Le capacità dell’Hard Disk

hard-disk-interno-2tb

Vi invidio.
No, cioè… sia chiaro. Non invidio le vostre miserabili vite.
Invidio una caratteristica che in molti fra voi possiedono, che reputano quasi scontata… ma no, non è così.
E no, non è il vostro pene ridicolo.

E’ la memoria.

Purtroppo è una tara genetica ereditata da mia madre. Da ragazzino la prendevo per il culo perché aveva poca memoria e ora mi ritrovo nella sua stessa condizione.
Ed è una mancanza di memoria imprevedibile. Fortunatamente non capita (quasi) mai in ambito lavorativo, mentre in ambito “familiare” o “videoludico” sì.
Certo, non mi dimentico il nome di mio figlio, ma può capitare… anzi, capita frequentemente che qualcuno mi ponga una domanda su un gioco che ho concluso non più di 2-3 giorni prima e io boh… scena muta.

Ovvio.
Se alla poca memoria poi aggiungiamo la scarsa concentrazione o il portar avanti “meccanicamente” un gioco, mentre con la testa si pensano ai cazzi che ti ritroverai sulla scrivania lunedì mattina alle 8:00… beh, certamente questo connubio di aspetti non aiuta ad immagazzinare informazioni. Spesso inutili, questo è vero, ma a volte ridicolmente recenti e che io.. puf… ho dimenticato.

E’ questo il caso di pochi giorni fa.
Nella nostra chat di telegram il buon rabbino Avo, che solo recentemente come sapete si è prodigato nell’esplorare l’Hyrule più bella di sempre, stava bestemmiando chiedendosi il perché “la gabanella” – parole sue – ricevuta ad inizio gioco dal vecchio non bastasse a proteggerlo completamente dal freddo montanaro.

La risposta che mi venne più dal cuore fu “Figa Avo, mangia piccante che ti scaldi”.
E così risposi infatti.

Ma sono stato immediatamente redarguito, bacchettato, insultato per non aver citato i famosi CALDOPERONI.
So cosa sono, so a cosa servono per l’appunto, ma il loro nome non mi sarebbe MAI venuto in mente.
Nonostante abbia finito Zelda da relativamente poco tempo.
Nonostante abbia giocato a Zelda per decine e decine di ore.
Nonostante i caldoperoni li abbia usati in quantità abbondanti.

Eppure zero. Completamente dimenticati.

Certo, dirrete voi… a che cazzo ti serve ricordare un particolare così insignificante.
A nulla, cari i miei pettegoli patatini. Però mi girano i coglioni.
Perché ho una memoria di merda.

Ma sono l’unico qua dentro?

farenz2

 

 

 

la memoria, caldoperoni su zelda.

Prova a cercare ancora!

saccenti

Gli insopportabili

Immaginatevi la scena. Sono all’estero per lavoro, in compagnia di colleghi più o meno miei ...

20 Più commentati

  1. Per gli oggetti ho una memoria abbastanza buona, soprattutto se li uso spesso.
    Per i nomi assolutamente no: i vari capi dei villaggi me li sono dimenticati dopo la presentazione

  2. Hai già dato tu una risposta più che soddisfacente…i problemi e gli impegni, sia lavorativi che a casa, non permettono di concentrarsi troppo su ‘ste cose.
    Non so come facciano gli altri a ricordare così bene i vari dettagli tutt’ora…io è un “lusso” che da almeno 6/7 anni a questa parte non riesco più a permettermi.
    E me ne accorsi, prima che coi vg, già con i manga dove una volta ricordavo nomi, vita, morte e miracoli di buona parte dei personaggi importanti nelle varie opere lette…col tempo ho dimenticato persino i nomi.

    Ma penso dipenda anche da altri fattori: in primis, una volta non solo avevamo meno pensieri ma avevamo anche meno da giocare, perchè con la paghetta ti potevi permettere un gioco e non tre/quattro alla volta…quindi capitava a volte di giocare e rigiocare un determinato gioco e si finiva quasi per impararlo a memoria. O comunque rimaneva più impresso.
    Probabilmente se prendessi a mano A Link to the Past lo rifarei senza problemi, mentre il molto più recente A Link Between Worlds lo giocherei quasi fosse la prima run tanto poco che ricordo…

    E se le trame o gli avvenimenti principali si salvano dall’oblio (insomma, tutte le cose che è sufficiente ricordare a grandi linee) i dettagli sono ovviamente la prima cosa che si perde per strada.

    • verissimo.
      Senza contare poi che effettivamente un tempo compravamo meno titoli nel corso di un anno, quindi per forza di cose erano anche più brevi e soprattutto più rigiocabili.
      Qualcuno lo fa, ma a pensare oggi di ri-giocarmi un fallout 3 o il recente Breath of the Wild sarebbe una tortura. Quindi non continuando a ripassare determinate avventure, credo sia inevitabile che i ricordi svaniscano velocemente.

  3. Io sono uguale a te, se non peggio.
    Dimentico spesso un sacco di cose, che siano pezzi di trama, oggetti o equipaggiamenti.
    Volendo vederla in modo divertente la cosa aiuta perché, quando si rigioca un titolo, c’è sempre la sorpresa.
    Volendo vederla in modo realistico siamo dei dementi.

  4. Molto più comodo fare la ricetta per il vecchio e farsi dare la tuta contro il freddo.
    #fuckthepolice #swag

  5. Personalmente non ho mai avuto grossi problemi di memoria (oddio,non che sia sempre stato uno con la memoria ferrea,anzi)per esempio per le cose che realmente mi interessavano anche riguardo i videogames (di gears of war ricordavo a memoria ogni singolo nemico e cose simili (e non solo di quel gioco)) facevo fatica a dimenticarle e come te mi burlavo del fatto che mia madre non riuscisse a ricordare sempre le cose più recenti o semplici,bhe la pacchia è finita da quando ho terminato gli impegni scolastici,da allora c’è stato un trabocco nella memoria arrivando anche io a dimenticarmi delle cose avvenute di recente e la cosa mi fa incazzare non poco,penso che la cosa sia strettamente legata al fatto che nel tempo la mia mia capacità a concentrarsi sia scemata e quindi le informazioni non riesco più a tenerle salde come un tempo so solo che la cosa però è una grossa scocciatura

  6. Personalmente non ho più questi problemi, perché in questa generazione di console mi concentro su di un solo titolo per volta, quello ho quello finisco e su quello mi concentro.

    Difficilmente mi dimentico un titolo perché giustamente ho dato spazio solo a quello, tento anche di fare una pausa tra un titolo “pesante” o AAA con uno più cazzone cosi da non sentire il peso e di tenermelo in ricordo.

    Credo sia questo il tuo problema principale, non ti fossilizzi su un determinato titolo e continui a giocare al prossimo poi ovviamente hai più probabilità di dimenticartelo.

    Purtroppo sono scelte, o compri meno e giochi di più marcando il segno su ogni determinato titolo, o compri di più e ti fossilizzi meno su di ogni titolo dimenticando molte cose al suo interno.

  7. Stessa situazione anch’io Farenz… Però è normale.. Prima avevamo molte meno info da immagazzinare..molti meno cazzi da sbrigare.. e soprattutto non eravamo così stra-stra-pieni di informazioni che bombardano il nostro cervello ogni zero secondi..Con gli smartphone è cambiato tutto..cervello sempre lì a vedere/cercare qualcosa.. Ci informiamo di tutto e di più..leggiamo fisso!! E’ normale che il nostro cervello non ce la faccia più e manda nei settori del dimenticatoio moltissime informazioni catalogandole come non-indispensabili.. Oppure va in tilt completo x overfunzionamento!.. Basti pensare a quelli che dimenticano i bimbi in auto… Una cosa allucinante ma della quale non mi sentirei mai di accusarli… Un casino insomma!!! Dovremmo in teoria rilassarci un po’ di più e aver più tempo di riflettere su cosa facciamo durante il giorno ma…. IMPOSSIBILE!! Bisogna seguire il sistema e non si può tornare indietro mi sa… L’unica soluzione sarebbe che ci impiantino una qualche RAM e HD aggiuntivi!! :-)))

    Scusate la lungaggineeeee

  8. Ciao Marco,
    anche io negli ultimi anni perdo i colpi nel memorizzare certi dettagli.
    Rimanendo su Zelda, che sto tutt’ora giocando, il nome “caldo…”… ecco già non me lo ricordo piú….quelli insomma.
    Comunque rispetto ad una volta, certi dettagli di giochi che mi piacevano, rimanevano più impressi perché poche cose nella vita avevano una priorità maggiore.
    Ora che invece sono scesi di importanza rispetto ad altre cose, credo che la memoria faccia una certa selezione.
    Può fare incazzare ma mi sembra tutto abbastanza normale e nella norma.

  9. Personalmente ho un ottima memoria fotografica. Riesco a ricordarmi tutto quello di cui ho bisogno, sia videoludico che altro, semplicemente basandomi su una foto.

    Per citare qualche esempio a livello videoludico, non posso mai dimenticare ogni particolare della trilogia di Crash Bandicoot oppure, passare a ricordarmi ogni (quasi) enigma di The Last Guardian (O’ Guardiano).

    Certo, se poi dovessi passare a ricordarmi ogni singolo CAZZO di nome di un oggetto o di un personaggio di un videogioco, allora mi sarei già bello che sparato, perchè seppur io stesso abbia un ottima memoria, su certi dettagli non riesco proprio a ricordarli (a meno che non stia giocando/finito di giocare un determinato titolo).

  10. se la mattina non apro la carta d identita, non saprei nemmeno chi sono

  11. Io ho sempre avuto problemi a ricordarmi le facce e riconoscere le persone fuori contesto. per esempio incontro persone del lavoro al cinema, non le riconosco.
    Anche a me capita di dimenticare informazioni recenti. Proprio un paio di giorni fa un amico mi chiedeva della terza stagione di the Flash e mi sono reso conto che non ricordavo nulla dello scontro con il cattivo, ma proprio zero. Avrò visto la puntata nemmeno 10 giorni fa… sono messo male.

  12. Ultimamente mi capita meno, ma ho sempre scordato le cose.. so che sembra incredibile, ma da quando fumo (e non parlo di sigarette) mi ricordo di più le cose, e non è per fare mera e stupida propaganda, ma a me davvero è successo così.

    Però, quando prima mi capitava, molto spesso, succedeva in tutto.. ma una volta è stata davvero troppo ridicola, erano tipo le 19, mi chiama un mio amico : “oh dado allora tra 15 minuti da me” “vai tranquillo arrivo subito”

    Mi ha richiamato alle 20:30, ero sul divano annoiato che non sapevo che fare.. mi ero completamente dimenticato anche della telefonata.

  13. No, non mi capita mai, ho una memoria di ferro.

    Bell’articolo comunque, sei nuovo sul sito? Non mi ricordo di aver mai letto niente di tuo.

  14. Io mi ricordo tutto o quasi, anche perché di titoli non ne gioco troppi all’anno e non ho una vita impegnatissima al di fuori del gaming (anche se faccio le cose di tutti i giorni, sia chiaro), però “Figa Avo, mangia piccante che ti scaldi” mi ha fatto cadere dalla sedia!

  15. Io ho una pessima memoria, a volte mi capita di alzarmi, andare in una stanza e chiedermi “e adesso che cazzo devo fare?”
    Per cose più prolungate (es: impegni a giorni di distanza) tendenzialmente uso l’agenda del telefono, e segno tutto lì. Così non sbaglio. :D

  16. Come tutti sotto questo articolo io parlo “per me”, personalmente non credo che quando gioco di dare moltissima attenzione al gioco in se e di conseguenza non mi sforrzo abbastanza da ricordare ogni cosa che succede e ogni cosa che faccio.

    Mi spiego meglio, il gioco “a me” serve per me a rilassarmi, a stendermi con la memoria e le funzioni celebrali (per quante poche siano ^_^) e soprattutto a divertirmi sopra ogni cosa.

    Per questo i giochi troppo “impegnati” come di Dark Solus in cui devi metodicamente ripetere ogni area di gioco per poter proseguire e impararla a memoria gli attacchi di ogni NPC mi stanno sulle palle… “alla mia veneranda età” (30 anni per capirci) non voglio ritrovarmi a bestemmiare controla TV per aver perso perchè non mi ricordavo di dover schiavere invece che parare un determinato attacco, io voglio divertirmi in un Metal Gear Solid V in cui posso approcciarmi come voglio nelle missioni e riprenderci la mano dopo 5 minuti a mesi di distanza dall’ultimo gameplay, in un fallout 4 in cui voglio perdermi nel mondo di gioco avendo la giusta difficolta con i nemici di cui magari non mi ricordo esattamente come approcciarmi a loro.

    Non mi preoccupa il fatto di dimenticare come si gioca a un gioco, ma piuttosto mi preoccupano quei “tipi” che hanno davvero la memoria di ferro tanto da ricordarsi ogni moveset dei boss… va bene tutto, va bene la passione, ma mi verrebbe da chiedergli come cristo giocano o che cazzo fanno nella vita.

  17. Ciao farenz, io ho un ottima memoria ma limitata alle cose che mi interessano. Per facilità mantengo il tuo esempio: i peperoncini di zelda. So benissimo che cosa sono i peperoncini, come si usano e a cosa servono e li ho usati 1000 volte nel gioco ma come te non mi ricordavo il nome. Non perchè la mia memoria ha perso quel ricordo ma perchè probabilmente non ci è nemmeno entrato non avendolo mai letto. Io sapevo che se avevo freddo dovevo usare un peperoncino o una pozione e cercavo l’icona del peperoncino e della pozione. il nome credo di no averlo mai nemmeno letto perchè non interessava saperlo

  18. anch’io uguale. raramente mi ricordo a fondo un gioco.
    li gioco meccanicamente: nel senso che inizio uno e raramente ne inizio un altro… proprio per tener vivo il ricordo e il layout dei tasti. ma va a finire che una settimana dopo averlo finito mi ricordo pochissimo.

    se ho la fortuna di giocare 2 volte la campagna di un gioco allora invece me lo ricordo tutto.. ma ormai non lo faccio quasi più.

  19. Verissimo, anche a me capita: i dettagli svaniscono letteralmente dalla memoria. Ancora più sconcertante è che poi, ultimamente, della storia del videogioco mi importa sempre meno. Per esempio: sto giocando ora a Ni-Oh, non avevo mai giocato ad un dark souls et simili, e mi sta piacendo un sacco… Però la storia non la sto seguendo per niente. Cioè, a malapena so il nome del protagonista! Mentre mi ricordo, ai tempi dei vari final fantasy, sapevo vita, morte, miracoli, trama, sottotrama, speculazioni sulla trama, teorie più o meno plausibili (tipo quella di FFVIII che dice che squall muore all’inizio del CD 1. Totale). Siamo noi a invecchiare o sono i giochi ad aver perso appeal, il fattore wow, la magia?

Lascia un commento