Spensieratezza andata

In un momento di semi-follia ho comprato Dragon’s Dogma per Switch. L’avevo già giocato nel 2013, a 32 anni, ma cazzo, stento a crederci, il modo in cui “percepivo” i videogiochi SOLO 6 ANNI FA, era totalmente diverso da come li vivo oggi, a un anno e mezzo dagli anta e da padre di famiglia.
Non si tratta di un ricordo annebbiato dal tempo; l’assoluta certezza di ciò che vi ho detto poc’anzi è documentata da un mio vecchio post fatto online, dove descrivevo le mie avventure in game.

Voglio condividere con voi tale post, chiedendovi anticipatamente di chiudere un occhio sugli innumerevoli errori di battitura, dettati dalla mia risaputa frettolosità e banalmente anche dal fatto che non scrivevo in un blog avente un seguito.

Ecco a voi:

14

“Era da molto tempo che non mi immergevo cosi’ a fondo in un videogioco.
Ricordo la quest del grifone.
la “caccia” sull’altura e’ stata molto divertente. il cercare la preda, il posizionarla, l’assalto massivo a sta creatura che mi aveva sempre raso al suolo il party tutte le volte che la incontravo fuori gran soren.
proprio quando credevo di averla debellata
mi scappa via. va beh, dico. ma la quest si aggiorna, e bisogna andarla a combattere in una zona moooolto piu’ a nord della mappa. il mio party e’ ben strutturato. il mio main e’ arciere/assassino/cacciatore. scelgo l’assassino, ma semplicemente perche’ non l’avevo ancora maxato. la mia pedina distruttore/guerriero. e due maghi.
si parte.
la traversata e’ lunga, e sempre piu’ dura. man mano che vado piu’ a nord i nemici diventano sempre piu’ ostici. fastidiossissimi i lupi bianchi col loro mordi e fuggi dellla menga, ma il peggio sono quelle orde di briganti continue nella zona ventosa. va beh, con un po’ di impegno li supero. c’e’ un golem, lo sego e lo supero.
il bello e’ quando arrivo in quella specie di torre mega galattica dove devo affrontare il grifone.
atmosfera a mille. figata totale. musiche epiche. scontro stupendo. e poi non so, durante lo scontro in cima alla torre, appare un tizio al quale avevo regalato un tomo qualche partita fa e usa delle magie potentissime che mi permettono di stendere sta bestia una volta per tutte. scontro bellissimo comunque, come non ne facevo da tempo.
poi bello che finito tutto non v’e’ piu’ alcuna ost in sottofondo, solo i rumori di vento e tuoni. presa la maschera di assassino e l’armatura del grifone, vado a fumarmi una sigaretta (ormai era tardi dovevo andare a letto), ma prima di spegnere la 360 sono rimasto la a muovere la leva del pad qua e la e a guardarmi attorno:
solo in quel momento ho realizzato che era davvero da tantissimo tempo che non mi sentivo dentro un gioco.
si, demon e dark souls mi avevano dato una sensazione simile, ma era piu’ che altro un trip onirico, un incubo (anche majora’s mask mi aveva dato sta sensazione) angosciante dal quale dovevo svegliarmi debellando tutto cio’ che mi circondava, essendo io solo,in un mondo totalmente ostile.
dragon’s dogma e’ diverso. e’ davvero un’avventura con la A maiuscola. un’avventura epica che soddisfa tutte quelle pippe mentali che ci siamo fatti ai tempi dei primi zelda, di morrowind,di alcuni mmorpg, quando vedavamo un bosco o una radura in lontananza nell’oscurita e dicevamo “chissa’ che creature infernali popolano quel luogo”… e in dragon’s dogma ci sono.
e’ questo il bello: tutto cio’ che uno vorrebbe che ci fosse in un actiongdr fantasy in dragon’s dogma c’e’.
un sacco di storie. personaggi bellissimi. mostri anche meglio.il look delle vesti, il feeling degli ambienti.
le musiche, la colonna sonora,gli effetti sonori.
si, forse a volte si deve attraversare qualche volta di troppo certe zone, ma quando ci si sente, un po’ stufi della cosa, basta fermarsi un attimo, bersi un bicchiere d’acqua ed intanto muovere la telecamera verso il paesaggio.
un gioco da vivere. e di sicuro da godersi appieno, visto che non ne vedremo molti simili in futuro.
poi va beh, inutile parlare della giocabilita’/gameplay. ben fatto tutto. intuitivo e facile.

brava capcom”.

Che dire? Sabaku mi faceva le pippe.

Un tale entusiasmo denota(va) una spensieratezza che fatico a ricordare di aver avuto. Il tempo passa e le cose cambiano, certamente, ma ero veramente un’altra persona. Non pensavo che il diventare adulto potesse cambiarmi così tanto senza che me ne accorgessi.

Ad ogni modo, vi esorto a seguire il consiglio del me stesso del passato e di giocare a Dragon’s Dogma. Merita davvero. E’ il massimo che riesco a dirvi a 38 anni e mezzo.

 

 

 

Prova a cercare ancora!

2

Chi è il vero Re dei platform 2D?

Nella golden age dei videogiochi sono usciti in rapida successione Super Mario Bros 3 (anticipato ...

5 Più commentati

  1. Giocato prima su Xbox 360 e successivamente su PC e condivido compleamente il pensiero del te stesso di 32enne.
    Questo gioco l’ho compleamente amato e non so cosa al momento mi freni dal riprenderlo anche su Nintendo Switch per rifiondarmi all’interno di questo mondo di gioco. Ricordo ancora come all’epoca fu devastato e come tutti gli abbiano preferito giochi molto più blasonati.
    Nonostante la differenza di età, cazzo si parla di quasi 9 anni, anche il mio consiglio è quello di recuperarlo assolutamente perchè Dragon’s Dogma sa donare tantissimo!

  2. Non capisco il senso di ricomprare un gioco, soprattutto se dura più di 50 ore.
    E a me Dragon’s Dogma è piaciuto.

    Capisco la spensieratezza, ma l’unico consiglio che darei a chi ha poco tempo è di giocare sempre a nuove cose.

  3. Soprattutto per giocarlo su una console perlopiù portatile come Switch. Adesso ho visto che anche Final Fnatasy X e X-2 sono su Switch; non dico che bisogna giocarci solo platform e puzzle game ma giochi così lunghi e soprattutto graficamente “succhianti” di batteria non ritengo siano così adatti.

  4. Premetto che Dragon’s dogma per me è il peggior rpg del secolo perchè i personaggi camminano e se corrono devono fermarsi a rifiatare, ci sono sempre gli stessi mostri che fanno il respawn ad ogni passaggio dalla stessa zona e i difetti del teletrasporto punto A a punto B previo collocamento..
    Ho una certa età anche io e ho notato che non ho più tempo e voglia di immergermi al 100% esplorando tutto il mondo (di un gioco rpg esempio fallout 3) o fare più missioni secondarie, ora cerco di vivermi il gioco impostandomi mentalmente che ho un certo margine di tempo da dedicargli.

Lascia un commento