Remember Me – Ricordatiii di meee e della mia pelleeeee

rememberme-204-53

Mi ero riproposto di parlare di Remember Me attraverso un video.
Ma poichè le puntate del podcast incombono, le ferie si ammantano all’orizzonte e domani è un’altro giorno, mi son detto che o ve ne parlo ora o mai più.

Perchè ve ne voglio parlare?
Perchè è un gioco che SI mi sta piacendo, SI è bello, SI lo consiglio, ma soprattutto perchè mi ha dato l’impressione di essere stato sottovalutato e cagato poco dal pubblico.
La causa?
Quel macigno di The Last Of Us.
La scelta di uscire così appresso al gioco Naughty Dog è stata sicuramente la più clamorosa zappata sui piedi che lo stratega del piano commerciale di remember me poteva escogitare.

Ed è un peccato che Remember Me non sia arrivato al cuore di più videogiocatori, perchè se lo merita.
Soprattutto per quei videogiocatori che sono particolarmente influenzati da parametri quali la storia, la scenografia, il mondo virtuale in cui ci si cala.
E’ sicuramente questa la parte ficcante di Remember Me: la raffigurazione di una Parigi decadente, cyberpunkizzata, con anfratti di panorama che non potranno lasciare impassibile chi ha visitato Paris, o vi è stato almeno una volta.

E poi ancora richiami a mò di  mix tra Matrix e Mirrors’ Edge, oppure l’immaginario di Monsters & Co.
Davvero un plauso ed un inchino ai designer che hanno svolto un lavoro egregio.

Era dai tempi di Half-Life 2 che non mi sentivo così immerso in un mondo virtuale, catapultato in una realtà così immaginaria, eppure così reale, coerente.

Devo ancora finirlo e mi si spoilera (colpa del Dr.Game, lamentatevi con lui) che ha un finale a sorpresa.
Io sono a 3/4 di gioco e devo dire che la trama è interessante. Alcuni punti potevano essere scritti meglio, soprattutto certi dialoghi o certi monologhi interiori, però siamo comunque ben oltre la media.

“Ma se è così bello, come mai la gente ha kakato The Last Of Us e non questo?”

Beh, a parte il discorso marketing e nomi coinvolti, credo che la parte che non ha convinto gli utenti sia stato il gameplay (oltre al fatto che non ci sono Zombie, ma questo è un altro discorso).
Si tratta infatti di un action nè carne nè pesce: nè affinato come un Bayonetta, nè arcade e fluido come…boh…un God Of War?

RM_PressTour_nologo_notredame-690x388

Per il sottoscritto la formula va più che bene: non richiede di imparare a memoria le poesie del Pascoli e gli elenchi di combo, ma ha quel pizzico di strategia che invoglia ad impegnarsi senza cacciarsi nel tunnel del button mashing senza ritegno.
Si ha modo così di lasciarsi trasportare dalla trama in modo fluido, senza il gameplay ad interrompere gravosamente il flusso dell’esperienza.

Trovo sia un’esperienza davvero must-play in questo 2013 che, salvo The Last Of Us e (credo) Bioshock, non  ha regalato particolari soddisfazioni in ambito giochi con una storia da ammirare.
Dello stesso The Last Of Us mi se ne parla come un capolavoro assoluto. Ci voglio credere, eppure ho la convinzione che i suoi scenari non sapranno ammaliarmi quanto quelli di questo Remember Me.
Nel caso venissi smentito, preparate l’ombrello per le spruzzate.

In conclusione il price-advice è fissato a 29,90.
39,90 nel caso in cui siate sensibili allo scenario di un gioco.

Prova a cercare ancora!

xbox-game-pass-x019

Il Game Pass è il cancro dei videogiochi?

Beh? Mi sembra di aver scritto l’altro ieri l’ultimo articolo ed invece… Mi è nata ...

55 Più commentati

  1. uhm mi hai incuriosito, quasi quasi lo aggiungo alla lista…

  2. Purtroppo (o per fortuna?) il nome della sola NAUGHTY DOG rendeva the last of us un gioco che tutti dovevano giocare.
    Io sinceramente non ho giocato entrambi nonostante li avrei voluti prendere sopratutto perché i miei soldi raramente se ne vanno al day1 di un gioco ma sono comunque contento che questo gioco sia uscito e che capcom abbia voluto rischiare un pochettino lanciando uno studio nuovo ed una ip altrettanto nuova, di sicuro comunque è un gioco che prenderò di sicuro non appena lo troverò ad un prezzo sulla trentina, di sicuro merita più fiducia dell’ennesimo capitolo di cod

  3. Devo dire che a me sta piacendo moltissimo, sono più o meno a metà.
    La cosa fantastica è l’ambientazione, veramente ben fatta, senza sottovalutare la trama molto coinvolgente!
    Non posso che quotare il VIPER e dire: COMPRATELO!!! :)

  4. Incredibile, sono tornato in questo momento a casa dal giro di shopping e cos’ho preso? Remember Me :)

  5. Viper mi hai incuriosito, tra qualche mese lo recupererò di sicuro a prezzo budget, tanto
    ho ancora una decina di titoli da iniziare.
    Invece The Last of Us pur essendo sicuramente un gioco bellissimo non ho proprio
    intenzione di prenderlo. Il motivo? Mi sono stufato di giochi con storie tristissime, eppoi sti zombie
    con i funghi in testa non mi convincono proprio.
    Ma non è una critica al gioco, è solo che la realtà in Italia è gia abbastanza triste che nei giochi
    voglio solo un pò di colore e relax.

    • non ho il gioco e neanche l’ho provato, ma dal titolo e da qualche info qua e la non penso che Remember Me sia un iliade alla gioia… anzi

      • Ah ah Lodoss hai ragione….ma gli scenari cyberpunk dominati dalle megacorporation
        e pieni di realtà virtuali e cyborg non mi dispiacciono affatto, li considero un’evoluzione
        del gotico ottocentesco e sono appassionato dei libri di William Gibson.
        Invece gli scenari apocalittici causati da disastri nucleari-biologici-chimici ultimamente
        mi deprimono un pò, forse perchè li trovo realistici, vedi Fukushima, l’ilva di Taranto o
        la terra dei fuochi ad esempio.

        • Speravo che qualcuno facesse riferimento a Gibson!
          E non a caso il suo libro , Neuromante, (MINI SPOILER) ha ispirato non poco il finale del gioco che, anche se non è imprevedibile, risulta più che gradevole come sorpresa.
          Comunque Remember me mi è piaciuto non poco con le sue ambientazioni e storia, soprattutto da amante della fantascienza.

  6. “Perchè è un gioco che SI mi sta piacendo, SI è bello, SI lo consiglio, ma soprattutto perchè mi ha dato l’impressione di essere stato sottovalutato e cagato poco dal pubblico.
    La causa?
    Quel macigno di The Last Of Us.”

    TI AMO. TI AMO. TI AMO. TI AMO.

  7. l’attendevo più di The Last of Us e l’ho finito e devo dire che, sebbene l’abbia apprezzato e mi sia piaciuto, ha dei difetti.

    il primo e il più grande è il fatto che il combat system diventa interessante e sensato solo dopo 2 terzi del gioco. fino a che non si hanno tutte le combo, abbastanza pressen e tutti gli s-pressen il combattimento è abbastanza anonimo e monotono. quando poi si hanno tutte le alternative allora diventa vario e divertente.

    verso la fine del gioco, almeno a difficile, c’è poi il problema che diventa praticamente impossibile fare delle combo piu lunghe di quella da 3 o 5 colpi perchè ci sono troppi nemici e troppo aggressivi. è vero che si può schivare al momento giusto per mantenere la combo ma i controlli non sono cosi precisi da permettere di farlo con continuità.

    altro problema è che nel gioco ci sono QUATTRO memory remix, la funzione di cambiare i ricordi di una persona per cambiare il suo atteggiamento. a parte la scarsità di situaizoni in cui ci viene richiesto questo remix, il peggio è che più che un puzzle è solamente un trial and error per vedere qual è la soluzione giusta.

    detto ciò è sicuramente un gioco valido, soprattutto per storia e ambientazione, e lo consiglio anche io. su pc è uscito a 39 che era già un prezzo adeguato secondo me, se poi aspettate qualche mese lo troverete subito a prezzo budget.

  8. Giocato, finito e devo dire che mi è piaciuto molto :D!!

  9. “Era dai tempi di Half-Life 2 che non mi sentivo così immerso in un mondo virtuale, catapultato in una realtà così immaginaria, eppure così reale, coerente.”
    Cosa cosa cosa??? Se è la metà di quello che hai scritto, devo provarlo :)

  10. l ho preso al D1 è ancora nel celofan

  11. perchè la mia lista desideri di amazon continua ad allungarsi e non si accorcia mai? perchèèèèèèèèèè……..

  12. Sin dai primi trailer l’ho trovato un gioco potenzialmente interessante ma non da D1.
    Continuo a reputarlo tale, quindi sicuramente lo comprerò più avanti, dopo aver recuperato altri giochi e, chissà, il fatto che non mi aspetti chissà quale capolavoro ma “solo” un buon gioco potrebbe aiutarmi ad apprezzarlo maggiormente.

  13. Devo ammettere che le ultime righe dell’articolo mi hanno spiazzato un pò. Da come ne parlavi pensavo dessi una valutazione/prezzo più alta. Comunque Remember Me ha avuto un percorso molto strano. Se ne parla da tanto nelle riviste e siti del settore. Hanno saputo creare anche un certo hype e poi che fanno? Data di uscita insieme a The last of us. Mah? Comunque sono mesi che questo gioco mi incuriosisce, è già presente nella mia lista di giochi da prendere non appena lo trovo sotto i 20euro, che poi è la mia quota di spesa massima per un vg.

  14. Compratelo! Merita davvero come dice il buon viper!
    Io ho preso prima remember me e aspetto un pochino per the last of us, che tanto è un capolavoro e me lo giocherò con calma :)

  15. io l’ho sempre voluto prendere però in questo periodo in cui sto poco tempo a casa non riesco a farmelo, anche perché ho tanti giochi da finire, se no l’avrei preso subito insieme a metro last light

  16. bestemmia! the last of us è il miglior gioco della storia videoludica chi dice il contrario non capisce nulla

  17. Io ho preferito comprare the last of us, credo proprio che questo lo prenderò forse molto più avanti, agli sgoccioli di questa gen. Infatti le ambientazioni americane post-apocalittiche su di me fanno molta più presa di una Parigi futuristica. Aggiungete il fatto che odio la Francia e i francesi…

  18. Ero interessato al titolo già dai primi trailer di annuncio, infatti l’ho preso al D1 senza pentirmene assolutamente.

    Le ambientazioni e le animazioni mi sono piaciute veramente tanto e sebbene la storia non sia tra le più originali è godibile anche quella. Insomma per essere il primo gioco dello studio Dontnod, Remember Me e la sua Nilin (strano amore per i nomi palindromi, mh?) si difendono besissimo per

    • qualità, riuscendo anche a distaccarsi dal genere action più classico grazie alla creazione di combo che variano effetto a seconda dei tasti impiegati.

      per quanto mi riguarda se tutti gli esordi dei nuovi studi fossero altrettanto ben riusciti credo che dovrei iniziare a considerare l’idea di fare un mutuo per poterli acquistare.

  19. è stato meno cagato…e nonostante al contrario di the last of us fosse multipiatta!!!!!

    è piaciuto anche a me remember me, ma nn è certo privo di difetti:
    il sistema di combattimento (come diceva drom) è interessante solo dopo aver abbastanza esperienza disponibile.
    la bellissima Parigi purtroppo è poco esplorabile (x non dire x nulla)
    i memory remix sono solo 4…e basta andare a tentativi
    il finale è davvero a sorpresa.
    1 punto in + sul voto al gioco lo do x il fatto che questo è il 1° gioco sviluppato dai dontnod…ne sentiremo ancora parlare!!!!!!

    ps:vediamo se riesco a commentare visto che ieri su un altro aticolo si son persi 2 post…e poi ho rinunciato col 3°

  20. Titolo molto interessante che sicuramente prenderò quando lo troverò a 20 euri, allo stesso modo di the last of us…
    p.s “affinato come un Bayonetta”
    ma sei serio? cioè davvero per te il gameplay di bayonetta è affinato? ma c’è solo da gioire che remember me non abbia adottato un combat system anche solo simile…

  21. Presi il gioco al lancio per PC. Appena ho cominciato a giocarlo, ho notato subito una certa cura nelle ambientazioni, rigorosamente cyberpunk (che personalmente a me stanno molto a cuore). Pero’ devo dire di aver trovati i controlli un tantino sul rigido, soprattutto nelle fasi di combattimento, pero’ il sistema di combo e’ piuttosto interessante.

    Ammetto di essere stato un deficiente nel giocarlo: durante tutto il gioco ci sono diversi upgrade packs da raccogliere; questi potenziano stamina, o health che dir si voglia, e focus, che serve per eseguire azioni speciali, spesso messi in zone segrete, e ahime’, soprattutto piu’ avanti nel gioco, si riveleranno necessari da raccogliere. Infatti sono arrivato a un buon punto del gioco in cui ho ancora gli stats di health e focus di come quando si inizia il gioco e prontamente nello stesso punto vengo inculato dai nemici. A causa di questa mia disattenzione, credo proprio che mi sia necessario rigiocare alcuni capitoli per trovare tutti gli upgrades.

    A parte questo, lo considero piuttosto valido, ma e’ un vero peccato che alla fine non e’ stato un titolo memorabile.

  22. già preso qualche giorno fa…oggi lo comincio

  23. E’ già in lista! (una luuuunga lista) ma datemi tempo! sto affogando nei giochi acquistati da zavvi e per comprarne ancora mi sono imposto di finirne qualcuno. E tropico 4 è moooooooolto lungo!

  24. Questo è uno dei giochi che mi interessa prendere, ma se ne parlerà tra molto tempo…Ancora ho troppi giochi imballati e poco tempo/voglia di giocare.

  25. Raramente gioco su pc, quello di Remember è stato uno dei pochi casi. Devo dire che ha deluso molto le mie aspettative, infatti credevo che le occasioni per manipolare i ricordi non si limitassero a 4 miseri casi (in realtà ne sono 3…..non voglio spoilerarne il motivo…). Inoltre speravo che tale manipolazione avesse potuto avere soluzioni multiple, nonchè un impatto sulla storia per ciascuna alternativa (le care vecchie scelte morali alla The Walking Dead, tanto per intenderci). Il gioco quindi, per la maggior parte del tempo, si riduce a calcio pugno. Le combo non sono complesse e soprattutto varie nell’animazione, quindi si limitano ad un semplice alternarsi di due tasti del tipo a b a b ab per intenderci. Infine c’è qualche fase di salta – scala all’Uncharted. La parte più consistente sono le ambientazioni e la storia, anche quelle però sanno di già visto. In conclusione un gioco che sa di minestra riscaldata, ne carne ne pesce. Un team di sviluppo che però merita di finanziarsi perchè dotato di potenziale.

    ps il mio personale valore al gioco è di massimo 35 €

    • @troppovecchio sinceramente le ambientazioni gia viste, non so tu dove le abbia viste in altri giochi :D!! Neo Parigi mi sembra abbastanza originale come ambientazione, certo potevano renderla un pò esplorabile, peccato :/ !!
      Stesso discorso x la cosa del calcio pugno che dici….in altri giochi com’è? :D Sono d’accordo invece con Drom che questo stile di gioco ingrana troppo tardi.

  26. vabè dai, è stato meno cagato di the last of us semplicemente perchè quest’ultimo è un capolavoro, pochi cazzi :)

  27. mi spiegate cos’ha la trama di the last of us?voglio dire è vai qui, no ora là e fai quello, no ora là, ora qui e incontra tizio. è buona la recitazione e buono il comparto tecnico ma la trama è già vista e prevedibile.

    • Il 97% dei giochi rientra nella tua descrizione “vai qui, ora lá e fai quello.”
      Concordo sul fatto che la trama di TLOU sia buona ma nulla di memorabile. Molto più coinvolgente la storia di Clementine e Lee di The Walking Dead. Il tutto senza nulla togliere al prodotto complessivo confezionato da Naughy Dog, sicuramente una delle migliori esclusive su Ps3.

      • sì hai ragione che sono tutti così, però non ho trovato qualcosa che mi spingesse ad andare più avanti, a giocarlo per vedere cosa ci sarà dopo, o un vero colpo di scena che non fosse prevedibile, un mistero da svelare..era più un finisco la stanza e vedo quanta roba mi rimane e via con la prossima. mi sembra che questo gioco sia stato sopravvalutato, non eccelle in tutti gli aspetti come dicono un sacco di pecoroni qui in giro.

        • Sai come funzionano queste cose amico. Fanno tutti gli hipster con la menata della grafica, ma poi, quando ND ti presenta il graficone piovono dieci e tutti a scrivere “the Last Of Us é meglio della figa o di una Lamborghini Veneno in garage.”
          Non é nulla di clamoroso se lo consideri a comparti stagni, cioé gameplay, narrazione e sonoro presi autonomamente. Fermo restando il graficone ovviamente.
          Ma ripeto: sarebbe scorretto valutarlo così, nell’insieme é un prodotto eccellente, un’esclusiva che deve essere giocata.
          La storia del miglior titolo nella storia dell’umanitá é semplicemente un tormentone estivo, nulla di più. Quando uscirá GTA V nessuno si ricorderá più se quel cazzo di Joel aveva la barba oppure no, se Ellie era sua cugina o sua figlia o boh.
          Sto cazzo di cigno ha cantato. A settembre arriva Rockstar con le chitarre elettriche…

          • sei il mio idolo. indiscusso. dalla bellissima seconda frase alla bomba finale. grazie a dio c’è gente ancora col cervello qui! dio c’è!

  28. perchè la gente ha cagato di più tlou, e non remember me?
    perchè il primo è stato hyppato in modo mostruoso come il dio dei videogiochi.
    io non l’ho provato quindi mi astengo dal giudicarlo, però la vedo dura che tutte le riviste gli abbiano dato 10 su 10 senza essere infuenzate da nulla.

  29. A me attira molto, ho visto anche un pò di gameplay sul tubo e appena posso lo prendo. Poco m’importa dei voti della stampa o del fatto che questa ne parli poco.

  30. Giocato su PC.

    Io metterei in conto che questo è un titolo prodotto da una casa Emergente, quindi con un budget non esattamente all’altezza di quello che Naughty Dog poteva avere per la produzione di un colossal quale The Last of Us.

    Detto questo non faccio un paragone perchè sono due giochi che stanno l’uno all’altro quanto io alla fisica aerodinamica, più o meno.

    Posso però dire che:

    – E’ un gioco che mi ha colpito per la trama, come pochi altri giochi hanno saputo fare (un finale così allucinante l’ho trovato solo in Bioshock Infinite, e una trama del genere in questa generazione solo in Deus Ex) pur lasciandomi perplesso per qualche dialogo (l’ho giocato in ENG, quindi non mi esprimo su un’eventuale doppiaggio)

    – L’idea del Remixare i Ricordi poteva essere sfruttata meglio e di più! Cavolo è uno dei motivi che mi ha convinto a giocarlo e non l’ho potuto sfruttare quanto, come avrei voluto.

    – Il Combat-System è molto (forse troppo) sul genere di Arkham, se ci mettiamo i Pressen e gli S-Pressen abbiamo un po’ più l’impressione di trovarci davanti a RPG, ma in realtà boh, giocandolo a Normale una volta strutturate le combo un po’ a modino si ha poi bisogno di pochissimi ritocchi.

    – I collezionabili ormai sono dentro ogni singolo gioco, almeno alcuni in questo hanno una effettiva utilità, ma continuano a farmi sbroccare di capo.

    Sul lato tecnico (grafica, modelli e robe del genere) nn mi esprimo perchè non lo trovo magari un fattore determinante, a me un gioco finchè mi diverte, mi affascina e gira liscio piace.

    Se ne è parlato poco, ma farà la fine di Mirror’s Edge, sarà sottovalutato e sarà difficile convincere la gente a giocarci, temo, però chi lo gioca secondo me raramente butterà il disco fuori dalla finestra, sbaglio?

Lascia un commento