Rispetto per i classici

doomftw!Doom 3 Limited Collector’s Edition (nuovo): 7,00 €, con Lottomaticard.

Doom 3 Resurrection of Evil (nuovo): 5,00 €, con Lottomaticard.

Spese di spedizione: 12,00 €, con Lottomaticard.

Giocare a Ultimate Doom, Doom II, Doom II Master Levels, Doom 3 e relativa espansione su 40″ FullHD..

… È UNA TOTALE FIGATA ASSURDAMENTE PAZZESCA!

Ops, scusate, “Non ha prezzo!”.

Ricordo chiaramente che alla tenera età di 8 anni, il mio babbo mi mostrava quello che sarebbe stato il mio primo first person shooter, oltre che la mia prima esperienza diretta con un computer (forse un 486 meno potente di alcune calcolatrici moderne).

Si trattava di un disco allegato a qualche rivista, la versione Shareware del gioco forse più scaricato dal 1993 ad oggi, il leggendario DooM.

Girava allegramente in ambiente DOS e consisteva praticamente in una maxi demo di tutto il primo mondo del gioco. Il senso dei prodotti shareware è oggi lo stesso di allora: gli sviluppatori rilasciavano agli utenti una demo piuttosto cicciona del software e la contrassegnavano come “di libera distribuzione”, in modo che fossero gli utenti ad occuparsi della diffusione capillare del titolo. La versione Shareware di Doom venne caricata su un Server FTP nel dicembre del 1993 e raggiunse nel giro di qualche anno almeno 10 milioni di computer, il che rende praticamente impossibile quantificare il numero preciso di persone che hanno giocato il titolo.

John Carmack, mente eccelsa al comando di Id Software, non nasconde il proprio orgoglio quando parla del gioco più famoso del mondo, ritenendo plausibile l’ipotesi che almeno il 70% dei videogiocatori nati dagli anni ’80 in su ci abbiano avuto a che fare almeno una volta. E fa bene, basti pensare che nel tardo 1995 era più diffuso dell’ultimo Windows..

Ma veniamo a questi due titolonzi che ho trovato su eBay nei giorni scorsi.

L’insana voglia è arrivata dopo l’ascolto casuale di un riarrangiamento piuttosto metallico di e1m1 (che potete trovare a questo indirizzo http://www.youtube.com/watch?v=oQs48dvebck), la oramai leggendaria traccia audio del primo livello del gioco. La curiosità ha lasciato il posto al desiderio smanioso quando ho adocchiato su eBay i prezzi dei due giochi: 6,99 € per Doom 3 in Limited Edition e 5,99 € per l’espansione. Con 6,00 € di spese di spedizione, come poter resistere?

Tra l’altro ho beccato pure l’eBayer giusto, la roba è arrivata l’indomani, impacchettata ad arte e in perfette condizioni.

E lasciate che vi dica una cosa, se esiste l’FPS perfetto, questo è Doom 3.

La trama può apparire quanto di più banale possa esistere: nel gioco interpretiamo un cazzuto space marine trasferito su Marte (nel gioco, il posto più palloso dell’universo conosciuto dall’essere umano) in seguito ad un grave reato di aggressione ad un proprio superiore, peccato che le cose si movimentino alquanto nel momento in cui uno scienziato piuttosto coglione decide di aprire un portale dimensionale per l’Inferno, con l’antipatico proposito di conquistare la terra e tutti i suoi abitanti.

Ripeto, può sembrare banale, in realtà il copione è una gran cavalcata di figaggine, non a caso è stato realizzato apposta da un brillante scrittore di fantascienza reclutato da id Software. Il gioco quindi si dipana attraverso coinvolgenti colpi di scena, situazioni grottesche ed incredibilmente paurose, ambientazioni claustrofobiche e che riescono a dare al giocatore un costante senso di inquietudine e di pericolo.

Il gameplay è di ottima fattura, la fluidità è costante e la grafica decisamente buona, insomma, non ci sono scuse per non comprarlo a prima vista! Tra l’altro la Limited di Doom 3 aveva un bel pacchetto di contenuti figosi: vari bozzetti, le interviste agli sviluppatori, un intero documentario di G4 sulla storia del brand.. e i due primi Doom emulati e la custodia metallica in bassorilievo, dove li vogliamo lasciare? Se lo vedete su uno scaffale non potete permettervi lasciarlo li.

Personalmente sono dell’idea che certe volte, tra un gioco e l’altro, certi acquisti “Vintage” hanno il loro perché. Ogni tanto sorge il bisogno interiore di provare nuovamente le emozioni che ci hanno accompagnato nei momenti topici del nostro passato, con un misto di nostalgia e rinnovata passione ci scorrono davanti agli occhi le vecchie avventure che ci hanno fatto innamorare, insultare divinità e lottare fino a notte fonda.

Che ne dite di condividere con noi i vostri retroacquisti con relative retrogiocate? Via alle telefonate!

Prova a cercare ancora!

nNsmaEp

Goodbye, Master Race

Il tempo è giunto. Era da anni che non parlavo delle mie scelte videoludiche, ed ...

Lascia un commento