Parliamo del PEGI e della censura…

Passando buona parte della mia esistenza all’interno di negozi che trattano videogiochi mi è capitato spesso di vedere negozianti fregarsene del “numerino” sulla cover anteriore del videogioco in questione e di venderlo indipendentemente dall’età del cliente.

Per chi non avesse ancora capito di cosa stia parlando, ovviamente mi sto riferendo al PEGI (Pan European Game Information), cioè quel metodo di classificazione in vigore in Europa che viene utilizzato per classificare i videogiochi sia in base all’età minima richiesta, sia in base ai contenuti del videogioco stesso.

La domanda che vorrei porvi in questo dibattito è piuttosto scontata… voi che ne pensate? Siete d’accordo? non lo siete?

Non fatemi il discorso “chi se ne fotte del pegi, tanto i giochi si trovano facilmente in rete!”
Perchè in questo contesto ha poco senso.

Personalmente, giusto o sbagliato che sia, credo che il Pegi DEBBA esistere.
Perchè i videogiochi, esattamente come qualsiasi altro strumento di intrattenimento, devono sottostare a questo tipo di classificazioni.

Io ormai ho 27 anni suonati e vedo le cose già anche in prospettiva di quando mi girerà per casa un pargolo… se fossi completamente estraneo al mondo dei videogiochi, ma mio figlio ne fosse patito, avrei la necessità di qualcuno che mi dica A COSA stia giocando mio figlio.

Se però ritorno nei panni del 27enne di sempre, una cosa che invece non sopporto assolutamente è la censura nei videogames, come non la sopporto nei film.
Noi Europei siamo spesso vittime di queste censure, che sostanzialmente si possono riassumere in 2 tipologie:
1) “Ritocchi” del gioco. Meno sangue, meno violenza in generale;
2) Divieto assoluto di vendere il videogioco.

Ecco, io mi chiedo.. perchè un videogioco vietato ai minori deve anche essere tagliato?
Non succede sempre, per carità.. ma perchè succede?

E poi perchè in certi paesi i videogiochi vengono censurati e in altri no?
Un esempio? Il mio amato Ninja Gaiden Sigma.
Nella versione Usa si vedono chiaramente decine e decine di decapitazioni.
Nella nostra versione no.

Gli americani sono forse più abituati a vedere teste mozzate per strada e quindi si impressionano di meno rispetto a noi europei?

A voi i commenti.

farenz

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

Lascia un commento