Questa ve la devo proprio raccontare

In genere inseriamo l’immagine sulla sinistra, di fianco all’inizio dell’articolo.
Stavolta no.
L’immagine la voglio inserire qua sotto.
In certi casi, un’immagine vale più di mille parole.
Questo è uno di quei casi.
Premessa: l’articolo non si avvicina nemmeno lontanamente al mondo dei videogiochi, ma parla solo di cazzi miei.
Chi non fosse interessato, non legga… tuttavia, conoscendo l’età piuttosto giovane di parte dei frequentatori dell’Angolo, mi piacerebbe avere un’opinione diretta proprio da loro, ma anche da quelli che hanno già scavallato i 30, più che altro per confrontarmi con i loro comportamenti.

Tutto comincia ieri sera.
Verso mezzanotte e mezza, facevo un’insolita passeggiata semi-notturna in centro a Cremona con mia moglie e in meno di 10 secondi mi sono sentito così…

Avete presente i vecchi, pardon anziani, che passano le giornate guardando i cantieri e rompendo i coglioni ai poveri muratori che si stanno facendo un mazzo tanto?
“Ah, io non lo farei così”
“Ah io ai miei tempi lavoravo in tutt’altra maniera”

Beh, questo sentimento nostalgico/anti-progressista tipico delle persone molto avanti nell’età ha pervaso il mio corpo e la mia mente durante una situazione molto, MOLTO grottesca.

Scena.
Io ed Erica stiamo tornando verso l’automobile.
Stiamo attraversando la strada per raggiungere la mia macchina posteggiata sul lato opposto.
La Erica è alla mia sinistra.

Alla mia destra, sul marciapiede che delimita il parcheggio dove si trovava la mia auto, sta passando un ragazzo.
Ragazzo è una parola grossa… diciamo ragazzino tra i 16 e i 18 anni portati male.
Vestito in maniera normale, questo essere terrificante cammina con fare baldanzoso cullando una bottiglia di Coca Cola da 2 litri.

E fin qui uno potrebbe pensare… “Va beh”.
A dir la verità pensavo “Che cazzo ci fa a mezzanotte e mezza in giro da solo con una bottiglia di coca piena a metà?”
Dettagli.

Mi rendo conto che il tizio non mi vuole passare di fianco, ma mi punta e viene verso di me.
….

……

………

“Scusa, hai una sigaretta?”
….

Coglione io che le avevo in mano. Questo è un errore che non commettevo da tempo. Mai girare con le sigarette in mano.
I fumatori sapranno che la scroccata di sigaretta è una delle cose più fastidiose al mondo, non tanto per il valore in sé (anche se ultimamente sono 25 centesimi a colpo), ma per il gesto di regalare una cosa che sicuramente ti puoi permettere anche tu…
Vi assicuro che a Cremona esistono i tabaccai.
Ma torniamo all’individuo.

“Scusa, hai una sigaretta?”
Non ho una sfera di cristallo, non ho ancora il dono di prevedere il futuro, ma da come parlava il ragazzo sapevo già a priori che non avrebbe mai vinto un premio Nobel per l’astrofisica.
Diciamocelo, era la classica faccia da pirla.

“Sì… tieni”

Gli do una sigaretta.
E qua cominciano i primi pensieri che, come potete immaginare se state visionando la scena, mi sono balenati in mente nel giro di pochissimi nanosecondi.
Prima cosa: io a 16-17 anni non mi sarei MAI E POI MAI immaginato di fermare un 30enne con moglie al seguito per chiedere una sigaretta… ma cazzo nemmeno per chiedere l’ora! Sarà questione di rispetto, saranno “seghe mentali mie”, ma non fermo uno più grande di me per una stronzata come una sigaretta.
Secondo pensiero: magari è minorenne e gli sto dando una sigaretta. Sono un fuorilegge!

“Scusa, hai una sigaretta?”
“Sì… tieni”
Gliene porgo una, lui se la prende e mi dice “Grazie”

Cazzo, non sarà un pozzo di scienza ma quantomeno è educato.
Mi giro, si gira, facciamo non più di due passi e…..

….

…………

……………………

il tipo molla una scoreggia fragorosa.

…….

Non scherzo.
Per una bronza del genere avrebbe potuto davvero ambire al Nobel.
Davvero encomiabile.
….

imbarazzo.

Cristo, mi viene naturale girarmi.
Lo guardo e lui, non so se con un tono misto fra l’imbarazzato, il divertito o il fumato dice:
“Scusa, eh?”

“Tranqui”
Che cazzo avrei dovuto rispondergli?
“Fai pure! La prossima volta cagami sulle scarpe”

Ma il tizio cerca davvero di scusarsi cominciando una frase del tipo “no, è che….”

Ma non ero interessato a sentire altre giustificazioni provenire da una cotale mente idiota.
Mente nemmeno in grado di governare i propri sfinteri.

Ora io mi chiedo… ma i 15enni di oggi sono tutti così?
So che la risposta è no, ma porca troia, ma come cazzo andremo a finire? —> tipica frase da vecchio

I tempi sono cambiati —> altra frase da vecchio
Ai miei tempi non era così —> ennesima frase da vecchio.
Oggi è normale che un ragazzino di 16 anni chieda sigarette ad uno di 30 e che molli delle quaglie di fronte anche ad una donna?

A proposito di donna, non vi dico le risate poi della Erica una volta saliti in macchina.
Risate amare, se devo essere sincero.
Perché pensando sempre a Kenshiro Farina tra 15 anni, già me lo vedo a pisciare in mezzo alla strada, cagare nella borsetta della morosa e mangiarsi le unghie dei piedi al ristorante.

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

232 Più commentati

  1. Magari soffre di meteorismo lol

  2. Lo ammetto, mi sono fatto una grassa risata quando ho letto della brenza… Comunque io penso che l’arte dello scroccare sia praticata in tutto il mondo e a tutte le età. Molte volte sono stato fermato (ho 17 anni) da persone di tutti i tipi per scroccare una sigaretta/ un accendino/ un chewing-gum!!!
    Penso che il tuo sia stato un caso ASSAI sfortunato… e anche assai maleodorante.

  3. Kenshiro Farina … Bel nome.
    Comunque, a mio parere penso che in futuro non ci sarà più bisogno di musei sulla Preistoria, perché i giovani si comporteranno esattamente come i cavernicoli.
    Per carità, spero proprio che non succeda, ma sembra inevitabile …

  4. Io non voglio scrivere un
    Commento lungo5km perchè chi mi ha preceduto mi ha tolto le parole di bocca, invece io voglio sdrammatizzare : al posto delle sigarette ti avrei Chiesto un autografo + dedica xD

  5. Merda che caga merda…beve CocaCola e scrocca sigarette…

  6. Trentenne+ – Eccomi presente.

    Devo dire che in effetti ai nostri tempi certe scene erano molto più probabili nei film trash anni ’80 che non nella vita quotidiana di tutti i giorni. Oggi è diventata (spero di sbagliarmi) una forma di “normalità”. Quel rispetto di cui parli è andato diluendosi generazione dopo generazione.

    Comunque… ste sigarette, nascondile xD

  7. le tipiche frasi da anziano sono state sempre utilizzate e sempre si useranno, poichè la nostalgia del passato offusca la mente e rende i ricordi dei tempi andati migliori di quanto in realtà siano.
    Per quanto riguarda il ragazzo e i discorsi sulla nuova generazione, bè sono sempre presenti persone civili e incivili, a prescindere dall’età, dal sesso o dall’etnia.

  8. Tanta nostalgia (nostalgia, nostalgia canaglia) dei vecchi tempi.
    Mi ci vedo anche io. La critica alla generazione futura è una tradizione umana.

    Detto questo ti dedico questa canzone che apprezzerai. Perchè i nostri bei tempi, sono immortali

    http://www.youtube.com/watch?v=lrRqQkn6kZI

  9. io se cammino in mezzo alla strada e c’ho la scorreggia la mollo, posso avere davanti pure il presidente però anche io per rispetto non fermerei una persona più grande di me a meno che per cose urgenti

  10. io ho 14 anni e personalmente quando vedo la condizione in cui sono i miei coetanei mi vergogno di me stesso e anche se fumassi (cosa che grazie a dio non faccio) mica vado a chiedere la sigaretta a uno sconosciuto per strada

  11. Mi vergogno profondamente di essere un 97…….Comunque sono d’accordo su tutto ciò che hai scritto,cazzo come si fa a non esserlo è l’ABC dell’educazione e della civilità

Lascia un commento