Tutto disintegra quando gli girano….

1

… le lame boomeraaang!

Ecco a voi un’analisi di Doom fatta da un non fan del gioco, fatta da un figlio degli anni ’80 e non degli anni’90, fatta da uno cresciuto con i platform e non con gli fps, fatta da uno a cui gli fps fanno fondamentalmente cagare.

Vi capita mai di tornare a casa da scuola o dal lavoro con le palle girate? Vi capita mai di avere una giornata in cui tutto va storto e vorreste prendere il muro a pugni? Ecco, a meno che non siate Saitama o Goku, rischiereste solo distruggervi le nocche. Potrei suggerire di uscire a correre o andare in palestra, ma voi siete nerd ed in quanto tali rischiereste di morire.

Ecco allora che viene in soccorso Doom.

Doom 4.

Doom 2016.

Chiamatelo come volete, ma il “nuovo” titolo Bethesda rappresenta una vera e propria cura allo stress, un modo sano e crudele di sfogarsi. E si, anche divertente.

Doom_E3-1

Pur non essendo un fps addicted, non ho potuto non venir catturato dall’immediatezza concettuale del nuovo Doom: non ci sono fronzoli, non ci sono narrazioni particolari, c’è solo gameplay puro.

La trama? Un pretesto per fare macello, nel senso letterale del termine.

Sono arrivati i demoni e al protagonista girano i coglioni. Fine della trama.

Ah si: all’inizio del gioco appare un ologramma di un dottore che inizia a fare uno “spiegone” su ciò che sta accadendo, ma dopo neanche 15 secondi il protagonista stesso del gioco si stufa e scaraventa via tutto.

E si parte col massacro.

Il gameplay è uno dei più frenetici mai provati dal sottoscritto, ricordo solo Fzero GX essere stato in grado di impegnare a tal punto la mia sincronia tra occhio e mano.  Il feedback delle armi è ottimo, ed aprire in due un demone con una motosega o farlo esplodere con due colpi di fucile a pompa dà davvero soddisfazione, una soddisfazione difficile da descrivere a parole.

L’immediatezza pura del gameplay è data proprio dal suo essere focalizato sull’annientamento di orde di nemici, senza che vi possano essere elementi in grado di distrarvi. Tutto punta a far concentrare il giocatore sull’uccidere. Non dovrete preoccuparvi d’altro, nemmeno di ricaricare l’arma.

Poi ovviamente ci sono le “fatality”: gli smembramenti corpo a corpo sono violenti ed immediati ed il gioco ti spinge a puntare molto su di essi per far droppare ai nemici punti vita necessari a ricaricare gli hp, che vi assicuro, vi scenderanno mooolto velocemente. Il gioco, pur essendo breve offre un buon grado di sfida, specie in modalità nightmare (l’ultra nightmare non immagino cosa possa essere).

Quindi si, promosso. Perché grazie a Doom, noi figli degli anni ’80 possiamo finalmente diventare come i nostri eroi dell’infanzia:

rambo

Quindi, se non siete appassionati di Doom e degli fps e se vi domandate se il titolo possa piacere, prendete questa “Omegashincensione” come il segnale che anche ciò che magari non è nelle vostre corde potrebbe valere un’occhiata.

Ciao!

alvi

Prova a cercare ancora!

seven-logo

Sette.

Partiamo da una premessa. E vi prego di sedervi, perché ciò che sto per raccontarvi ...

8 Più commentati

  1. “fatta da un figlio degli anni ’80 e non degli anni’90”

    Tipo quelli che dicono “come piaceva a noi ai tempi” e poi avevano 2 anni all’uscita del primo Doom?

    Questo nuovo Doom sembra un titolo interessante da prendere al primo price drop. Volevo chiedervi se qualcuno ha provato Overwatch, e cosa ne pensate.

  2. Se tia piace TF2 o CS:go (come frenesia intendo) prendi Overwatch

  3. Caro Omegashin se mi parli di stress o di ansia, per vari motivi (non ho la tipa, non lavoro ecc ecc), potrei fare quello che faceva Kenshiro che manco sarei soddisfatto….

    Tu hai un capo? Io lo pagherei pure per farmi mandare a fanculo, almeno mi paga…

    Detto ciò, i videogiochi non sono mai stati per me una cosa per scaricare l’ansia o lo stress….con quello c’è lo sport (la boxe è un ottimo scaricastress) o al massimo un’uscita con qualche amico in un posto figo, i videogames (tutti) da quello più infantile, a quello più violento mi hanno sempre rilassato, perchè impersono persone, vivo in mondi diversi e per quelle 2 ore li il mio mondo è come se non esistesse, mi dà fastidio pure la mosca che vola per dire…mi isolo completamente, poi è chiaro che non gioco molto, max 2 ore altrimenti la cosa diventerebbe un problema anzichè una “soluzione”.

    ps: Doom 4 mi è arrivato, ma sto giocando Child of Light, che mi sta prendendo molto….finisco questo e lo inizio ma già sò che mi piacerà :D

  4. il gioco sarebbe da 10 su 10 se il Doom Marine potesse parlare e avesse la voce di Germano Mosconi , è pieno zeppo di demoni che escono dai portali demoniaci sbattendo la porta XD

  5. Ho fatto i primi 2 livelli, davvero un gioco con i controcoglio**, 0 frontoli, tanta azione.
    Lo sto giocando quasi al massimo della difficoltà (quella superiore a normale), ed ha un livello di sfida davvero ottimo!

  6. Se Alvise risponde al mio inutile commento, regalo un gioco a scelta a tutto l’Angolo, discepoli compresi.

Lascia un commento