Un casino di Metal

Japanese-Metal-Gear-Solid-V-Ground-Zeroes-Commercials-600x300

Come potete vedere dall’immagine e dal titolo è da un mese che sto giocando a fatica a Metal Gear; a fatica principalmente per mancanza di tempo, come sempre.

Ma come è per me questo gioco? Bellissimo ma un gran casino!

Porca vacca se è complicato!! Complicato non nel senso di difficile, ma nel senso di incasinato forte! Poi sapete, giocarlo un ora ogni 3 giorni sicuramente non aiuta un cazzo!

Penso che sia uno dei migliori giochi Stealth e tattici di sempre; posso affrontare la missione in mille modi, dalla cazzo in culo carneficina alla super silenzioso come una mosca. Gia qui abbiamo un però: odio da matti i titoli iniziali e finali delle missioni principali. Cazzo non è da Metal Gear: 20 anni fa quando giocavo a metal 1 avevo la mia fottuta trama lineare, non delle figa di missioni, con a loro volta mille sotto obiettivi.

E’ figo poi reclutare gli uomini da assegnare alle unità della base: mi fa ricordare con piacere quando io e Farenz giravamo come due coglioni per la città con la PSP mattonella in mano alla ricerca di soldati; non ho mai capito il meccanismo, ma mi sono divertito come un matto.

Cristo poi quante armi ci sono! Va bene dover far evolvere tutto e avere col tempo armi sempre più fighe….. però tra cercare materiali e costruire piattaforme mi sembra di essere un carpentiere!!!

Il fatto è che da nabbo quale sono mi perdo nei meandri dei menù e mi deconcentro dal gioco vero e proprio!

Poi mi dovete spiegare questa cosa: uno step di evoluzione del cavallo è farlo defecare. Adesso un paio di riflessioni:

1 – Ma il cavallo prima aveva il buco del culo cucito?

2 – A cosa serve vedere un cavallo che lascia stronzi per l’Afghanistan, un po’ come Rosario Muniz li lascia per casa?

Due temi molto interessanti da sviscerare! Comunque concludo, perché devo proseguire con le missioni, affermando con certezza che il gioco è molto bello, mi piace parecchio….. anche se lo avrei preferito un attimo meno incasinato!

avo

 

Prova a cercare ancora!

thegamefatherspills03

The GameFathers Pills #03 – Third Pill

E ci siamo ragazzi. È il momento della terza pillolina di The GameFathers. Vi avevo ...

17 Più commentati

  1. se cachi in mezzo alla strada e passa un jeep nemica fa testacoda, il guidatore rimane stordito e gli eventuali altri passeggeri rimangono imbambolati seppure svegli e pronti ad avvistarti… :D
    Non è metal gear…non come lo intendo io, gran gioco…ma se hai una vita lavorativa, una donna e vuoi avere ancora qualche amico, non te lo godi come vorresti, anzi, non ti godi la trama come vorresti, perchè il gameplay è solido…mi resta il rammarco per la struttura a missioni che si possono ripetere, toglie immedesimazione e la trama perde sensibilmente di peso…

  2. Spartacusurtr666

    Quando si ha per le mani un Metal Gear Solid è sempre difficile essere imparziali, da un lato perché è una saga che ha appassionato e fatto innamorare migliaia di videogiocatori e quindi ha un suo fascino intrinseco, dall’altro, proprio per lo stesso motivo, le aspettative sono sempre altissime. Anche a me il fatto dei titoli all’inizio e alla fine di ogni missione ha lasciato perplesso non poco, al di là del fastidio nel vederseli davanti ad ogni occasione, mi chiedo che senso abbiano. La struttura a missioni ripetibili secondo me snatura completamente il gioco. Premetto che sono orientativamente alla metà del gioco (credo, immagino) ma non mi ha per nulla appassionato. Riesco a fatica ad addentrarmi nella trama, completamente l’opposto di ciò che successe con ogni precedente capitolo della saga. Mi ricorda tanto, troppo, Peace Walker e le sue cazzo di progettazioni di armi e strumenti senza i quali non puoi proseguire nella storia, e allora vaga a cazzo alla ricerca di ingegneri ed amplia la base. Che odio la base! Voglio un gioco stealth, non un gestionale alla sim city! Ovviamente a livello di gameplay il gioco rasenta la perfezione con mille approcci diversi e mille variabili da tenere in considerazione o sfruttare a tuo vantaggio nelle varie zone di missione. Aspetto di arrivare alla fine per darne un giudizio definitivo ma per il momento, sono d’accordo con te Dr. Avo

  3. We Avo,bentrovato,è sempre un piacere leggere i tuoi articoli e le tue disavventure. Personalmente anche io l’ho trovato un po’ troppo incasinato riguardo la gestione delle armi e il loro potenziamento,ce ne sono un’infinità,forse pure troppe. Anche la gestione della base alla lunga diventa un po’ intricata (con le Fob soprattutto).
    Comunque basta poco e ci si fa la mano,io è dall’inizio che uso sempre le stesse 3 armi (pistola soporifera,fucile d’assalto e di precisione) potenziando solo quelle,altrimenti non si finisce più.

  4. Io l’ho finito circa una settimana fa. Il gioco come gamepley era ottimo, però tante cose alla fine mi hanno deluso.
    Avrei preferito un’impostazione classica come i primi quattro capitoli. Una storia lineare, ma decisamente calzante col ritmo narrativo. L’impostazione a missioni non mi è piaciuta, come non mi era piaciuta in Peace Walker. I continui caricamenti in elicottero ad ogni missione primaria e secondaria (mamma mia la ripetitività) li ho trovati pesanti.
    Le troppo audio cassette che dopo un po’ diventavano pesanti e molte situazioni raccontate le avrei sicuramente gradite di più con qualche filmatino, a me piaceva ad esempio mlto di più il caro codec.
    L’open world l’ho trovato poco interattivo, giusto qualche pecora, qualche fiore e i soliti accampamenti dove spesso considerando anche le secondarie, bisognava passarci una decina di volte.

    Non so, come detto l’avrei sicuramente gradito di più se fosse stato un MGS come i primi quattro capitoli.

  5. E siccome abbiamo tempo da perdere kojima ha voluto deliziarci anche con le cassette da ascoltare.. Mavaffanculo sono l’unico stronzo che non ne ha ascoltata una per intero?

    • Le cassette audio sono fondamentali o.O , se non le ascolti non capirai un cazzo del background della storia e dei personaggi.personalmente mi andavano benissimo anche considerando che sono recitate e non sono costrtto a stare fermo a leggerle ma potevo fare missioni o mentre mi giravo la base.
      Prova a pensare le decine e decine di pagine di leggere da giochi come lost odyssey o gli elder scrolls o dragon age…
      Detto questo , il lato che ho meno apprezzato del gioco è la gestione della base , è tutto fin troppo statico e ripetitivo , non ci sono punti di ritrovo , sembra tutto fermo e immobile e girare per la base ti fa perdere parecchio tempo.
      Avrei preferito una gestione più libera , con una miriade di microeventi e di kojimate

  6. Caro Dottore, è sempre un piacere leggere un tuo articolo ( a differenza di quelli del gatto ).
    Però ha ragione l’utente che ha commentato precedentemente, se ci giochi 1 ora ogni 3 giorni, è difficile che te lo riesci a godere appieno.

    A me non è piaciuto, l’ho mollato dopo essere arrivato al 12% della storia, non amo le mezze misure nei videogiochi, o mi piace o no, il primo metal gear, quello per playstation l’ho amato alla follia, questo a livello di empatia gli è lontano anni luce a mio avviso.

    Cmq felice che ti stia piacendo, finiscilo presto che presto esce il “tuo” Assasin Creed XD

  7. sto gioco sta diventando una droga per me. sono a 80 ore e ne voglio ancora

  8. Caro Avo, è sempre un piacere leggerti.
    Con le tue giuste considerazioni hai concretizzato ciò che temo di trovare quando comprando e giocando a questo ultimo metal gear. Avevo già forti sospetti dopo aver concluso ground zeroes. Io speravo in un titolo d’azione, con una trama lineare ed avvincente, senza collezionabili ed continui upgrade (o almeno che fossero opzionali e a discrezione del giocatore). A ciò aggiungiamo i controlli che in ogni MG sono sempre piuttosto pasticciati.

  9. Sinceramente non avevo mai letto tanti commenti negativi in giro sul web associati ad un Metal Gear come per questo gioco, e questo dovrebbe far riflettere, significa che, pur essendo un titolo di indiscussa qualità qualcosa è andato storto. Temo che Kojima abbia fatto il passo più lungo della gamba e facendolo abbia perso qualcosa per strada, come la trama che ti teneva incollato allo schermo ad esempio. Ditemi se la mia impressione è giusta o meno non avendo ancora provato il titolo.

  10. Sono il primo a preferire la struttura lineare e l’impostazione dei precedenti capitoli ma le critiche su questo Metal Gear mi lasciano alquanto perplesso.

    Guns of the patriots rappresenta la fine della saga per come siamo abituati a conoscerla, sia in termini di gameplay sia in termini di storia, non per niente viene definitivamente conclusa la storia di Snake iniziata nel primo capitolo per PS1. Dopo che la storia si è conclusa con un finale degno di questo nome, Kojima ha voluto approfondire la storia di Big Boss utilizzando un “format” diverso da quello dei capitoli precedenti, coerente con ciò che aveva iniziato con Snake Eater. Se ci pensate bene anche il terzo capitolo, pur rientrando nei canoni classici in termini di gameplay, è un po’ meno lineare rispetto agli altri, ci sono molti meno dialoghi e molti più momenti morti in cui la storia non prosegue.
    Una volta che la saga di Snake si è conclusa definitivamente, Kojima ha voluto secondo me sganciarsi dalle restrizioni in cui quest’ultima era intrappolata ed ha potuto sperimentare nuove possibilità. Se lo avesse fatto col quarto sarebbe stato tutt’altro discorso e sarei stato il primo ad infuriarmi e ha pretendere un Metal Gear di stampo classico ma così non è stato. Da questa voglia di innovazione è nato Peace Walker, una struttura ibrida che trova piena realizzazione in Metal Gear Solid 5.

    Questo gioco non è esente da difetti (come tutti del resto), trovo però che sia un peccato tremendo che questi debbano totalmente eclissare gli enormi pregi del titolo. MGS V è enorme, ricchissimo di possibilità e curatissimo sotto ogni aspetto (gameplay, grafica, sonoro, sceneggiatura, regia). Kojima è il suo team hanno osato tanto nel portare lo stealth in un mondo di gioco open world. Per farlo sono state spese un quantitativo enorme di risorse, ci sono voluti anni, c’è stato il famoso litigio con Konami ecc…
    Il risultato però non si può questionare: ci sono riusciti.

    E poi andiamo a lamentarci dei riconoscimenti a inizio e fine missione? Ma vaffanculo.

  11. il problema vero è il cut content. Di sicuro la missione 51 manca anche se ce ne sono tracce. Il gioco rimane in sospeso con situazioni aperte e inspiegabilmente non chiuse. Poi c’è chi dice che i capitoli fossero 5 e non 1 e mezzo.
    Questo è il problema.

Lascia un commento