La longevità ribaltata

Turn-the-clock-upside-down

Mi permetto per una volta tanto di farvi un piccolo spoiler.
Tranquilli, non vi racconterò chi è l’assassino di Heavy Rain e non vi svelerò nemmeno cosa contiene la famosa scatola in “Seven”.
Viperfritz non me ne voglia, ma voglio anticiparvi un argomento che farà parte della puntata 31 di GameFathers, pronta a breve.

Perché spoilerarvelo?
Ebbene, nella scaletta ho inserito personalmente questo tema di discussione, ma sono convinto di aver fatto casino, di non essermi spiegato come in realtà avrei voluto.

Partirei facendovi un esempio molto specifico, ma che può essere ampliato a (quasi) qualsiasi altro videogioco.
Prendiamo sotto esame il futuro Metal Gear Solid 5.
Come sapete, si tratta di un gioco che attendo parecchio, come qualsiasi altro capitolo di questa saga, indiscutibilmente una fra le mie preferite.

Fra le mie preferite, sì.
Ma anche fra le più incasinate a livello sia di personaggi, sia (soprattutto) di filo temporale che collega tutti gli eventi.

Pensando a questo gioco, penso inevitabilmente a tutto ciò che ci ha portato al fantomatico “numero 5”. Siamo proprio sicuri di ricordarci tutto, per filo e per segno?

Io sicuramente no.
Sarà l’età, sarà l’incasinamento generale della trama, sarà che (ridendo e scherzando) sono passati quasi 6 anni da quando giocai a MGS4. Per forza di cose alcuni dettagli me li sono persi col tempo.
Automaticamente mi scatta la voglia di recuperare i precedenti.
Ma come mi viene voglia, me la faccio passare automaticamente.
I capitoli di Metal Gear non sono giochi da prendere sottogamba, sia dal punto di vista delle ore da dedicare, sia l’obbligo di mantenere un elevato livello di concentrazione, per evitare di fare cazzate durante le fasi di gioco ma soprattutto per non perdersi nessuna sfumatura riguardante la trama.

Con la quantità smodata di giochi che escono annualmente, soprattutto in quest’ultimo periodo, trovare tempo da dedicare a giochi che ho già giocato ed amato a me risulterebbe praticamente impossibile. Preferisco concentrarmi sul nuovo, sul futuro.

Penso quindi che, parlando per assurdo, la longevità e la trama ricca dei vari Metal Gear siano da considerarsi in quest’ottica quasi come un difetto di tali giochi, proprio a causa del loro livello d’approccio per nulla easy.
Così come potrei riprendere tranquillamente in mano un Gears of War 1 e finirlo in un pomeriggio mentre contemporaneamente completo Rebus sulla Settimana Enigmistica ed eseguo un trapianto di reni da un maiale ad Avo, altrettanto non riuscirei a fare con MGS.

A voi è mai capitato di rendervi conto di non poter/voler riprendere in mano un gioco o una serie di giochi che però vorreste/potreste riprendere in mano?

farenz2

Prova a cercare ancora!

xbox-game-pass-x019

Il Game Pass è il cancro dei videogiochi?

Beh? Mi sembra di aver scritto l’altro ieri l’ultimo articolo ed invece… Mi è nata ...

42 Più commentati

  1. Io adoro il retrogaming quindi sono di parte. Avrò finito 40 volte Donkey kong country 1 e 2, super metroid, super mario 1-4(world) e intendo 40 ciascuno. Non sto esagerando. Questo perchè (escluso super metroid) sono tutti titoli che permettono delle sessioni di gioco di 5 minuti l’una, potenzialmente.
    Recentemente ho comprato la metal gear collection, abbandonata dopo pochissime ore.. in sostanza, dipende dal titolo, più precisamente mi capita solo con giochi che consentono partite rapide (e il 99% delle volte su console portatili).

  2. Su MGS non mi sono mai fatto questo problema perché ogni tanto li riprendo in mano tutti e, conoscendoli a memoria, li finisco rapidamente godendomi trama e gameplay.

    Invece è da un anno circa che dico che vorrei rifare tutta la saga di Assassin’s Creed, soprattutto per ripassare la storia di Desmond e Minerva, ma le innumerevoli cose da fare in tutti i capitoli mi fa passare la voglia, soprattutto se ho roba nuova da giocare e altri titoli ancora da finire.
    Vabè, mi fa anche passare la voglia il fatto che dovrei rigiocare anche Revelations… Ma quella è un’altra storia.

  3. io si, con assass creed 2 lo giocato due volte. è forse il migliore della saga ma anche per l appunto MGS3 lo rifatta piu volte.dipende dai gusti che una persona ha’.nn saprei se è un pregio o un difetto ma una cosa è sicura che oramai per alcuni giochi come assassin creed è un brand, ansi che pensare a come fare i giochi pensano ad altro e nn sono l unico a pensarla cosi.
    cmq è piu forte di me nella scatola del film ‘seven’ c’è la testa della ragazza del detective interpretato da brand pett. ciao :)

  4. e poi c e wikipedia se nn si a voglia o tempo…

  5. Ciao Farenzo,

    E’ vero talvolta non si ha il tempo di riprendere in mano giochi vecchi perchè quel poco che si ha si preferisce buttarlo anche su CAGATE nuove di zecca (ed ora con la next-gen si giocheranno parecchie cagate pur di tenere accese PS4 o XONE).

    Io ho una marea di HD collection a prendere polvere.

    Ma è anche vero che è il divertimento a dover trascinare il gioco e ci sono casi in cui riprendendo una vecchia gloria, sarà la nostalgia, sarà talvolta la voglia di confrontare grafica e giocabilità, saranno i ricordi, sarà la voglia di sfida o quel cazzo si vuole, non si riesce a non rifinire quel maledetto giochetto.

    Io per MGS ho un amore spassionato, ad ogni sua uscita mi prendo un periodo adeguato per rigiocare tutta la serie. Ti dico che mi manca solo da rifinire il 4 (oltretutto finito ormai già 14 volte).

    Il fatto che giochi passati siano lunghi non credo sia un difetto,anzi, sono io a non avere più il tempo giusto per godere dei videogiochi per colpa del lavoro, famiglia e tutto il resto. Ma questo è un problema che ha chi come me, te, Viperfriz, Avo e tutta la vostra compagnia è grandicello e stenta ancora a voler diventare adulto, ma questa è un’altra storia .

  6. Io invece faccio il contrario, proprio in questi giorni ho deciso di ricominciare le saghe di AC e Batman, la prima perchè ho la sensazione di essermi perso qualcosa tra AC2 e Brotherhood, quindi per sicurezza ho deciso di rigiocarmeli tutti, tanto non comprerò AC4 se non su console next gen, e non ne avrò una almeno fino all’anno prossimo, Batman invece perché l’hype che mi sta salendo per Origins è così alto che dovevo sfogarlo in qualche modo.

  7. E’ proprio per i motivi citati da te Farenz che non non gioco mai lo stesso gioco per due volte. Ho lo stesso problema con la trama di MGS anch’io, l’ho avuto in passato con Legacy Of Kain (quanto desiderei un seguito anche se della complessissima storia ricordo molto poco)…credo sia naturale con questo tipo di giochi dalla trama così intricata e piena di dettagli.

  8. No, perchè in genere mi ripeto la frase “Non hai in mente di morire domani, per recuperare c’è sempre tempo”.
    Effettivamente quando mi viene lo spinno del retrogaming tendo a soddisfarlo, anche perchè, se mi va di farlo, non riesco a godermi qualcos’altro.
    Diciamo che con le poche finanze che mi ritrovo lo spinno del retrogaming mi da il vantaggio di rimanere indietro e così posticipare l’acquisto a dopo un calo di prezzo (o uno scontone bello grosso) e le mille pacht (perchè ormai al day1 certe case ti vendono la beta non il gioco completo…tipo la bethesda).
    Insomma, mi sono amputato il bisogno di restare al passo con le uscite, e col tempo ho imparato ad apprezzarne i vantaggi.
    Per concludere, infine, se pensassi di non riprenderli mai ma proprio mai, penso che non sarei così contrario a rivenderli.
    Mi piace collezionarli, ok, ma se dopo la prima giocata mi devono diventare dei fermacarte vita natural durante, tanto varrebbe che me ne vendessi la maggiorparte.

  9. la soluzione migliore viene offerta da alcuni giochi che fanno il sunto dei capitoli precedenti, ma quando invece non c’è questa opzione quella migliore diventa internet,non c’è soluzione migliore che rileggersi la trama dei capitoli precedenti,il problema nasce quando la saga in questione è uscita su console diverse negli anni, come proprio metal gear, e come risolvere questo problema? se uno ha giocato tutti i capitoli allora può dare una letta su internet,oppure chi non ha ancora giocato a questa serie può benissimo rimediarsi le collection HD dei capitoli precedenti, in questo caso di metal gear la versione Legacy Edition

  10. Con la quasi totalità degli RPG, perchè amo sviscerarli il più possibile facendo ogni sotto-micro-nano trama che c’è, in particolare Mass Effect e Dragon Age visto che essendo ogni capitolo legato alle scelte fatte dal precedente io non riesco a rigiocare solo Mass Effect 3 o Dragon Age 2 ma devo riprendere entrambi dal primo così da costruire una nuova storia dall’inizio con scelte diverse.

  11. Bhè non sono un fan della serie proprio per i motivi da te citati, e francamente non ricordo un gioco in cui mi fossi perso dei particolari della trama a distanza tra un capitolo e l’altro, anche perchè giochi che offrano una profondità simile di trama in un lasso temporale come quello di MGS sono più unici che rari, (ricordo che MGS1 uscì su Play Station 1998 :-O ) ciò in cui mi capita di imbattermi alle volte, soprattutto in periodi concitati quando mi capita di seguire più titoli contemporaneamente e/o perdermi all’interno delle missioni secondarie a scapito della trama principale, è di perdermi qualche pariticolare qua e là.

    Trovo che sarebbe utile, durante le fasi di caricamento della partita dopo un assenza prolungata un piccolo “flashback” utile a ripercorrere i tratti importanti fino ad ora intrapresi, magari con sequenze del “nostro giocato” così da riportare a mente i ricordi. Stesso discorso vale per i capitoli a lunga distanza dal precedente, una piccola intro capace di risvegliare quei ricordi assopiti nella mente che ci aiutino a ricordare trama personaggi ed infamerie varie ;-)

  12. Mi succede di continuo la stessa cosa… Sopratutto appunto con i remaster di vecchi giochi. Basti pensare a ICO&SOTC, ho rigiocato e finito solo il primo dei due. I vecchi Final Fantasy (alcuni dei quali ancora non giocati proprio ma che non ho tempo di giocare). Oppure Kingdom Hearts 1.5 e tra un po’ anche il 2.5… Penso che “chiuderò” un occhio e rigiocherò solo FFX HD, ma perché si tratta del mio videogioco preferito in assoluto.

  13. Mi è capitato un sacco di volte di aver voglia di iniziare nuovamente un gioco, ma lasciar perdere per mancanza di tempo o per l’uscita di titoli più recenti. C’è da dire che io odio rifare le cose, quindi se si tratta di completare nuovamente un gioco che ho già fatto in passato, la voglia mi viene dopo anni (ad esempio poco tempo fa ho finito nuovamente Parasite Eve 2 dopo tipo 10 anni che non ci giocavo). Titoli come Final Fantasy 7 o GdR vari ogni tanto mi stuzzicano la fantasia, ma iniziare (di nuovo) un gioco del genere significa bruciarsi almeno uno o due mesi di altre uscite e quindi ogni volta lascio perdere anche se mi piacerebbe. C’è anche da dire che in genere io preferisco non avere più giochi “in parallelo”, perché il rischio di abbandonarne uno è sempre dietro l’angolo e poi è meglio concentrarsi solo su un titolo alla volta per coglierne tutte le sfumature, come diceva appunto il buon Farenz. Il massimo del mio parallelismo è un gioco su console fissa / PC e uno su console portatile :D

  14. Ti capisco Farenz, io ho avuto lo stesso dilemma quando ad agosto volevo riprendere in mano la saga di Halo. Visto che del primo capito non mi ricordavo una fava mi sono riletto al volo la trama su Wiki. Qualche tempo fa magari mi sarei rigiocato il titolo, ma ora come ora ho troppi arretrati, soprattutto ora che ho comprato la Ps3 e ho una lista “da giocare” molto lunga.

  15. Non mi è mai ricapitato,forse dura di meno l’impegno e la concentrazione.

  16. Mi capita sovente, però solo con vg che non mi hanno poi così tanto colpito…

    Diciamo che sul discorso “problemi di longevità” non mi ci ritrovo molto, perché a distanza di tempo ho provato a finire nuovamente titoli come Final Fantasy (il 7 e il 9 in modo particolare) o altri RPG in genere.
    Per non parlare delle volte che ho ricominciato una nuova classe in un MMORPG…e lì sono ore ed ore di gioco…
    Credo che per me si tratti di più di “piacere” nel rigiocare ad un titolo, indipendentemente da quanto tempo esso possa portarmi via.

  17. si potrebbe procedere come hanno fatto per mass effect 2 e la serie dead space per citarne alcuni che mettono tra gli extra il riassunto dei capitoli precedenti, una cosa molto gradita.

  18. Eccome… Però se lo facessi non avrei più tempo per stare al passo con le uscite.
    PS: se non altro a 20 la memoria non mi fa ancora cilecca

  19. Beh, è per questo che esistono le wikia, ormai per qualsiasi tipo di media: se hai qualche dubbio o enormi lacune da colmare, basta cercare e trovi quello che ti serve. Certo, non è come rigiocare in prima persona, ma è utile.

  20. Dal ps store si può scaricare gratuitamente il metal gear database che come un enciclopedia contiene tutte le informazioni su storia, personaggi, timeline, curiosità, armi etc… di tutta la saga di metal gear. Facendone una buona lettura si riuscirà ad avere un quadro completo di tutto ciò che è accaduto fino ad ora.

  21. Io ho rigiocato almeno una volta ogni gioco che ho! XD in particolare Ocarina of Time (8 volte in un anno) e Fire Emblem: Awakening (4 volte in 5 mesi)

  22. IndiscutibilmenteLex

    Mi è capitato molte volte di riprendere in mano i vecchi final fantasy per play 1 e la voglia di rigiocarli c’è e anche molta solo che poi non riesco quasi mai a trovare il tempo anche perché ho altri videogiochi da finire…

  23. Nella scatola di Se7en Brad Pitt trova la testa di sua moglie.

  24. Ti avevo fatto questa domanda tramite mail, e mi avevi risposto che non potevi per motivi di tempo, ma inevitabilmente il nostro istinto primordiale ci porta a voler riesplorare vecchi mondi che ci hanno fatto sognare. Io, per esempio, ho il bisogno fisiologico di rigiocarmi alcuni giochi ogni tanto, anche per riassaporare per un secondo l’atmosfera. Tra questi ci sono il primo Bioshock, Bayonetta e Portal 2.

  25. a me e’ venuta voglia di rigiocarmi a link to the past prima che esca a link between world. sono combattuto

  26. Ciao Farenz, non posso che trovarmi d’accordo con la tua disamina.
    Ti dirò di più.
    Io stesso, ultimamente, comincio a considerare quasi come un difetto la longevità prolungata di diversi titoli.
    Per esempio, anche un titolo come Tomb Raider 2013, che ho finito da pochi giorni, e ho spalmato in almeno un mesetto, forse di più, a un certo punto ho cominciato a percepirla come stancante.
    E parliamo di un titolo che per essere finito, senza farsi tutte le tombe, e con un impegno accettabile e senza sforzi sovrumani di attenzione, impiega credo una ventina di ore, poco più.
    Ecco, probabilmente perchè l’età avanza, il tempo utile è sempre meno, ma inizio ad apprezzare molto di più un titolo che scorra via liscio, senza problemi, con le sue 15 ore di durata di media, che si viva intensiamente, e che non richieda tutta sta attenzione o morbisità maniacale in enigmi o sessioni di combattimento estenuanti.
    Ci sono alcune eccezioni a questo principio che indirizza il mio modo di videogiocare, da qualche anno a queste parte, ma sono davvero poche.
    Nella fattispecie i due titoli della serie di Batman, che ho amato tantissimo, che piluccavo apposta, in piccole dosi, qualche ora la sera, per avere il mio appuntamento quotidiano con l’uomo pipistrello, nella sua veste videoludica migliore di sempre.
    A parte quel gioco, mi accorgo sempre più pure io che, anche volendolo, non potrei riprendere in mano titoli vecchi e di un certo tipo.
    Ad esempio, avrei voluto mettermi li e riprendere in mano tutta la serie di Splinter Cell, ma ricominciare dal primo, e arrivare all’ultimo passando per Double Agent, e il fantasmagorico Conviction (proprio lui), mi sarebbe stato impossibile.
    Cosi, all’uscita di Balacklist, ho deciso di mandare tutto affare in culo e di giocarmi Conviction, dopo che l’avevo droppato a metà, in preda ai conati di vomito, nella nuova veste di videogiocatore della domenica.
    Risultato?
    Titolo leggero, facile, godibile al momento.
    Non ricordo un cazzo nè di trama nè di sessioni di gioco particolari, quindi è stata una esperienza profonda come tirare un sasso in un lago, però, nel momento, mentre giocavo, mi divertivo, pensando che non era uno Splinter Cell, semplicemente.
    E come gioco action senza pretese, poteva reggere una sessione giornaliera, tranquillamente.
    Quindi, è vero, piuttosto di rigiocarmi i titoli milestones del passato, preferisco pure io tenermi al passo coi tempi e dedicare quel poco tempo che ho per giocare qualcosa di nuovo e “fresco”.

  27. sì, e proprio con Metal Gear Solid, ma solo perché sono una sega. :)

  28. Premesso che periodicamente rigioco a link to the past, ocarina of time e super metroid, ho sempre avuto voglia di rigiocare FFX…Tra un paio di mesi potrò farlo, anche perchè collegare la ps2 alla tv hd è la morte del gaming…

  29. Si, mi capita per i tuoi stessi motivi, mancanza di tempo e pila di giochi che cresce a dismisura. Comunque per recuperare il filo della trama, per fortuna c’è internet ;)

  30. Io ho rigiocato innumerevoli volte le saghe di Resident Evil e Tomb Raider (specialmente i primi).
    I giochi recenti, invece, difficilmente (moto difficilmente) li rigioco, anche se mi sono puiaciuti tantissimo.
    Il fattore rigiocabilità, nei titoli più recenti, è calato parecchio.
    A mio avviso per una precisa scelta delle software house, per indurre a comprare giochi nuovi più spesso.

Lascia un commento