WUT?!?

Dead or Alive: Dimensions non verrà pubblicato in Svezia (e mi pare anche in qualche altro paese nordico) a causa di presunta “pedo-pornografia” nel videogioco.

Ora io mi dico: ma ci siamo rincoglioniti del tutto?

Adesso DEI PIXEL in pose sexy/provocanti (che poi conoscete tutti Dead or Alive, di fatto ci si picchia, a volte con vesti non più succinte di mille mila altri giochi) possono portare a gridare alla pedo-pornografia, reato gravissimo contro dei BAMBINI VERI??

Io dico che la gente non è più in grado di usare il cervello come si chiederebbe di fare a un appartenente della specie Homo Sapiens Sapiens.

Sono sinceramente allibito, scusate se non argomento di più la cosa ma non sono mai stato particolarmente bravo a commentare l’idiozia del prossimo, faccio fatica a comprenderla.

Prova a cercare ancora!

viper5

Zelda Breath Of The West – Zelda sviluppato in Occidente

Se Viperfritz non va a Zelda, allora Zelda andrà a Viperfritz. Questo è un pò ...

68 Più commentati

  1. Un po’ come un articolo pubblicato qui sull’angolo tempo fa in cui la presidentessa dell’associazione di vittime di Mafia gettava merda su Mafia 2 perchè era offensivo nei loro ocnfornti. E scusate, il primo?

    Troppa gnocca ha fatto dare alla testa a quei svedesi ;)

  2. In realtà, se volessimo fare un noiosissimo discorso giuridico, c’è il rischio concreto che una cosa del genere possa accadere anche in Italia. Leggete quanto dispone l’art. 600-quater c.p.

    600-quater.1. Pornografia virtuale.

    Le disposizioni di cui agli articoli 600-ter e 600-quater si applicano anche quando il materiale pornografico rappresenta immagini virtuali realizzate utilizzando immagini di minori degli anni diciotto o parti di esse, ma la pena è diminuita di un terzo.

    Per immagini virtuali si intendono immagini realizzate con tecniche di elaborazione grafica non associate in tutto o in parte a situazioni reali, la cui qualità di rappresentazione fa apparire come vere situazioni non reali (1) (2).

    • però il punto è che definire pedopornografico il gioco è troppo, anche in svezia l’inchiesta pubblica ha detto questo, sono le catene di negozi che si rifiutano di venderlo perchissà quale motivo

      • credo che per la legge:pornografia con monore di 18=pedopornografia anche se il minore ha 16 anni

        se non ricordo male anche con dragonball è stato lo stesso:manga con scene pedofile quando la ragazza in questione aveva 16 anni.

        fermo restando che equiparare dei bit o dell’inchiostro a una persona vera mi pare sempre una cazzata…

      • In realtà non sono i negozi che non vogliono venderlo, la faccenda è andata così:
        Un tizio qualunque avendo visto il gioco è andato a denunciarlo alla polizia per pedopornografia, le autorità svedesi però hanno detto che il gioco non aveva niente di irregolare, era un normale videogioco, però Nintendo per stare sicura ha rimosso di sua iniziativa DoAD dal mercato svedese per qualche paura infondata.
        Per me hanno esagerato, pur di proteggersi ad ogni costo arrivano addirittura a togliere dal mercato un gioco che non ha niente di male, bah.

  3. Sarebbero in grado di criticare anche se il titolo fosse curato dalle menti più geniali.

    Se fossero vivi un Aristotele o un Dante direbbero che sono pazzi.

    Tanto per dare aria alla bocca e per dire che tutte le cople del mondo sono del mondo videoludico.

    Tra un pò diranno che se non vendono mutande è colpa sempre del mondo videoludico.

    No comment.

  4. Ma solo io mi rendo conto che stiamo parlando dell’età che hanno un mucchio d pixel?! Cos’è, mettono fuori legge 4 righe di codice xchè hanno meno della maggiore età? Ma figa XD

  5. che stupidaggine a volte la gente è davvero ridicola non ho parole.

  6. direi che tutta questa faccenda è ridicola, di rompipalle ne è pieno il mondo (vedi + o – recenti problemi che si erano creati sulla presenza o meno dei crocefissi nelle aule) per cui nn mi stupisco + di nulla.
    la cosa invece secondo me preoccupante è il fatto di non saper + discernere 4 figa di pixel dalla realtà, cioè a parte il fatto che le presunte immagini sotto accusa non sono nulla di nuovo (i cari giappi ci hanno abituato nel corso degli anni a ben altro) è ridicolo lo scandalo che si è creato intorno a 4 immagini totalmente finte in cui di reale non c’è nulla; bagaj vediamo di tornare ad usare quella massa + o – pesante e utile che abbiamo nella testolina, il videogioco è una cosa ed è fine a se stessa, la realtà è ben altro. questo aggrapparsi ad ogni cosa per poter gridare “allo scandalo!!!” è di una tristezza infinita

    ps. a quanto pare il digitale sta superando la realtà stessa XD http://affaritaliani.libero.it/culturaspettacoli/illustrazioni_di_ultima_generazione190310.html

    ciaoooooo

Lascia un commento