il mio Companion non voluto

companion-app

Ciao a tutti ragazzi.

Ieri ho iniziato l’assassino, gioco dalle incredibili capacita’ tecniche, estremamente bug free tanto che e’ un piacere affrontarlo.

Finita la premessa “presa per il culo” veniamo all’argomento del giorno.

Le Companion App.

Per chi non lo sapesse le Companion App altro non sono che delle applicazioni per cellulare o palmare che si “allacciano” ai titoli che giochiamo su console o pc.
Queste applicazioni prendono varie forme, possono essere dei semplici questionari o prove di abilita’ oppure dei veri e propri mini-giochi che riprendono le fattezze del titolo principale, lo scopo e’ quasi sempre lo stesso, darvi qualche exp/soldi in piu’, sempre nel gioco principale, oppure semplicemente “sbloccarvi” qualche informazione in piu’ riguardo trama o personaggi.

Un esempio di Companion app diversa da quella descritta precedentemente potrebbe essere quella legata ai vari giochi di guida, in cui il dispositivo mobile puo’ essere usato come una specie di mini mappa fuori dal TV, sempre attiva e sempre utile.

Come vedete i loro utilizzi sono delle, concedetemi il termine, “comodita’”, nel senso che sono un qualcosa in piu’ per rendere la vostra vita in-game piu’ semplice, potete guidare con una mappa sempre sott’occhio senza dover mettere in pausa, potete nel vostro tempo libero quando siete fuori casa raccogliere qualche soldo in piu’ o exp in piu’ per poi sfruttarli ritornati sul vostro divano, insomma delle cose in piu’ che, anche se decideste di non usare, non andrebbero ad intaccare la vostra partita.

Questo per me era valido fino alla giornata di ieri.

Inizio AC Unity e, arrivato davanti al primissimo scrigno del gioco mi appare la scritta “sbloccalo tramite Companion App”.

Ottimo.

Inizialmente ero rimasto spiazzato ma informandomi ho scoperto che buona parte degli scrigni sono bloccati da questo avviso, praticamente se non si gioca ANCHE col cellulare non c’e’ modo di avere alcuni gadget vari che, onestamente, non mi sono soffermato ad approfondire ma che, in ogni caso, mi fa odiare profondamente questa pratica.

Non critico le Companion App sia ben chiaro, critico QUESTE App perche’ mi danno un senso di costrizione.
L’essere pubblicizzate nel gioco va bene, serve a farti sapere che esistono o ricordartelo, ma devono essere, almeno secondo me, discrete, non devi sentirtele sbattute in faccia ad ogni angolo, e’ lo stesso discorso che facevo ai tempi coi DLC di Forza Motorsport, a me il DLC non da fastidio, e’ a tua discrezione ampliare il gioco oppure no, mi da al contrario fastidio quando entri nel parco auto e quella piu’ appropriata alla gara o ai tuoi gusti personali ha una bella scritta DLC in bella vista.

Ora in Unity la mia mappa e’ piena di scrigni coi colori dell’App. ma non ci metterei la mano sul fuoco che la cosa si limiti ai soli scrigni, potrebbe benissimo sbloccarmi aree inaccessibili senza di essa (facendomelo pero’ sapere con un messaggio a schermo), ma non parliamo solo di AC, potrebbe tranquillamente aprire una moda generale, magari il prossimo Bloodborne ne sara’ provvisto e per raggiungere l’ipotetico mega boss stracazzuto dovrete prima sbloccarlo tramite Ipad.

Ora la palla passa a voi, io personalmente sono stato piuttosto chiaro a riguardo, quando gioco ad un titolo voglio concentrarmi su quello senza costrizioni, non voglio dover mettere in pausa, prendere l’Ipad, giocare li e riprendere il titolo principale avendo solo perso del tempo nel frattempo unicamente per poter aprire un qualcosa che ho davanti senza doverci ritornare in seguito, anche perche’ sicuramente per chi ha intenzione di millare (o platinare) AC quegli scrigni li dovra’ aprire tutti.

Ma tutto questo e’ ovviamente personale, probabilmente tra voi al contrario c’e’ chi ama queste cose, chi ama avere un gioco che si possa ampliare su vari dispositivi aumentando inevitabilmente le ore di gameplay e, appunto per questo, ho deciso di chiedere le vostre impressioni a riguardo, per leggere diversi punti di vista….

Ditemi la vostra ragazzuoli

firma lodoss

Prova a cercare ancora!

spiderman_guida

The GameFathers Live #63 – Un garbato ritorno ricco di contenuti

Sì lo so. Siamo mancati per un bel po’. Non avete idea di quanto sia ...

120 Più commentati

  1. Il bello é che questa companion ha una versione premium a pagamento…
    La cara Ubisoft ci prova.. Ed io esorto a mandarli a quel paese..
    Non so se ci avete fatto caso ma anche la app di far Cry 4 é gratuitaa piena di acquisti in app…
    Stendiamo velo pietoso su questo vezzo dei Publisher di spillarci più soldi possibile: NON CASCATECI!!

  2. non leggevo il termine “palmare” dal 2005, scherzi a parte io non ho mai provato alcun interesse per le companion app anche perché spesso sono abbastanza ripetitive e noiose, l’unica che non mi è dispiaciuto usare è stata la companion app di watch dogs che ho adoperato per un mesetto e si è rivelata essere anche abbastanza divertente

  3. Chi ama queste cose? Chi!!! Mi chiedo chi possa amare queste companion app!!!
    Io.

    Se un gioco ha una companion app, in genere la provo (posto che il gioco mi stia piacendo).
    Sarà forse una pseudo componente completista-viperfritziana del mio modo di giocare, ma se l’app viene realizzata in maniera interessante e soprattutto se interagisce attivamente col gioco su console fissa, l’app è mia a prescindere. A pagamento o gratuita che sia.

    Esempi?
    L’app di Mass effect 3 (mi pare si chiamasse Infiltrator), che oltre ad essere un gioco di per sè mi dava bonus per nel gioco su 360. Altre companion app che per ora mi hanno sempre dato soddisfazioni sono quelle dei giochi ubisoft. L’anno scorso gestire la mia flotta in Black Flag (con relativi bonus nel gioco su PS4) è stato piuttosto divertente, specie durante le sedute sul cesso.
    Stesso dicasi per Watch Dogs, che in un modo o nell’altro mi ha permesso di giocare online contro Gatto che nemmeno aveva il gioco.
    Ed ora c’è la companion app di Unity, che dopo averla provata mi ha spinto proprio stamattina a spendere l’esosa cifra di 1 euro e ben 79 cents, per ampliare l’esperienza di AC Unity anche al di fuori delle mie sessioni su PS4.
    Sembra che almeno in questo campo Ubisoft abbia imparato bene come muoversi.
    Ubisoft ladra? Ma per piacere.
    Esattamente come per qualsiasi altra cosa, non vi interessa? Non comprate le companion app.

    • “Esattamente come per qualsiasi altra cosa, non vi interessa? Non comprate le companion app.”

      Il problema è che se a me non interessa non è che si sbloccano (o spariscono) i forzieri da Unity, ma quello si che mi interessa!

    • non sono asdolutamente d’accordo. e se un povero cristo non ha un cellulare da 500€ come il tuo come le gioca queste app?? Io ho un lumia 520 mica vado a spendere e gioco a unity. Bene mi vedo un gioco castrato perché non posso nemmeno scaricare l’app. Ma per favore….

      • Non è assolutamente simpatico da dire, ma io credo che tu sia un esponente di una fascia piuttosto ristretta di videogiocatori del 2014.
        Ad ogni Raduno angolare mi stupisco sempre di quanti ragazzi molto giovani siano dotati di smartphone decisamente migliori del mio. Quindi sì, sei la pecora nera del mondo videoludico. Vergognatene :D

        • La cosa di cui mi stupisco non è tanto Ubisoft che cerchi di mettercelo nel culo, ma sentire persone che ringraziano anche e cercano di convincere altri a piegarsi a 90 come loro.
          Ok diciamolo: se non hai un ipad oppure uno smartphone sei un pezzente e devi avere un’esperienza monca rispetto agli altri. Questo è quello che stai affermando Farenz.

          • Sto dicendo esattamente l’opposto.
            Non hai un iPad? Non hai uno smartphone?
            Benissimo, non devi (anche perchè non puoi) supportare queste meccaniche commerciali.
            Però poi devi essere coerente con te stesso e non devi comprare il gioco sviluppato da una SH che ha cercato di mettertelo in quel posto.
            Sia con le companion app, sia con i dlc, con i season pass, eccetera.
            Ma, permettimi la domanda, con cosa giochi?

    • sono d’accordo, almeno in questo frangente, d’accordo con te riguardo la termine “Ubisoft ladra… ma per piacere”.

      in questo caso non e’ una ladrata, non e’ una mossa di sottobanco considerando che l’app, almeno quella per aprire gli scrigni (suppongo visto che non l’ha scaricata) non e’ a pagamento ma gratuita, la cosa che mi da fastidio e’ la sua persistenza e presenza fissa nel gioco, esattamente come erano i DLC di Forza, non erano obbligatori, nessuno ti costringeva a comprarli ma la loro presenza li ad invogliarti ogni volta che entravi nel garage era per me fastidiosa appunto per la sua insistenza.

    • hai ragione… Scaricarsi un app perché altrimenti non posso accedere a dei contenuti di gioco già presenti sul disco non è una ladrata… È’ una troiata.

  4. Quello che io non sopporto in questa faccenda è che essenzialmente ci troviamo davanti per l’ennesima volta a un gioco “incompleto”.

    Perchè se io compro un gioco e questo non mi da la possibilità di accedere a TUTTI i suoi contenuti, mi rimarrà sempre in mente come un gioco in cui manca qualcosa.

    Dico questo principalmente non perchè non ho voglia, al contrario di lodoss, di mettere in pausa, prender l’ipad… etc… ma io semplicemente NON HO un ipad! e il mio cellulare è decisamente troppo vecchio per supportare ste applicazioni. Io prendo il gioco per la mia console, dove sta scrito che per esperienziarlo al 100% devo avere anche un ipad a disposizione?

    • Ma a fine 2014 siamo ancora a piangere sul “non poter finire un gioco al 100%”?
      Cazzo è da almeno 6-7 anni che su console esistono i dlc nel 90% dei giochi che escono. E ancora pensiamo di poter finire un gioco al 100% senza pagare di più?
      Sia chiaro, non voglio difendere queste subdole mosse di mercato, ma mi dà un fastidio enorme pensare che oggi ci sia gente che non si accorga di come il mondo dei videogiochi sia fortemente cambiato.

      • No aspetta, immaginavo che stesse per arrivare questo commento.
        I DLC sono parti “extra” e vengono trattare come tali di solito, come ad esempio nei trofei dove sono nella loro sezione a parte.
        Quindi nonostante i dlc io posso andare in negozio, comprare un gioco e completare il “gioco base” al 100%.

        Qui stiamo parlando di un caso dove parte del “gioco base” viene tenuta in ostaggio da qualche trucchetto. A questo punto la cosa mi sta sulle balle.

        Quindi sì, alla fine del 2014 sono ancora uno che si lamenta che non può finire il gioco al 100%, perchè ritengo giusto far notare, almeno qui sull’angolo che considero un posto dove fare questi discorsi “da bar”, le cose che non mi piacciono.
        Inoltre per quanto mi riguarda il “non voglio difendere queste subdole mosse di mercato”, essendo però il primo che ci partecipa ti rende parte del problema.
        Se sei contento così, per carità, fantastico! Son contento per me, ma non sperare che tutti condividano.

        • Assolutamente no, non spero che tutti condividano, ma spero che tutti si rendano conto che la companion app vada considerata alla stregua dei DLC.
          Se col tempo avete imparato a digerire DLC (che li compriate o meno) lo stesso farete con le app.
          Con un’unica differenza.
          La companion app è gratuita, innanzitutto. Paghi (opzionalmente) per avere la versione premium che ti sblocca qualcosa in più all’interno dell’app.
          L’app serve per giungere al 100% di un gioco? Benissimo. E i dlc?
          Non parlarmi di trofei od achievements, perchè non è quello su cui si basa il 100% di un gioco a parer mio.
          Vuoi giocare a Bioshock infinite al 100%? Bene, ti devi scaricare i dlc, peraltro nemmeno tanto economici.

          La companion app funziona allo stesso modo, solo che viene rilasciata gratuitamente e ti consente, volendo, di continuare a portare avanti la tua esperienza di gioco con Unity, in questo caso, anche quando sei in pausa pranzo in ufficio.

          Pensi sia una bastardata per tutti coloro che non hanno un cellulare in grado di supportarla? Facciamo un breve calcolo. In percentuale, quanti sono i videogiocatori che a fine 2014 hanno console da 500 euro e non hanno uno smartphone? Io credo una fascia esigua.
          Personalmente credo sia una bastardata allora continuare a rompere i coglioni sul prezzo dei giochi di oggi quando
          A. Costano meno rispetto ad un tempo
          B. Le offerte sono sempre di più.
          C. Il costo al lancio di un gioco rimane invariato, mentre le spese per sviluppare il tuo AC Unity, che non riesci a completare al 100% senza app, aumentano di anno in anno.
          Ti giunge forse strano che l’industry cerchi di ri-guadagnare tramite (anche) queste modalità?
          Modalità, sottolineo, opzionali.

          Concludo infine facendo un ragionamento ancora più terra terra.
          Stiamo parlando di una cazzo di app per raggiungere il 100% di un gioco. Attenzione.
          App per raggiungere il 100% di un gioco.

          • Concordo sul fatto di essere in minoranza riguardo al fatto di non aver sufficienti gadget tecnologici rispetto alla media.

            Ma il mio punto non cambia.

            Come ho scritto in risposta a Omegashin qua sotto (cavoli sto sparpagliando sto discorso ovunque!) è una questione di compro un qualcosa, quel qualcosa è incompleto, per un motivo o per l’altro. Per me i DLC sono qualcosa che si aggiunge al prodotto “completo”.
            Questo era quello che intendevo con completare al 100%, non tanto leggere la percentuale da qualche parte, ma il saper di POTERLO fare, che io poi effettivamente lo faccia o no.

            Quindi se io compro un gioco al negozio e per completarlo mi serve un’app a parte, dal mio punto di vista questa app tanto opzionale non è a questo punto, quindi io mi ritrovo con un gioco “incompleto”, per quanto la quantità di incompleto sia decisamente bassa.

            E’ una questione di principio.
            Adesso riceverò un sacco di “Vecchio coglione sempre a lamentarti sei, guarda che il mondo è cambiato”, sono il primo a dirmelo, ma è proprio per questo che vengo sull’angolo. Per potermi lamentare come un povero vecchio :P.

            Permettimi di farti notare infine che se ti va bene “che l’industry cerchi di ri-guadagnare tramite (anche) queste modalità”, proprio tanto contro a “queste subdole mosse di mercato” non sei. :P

          • Ma certo. Proprio perché sei un vecchio di merda come me dovresti apprezzare questi discorsi da bar sull’Angolo. Ma al tempo stesso, proprio perché anagraficamente sei un catorcio, io non posso accettare che tu possa pensare che, parole tue, i dlc SI AGGIUNGANO al prodotto completo, quando da anni ormai veniamo presi per il culo con DLC al dayone o capitoli estrapolati dall’avventura principale.

            Io non giudico chi compra i DLC così come non giudico chi, come me non li compra per il 99% dei giochi che acquista.
            Ma, ripeto, ciò che mi stupisce è la concezione differente per due diverse tipologie di contenuto digitale offerto ma il cui fine ultimo è esattamente lo stesso.

          • Sul concetto generale ti do ragione Farenz, io compro i dlc che mi interessano, uso le companion app che mi interessano (oddio, ormai non più, cell e ipod troppo vecchi a quanto pare…), non mi faccio nessun problema a dare i soldi a una software house se produce qualcosa che secondo me vale il “prezzo del biglietto”, ad esempio, secondo i miei gusti personali, più o meno tutto ciò che pubblica Bioware…
            Non gioco più ad AC dal secondo capitolo, ma qui Lodoss se non sbaglio parla di un’app per aprire dei forzieri… Cavolo è come se girassi per casa e improvvisamente mi trovassi le porte chiuse senza maniglie con sopra scritto “scarica un’app per aprire le porte!”. E’ parecchio invadente… Il problema non sono le companion app di per sè, il problema è l’invadenza di questa in particolare! Ribadisco che non avendo il gioco non sono sicuro di aver capito come funziona e mi scuso se sto dicendo stronzate…
            Un modo meno invadente di sfruttare tutto questo? Un’app che ti fa fare certe cose che sbloccano dei tesori che magari compaiono SOLO A QUEL PUNTO in certi punti della mappa, oppure nella tua “base” o quel che è… Sembra una stronzata e una differenza minima, ma almeno chi non ha l’app non ha l’impressione di essere privato di qualcosa! Se no è come trovare per terra un piccolo tesoro, bellissimo, che non vedi l’ora di avere, e quando stai per prenderlo essere respinto da una specie di barriera invisibile XD

          • Sull’invasività di questa particolare esperienza in Unity, caratterizzata da scrigni inaccessibili senza i minigiochi sulla companion app ti do ragione, ma solo in parte.

            Preciserei una cosa, per chi non sa: gli scrigni in questo AC sono di 4 tipi:
            – Bianchi: si aprono normalmente
            – Rossi: si aprono solo se si ha l’abilità da scassinatore
            – Gialli: si aprono solo con l’avanzare di livello di Arno (mi pare)
            – Blu: si aprono solo tramite app.
            Se tutti gli scrigni fossero bianchi, come nei capitoli precedenti, e ti dovessi trovare a farli passare tutti e a vedere “ok, questo lo apro” o “cazzo, questo non posso aprirlo perché non ho l’app”, non solo la necessità dell’app sarebbe invasiva, ma ti romperesti pure le palle.
            Qua invece sai che i blu sono quelli dell’app e li puoi evitare tranquillmente.

            Certo, ti rimane la voglia di aprirli… e lo puoi fare gratuitamente giocando sull’app.
            Ma sperare che una SH non ti invogli ad “espandere la tua esperienza di gioco” tentandoti in un’ulteriore spesa non solo è piuttosto ingenuo, ma sarebbe realizzabile se vivessimo tutti quanti nel Muilino Bianco con Banderas.

    • Bugisbug , non devi viverla cosi’! pensa essenzialmente che il 100% del gioco e’ il gioco senza le app da cellulare, e che il gioco completato comprensivo di app da cellulare rappresenta il 101% o il 110% o il 150% e cosi’ via. In quanti giochi su 360 , precedentemente millati ,abbiamo portato a più di 1000G grazie ai vari DLC? Molteplici. Il principio è lo stesso….
      Se ci pensi anche se tu ora completassi Unity al 100% comprensivo dei forzieri incriminati (e ti ritenessi quindi soddisfatto perchè nella tua testa “l’hai finito al 100%”), chi ti dice che in futuro non possa venire fuori un dlc nuovo? E in quel caso? Continueresti a lamentartene? Sentiresti che quel senso di completezza precedentemente raggiunto e’ ora svanito?
      Raga, state scialli, vi fate problemi per niente. Come ha detto Farenz, sono dei plus che se uno vuole compra, altrimenti no. Fidati che questo non comprometterà per niente il tuo divertimento.

      • Come ho risposto prima a Farenz, non è una questione di leggere quel 100% scritto da qualche parte, fosse nella lista dei trofei, achievements o nella mappa di gioco.

        Il concetto è: Compro un gioco? –> Voglio un prodotto “completo”.

        Cosa che in questo caso non succede.

        Poi che io mi diverta o no, che lo finisca effettivamente al 100% o no, non importa in questo discorso.
        Il mio era l’ennesimo sfogo contro le pratiche commerciali di merda, perchè non mi piace l’idea del rassegnarmi e unirmi al “Ow il mondo è così, mettiti a 90 anche tu.”

        Sarò scemo io…

        • Non è questione di essere scemi, ma di poco realisti.
          Ripeto: vuoi boicottare questo trend? Fight the power?
          Fuck the system?
          Non comprare il gioco.
          Non comprare nessun gioco che preveda dlc.
          Non comprare nessun gioco che preveda un online a pagamento, visto che su pc è gratis.
          Poi però non ti lamentare se ti rimane FreeCell di Windows 95.

          • Oddio a questo punto potrei anche risponderti che (non indirizzato necessariamente a te):
            Continua pure a preodinare e comprare al day one, magari con il season pass.
            Continua a comprare i DLC & company.
            Poi però non ti lamentare se i giochi escono:
            – pieni di bug
            – pieni di microtransazioni
            – con contenuto tenuto da parte per esser venduto come dlc
            – senza più contenuti sbloccabili perchè ormai quelli sono a pagamento
            – …

          • Oddio… francamente non vedo il nesso tra l’acquisto al dayone e i problemi tecnici di un gioco o le problematiche di tipo commerciale.
            Se però io e te cominciamo ad eliminare tutti i giochi con queste caratteristiche ci ritroviamo a fare “un doppio” a Tumblepop.
            Benvenuto 1990!

          • Fatta! Hai un Tumblepop personale o devo portare il mio?

          • Io sono d’accordo con TheBugIsBug, per quanto abbia uno smartphone.
            Se per assurdo mi trovassi ad arrivare in un’area dove sudo lacrime e sangue in un Souls e trovassi un forziere con scritto “Devi sbloccarlo tramite app”, mi girerebbero le palle non poco per un semplice motivo: io ho comprato un gioco per una console e non “un’esperienza videoludica multidevice”.
            Trovo più sensato, ad esempio, quando un DLC aggiunge sotto forma di EXTRA aree, missioni, circuiti, item che rendono la vita più facile e tutto quello che vi pare. Ma se io mi trovo un contenuto bloccato in-game nel normale svolgimento non è prettamente un extra.

            Poi, ripeto, io sarò all’antica, ma i giochi che richiedono (e sottolineo, RICHIEDONO, non in modo opzionale) dei passaggi online, degli acquisti di contenuti o roba extra, li evito come la peste. Sia che si tratti di contenuti gratuiti che a pagamento.
            E non è questione di realismo, a me delle percentuali di completamento fottesega, però avere la sensazione di comprare un prodotto “monco” dà fastidio. La mancanza di un extra non rende il prodotto incompleto, ma trovare millemila forzieri da sbloccare con smarpthone rende, di fatto, il prodotto incompleto perché si tratta di una politica di pubblicità INVASIVA, a prescindere dal “realismo” nell’accettarlo o no e dalle ragioni che spingono a stracciare il cazzo con questi moderni banner…

          • Mi sfugge qualcosa. Copio e incollo.

            “Ma se io mi trovo un contenuto bloccato in-game nel normale svolgimento non è prettamente un extra.”
            “Trovo più sensato, ad esempio, quando un DLC aggiunge sotto forma di EXTRA aree, missioni, circuiti, item”
            “sarò all’antica, ma i giochi che richiedono (e sottolineo, RICHIEDONO, non in modo opzionale) dei passaggi online, degli acquisti di contenuti o roba extra, li evito come la peste”

            Mi sembrano ragionamenti un pochino contraddittori fra loro.
            Senza contare poi l’accettazione dei DLC, che molto spesso si trattano di aree già presenti su disco e sbloccabili tramite obolo.
            Se tu accetti questa cosa non mi sembri tanto all’antica… anzi… sei un videogiocatore di ampie vedute come i più giovani, abituati recentemente a mosse di questo tipo.

          • Forse non mi sono spiegato bene: un’area alla quale non posso accedere è diverso da non poter accedere a contenuti (forzieri, barili, quel che l’è) disseminati all’interno di un’area che sto esplorando.
            Ho fatto per quello l’esempio dei Souls: se so che in un’area non ci posso entrare perché extra, pace, me ne faccio una ragione e se mi piace il gioco lo prendo. Ma se invece faccio i salti mortali per arrivare in una stanza con 100 forzieri e 10 sono bloccati dall’app mi girano le balle perché dà una sensazione più “reale” di qualcosa di incompleto.
            La frequenza o invasività di tale strategia ne determina la percezione della stessa: più lo vedi più girano le palle.

            Prendiamo ad esempio un qualsiasi gioco di guida Drivers Sticazzi Racer 3: so che ci sono 30 circuiti di cui 5 sbloccabili a pagamento. Il gioco mi piace, ok, lo prendo. Voglio spendere altri soldi? No? Bene, ti fai bastare i 25 circuiti.
            C’è una classe di personaggi che in un RPG puoi ottenere solo pagando? Ok, ci sta.
            Così non si ha la percezione di una mancanza, bensì di un contenuto aggiuntivo.
            Il discorso dei forzieri cambia perché presumibilmente non ce ne sono 10 durante tutto il gioco, ma ben di più (supposizione, eh); vedere un messaggio che ti sponsorizza l’app ogni 10 forzieri? Ogni 20? Ecco, così è fastidioso. Lo vedi una volta su 100? Si sbollisce subito, ma hai sempre la sensazione che manchi qualcosa.
            Questo è come la penso io, non so se si basa sullo stesso ragionamento anche TheBugIsBug.

          • Aggiungo solo una cosa: quando dico richiedono intendo che è obbligatorio.
            Facciamo un parallelo con Metal Gear Solid 1: PsychoMantis. Se invece di quel giochetto ben noto per menargli le mano fosse stato necessario sbloccare un contenuto via app o via DLC, ragionando alla membro di segugio volutamente per “forzare” il concetto, io avrei preso il cd/dvd di MGS e gli avrei dato fuoco inneggiando a Ra (all’epoca ricordo che il fenomeno dell’usato era ancora poco diffuso, altrimenti l’avrei venduto).

          • ti pare che il paragone tra il poter aprire un X numero di scrigni completamente trascurabili con la sconfitta di un boss di MGS1 possa sussistere?

          • No, ma ho detto che ho detto che ho volutamente forzato il paragone, alla membro di segugio tra l’altro. Il concetto di base, senza forzature, era quanto sia rompicoglioni vedere messaggi in-game più o meno frequenti in riferimento alla possibilità di accedere solo dopo aver pagato o utilizzato l’app.

        • Ma di nessun gioco avrai mai la certezza di averlo “completo” al momento dell’acquisto. Nessuno impedisce ad una software house di pubblicare un dlc anche a distanza di molti molti mesi. Le app ed i dlc sono dei contenuti AGGIUNTIVI , non atti a completare un prodotto monco.

          • Ma se sono AGGIUNTIVI, perchè sono mostrati nella versione base del gioco? Come a sottolineare che stai vivendo un’esperienza incompleta.

          • Ha detto bene Zoro145 e credo volesse dire la stessa cosa anche TheBugIsBug: è l’invasività a dare l’impressione del gioco incompleto non la presenza, di per sé, di contenuti aggiuntivi.

    • Thebugisbug non sono d’accordo… per me un gioco “incompleto” e’ quando ti mettono un DLC con pezzi della trama gia su disco ma oscurati, finali reali, armi importanti non accessibili se non sborsando ulteriori soldi…

      Questo caso e’ diverso, il gioco non e’ che e’ incompleto, e’ fin troppo completo, solo che l’unico modo di finirlo del tutto e’ uscire dal gioco stesso e continuarlo da un altra parte (gratuitamente)…

      il motivo del mio disappunto era la noia di vedere queste cose sempre in primo piano come se mi spingessero a forza di mettere in pausa e giocare con altri dispositivi

  5. Sono d’accordo con te, non ha senso fare App del genere, è come una piccola DLC che devi avere per forza per sbloccare certe cose. Ora non ricordo bene tutti i dettagli della App di Watch Dogs, ma mi sbrava un ottimo ampliamento al gameplay soprattutto perchè il protagonista usava uno smartphone e quindi la App era più che giusta e azzeccata, una schifezza come quella di AC Unity non è per nulla comoda e utile

  6. Concordo con TheBugIsBug. Farenz, tu fai l’esempio della companion app di Mass Effect 3 : quello strumento ti permetteva di aggiungere “punti” alla tua flotta, ma “punti” che potevi guadagnare comunque all’interno del gioco. Qui si parla di contenuti messi in bella vista, virtualmente accessibili, ma bloccati per chi non usa (o non può usare causa mancanza di dispositivo) una companion app (neanche gratuita a quanto pare). Sono due cose diverse: la companion app, come i DLC, dovrebbero dare dei contenuti in PIU’, non sottolineare che io in quel momento sto usufruendo di MENO. E’ una bastardata! XD

  7. Questo articolo mi rimanda a tempi lontani quando ai tempi del dremcast potevi smontare l’accrocchio con scherimo dal pad della suddetta console e continuare con mini-giochi,come accudere i propi “cucccioli” in sonic per farli poi gareggiare in diversi tipo di competizioni quale corsa,circuiti ecc…quella era un opzione simpatica che accompagnava le noiose mattinate a scuola,oggi giorno invece si basano su lucro lucro lucro e ho detto tutto con questo…

    • Per le C.app ok che sono gratuite e’ vero, ma la direzione di oggi e’ quella inevitabile di frammentare sempre di più’ i giochi per espanderli a pagamento per aumentare i profitti.
      Sarò’ nostalgico,anacronistico ed antiquato ma certe cose non le vedo come valori aggiunti,se non in rari casi,non avendo infatti mai credo acquistato DLC…non li comprendo ancora…sarò’ antiquato…forse e’ ora di comprendere che il mercato si e’ evoluto,ma dove andremo a finire?

  8. Prendete Joker e uccidetegli Batman.

    Prendete Megatron ed eliminategli Optimus Prime.

    Prendete Gambadilegno e fate sparire Topolino.

    Ecco, io quest’oggi, dopo aver letto che anche Farenz, la mia grande nemesi nei confronti di queste pratiche “consumistiche”, il mio contrapposto fisso a cui appoggiarmi quando volevo essere sperculato per i soldi che le software house riuscivano a spillarmi dal portafogli, ha dato il suo beneplacito controfirmato da quegli 1,79 euri, mi sento come potrebbero sentirsi i succitati personaggi.

    Trionfatore ma empio.

    Compiuto ma disorientato.

    Sull’orlo di una crisi di panico.

  9. Prima di discutere se questa App di Unity sia sbagliata o meno sarebbe bene specificare se:

    A. è a pagamento
    B. cosa sblocchi effettivamente, se solamente crediti virtuali o oggetti/luoghi più o meno importanti
    C. comprometta il 100% del gioco (ed eventualmente premi legati ad essi) o il 100% degli archievements

  10. Ebbene si, vista la profondità dell’argomento mi trovo costretto a dire la mia. So che non ne sentivate la mancanza ma invece ve la beccate. Ovviamente chi non leggerà per intero il mio commento verrà bannato per sempre dall’AngoloDiFarenz oltre che essere trollato nei decenni a venire.
    Trovo le vostre lamentele utili come un “leccalecca al gusto di merda”:
    non volete giocare o interagire con queste companion app?? orsù non fatelo, non finirete il gioco al 100%( come spessissimo accade o platinate anche la settimana enigmistica cartacea??) e il vostro pene sarà un po’ più piccolo agli occhi di un altro nerd.
    Io, che sono un polemico per natura, non trovo un buon motivo per lamentarsi di una cosa gratis…
    Vi ricordo che avete sempre la facoltà di non comprare tutta la merda che esce al lancio ma di fare un po’ di selezione ed evitare i giochi con le companion app…magari se vendessero meno smetterebbero di proporle…
    Saluti

    • Col rischio di inimicarmi mezza utenza, ti dico la mia: secondo me le lamentele che leggiamo sono finte. Le companion app ed i DLC non destano scandalo.
      E’ che proprio alla gente piace far finta di scandalizzarsi perchè “fa figo”.

      ps: stupendo il “Trovo le vostre lamentele utili come un leccalecca al gusto di merda”

      Eroe dell’angolo

    • Apprezzando tantissimo la citazione a Dodgeball, mi trovo sostanzialmente d’accordo. Se tutti smettessero di urlare la propria indignazione ai quattro venti e la dimostrassero con i fatti probabilmente molte di queste mosse commerciali ciucciasoldi non esisterebbero più. Da parte mia, non essendo attratto da questo tipo di proposte non le scarico, ma non mi lamento della loro esistenza. Oramai credo di aver raggiunto la pace dei sensi, e dopo essermi indignato anch’io contro i vari DLC e season pass, ora mi limito semplicemente a non comprarli ed a sbattermene.

    • Wtf! Sivo hype! Pensavo che Farenz ti avesse chiuso in un piano digitale dell’Angolo tipo Tron :O

    • Io personalmente faccio le mie scelte videoludiche su altri parametri. Il problema è che certi trend si stanno diffondendo a dismisura, tanto da trovare microtransazioni su giochi non f2p (es. Bravely Default). Certo, uno p libero di non usufruirne, ma ciò non significa che non può dare fastidio.

    • Non condivido una virgola.
      Il fatto che il mercato vada in una certa direzione, non vuol assolutamente dire che allora sia qualcosa che vada accettato o che sia una giustificazione valida a niente, si potrà fare poco e nulla a riguardo, siamo d’accordo, ma cazzo accettarlo come fosse la normalità proprio no e non è un discorso di luddismo videoludico, ma di avere ben chiaro cosa sia un’inculata con la sabbia e magari evitare di ringraziare, qualora se ne riceva una. Mi sembra altrettanto superficiale considerare indiscriminatamente tropywhore chiunque voglia finire integralmente un titolo acquistato, come se l’unico motivo possibile fosse di far vedere la maestosità del proprio epeen al prossimo. Cazzo l’ho pagato, se mi piace, è naturale che voglia completarlo il più possibile, specie se la logica di base non è di cambiare giochi come fossero le liane per Tarzan.
      Ancora, il fatto che l’eventuale app o che una cosa qualsiasi sia gratuita non la rende automaticamente accettabile, a maggior ragione in un casi come AC in cui non guadagno risorse che eventualmente potrei grindare in game, ma sblocca un personaggio che ho pagato, cosa che idealmente vorrei fare attraverso il titolo su console/pc, non certo tramite giochini, generalmente del cazzo.
      Siamo perfettamente d’accordo sul fatto che la gente sia imbecille e che se non lo fosse, non ci sarebbe mercato per queste puttanate colossali, ugualmente non mi sembra che questo renda più accettabile questo tipo di pratica.

      • dipende di quale companion app si parla , alcune sono realizzate discretamente bene e sono gratuite , per esempio ho apprezzato moltissimo quella di battelfield 4 che ti dava il potere di gestire le varie squadre e vedere il campo di battaglia dando supporto e consigli alle truppe in campo.
        quella dell’assassino non ho idea di come sia fatta , come al solito aspetto gli sconti di Natale che probabilmente taglieranno i prezzi di un ventello (generalmente è un gioco che si deprezza a una velocità mostruosa)
        in sostanza non bisogna alzare veti su cose che si stanno evolvendo perchè potrebbero benissimo migliorare l’esperienza di gioco , ora essendo al loro inizio sono particolarmente rozze ma non è detto che in futuro dopo le dovute sperimentazioni possano diventare qualcosa di imprescindibile in un gioco come la parte del multiplayer online.

        • Ripeto: il fatto (molto probabile, per carità) che diventi parte imprescindibile in un gioco non è qualcosa di necessariamente positivo o che vada preso come tale, specie con questo gratuito, ottuso e nauseante grado di fiducia e apertura, come sprovveduti che non si rendono conto che nuovo non equivale a buono.

          • questo non puoi saperlo :P , non è detto che sia qualcosa di neccessariamente negativo come ho spiegato nel mio esempio ; anzi a dirla tutta l’app funzionava da Dio il gioco invece alla relase crashava praticamente ad ogni partita

          • Oddio, certezza totale no, ma esperienza e ragionamento sono un’ottimo punto di partenza per stabilire cosa possa essere buono o cosa possa non esserlo e cosa probabilmente sarà.
            Esempio: le precedenti collector edition di prodotti Blizzard si sono dimostrate essere probabilmente le migliori sul mercato, come rapporto qualità/prezzo, (per esperienza personale e/o nell’aver seguito un certo numero di unboxing), quindi mi aspetterò che lo sia la prossima, viceversa se quelle EA son sempre state caciottose e costose, e la prossima mi attrae, starò ben attento ad evitare di ignorare i dati che ho ottenuto sin’ora.
            O ancora: l’idea di dlc è teoricamente ottima, visto che mi dovrebbe prolungare il divertimento con un determinato titolo, l’implementazione dei dlc è al 99% un’inculata coi vetri rotti. Ergo di base è abbastanza da sprovveduti avere un atteggiamento positivo, al posto quantomeno di neutro, verso un nuovo dlc di cui non si sappia nulla.

  11. Mi sembra di essere tornato a fine anni 90 quando per ps1 e Dreamcast c’erano le memory card tamagotchi,pocket station o come cavolo si chiamava,sempre trovati odiosi i giochi a componenti aggiuntivi,sia che siano dc sia che siano appena per cellulare..

    Se proprio volete usare queste applicazioni e non avete un cellulare di fascia alta potete usare il PC,esistono programmi per installare le applicazioni Android su computer e mi dicono funzionano abbastanza bene

  12. Non mi trovo assolutamente d’accordo sul fatto di paragonare una app a un dlc . Uno aggiunge ore di gioco sulla piattaforma e i. Alcuni casi anche pezzi importanti di trama. La app dovrebbe solo migliorare l esperienza di gioco con alcune funzionalità in più che non ho mai trovato essenziali ma non che per aprire uno scrigno devo giocare sull cell non esiste.

    • ma quello scrigno NON ESISTE. hai solo la “sfiga di vederlo”. Ma devi considerarlo alla stregua di un dlc in quanto contenuto AGGIUNTIVO. Il NON aprire quello scrigno non mina assolutamente la tu aesperienza di gioco , poiche’ puoi comunque goderti il gioco senza problemi.

      • no no, lo scrigno esiste, lo vedo, ci posso camminare sopra e se spingo il tasto ci interagisco pure…
        il gioco lo posso continuare senza problemi? sicuramente si, pero’ l’aprire la mappa e vederli di continuo, ad inizio gioco vedermelo sbrilluccicare ogni volta che torno a casa mi da noia

        • si ma concettulmente è sbagliato , quasi paranoico. non ti godi il gioco a causa di una “fissazione”. e te lo dice uno che ha anche lui le sue manie (tipo che non riesco a godermi una console se e’ “rigata” o non riuscivo a godermi i giocattoli con “gli adesivi attaccati male” quando ero piccolo).

          • sono perfettamente consapevole che la mia sia una fissazione pero’ dire che non mi godo il gioco e’ un po’ esagerato.

            il gioco me lo godo in ogni caso (o meglio, me lo godrei se non fosse programmato col culo) ma questa “invasivita’” mi da abbastanza fastidio.

    • “Uno aggiunge ore di gioco sulla piattaforma e i. Alcuni casi anche pezzi importanti di trama”

      Quindi riassumo. Attenzione perché utilizzerò un termine che a molti darà fastidio.
      Per te quindi è più GIUSTO che un pezzo importante di trama venga venduto separatamente e, spesso, ad alto costo piuttosto di un’app gratuita che ti consente di aprire degli scrigni tranquillamente trascurabili.
      Seems legit.

      • no attenzione io non parlo di giusto o sbagliato perchè dlc dove c’è il vero finale o cose simili li odio. Intendevo dire che dlc e c.app per me sono due cose diverse sinceramente e non mi piace l’idea che per fare qualcosa in gioco devo stoppare e andare a fare qualcosa in un app dal telefono . Non l’ho provata ancora poi magari questa app è bellissima . Alla fine esprimevo solo un mio parere su questo caso in particolare tanto ormai non mi incazzo più per dlc e tutto quello che le sh fanno per spillarci i soldi , è il loro lavoro e tutti quei discorsi boicottiamo il mercato sono semplicemente inutili quando si parla di prodotti venduti in tutto il mondo.

  13. Non e’ la questione di lamentela atta a fregiarsi della propria alta moralità’ videoludica, semplicemente si discute su questo trend iniziatosi gia’ da tempo.
    Ad alcuni la cosa piace ed aggiunge qualcosa, ad altri come me resta un opzione irrilevante e sinceramente ampiamente abbattibile nel “sistema” videoludico odierno.
    Se non vi e’ la possibilità’ di dissentire non sussiste il motivo di disquisire all’interno della discussione in merito all’utilita’ o meno delle C.app o DLC,non e’ questione di lecca lecca merdosi

    • Non e’ che non si voglia che la gente dissenta, ci mancherebbe. E’ che sarebbe bello che i giocatori sapessero godersi un gioco pur sapendo che in un futuro prossimo gli sviluppatori potrebbero volerlo rimpolpare con nuovi contenuti. Non voglio credere che i giocatori abbiano la forma mentis del ” Il gioco puoi averlo al 100% se hai la “fortuna” che non ci aggiungano nulla ; ma se “ti va male” dopo tot tempo aggiungono nuovi contenuti tramite DLC”.

      E cosa fai? non compri il gioco per non rischiare?
      Dai e’ roba da manicomio

      • Su questo sono d’accordo anche io,sarebbe da pazzi non acquistare un gioco perché’ in futuro sono previsti DLC,io non la penso assolutamente così,diciamo che e’ un trend cresciuto negli anni(il primo e’ stato il mio amato dreamcast a prevedere DLC)che non amo,ma ripeto ancora,se non ti piace come me i DLC e i C.app,”non ti curar di loro e passa avanti”…

      • Basterebbe non comprare i giochi al D1,magari aspettare esca la goty con tutti i dlc inclusi.
        Tanto per quanto tempo possono far uscire dlc?un anno,due dopo l’uscita del gioco?

        • Converrai con me che questo tuo “basterebbe” vale tanto quanto gli inni bolscevichi “boicottiamo ubisoft non comprando più i suoi giochi buggati”.
          Tu puoi combattere il sistema come meglio credi, comprando goty, non comprando DLC, non comprando addirittura il gioco, non comprando più prodotti Ubisoft. Ma credi che serva?
          Non credi sia una frase un po’ “buttata lì” piuttosto priva di sostanza?

        • Uhm la mancanza del quote si fa sentire.
          Commentavo l’ultima riga:
          E cosa fai? non compri il gioco per non rischiare?
          Dai e’ roba da manicomio

          E un po la filosofia che adotto con le serie tv,invece del dilazionare nel tempo la visione,aspetto ce ne sia un buon numero e me le sparo tutte di fila.

          Ovvio che non si possa boicottare il prodotto così,servono grandi numeri per farlo

  14. Comunque su Ac unity il problema dei forzieri che rimandano le C.app sono un “ostacolo” ampiamente abbattibile per chi come me,apre legge,decreta in 0,5 decimi che non gli interessa e passa avanti…il mio problema e’ arginato in questo modo.
    Se queste C.app sono divertenti uno nella pausa lavorativa,al parco,al cesso può’ spippolare il proprio smartphone magari divertendosi e sentendosi sempre “collegato” al gioco cui si sta giocando…

  15. Caro Lodoss, hai nettamente anticipato lo strazio che avrei voluto condividere con il buon Farenzio via mail…
    Ti dirò di più, la mia Companion App non funziona neanche tanto bene, in quanto appena ci accedi dovrebbe sbloccarti le vesti del vecchio Altair, ma in realtà tutto ciò non avviene!
    Giocare offline poi non ha senso perchè spesso non memorizza i dati sincronizzati con la play4 e i server Ubisoft…
    CONCLUSIONE: una grandissima stronzata!!!

  16. Nulla in contrario con queste App, anche perché quella di Black Flag l’ho spolpata allo sfinimento (quasi giocato di più con l’App che con il gioco).
    Detto questo, preferirei però che dessero la possibilità di poterle utilizzare anche con le consolle portatili come Ps Vita la troverei molto più divertente e più performante. “Esperienziarla” su un fottuto S3 mini ti fa passare immediatamente la voglia di utilizzarla……

    • ma dubito che queste applicazioni .necessitino di chissà quale schermo queste app eh… In epoca Dreamcast avevamo schermi ben peggiori ma si riusciva a gaudere cmq della “companion app” dei giochi che le supportavano. E senza andare a 15 anni fa, pensa semplicemente ad iFruit di GTA5. Si potrebbe giocare anche nello schermo di un orologio…

    • Se la companion app fosse anche su Vita… altra tempesta di merda….
      “Ubisoft merda perché mi obblighi a comprare Vita o uno smartphone per poter RAGGIUNGERE IL 100% del gioco”.
      La situazione sarebbe la medesima.

      • Però vedi questo fatto secondo me non è da poco , ok che oggi hanno quasi tutti uno smartphone , ma non è normale che pure per una cazzata io debbo avere uno smartphone o nell’esempio citato sopra ps vita altra cosa che differenzia ciò da un dlc che si gioca sempre sulla console. Non è normale che spendo 400 euro per una ps4 poi per alcune cose del gioco devo avere anche il telefono, e se io il telefono non lo ho ? ho speso 400 euro di console + 79 euro di gioco e poi devo avere uno smartphone? mi sembra un po ridicolo un conto è se mi facilita il gameplay mostrandomi che ne so la mappa ok posso farne a meno benissimo ma se non mi apre uno scrigno dove magari potrei trovare sasha grey che mi aspetta si mi rode . Poi alla fine ripeto è giusto per parlarne tra noi videogiocatori e dire cosa ne pensiamo perchè alla fine il gioco lo compriamo lo stesso però le sh trovano sempre nuovi metodi per farti girare le palle yahhhh :D

  17. @ Omegashin: non che ci voglia molto, però non funziona molto velocemente sul mio tel. In fase di caricamento siamo ai livelli del gioco. Lol

    @ Farenz: Bhe si, concordo sulla shit storm, però detto fra noi io la possiedo gli altri ……… comunque è sempre un discorso a doppio taglio. Andando off-topic sarei più felice di utilizzarla un pò più spesso con qualcosa che mi interessa e non solo per quei 3 giorni al mese quando escono i nuovi giochi Plus

  18. Io sarò vecchio stampo ma tutte ste cose mi danno di cagata paurosa!

  19. gli scrigni gialli come si aprono, anche quelli facendo dei minigiochi al di fuori del gioco?

  20. Mai usata una Companion App, nè penso me ne fregherà mai un cazzo. La questione multidevice o piace o non piace, e a me non dice proprio nulla. Poi vabbè, tutta ‘sta storia delle lamentele e dell’invasività mi sembra non stiano in piedi proprio perchè si tratta di un qualcosa A) di gratis B) di facilmente scremabile tramite selezione.
    Se proprio devo dire quale mi sembra l’ingiustizia in tutto ciò, è che il trofeo per platinare il gioco COINVOLGA gli scrigni sbloccabile tramite App. Questo mi sembra scorretto e onestamente strano (siamo sicuri sia così?), perchè il platino dovrebbe essere garantito dal gioco base, tagliato dai DLC o completo che sia. Ma anche lì lamentarsi non ha senso… Innanzitutto, perchè il platino è solo una soddisfazione personale e prenderlo o no non ti condiziona l’esperienza, e secondo perchè anche se proprio volessi prenderlo a tutti i costi… beh, come già detto, l’App è gratis.

  21. Personalmente dividerei la questione rispetto due tipi di giocatori:
    1) Il casual/ardcore gamer;
    2) Il completista/collezionista (il mio caso).
    Il primo tipo vedrà nell’app un ampliamento dell’esperienza di gioco, quindi un bene, senza farsi più di tanti problemi nelle modalità in cui questa avviene, o al massimo ne rimane indifferente. Il secondo invece dovrà fare un notevole sforzo mentale per accettare una cosa del genere, sia nell’immediato venendosi costretto ad usare l’app, sia in un futuro non troppo lontano nel quale si vorrà immergere nel retrogaming e impossibilitato a reperire l’app è costretto a sorbirsi un gioco castrato (seppur in minima parte). Quindi capisco entrambe le posizioni, il mondo è bello perché è vario!

    • Scusa ma se uno è completista, e felice di esserlo (qualsiasi riferimento a cose o persone è puramente casuale), dovrebbe al contrario GODERE per ogni “cosa in più” relativa al proprio gioco del corazon.

      • Si e no. Dipende. Premetto che non possiedo next gen e non conosco quindi il caso nello specifico però mi par di capire dal grosso dibattito aperto che la cosa sia abbastanza fastidiosa. Sono sicuro che siano solo seghe mentali ma potrei considerarlo come una “cosa in più” se la si guarda da fuori con una certa oggettività ma può essere anche percepita come una privazione al momento in cui te lo trovi davanti (non che gli scrigni da aprire con abilità che non si hanno non lo siano eh!) e magari come una castrazione definitiva seppur minima quando un giorno non sarà più disponibile l’app. Ripeto, sicuramente sono seghe mentali ma lo considererei un piccolo dettaglio che poteva essere gestito un po’ meglio. Poi ci sarà a chi piace, pazienza. A me non piace. Gusti.

  22. Adesso mi incazzo.
    Non sono una persona che legge i trofei prima di giocare, per evitare spoiler.
    Parlo in chat con Viper e mi fa notare che gli scrigni blu, quelli sbloccabili SOLO tramite app, non servono per il raggiungimento dell’obiettivo/trofeo “Curiosità” (unico achievement del gioco dedicato agli scrigni), ma basta aprire solamente quelli violabili normalmente o quelli scassinabili (i bianchi e i rossi in sostanza).
    Ergo, tutti coloro che cagano il cazzo riguardo “Uèèèèè non posso finire al 100% il gioco per colpa dell’app” per che cazzo stanno rompendo i coglioni?
    Perché a schermo rimangono dei bauli inaccessibili completamente inutili?
    Ma stiamo scherzando?

    • NO! Io mi incazzo! E’ da stamattina che ripeto che quello di cui si lamentano gli utenti e’ di non poterlo finire ad un concettuale “101%”.

      L’ho scritto ottomila volte: il gioco ce l’abbiamo bello e fatto al momento dell’acquisto. Gli scrigni sono un plus. Non esistono, se non nelle menti dei completisti o comunque di chi non sa godersi il gioco senza dover per forza smettere di vedere quei bauli.

    • Personalmente, perchè finire il gioco al massimo non equivale necessariamente a farsi tutti gli achievment.
      Ci sono parti presenti su disco e sbloccabili con mezzi diversi da giocarci? Diffusa o no che sia, non mi sembra una pratica particolarmente accettabile.

  23. sinceramente parlando per il post sono daccordo con lodoss in tutti i sensi, quando si parla di giocare ai videogiochi, si parla di tempo libero e voglia di farlo, cioe’ un conto e che mi siedo su una poltrona e mi sto godendo il gioco, un conto a obbligarmi magari di giocarci anche fuori casa da ossesionarmi del fatto di sapere che cazzo c’e’ in quella fottuta cassa per completare un gioco e magari sapere delle parti di storia che magari ti piacerebbe scoprire.
    in ogni caso ti obbligano
    1 ad essere curiosi mettendoti in condizioni di non andare magari avanti col gioco
    2 magari a farti fare una cosa obbligatoriamente che non te ne fotterebbe un cazzo fare neanche a pagamento
    3 farti perdere tempo fuori dal gioco che hai comprato, dove in verita sei interessato a fare altro
    in sostanza sarebbe bello che fosse piu’ una scelta che un fottuto obbligo, anche perche’
    a parte le tecnologie come dice FARENZ tra cellulari e minchiate varie, il vero problema e’ che c’e’ tanta gente che ha della vita sociale quando si spegne la console in se e si decide di uscire….
    voi trolloni mi direte… cazzo quante volte sei uscito con amici\che che poi durante una serata non si mettono a giocare con il cellulare?
    be ammetto che quasi sempre e’ cosi quando si esce infine qualcuno si attacca… ma ripeto per pura scelta e non per obbligo
    per il DLC direi che il discorso e’ diverso in parte purtroppo mi sembra di essere tornato ai tempi dove non c’erano recensioni e compravi il gioco a scatola chiusa o per sentito dire, per poi ritrovarsi magari un gioco di merda e dove hai decisamente buttato via i soldi…
    a parte che adesso al gamestop ti dicono di comprarli subito cosi li hai scontati…
    cosi li sei obbligato a decidere se comprarli subito oppure no….
    faccio un esempio
    DESTINY
    hanno detto che era una figata immensa tutti ne parlavano bene
    bene cosa faccio corro al gamestop e compro il gioco, al che il negoziante mi dice
    compra tutti i fottuti DLC che poi ti vengono a costare di piu’
    benissimo convinto dell’acquisto spendo 100 euri in volata
    arrivo a casa gioco per 3 giorni e il gioco NON MI PIACE PER UN CAZZO
    mio parere personale E’ ripetitivo da fare schifo cazzo non c’e’ niente che mi stimola a giocarci
    ora mi ritrovo con un gioco che mi e’ costato 100 euro che non posso darlo indietro perche’ ormai avendo pagato i fottuti DLC li devo giocare per puro principio e ricordandomi fottutamente
    I DLC NON SI POSSONO PIU’ VENDERE PORCA TROIA

  24. Questo genere di app mi fa perdere tanto di quel tempo tra scaricarle/registrarsi/capire come funzionano che mi hanno rotto il cazzo.

  25. Le Companion App finchè ti permettono una esperienza extra sul tuo mobile con minigiochi al di fuori della trama mi va bene

    Una domanda ma sulla Companion App di Unity ci sono banner pubblicitari ?

    vabbè, lo scoprirò installando le altre

    Ora ho amico che ha avuto watchdogs per xbox one e gli ho chiesto di sfidarci tramite app mobile sempre che lo voglia fare, quando tenevo io watchdogs su ps4 nessuno dei miei amici teneva voglia di farsi una sfida così pure per sfizio….

    (rileggendo da qui in poi vado in off-topic, ma ormai l’ho scritto :D )

    Non lo so, tutto questo social nei giochi mi fa notare quanto è il mio grado di solitudine da gaming ……
    sinceramente penso che i giochi che mi misurano la mia presenza social mi fanno un po’ deprimere non li sto condannando, ma ormai è tutto così da quando è nato internet per il resto mi piace la console e i giochi che ho giocato su ps4

    Ho quasi 33 anni e aver comprato la console ps4 spinto da 1 amico e dall’occasione di poterla avere a un buon prezzo….. alla fine non ci si vede quasi mai on-line in game, ma ci si vede spesso così, manco su fifa 14 è stato possibile organizzarsi per una sfida……sarà che con il fatto che è diventato padre, ormai il tempo per farsi una partita a qualcosa gli è difficile…..degli altri amici sono tutti ormai fuori dal mondo gaming sia per pc che console….. un’altro amico ha scelto xbox-one perché teneva il club di fifa da xbox360 che lo possino

    diciamo che in qualche pomeriggio nel week end ancora capita che ci si incontra a casa dell’amico x che ha l’xbox 360 e fifa 14 ci si fa ancora una partita tra di noi per tenersi occupati, ma noto differenze ai periodi precedenti in cui da parte loro c’era la voglia di provare dei giochi, si sono fatte nottate per finire un gioco come splinter cell giocando a turni….come si cambia con il tempo…..altri interessi e altre priorità pazienza….
    ì

    saluti

    ps

    sto scaricando le companion app di watchdogs, di gta e far cry 4 vediamo se possono migliorare la mia esperienza social su psn

    faccio una previsione che quella di watchdogs non la userò mai con l’amico …….

    • Minchia Mahok che tristezza è scesa.
      Comunque no, le companion app da te citate non hanno banner pubblicitari.
      Suvvia… riguardo l’amico…. è il bello/brutto del tempo che passa e di crescere.

      • eh già “come passa il tempo” , ma non è comunque la fine del mondo :D

        era una considerazione sulla trasformazione e il rapporto col gaming da ieri a oggi

        grazie Marco spero di poterti beccare qualche volta che scendi a napoli con gli altri dell’angolo :) peccato che non ci sei al game show di napoli

        Ciao Francesco

    • Ho 23 anni, zero amici su WiiU (del quale molti, anche videogiocatori casual, ignorano bellamente l’esistenza) e solo 2-3 su 10 contatti nel PSN hanno preso ps4: se un gioco punta sulla coop cerco di evitarlo…
      Qualcuno si è convertito al pc, qualcuno si accontenta dello smartphone, qualcuno vive di 2 giochi all’anno da mettere su quando ci sono gli amici a casa.
      Benvenuto single player.

  26. So che non c’entra na mazza con l’articolo ma volevo fare i migliori auguri a Farenz per l’uscita del suo primo libro prevista per domani. Buona fortuna Farenzo!!!!

  27. A me queste trovate non piacciono. Non che mi interessi più di tanto perchè non acquisto mai dlc, non gioco online, non gioco ai f2p, non scarico neanche le patch (!)… però in un gioco la presenza di oggetti con cui non posso interagire o di richiami all’acquisto di contenuti extra mi da il senso dell’inutilità, di un gioco sporcato, per così dire.
    Non ne faccio un dramma, non insulto chi spende soldi e tempo per cose che ritengo cazzate (li derido, ma è un’altro discorso).
    Produrre contenuti aggiuntivi con gusto è un’operazione che richiede classe. Rockstar e in qualche caso Bethesda hanno fatto ottime cose, proponendo storie nuove e personaggi mai visti nello stesso contesto del gioco originale. Questo mi piace. Ubisoft (ma non solo) non ha questo stile, non è capace di fare dlc senza troncare, sporcare appunto, senza fartelo pesantemente notare durante l’avventura principale. Quindi per me restano sviluppatori di seconda classe. Quando devo dare priorità all’acquisto di un titolo so da subito a chi rivolgermi per primo.

  28. Sono completamente d’accordo con alvise, i dlc e quantaltro sono un di piu’, un extra rispetto al gioco principale.
    Ti puoi godere il gioco tranquillamente, poi se ti e’ piaciuto i contenuti aggiuntivi ti danno la possibilita’ di ampliare l’ esperienza di gioco , nel mio caso BORDERLAND 2 e MASS EFFECT 3.
    Mi infastidisce molto il tipo di attegiamento ” non sopporto i dlc, non li compro e quindi non li deve comprare nessuno”.

    p.s. sara’ che ho avuto fortuna, tutti questi bug in AC Unity non li ho trovati ( 2-3 al massimo )

  29. allora ritengo comunque che i DLC siano una grande rottura di palle, perche’ comunque a volte ti obbligano a prenderli, faccio un esempio
    MASS EFFECT per l’appunto se vuoi giocare la trilogia completa con tutta la storia i DLC sono indispensabili
    certo puoi scegliere se prenderli oppure no ma sai benissimo che nella storia fa testo e se lo vuoi completare sei obbligato a prenderli… sopratutto in MASS EFFECT 2 che certe storie coincidono nel 3
    ( raga se dico qualche cagata correggetemi pure non problem)
    purtroppo nei DLC quando si vanno a comprare e’ un po andare a scatola chiusa… non sai se verranno fuori belli oppure na cagata pazzesca, sopratutto adesso che fanno in modo di venderli prima…
    datemi comunque una vostra opinione
    oggi comunque andro’ a prendere dragon age inquisition e avendo giocato a quelli passati non posso non comprare che scatola completa con DLC e tutto il resto
    cosa ci potete fare sono malato e non posso curarmi

  30. io come sempre ignoro il problema sono stanco di incazzarmi per ste stronzate :D
    detto questo credo che queste app siano un cancro maggiore addirittura delle microtransizioni.

Lascia un commento