The Gamefathers – Puntata N.6/a: “Musica Maestro!”

 

I videogiochi moderni non di sola grafica son fatti. E la musica dove la mettiamo?

Il primo ospite ufficiale di The Gamefathers, Alessandro Monopoli, che lavora nell’industria per Codemasters ed è un esperto musicista compositore, ci darà una mano nell’analizzare la qualità attuale della musica nei videogame e dei perché vengono effettuate certe scelte.

Avviso agli ascoltatori: qui si fanno discorsi seri…quindi se vi eravate già messi il tovagliolo per una scorpacciata di sole lollate, riponete il mestolo che qui si tratta di roba fine…nouvelle cousine…roba come TruceBaldazzi…mica cazzi. Che fa anche rima. Insomma, alta squola.

 

Questa la scaletta:

Intro

[01:00] Presentazione Ospite in Puntata

[34:02] Musica nei videogiochi: mix di brani o composizione originale?

[45:40] L’importanza degli effetti sonori di qualità: c’è mitragliata e mitragliata.

[1:02:23] I Giochi Musicali: fanno bene, fanno male?

[1:14:22] Creare giochi di auto ai giorni d’oggi

[1:20:30] Chiusura prima parte della puntata

 

 

Link per scaricare da iTunes (consigliato): http://itunes.apple.com/it/podcast/the-gamefathers/id464104192#

Link per scaricare dal sito (consigliato): http://www.thegamefathers.com/podcast/thegamefathers06a.zip
Link per ascoltare subito: Scarica

Prova a cercare ancora!

thegamefatherspills03

The GameFathers Pills #03 – Third Pill

E ci siamo ragazzi. È il momento della terza pillolina di The GameFathers. Vi avevo ...

7 Più commentati

  1. Wow, sempre puntate interessanti e particolari!
    Ahaha, trucebaldazzi… occhio che si vendica.. (Vendetta veva, non finivò in galeva, cit.)

  2. troppo serioso come podcast, preferivo i precedenti ^^

  3. Puntata interessantissima, bravi e complimenti al programmatore per essere arrivato a lavorare ad una casa così importante

  4. Sinceramente io ascolto e do TANTISSIMA importanza alle colonne sonore, Heavy Rain non avrebbe avuto la metà dell’impatto senza, lo stesso vale per tutti gli Zelda e i Mario Galaxy.
    Ammetto di aver comprato dei giochi anche solo per la suondtrack.

Lascia un commento