Videogames VS. Obama

Ci risiamo.

Questa volta l’ennesima bordata contro i videogiochi è arrivata direttamente dal presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama.

Durante un comizio tenuto di fronte agli allievi delle scuole d’America, ha ammonito i ragazzi con un consiglio: “non passate ogni ora della giornata davanti alla televisione o con quella Xbox”.

Obama ha anche annunciato  che il governo non sia il solo responsabile dei problemi educativi presenti nei ragazzi d’America, affermando che ciò è purtroppo dovuto in gran parte ad un cattivo metodo d’educazione da parte dei genitori:

“Il governo non può bandire la Playstation, in quanto è un’azione che solo un genitore può fare”

In America da una parte a molti genitori sono girate le palle, perchè convinti che nemmeno il loro presidente può permettersi di insegnare loro come crescere i propri figli. Dall’altra, diverse aziende del settore videoludico si sono sentite ovviamente prese in causa e hanno posto una domanda molto interessante:

“Possibile che il nostro Presidente ignori il fatto che viviamo in un paese in cui comprare una 44 Magnum sia facile come acquistare un litro di latte, ma punti il dito contro il mondo dei videogiochi?”

Personalmente credo che la verità stia nel mezzo.
Sono d’accordo con chi si è sentito preso in causa e con chi si sia incazzato.

Ma sono anche convinto che il discorso di Obama sia nato come una sorta di sprono, di esortazione, di consiglio a vivere una vita un po’ più orientata verso la socialità con altre persone piuttosto che con uno schermo lcd.

Voi da che parte state? Farenz o Obama (LOL)?

farenz

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

Lascia un commento