SmartPhone

HTC-HDmini-girl_w606-498x367

Sono le 7 del mattino ed io da bravo universitario mattiniero sono già seduto in attesa dell’inizio delle lezioni alle 8.15. Sono stato via un pezzo dal mondo videoludico in generale quindi stamattina mi stavo arrovellando per trovare un argomento, il problema è che sono già stati tutti trattati o non me ne frega un cazzo. Sono usciti un paio di giochi fighi ma sto facendo la formichina in attesa di Mantova e Cartoomics.

Ma ecco l’illuminazione divina, ce l’ho in mano, mi sta correggendo (spesso male) quello che sto scrivendo in questo momento, esattamente il mio telefono. Di dibattiti sul Gaming da cellulare ce ne sono stati davvero un mondo, no io voglio focalizzarmi sull’importanza del dispositivo che abbiamo in mano, o almeno quanto lo è per me.

Lo dico subito qui davanti a tutti a costo di essere lapidato subito dopo, prima di cambiare qualunque dispositivo (pc, console, mutande) il mio primo pensiero va al telefono, non perché sono un faggot dell’ultimo modello uscito NÈXT GÈN (un pochino si ma mi trattengo dal cambiarlo annualmente, ne aspetto almeno due), ma perché il mio telefono è la cosa che uso di più in assoluto.

Che siano le dispense online, leggere news, libri, fumetti, ascoltare musica, guardare film o anche scrivere articoli come in questo momento, a differenza di molti però io non gioco molto sul telefono, ho Metal Slug 3, Punizione Pazzo ed un paio di altre cagate installate, giusto per divertirmi quei 2/3 minuti prima che mi passi totalmente la voglia.

Fondamentalmente questo articolo ha il solo scopo di fare outing ed ammettere che passo più tempo al telefono piuttosto che a socializzare o giocare su console portatili.

E mi chiedevo, voi come vi ponete circa i vostri telefoni? Sono indispensabili? Aggiungo anche che se non fosse stato per YT mobile, quel giorno sul trono non avrei mai scoperto Farenz. Sia chiaro, non voglio creare una War tra fazioni o tipi di telefono diversi, semplicemente voglio che mi raccontiate del vostro rapporto con il vostro SmartPhone.Firma_gatto_3

Prova a cercare ancora!

xbox-game-pass-x019

Il Game Pass è il cancro dei videogiochi?

Beh? Mi sembra di aver scritto l’altro ieri l’ultimo articolo ed invece… Mi è nata ...

55 Più commentati

  1. per un pendolare come me avere giochi, social network e ovviamente l’ app dell’angolo sullo smartphone é indispensabile. a casa poi non lo uso quasi mai

  2. Purtroppo il telefono è diventato l’estensione del mio braccio: inscindibile dalla mia vita (musica, Angolo, Facebook, Twitter, WhatsApp ecc…), ma non ci gioco mai, ho sempre con me Vita e 3DS con cui passo le ore di scuola.

  3. Lo uso moltissimo per whatsapp, sms e chiamate, per il resto quasi per nulla….e da pendolare non ne sento la necessità

  4. ma gatto, riesci realmente a guardarti un film e leggere un libro sull’iPhone da 4″??

  5. Per me è diventato il dispositivo di interfaccia con la rete, che sia youtube, Google maps, facebook, l’angolo, le mail, sia ovviamente fuori ma anche e soprattutto in casa in quanto lo trovo spesso più comodo che accendere il pc. Di giochi ne ho provati e giocati tanti però ho smesso completamente perché mi sembra una perdita di tempo fare quei giochini invece di dedicarmi ai gioconi su console.

  6. fino all’anno scorso nemmeno avevo uno smartphone.
    Nokia aziendale con scheda aziendale (che ovviamente usavo anche privatamente).
    Poi causa rotture di coglioni di reperibilità ‘dovute’ ma non pagate ho sfanculato chi mi rompe le @@ fuori orario e mi son comprato uno Smartphone. Un paio di giochi installati….candy crush (giusto x capire cosa ci provasse la morosa su quel ‘coso’) e Brave frontier, una specie di jrpg con 0 esplorazione ma solo combattimenti a turni FF style (ottimo x le sedute al cesso o per cazzeggiare a lavoro).

    L’app più comoda è teamviewer….giusto x spegnere il server dlna da remoto senza alzarmi dal letto :D

  7. Mah, guarda… utile lo trovo utilissimo, ma indispensabile… boh, non direi. Quella che è davvero la chiave di volta sul telefono sono le chiamate (ovviamente) e Whatsapp. Tutto il resto è un piacevole contorno. Infatti sono un tipo che usa lo smartphone piuttosto poco: se levi qualche applicazioncina per il gusto di seguire qualche passione o di cazzeggiare (tipo quella dell’Angolo), l’app della Sisal per le schedine e magari quelle di Youtube, Facebook o Skype che uso una volta ogni tanto, per il resto ho solo utility per navigare, ascoltare la musica o roba simile. Con i giochi sto a zero: sono sempre stato uno poco interessato al gaming su smartphone, visto che mi sfogavo più volentieri a casa con il gaming da PC/console, ma oramai sono arrivato al punto di non giocare più su telefono, ma semplicemente di andare su internet quando ho dei buchi di tempo da riempire.

  8. Secondo me è indispensabile. Lo dico senza falsi moralismi. Siamo nel 2015, e oggigiorno, la comunicazione veloce, anche con persone lontane da noi, rappresenta la quotidianità. Che si tratti di lavoro o meno ora possiamo avere il mondo in una mano: grazie alla tecnologia siamo riusciti ad eliminare totalmente le distanze, la necessità di andare dal giornalaio per cercare notizie , il bisogno stesso di fare telefonate o spedire lettere e/o cartoline. Possiamo essere in contatt o col mondo intero solo chinando il capo e guardando sul palmo della nostra mano. Si, forse non è essenziale alla vita nel senso “cacciatore/raccoglitore” (cit Tyler Durden – Fight Club) , ma una volta che si è entrati nel “circuito” non si puo’ vivere senza. Lo smartphone ed il tablet sono il futuro. Ed il futuro esige la comodità. Tutto ciò che facevamo in 5 operazioni prima, ora lo possiamo fare con una. I due devices da me citati rappresentano la piu’ grande e comoda interfaccia con la rete mai esistita.
    Voi che dite” non sono essenziali” , provate a vivere ora una settimana con un Nokia 3310. Vi sembrerà di essere stati mutilati.
    E’ grottesco, ma è la realtà.
    Ah, by the way, ho fatto il passaggio pochi giorni fa da 4s a 6. Un qualcosa di incredibile. Non tornerei piu’ indietro, device fantastico. E volete sapere qual’e’ stato il piu’ grande guadagno? La comodità.
    La comodità ragazzi, scolpitevi in testa questa parola. E’ la cosa piu’ importante della vita. E vale tutti i vostri soldi.

    • A parte questo commento evidentemente pagato da Apple, Alvise vendutodimmerda, mi accodo anche io tra coloro che oggigiorno non potrebbero più fare a meno di uno smartphone.
      Del tablet ancora ancora, ma di uno smartphone assolumente no.
      Mi pono più o meno in equilibrio 50 e 50 tra utilizzo lavorativo e personale. Per lavoro lo utilizzo per chiamate, messaggi e soprattutto navigatore, extra lavorativo per tutte le altre stronzate, in primis messaggistica.
      Qualche giorno fa sono stato in Svizzera per lavoro.
      Per cause rabbine ho disattivato il roaming dei dati. Non vi nascondo che mi sono sentito un po’ fuori dal mondo.
      Se d’estate in ferie anelo ad una situazione del genere, durante le altre 50 settimane l’anno ammetto di non poterne vivere più senza.

    • E’ interessante leggere questo tuo punto di vista. Personalmente non ho mai sentito il desiderio o la necessità di comprarmi uno smartphone, e infatti sto con un nokia da 20 euro, per internet uso il pc e non mi sento mutilato o niente. Anzi visto il fatto che “non si torna più indietro”, preferisco starne alla larga finchè non diventerà obbligatorio.

      L’idea stessa di stare costantemente connesso, di sentire il bisogno fisico di controllare ogni 5 secondi il cellulare, come vedo fare in giro da molta gente, mi provoca un certo senso di ansia.

      E’ indubbiamente uno strumento comodo con tantissime funzionalità, ma la comodità continua e sempre a portata di mano per me è sbagliata, impigrisce, oltre a provocare dipendenza (ne so qualcosa :D).

    • Dipende da che ambito stiamo parlando, cosa tu intenda per comodità e di che fascia d’età stiamo parlando.
      Ad esempio non metterei mai in mano ad un bambino/ragazzo un telefono/tablet che ti permetta poca interazione, blindato per essere usato come voglia la compagnia, perchè per me risulta essere mentalmente atrofizzante e lesivo alla lunga, idem dicasi in ambito lavorativo se hai bisogno di un grado di usabilità maggiore rispetto alla comodità.
      Poi se uno per rappresentanza o sfizio, si vuole prendere il modello super pigro (se è questa l’accezione di comodità che stai usando), non ho nessun problema a riguardo.

  9. Per me l’importante è il sapere vivere con tali oggetti, e non che tali oggetti mi dicono come vivere.
    La comodità si è un ottima cosa, ma abusarne rende “stantii”.

  10. Io lo uso tantissimo per massaggiare, angolo e i vari social network, ma sono pieno zeppo di giochi seppure ci gioco pochissimo xD le console portatili di solito le uso in casa solo per avere una scusa e giocare beatamente sul letto in grazia dell’Altissimo xD quando sono fuori di solito gioco col cellulare quindi alla fine quella marea di giochi che possiedo vale la pena averli

  11. Utilizzato per messaggiare, per andare in rete e anche per scaricare film e telefilm che poi passo nel pc. Un’opinione personale: ho un lumia 520, va da Dio e se c’é na roba che mi sta sulle balle é vedere un ammasso di bimbiminchia (e non solo) con un iphone da 600€. A mio parere non vale la spesa, a meno che non sia indispensabile per il lavoro, trovo che un device apple serva piú che altro come oggetto da esibizione verso il poverello che ha uno smartphone di fascia bassa perché non ha il dono di cagare i soldi

    • in ambito giochi :endless runner. : zombie tsunami e sonic dash. Poi doom e destiny (figata) e beach buggy racing (altra figata). Tutti giocati senza problemi su un lumia 520 alla faccia di chi spende 600€ per un iphone

    • anche io lo pensavo, prima di prendermi l’iphone. poi ho capito che oltre la comodità, la facilità d’uso e la sicurezza, paghi anche un’assistenza senza eguali.

      • Mh sono cosciente della qualità dei prodotti melosi ma… che ci vuoi fà avrò il feticismo dello spostare le icone/modificare i temi/modificare tutto come cavolo pare a me.

        Senza contare che un iphone costa quanto il mio cellulare+una settimana a riccione (e non scherzo) quindi si fotta tutto il resto :D

  12. É molto importante. Come hai già detto quest’oggi lo usiamo per moltissime azioni, praticamente per tutto. Non penso di riuscire a resistere a lungo senza il mio telefono.

  13. Sicuramente quando sono fuori casa ormai non ne posso più farne a meno. Musica , social network, youtube, app dell angolo, mail ecc ecc per quando riguarda i giochi solo sul treno o nei momenti di cazzeggio quando sto fuori, ma in casa praticamente lo uso solo per chiamate e messaggi, non lo vedo come una console portatile ma più come un pc portatile dove faccio tutto quello che faccio quando solo al pc tranne i giochi.

  14. Il cellulare lo uso praticamente sempre. Quando sono in università gioco a Clash of Clans ed ai puzzle game(niente giochi pesante che mi sputtanano la batteria come Asphalt o Infinity blade) durante le pause. A casa lo sostituisco al pc, controllando l’email, Facebook, siti web che seguo(l’angolo l controllo almeno 5 volte al giorno XD) e prima anche per YouTube ma ora che ho l’iPad uso quello.
    Senza il telefono ed una connessione internet devo ammettere che mi sentirei perso

  15. Fino ad un anno fa utilizzavo un cellulare da 20 euro, no mi sentivo tagliato dal mondo, ma avendo al lavoro un sacco di tempi morti no. riuscivo a sfruttarli a dovere.
    Poi ho acquistato un Nexus 5 ed é tutto cambiato: tempi morti zero, li riempo con film, serie tv, cazzeggio su internet, qualche gioco (pochi perché ho poca dimestichezza coi comandi touch). Ormai utilizzo lo smartphone per tutto, soppiattando anche l’uso del PC che accendo di rado.
    Concordo con quanto afferma Alvise, comodità e semplicità di utilizzo fanno di questi strumenti qualcosa di indispensabile

  16. Si,anch’io come il buon Gatto penso a cambiare prima il telefono poi il resto. Perche il mio telefono é come i rasoi per Sweeney Toad..quando lo prendo in mano dopo un bel po’ che l’hi lasciato in tasca penso “ora il mio braccio é di nuovo intero”. Dentro al mio lumia 630(si,ho un lumia,non mi piacciono gli androidi e la mela) ho il mio mondo…Angolo,whatsapp,facebook,twitter,youtube,xbox e giochi,ecc… quindi si,il telefono prima di tutto!

  17. Non sono uno di quelli che vive attaccato ad un cellulare, anzi il parlare al telefono è una cosa che mi infastidisce e quelle volte in cui capita di ricevere chiamate a raffica una dietro l’altra sclero di brutto. È innegabile però che sia diventato uno strumento indispensabile. Non gioco con il telefono, ogni tanto provo qualcosa ma non trovo nulla che riesca a prendermi. Piuttosto però lo uso nei momenti di attesa o in viaggio. Oramai mi da talmente tanto sicurezza il sapere di poter accedere alle informazioni che mi servono in qualsiasi momento che non credo riuscirei a farne a meno. È una questione più che altro psicologica

  18. Gatto hai davvero conosciuto Farenz grazie al tuo smartphone? Non sapevo esistessero 20 anni fa.

  19. a proposito di smartphone.. qualcun altro ha problemi a visualizzare le immagini negli articoli dell’app angolare?

  20. Lo smartphone mi ha facilitato alcuni aspetti della vita.
    In particolare la combo fare foto/spedirle con whatsapp al volo mi è molto utile
    per quello che è diventato il mio secondo lavoro e che forse soppianterà il primo.
    Utilissimo pure come navigatore e per una fruizione d’emergenza di internet o al max
    un pò di cazzeggio sul tubo o come ebook reader.
    Non lo uso mai per i giochi xchè li trovo tristi e inconsistenti. E facebook per me non esiste.

  21. Io lo uso relativamente poco. Relativamente perchè benchè ne faccia un uso quotidiano (whatsapp, twitter, G+(sì, uso g+ e sono un android faggot)) mi rendo conto che per qualcuno oltre alle sopracitate cose è anche il media center totale casalingo e non.
    Ora, non voglio fare l’antico, ma se devo surfare il web tra notizie di tennologia e guardare video su youtube preferisco decisamente usare il pc, poi ovvio che quando uno è sul divano lo SMAPHO diventa comodo ma imho non sostituisce del tutto il pc (provateci voi ad aprire più di 3-4 schede su un cellulare su iPhone otterrete un falso multitasking pieno di microcaricamenti (puoi ottimizzare anche l’ano del gatto ma 1gb resta un 1gb) su un cellulare android forse riuscite a fare qualcosa col Nexus 6)

  22. Io ritengo lo smartphone importante. Non indispensabile ma comunque importante, soprattutto per come la tecnologia si sviluppa e ci avvolge (con i pro e contro che ne conseguono).
    Personalmente lo uso soprattutto per chiamate, messaggi (normali o con varie applicazioni), social network, e-mail e alcune app di svago.
    Non lo uso però per giochi o musica, principalmente per un motivo: la durata della batteria. Ovviamente con gli smartphone di oggi anche batterie molto capienti e performanti non consentono autonomie elevate.
    Inoltre non sono un amante dei giochi per dispositivi mobili: pochissimi titoli sono riusciti a destare il mio interesse.

  23. Da un paio di anni ho un Lumia 620, mio primo smartphone in assoluto. In effetti mi torna molto utile, ma l’uso che ne faccio è principalmente per cazzeggiare: non uso facebook e ho pochi amici, whatsapp lavora pochissimo sul mio telefono. Però non mi perdo una sola foto del trono felino grazie a twitter.
    Per quanto riguarda i giochi, mi trovo scomodo a giocare senza tasti e con le dita sullo schermo, avessi un controller moga le cose sarebbero già meglio. Mi sono persino fatto un id xbox live per gli obiettivi e devo dire che Asphalt 8 è figo.

  24. Dipende sempre dall’utilizzo che una persona ne fa, io lo uso solo per whatsapp per messaggiare da rabbino con morosa e amici, quindi mi basta tranquillamente uno smartphone del cacchio da 100 euro. Per il resto li trovo degli strumenti che spengono il cervello della gente trasformandoli in zombi. La tristezza è quando sei sul treno o sulla metro la mattina, vedi un esercito di zombi tutti presi a smanettare con iphone, persone alienate che riescono ad essere sole anche in mezzo a tanta gente. Mi scende la tristezza quando sento persone dire che senza lo smartphone non possono stare, mi chiedo come fosse la loro vita prima? Per non parlare che poi tutte queste persone che dicono che non possono vivere senza smartphone, lo usano la maggior parte per fare foto a pizze, piatti di cibo, torte e per far sapere a mezzo mondo che sabato sera hanno bevuto da stare male, che sono fuori e che si divertono come dei pazzi.

  25. Da pendolare è un’estensione non del mio braccio ma del mio PC. Sullo smartphone non ho installato alcun tipo di gioco. Lo uso soltanto per leggere notizie, acquisti online, chiamate e messaggi.

  26. articolo interessante, gatto. per quanto riguarda me, sono passato ad uno smartphone da circa 5 mesi: il mio nuovo cellulare non è niente di che, è un lumia 530 pagato solo 100€. E sinceramente un po’ mi è dispiaciuto mandare in pensione il mio vecchio telefono, ma purtroppo ho dovuto farlo perché ormai aveva fatto il suo tempo. Oggigiorno i miei coetanei non utilizzano neanche più facebook, ora usano Whatsapp. Ed è proprio per causa di quest’ultimo che ho cambiato telefono, anche se effettivamente devo ammettere che questa applicazione è meglio in tutto e per tutto dei vecchi sms. Lo trovo molto comodo per le conversazioni di gruppo nelle quali ti arrivano/rispondi a valanghe di messaggi.
    Comunque a parte questa ottima applicazione non sono uno che ci resta attaccato come le mosche con il miele: non sono uno che si sfonda di SELFIEI!1!1!, su internet ci passo poco tempo dato che al mese ho pochi GB e poi perchè considero il PC la piattaforma migliore per navigare (e sì anche delle console). Per quanto riguarda il giocare ai giochi come commentavano alcuni, mi capita di rado: ho giusto 3 giochi in croce (tra cui metal slug 3 come te xD) ma non è che mi facciano impazzire. Avendo i comandi touch mi sento un po’ scomodo a giocarci. Sarà che devo ancora adattarmi, mah…

  27. Anch’io di per se non uso molto il telefono, lo uso parecchio da quando ho comprato Chrono Trigger e Final Fantasy VI sul Play Store Android, comunque quasi sempre in casa visto che il FFVI succhia batteria a una velocità disarmante.

  28. Fondamentali? Certo e logicamente ci passi più tempo, rispetto ad altri device, navigando, mandando mail, sentendo musica, usando social network/messaggistica, giochicchiando a qualcosa…
    Ci sono dei giochini per ammazzare il tempo? Sicuramente, certo è che non parlerei certo di tempo di qualità passato a videogiocare, quanto di fare di necessitù virtù, arrangiandosi.
    Alla fine credo che l’unica cosa importante sia di essere onesti, quantomeno con sè stessi, che in ambito videogiochi per me vuol dire avere ben chiara la differenza tra giocare a [inserisci titolo console] e Ruzzle sul cesso, evitando di far passare la seconda (in cui ti trovi per evidentemente necessità) come se avesse la stessa qualità/rilevanza della prima.

  29. Il progresso, ovviamente, è importantissimo, non possiamo mica rimanere nelle caverne, ma secondo me la tecnologia dovrebbe rendere la vita più pratica, più comoda, certo, ma non sostituirla. Il fatto che si impazzisca se non si ha il telefonino per una giornata è semplicemente assurdo. Non ci si può far risucchiare da quella tavoletta del cazzo. Odio vedere in giro gente che mentre cammina sta con la testa bassa a scrivere e che se ci fosse un palo della luce ci andrebbe a sbattere. Odio andare in un locale e vedere tutti sempre con le teste basse, cristo, che manco si guardano negli occhi mentre si parlano! Odio vedere le ragazzine in giro con il telefono stretto in mano! Ma tienitelo in tasca o nella borsa! No! Devono per forza sentire il contatto fisico sennò stanno male! Terribile! Non è possibile stare tutto il giorno con quel cazzo di uozzàpp! Se sto per strada e sento il bisogno di andare su internet perché mi serve, aspetto di tornare a casa e ci vado, poi per carità, se è una cosa urgente o importante ci vado subito. Lì è giusto avere quella tecnologia, ma perché in quel momento SERVE OBBIETTIVAMENTE, magari anche per lavoro. Non si può dipendere completamente da un cazzo di telefono! Mi guardo intorno e vedo uno scenario alla Romero! Mi sembrano tutti zombie! Non sto scherzando! Il problema è che le generazioni di oggi, già dalle elementari, sono abituati ad averlo, e ovviamente da piccolo lo usi per le stronzate, e crescendo il discorso peggiora. Ma anche quelli che iniziano ad usarlo già da grandi fanno la stessa cosa! Lo usano principalmente per le stronzate! Vado in un ristorante e vedo un tavolo con una famiglia. Il figlio piccolo sta tutto il tempo con il tablet o lo smartphone. I genitori glielo appioppano per farlo stare zitto così non rompe e loro possono fare il cazzo che vogliono, tipo fotografare il piatto che stanno mangiando e metterlo su facebook scrivendo: “buon appetito”. Ma che c’avete nella testa? Ma poi siete una famiglia, cristo, a tavola si sta a tavola, cazzo! È così che li fate crescere? Parlateci con i vostri figli, invece di dargli quei cosi! Ragazzi, usate la tecnologia, internet e tutto il resto CON LA TESTA! Ripeto, non è possibile dipendere da un telefonino. Non è possibile. Ma siete sicuri che molte delle cose che ci fate siano proprio urgentissime e che le dobbiate per forza fare lì sul momento? Email, google, forum ecc… ma le dovete per forza fare per strada? Se aspettate qualche ora e fate tutto a casa comodamente sul pc vi succede qualcosa? Possibile che non resistete? Qalche volta il cazzeggio va bene, per carità, ci sta, ci mancherebbe, tipo quando stai dal dentista e aspetti, che so. Non sto dicendo che dobbiamo essere tutti preti! Lo farei sicuramente anch’io, scherziamo? Ma ogni tanto, porca troia! Spesso ho la sensazione che la gente lo usi anche se non si deve fare un cazzo! Il movimento ormai è automatico, si tira fuori, si fa scorrere quel cazzo di dito e si va a vedere se qualcuno su facebook ha pubblicato una foto davanti allo specchio! So tutti alienati! È normale secondo voi fare la fila tutta la notte per prendere l’ultimo modello del telefonino che è uscito? Ma se te stavi a dormì e c’andavi con calma il giorno dopo, o anche la settimana dopo, che cazzo cambiava? C’hai paura che non ce lo trovi? Ma se stanno dappertutto! Vidi un servizio al telegiornale con questi che facevano la fila fuori di notte aspettando che il negozio aprisse e i commessi intanto passavano col caffè! Non ci potevo credere! Apre il negozio e il primo che entra e prende il telefonino veniva accolto dagli applausi! Poi tra le interviste alla fine uno disse tipo: “Sì, lo so, non si arriva a fine mese, le bollette, il mutuo, la crisi, però lo smartphone bisogna averlo!” Ma che cazzo stiamo a diventà ragazzi?

  30. Onestamente non so… è dal 2009 che tiro avanti con uno slider Samsung, ed a parte la sostituzione del flat cable interno per questioni “rabbiniche”, continua ad andare come nuovo.

    Per il mondo smarthphone nutro grande curiosità… ma necessità zero, almeno al momento.

Lascia un commento