Progetti per il futuro

519870

Ciao ragazzi, come state? Questi ultimi due anni sono stati per me – ma penso anche di parlare per Farenz, Ale, Paolo, Viper e Jury (col Gatto ho perso i contatti purtroppo) – una vera e propria giostra. La genitorialità ha sconvolto totalmente le nostre vite, su questo non ci piove, ma vorrei mettere in chiaro con chi ci segue che questa nuova bellissima condizione non ha scalfito minimamente la nostra passione per i videogiochi.

Certo, in una o due Live recenti, molti di voi hanno colto una visibile stanchezza in alcuni di noi, e magari un po’ di svogliatezza nel portare avanti discussioni sulle ultime novità del settore, ma vi chiedo il piccolo sforzo di capire che non si è trattato di “calo del desiderio” di parlare dei videogiochi, ma banalissimamente di un limite fisico, che spesso e volentieri fa capolino dopo le 21.00.

Ad ogni modo, posso assicurarvi che la fiamma della passione brucia ancora, e che se in un qualche occasione vi è capitato di sentire il puzzo delle nostre ceneri, sappiate che siamo come Phoenix:

 

Stronzate a parte, ieri sera sono riuscito a vedere Ale e abbiamo un po’ parlato del futuro di Live ed occasioni d’incontro varie. E’ emerso che la nostra appartenenza ad una generazione precedente a quella della maggior parte dei giocatori odierni, possa averci tenuti lontani da determinati temi specifici che magari stanno molto a cuore a chi ci segue. Anche il modo stesso di valutare alcuni videogiochi (mi viene in mente God of War l’anno scorso) è figlio di una formazione diversa da quella ormai tradizionale, in cui videogioco e film si mescolano. Pazienza. Cercheremo di stare più al passo coi tempi, magari, o comunque di far emergere un giudizio che non vada necessariamente a condannare determinate dinamiche o parametri specifici della maggior parte dei giochi degli ultimi anni.

In effetti, “divertirsi di più cavalcando Epona per i prati rispetto all’avanzare nella storia di Kratos” è figlio di un modo di videogiocare che pian piano sta diventando non dico una nicchia, ma una fetta in una torta molto ampia e variegata.

Ad ogni modo, proprio per venire incontro a chi vuole più Live e per rimanere fedeli al nostro essere, faremo in modo di “tornare” veramente, dopo le meritatissime ferie. Non pensiate che i nostri impegni di lavoro o con i figli si siano smorzati, anzi: ne avremo più di prima, ma ciò non ci fa paura.

Proprio ieri sera, ci siamo raccontati di quanta passione veniva profusa dalle discussioni tra me e Ale durante l’epoca Gamecube/Ps2, nel periodo post liceo. Quella passione non è venuta meno; e no, nemmeno gli impegni l’hanno smorzata.

Semplicemente, in diverse occasioni, ci siamo sentiti in dovere di essere sul pezzo, di dover parlare dell’ultimo gioco uscito.

Grave errore. Ecco, questo, almeno da parte mia, cambierà.

Tanto tra un anno ci sarà di tutto e di più su Ps5 e Scarlett, quindi tanto vale sfruttare l’occasione e prendere fiato.

Godetevi le vacanze, ci rivediamo in Autunno.

 

Prova a cercare ancora!

14

Spensieratezza andata

In un momento di semi-follia ho comprato Dragon’s Dogma per Switch. L’avevo già giocato nel ...

3 Più commentati

  1. Meno male che non vi concentrate più quasi esclusivamente sulle ultime uscite, ormai esce tanta di quella roba che è impossibile stare al passo su tutto. Io ormai sono anni che non prendo un titolo al D1, non tanto per una questione di soldi (ok anche per quello) quanto perché la mia voglia di videogiocare va a periodi; capita che compro un gioco, vado avanti qualche giorno, mi fermo e lo riprendo dopo 2 mesi, per questo Stadia, Plus. ca**i e mazzi non mi attirano per nulla, come se ci fosse un timer (anzi è proprio così) a decidere quando giocare un titolo, per quanto per uno che gioca a tanti titoli da un punto di vista economico lo streaming sia conveniente.

  2. Volevo commentare questa riflessione sul futuro delle live, anche se premetto che ho 27 anni quindi dubito di poter parlare a nome della maggioranza dei vostri follower.
    Io apprezzo il fatto che rimaniate fedeli ai vostri gusti senza inseguire i desideri e gli interessi del grande pubblico.
    Per quanto riguarda God of War PS4 a me e’ piaciuto davvero un casino, ma non mi ero filato di striscio i titoli precedenti, perche’ non mi sembravano mio genere. Proprio questo dimostra che il cambio di passo e’ stato marcato e non c’e’ nulla di male se qualche fan della prima ora abbia storto il naso. Non vuol dire mica che siete vecchi! E come diceva giustamente Farenz non avete avuto problemi ad elogiare, per esempio, Uncharted che ha avuto un approccio cinematografico sin dagli esordi. A riprova del fatto che la vostra formazione videoludica non vi impedisce di apprezzare le novita’.
    Infine anch’io sono d’accordo sul non parlare esclusivamente di giochi nuovi. Innanzitutto perche’ potreste farmi scoprire vecchie chicche che mi sono perso (in questo periodo ho recuperato giochi come Beyond Good and Evil e Pharaoh, e sono davvero contento di averlo fatto), e poi mi interessa comunque il vostro parere su giochi che ho giocato in passato (tant’e’ che sono andato a recuperarmi vecchie live e top/flop di Farenz).
    Buone vacanze a tutti!

  3. vi prego. fate un favore a voi stessi e chiudete questo sito che è diventato patetico. post ogni 6-7 mesi spesso di poco conto o interesse.

    ognuno se ne resti col suo canale YTtwich o chi per esso e ciao che tanto qui è diventato inutile

    cominciai a perdere intereses quando Cloro (Dr.game ) lascio questo sito .e a quant ovedo pian piano anche gl ialtri hanno mollato

    farenz orami fa ridere ai polli, tu posti robaccia ridicola, Dr. Avo, l’unico veramente divertente è un lontano ricordo, l’altro a cui piacciono i giochi di auto manco ricorco come si chiama dati gli anni cui no nposta piu niente qui.

Lascia un commento