c’è uououooooooo

  17. “che amarezzo” (cit. Cesare Cesaroni de ‘I Cesaroni’)… mi spiace per Farenz, poveretto, quasi quasi chiedevano a lui l’autografo… comunque è sempre così, lo portano via (Max Pezzali o vip che sia) perchè lo devono proteggere, com e se fosse oro…

  18. …ma cazzo vuol dire che eri a 2 metri da me e non ti ho visto?!?!?!?!….Cmq vorrei far notare che oltre i parcheggi dal prezzo improponibile (un mio amico di Milano è arrivato mezz’ ora prima di me e ne ha pagati ben 13 di euro cioè più del biglietto della fiera!!!)c’ erano anche le strade imcomprensibili causa lavori : vengo dalla provincia di Como e ci abbiamo messo 30 minuti ad arrivare a Rho e 40 per capire dove cazzo girare per arrivare ai parcheggi , considerando che comunque alla fine abbiamo parcheggiato lontanissimo.
    Ultimo commento : ma quanto era orribile la camicia che aveva su Max???…

  19. Come ti permetti di paragonarti con Pezzali, birbante!! Che non sei nemmeno capace a giocare a Pokemon Rosso per Gameboy! :D
    (cit. Il tizio polemico e confuso su Facebook)

  20. Mancanza di organizzazione riscontrabile in tutta la fiera, si sente la mancanza del serpentone della felicità dell’Hotel Executive in Garabaldi, dove si è sempre svolta ogni Cartoonmics degna di questo nome.
    No, invece tutti a Mazzo di Rho tra campi di pannocchie, lavori stradali e e infrastrutture intelligenti.

    Unica consolazione: aver visto Farenz e aver gridacchiato istericamente ‘Ommiodddioo, ma quello è Farenz!!’ per 10 minuti buoni infastidendo tutti i ragazzini vestiti (male) da Goku e Junior.
    Chiedere una foto? No siamo troppo timidi.
    È stato bellissimo lo stesso <3

  21. + tardi mi leggo tutti i commenti, per adesso dico solo che pare che abbia ragione il mio amico Stefano, quando dice che queste fiere, in grandi città, abbiamo solo lo scopo di tirar su soldi con i biglietti e l’indotto, +ttosto che creare un ambiente fiera dove l’espositore vende, l’ospite incontra i fan, la gente spende i suoi soldini e siamo tutti contenti.
    Un parcheggio a 11 e rotti euro, manco a Siena ho speso così tanto, e mi sono visto la piazza del palio, mica Max Pezzetta ;)

  22. É la dura legge del gol! Quest’estate ho visto due concerti a Rho, gods of metal e Cure, mi ricordo molto bene i dieci sacchi per parcheggiare, a meno che non lasciare la macchina in mezzo ad una rotonda.

Lascia un commento