La notizia buona e la notizia cattiva

Brutal Legend, uno dei miei giochi preferiti di sempre e con tutta probabilità il titolo che più mi è piaciuto di questa generazione.

Innovazione, creatività, genialità e humor a valanghe, il tutto condito da immagini, situazioni e momenti sonori assolutamente deliziosi, assolutamente metal.

Un gioco che mi ha dato immenso piacere, grandissima soddisfazione e che mi è addirittura dispiaciuto finire. Il capolavoro di Double Fine e Tim Schafer, uno dei pochi veri grandi Artisti del videogioco.

E quest’oggi, cari discepoli, per voi ho due notizie. Una buona, una meno buona.. o almeno credo.

Se conoscete il nome di Tim Schafer, dovreste tremare ad udire il leggendario nome di Ron Gilbert. L’unico, il solo padre delle avventure grafiche Made in LucasArts, colui che dal 1987 al 1991 ha dato vita allo SCUMM engine e ad alcuni veri e propri tesori, autentico patrimonio storico dei giocatori di oggi: Maniac Mansion, Zac McKraken, Indiana Jones & The Last Crusade, The Secret of Monkey Island e Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge.

Bene, quest’omino leggendario si è recentemente riaccasato con Tim Schafer al Double Fine Productions. E dopo aver ritrovato ancora il successo come editor del recente Death Spank, il nostro amato artigiano di avventure ha annunciato di essersi messo a sviluppare un nuovo, inedito progetto.

“È un’idea a cui ho girato intorno per molti, molti anni” ha detto in un’intervista a Kotaku “Ne ho parlato con Tim nell’arco degli ultimi mesi, e in qualche modo ci siamo giunti insieme. Sarà molto diverso da Death Spank, e per adesso si sta muovendo in una direzione davvero interessante. I fan di quelle vecchie avventure grafiche lo adoreranno.”.

Beh, che dire? Wow cazzo!!

E questa era la buona notizia. Sfortunatamente, è il turno di quella cattiva. Sono infatti venuto a conoscenza del fatto che, oltre a questo gioco da avventurosa erezione, Double Fine è attualmente al lavoro con altri 4 titoli: tutti live arcade destinati al digital delivery. COSA?!

E Brutal Legend 2?  “Oh, beh si,” dice Shafer, “l’universo dell’età del Metal ha raccontato giusto una frazione delle epiche storie che poteva narrare, e con tutto l’impegno che ci ho messo in tutti quegli anni di sviluppo, amerei davvero preparare il seguito. Per ora comunque è nel cassetto.”

COME CASSETTO!!

Che razza di idea di MERDA è posteggiare a tempo indeterminato il sequel di uno dei migliori giochi che questa sempre più sterile generazione ha da offrire in favore di QUATTRO giochini scaricabili? E adesso che ci si mette di mezzo anche il secondo incomodo, quanto passerà prima di poter nuovamente scorrazzare per le immense pianure con il nostro bolide hot rod?

Saranno pur giochini belli quanto si vuole, ma non posso pensare di dover stare anni ad aspettare i comodi dei Double Fine! NON E’ PER NIENTE FICO, CARO TIM! PER NIENTE FICO!

Sad face.

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

Lascia un commento