E io che pensavo che gli americani…

031413-music-reality-tv-fights-evelyn-lozada-royce-basketball-wivesMi è capitato un fatto singolare, quasi grottesco.
Avete presente quei programmi televisivi americani, se di programmi televisivi si può parlare, in cui vengono chiamati come ospiti moglie e marito ed immancabilmente spunta l’amante di lei, il marito si incazza e partono i cazzotti?

Posto che ovviamente si parla di finzione e posto anche che la maggior parte degli spettatori è cerebrolesa al punto tale da non comprendere che si tratta di attori che si prestano a queste squallide sceneggiate, sono sempre stato affascinato da questo tipo di intrattenimento, ma non tanto per il programma in sé, quanto per l’idiozia del genere umano.
Se i palinsesti televisivi americani (ma tranquilli, ci arriveremo anche noi) annoverano programmi di questo tipo, molto semplicemente ssignifica che la gente li segue. Forse è questa la cosa più triste.
Non tanto cioè l’esistenza stessa del programma, quanto la gente che viene intrattenuta da spettacoli di questo tipo.

Erroneamente, e un po’ in maniera razzista, pensavo che ciò fosse prerogativa del popolo dalla mascella larga e dall’hamburger facile.
Da noi, almeno per ora, non è ancora arrivato questo tipo di rifiuto tossico e spero ingenuamente che mai arriverà.
Tuttavia mi sono ricreduto su ciò, perché sono capitato in una situazione in cui la gente ha dimostrato davvero non solo di avere poco cervello in certi casi, ma soprattutto di saper godere di queste – finte – lotte.

Vi spiego molto rapidamente cosa è accaduto.
Domenica 2 novembre al Lucca Comics partecipo con Nebo e il Rinoceronte alla presentazione dei nostri rispettivi libri.
La conferenza vola, le domande dal pubblico sono interessantissime (peccato non avere registrato un video, mea culpa) e i 45 minuti che ci vengono concessi nel concitato turnover di appuntamenti lucchesi vengono brasati in un lampo.

Esco dalla sala Ingellis dove si è tenuta la manifestazione, scatto alcune foto con voi (o chi fra voi c’è stato).
Tra i ragazzi spunta Giorgio Cappello di Paglia, “collega YouTuber” quasi mio coetaneo.
Lo becco per la seconda volta in vita mia (la prima fu alla GamesWeek 2013), facciamo una foto insieme e soprattutto scambiamo due chiacchiere rigorosamente videoludiche/fieristiche. Tutto molto piacevole.

Il giorno dopo Giorgio pubblica sul suo account facebook la foto di noi due assieme.
Mi arrivano nel giro di pochi minuti decine e decine di richieste di amicizia.
Io l’ho sempre detto: ho creato la pagina fb dell’Angolo proprio per evitare che la gente rimanga male per il mio rifiuto alla richiesta di amicizia al mio account personale. Perdonatemi, ma non ci conosciamo direttamente e non capisco che senso abbia avere fra i miei amici 5000 persone di cui non ne conosco 4900. Senza contare che ciò significherebbe avere la mia bacheca inondata da notizie di 4900 sconosciuti. No grazie. Ecco perché ho creato la pagina dedicata all’Angolo.

C’è chi invece non ragiona come me e accetta le amicizie. Benissimo, sono scelte assolutamente personali.
Decido quindi di pubblicare proprio sulla pagina ufficiale dell’Angolo una battuta, copio e incollo:

“Gli YouTuber sono una brutta razza. Ancora peggio quelli che danno l’amicizia a chiunque. Giorgio Cappello di Paglia, che il cagone ti colga. Ora.”

Ora, analizziamola.
“Gli Youtuber sono una brutta razza”. Essendo anche io una persona che sta su youtube, automaticamente già da queste parole SI DOVREBBE capire l’ironia di tutto il post.
“Ancora peggio quelli che danno l’amicizia a chiunque”. Va beh, c’è poco da spiegare
“Giorgio CdP. Che il cagone ti colga. Ora”. Ma io mi chiedo… ma non si capisce che scherzo?
Se la gravissima storia della richieste dell’amicizia al sottoscritto mi avesse davvero dato fastidio, o avrei comunicato in privato direttamente con l’interessato, oppure se fossi stato un uomo di merda avrei scritto qualcosa in rete tipo “Sei un figlio di puttana, muori testa di cazzo”.

Gli ho semplicemente augurato il cagone, una cagata spray, un qualcosa che reputo carino e che auguro spesso anche a chi voglio bene.

E invece no.
La gente ha inteso questo mio post come un affronto, come un guanto di sfida, nei confronti di Giorgio.
E via, sono partiti insulti a lui da parte di gente che segue me, mail minatorie al sottoscritto da parte di gente che segue lui. Ma come cazzo si è ridotta certa utenza di oggi?

Non posso parlare direttamente per conto di Giorgio perché effettivamente lo conosco poco, ma quando il gossipparo di YouTube, cioè il Gatto, mi viene a raccontare i retroscena di alcuni YouTuber (che spesso non conosco nemmeno) non mi è mai capitato di sentirgli parlare proprio di Cappello di Paglia. Questo per dire cosa? Che se ci sono due persone che sono su youtube da anni ma che si sono sempre fatti i cazzi loro, probabilmente siamo io e lui.

E da qui dovremmo litigare?
Ma per quale motivo poi, cazzo?
Per un trasferimento indiretto di richieste di amicizia su facebook?

Ma come cazzo si fa a pensare anche solo lontanamente ad una situazione di questo tipo?

Cosa c’è di così divertente nel vedere due persone che litigano, indipendentemente dal fatto che possano essere più o meno in vista rispetto a qualsiasi altra persona?
Francamente non lo concepisco, così come non trovo edificante il “gettar benzina sul fuoco” nella speranza che due si prendano a brutte parole davero.

Sukate, flamer.
Sukate.

farenz2

 

Prova a cercare ancora!

xbox-game-pass-x019

Il Game Pass è il cancro dei videogiochi?

Beh? Mi sembra di aver scritto l’altro ieri l’ultimo articolo ed invece… Mi è nata ...

82 Più commentati

  1. ehmmmm…. ti é sfuggito che in Italia esistono già trasmissioni del genere ;-)

  2. Caro Farenz, sei stato colpito dalla generazione di giovani, se non giovanissimi, di YouTube. Loro non hanno filtri, non capiscono ancora l’ironia, e quindi leggendo quella frase automaticamente è sembrato un vero attentato a GCDP, che lo trattano quasi inconsciamente come se fosse il loro idolo. Poi ci sono i flamer più grandicelli, ma secondo me sono una minoranza.
    YouTube è da sempre una piattaforma di massa, ma la gente sembra trovare fatica a voler trovare una “chiave di lettura” in ciò che viene scritto… quello che viene scritto diviene Vangelo, e non si può discuterne civilmente, solo inutili e puerili flame. Ma anche se fosse stata una critica vera e propria, è proprio quando si è in disaccordo con altri che si possono confrontare i punti di vista, ma questo non accade per la maggior parte degli utenti che tra poco non hanno manco cominciato l’adolescenza. Sappi che se le battute le fai sui giochi e SH. la gente (e soprattutto i bambini, come ho già ripetuto) capirà al volo, mentre se gli tocchi il proprio idolo/squadra del cuore ecc., ci saranno sempre i flamer contro di te, quindi il mio consiglio è di ignorarli (anche se comunque hai fatto bene stavolta a parlarne, si potrebbe continuare a lungo a riguardo)

    • Ma il fatto che mi lascia basito è che se uno mi segue, non è detto che lo faccia da pochi giorni.
      Non ho mai avuto cazzi con nessuno o quasi e se li ho avuti è rimasto a livello privato, perché i panni sporchi non si lavano nella pubblica piazza. Almeno per come la vedo io.
      Quindi augurare il cagone a qualcuno non mi sembrava una cosa né offensiva, né fraintendibile.
      Capirei se avessi scritto che GCDP era un figlio di meretrice, ma non mi pare proprio nemmeno lontanamente pensabile una cosa del genere, specie da me. Da altre persone invece me lo aspetterei.

      • A quanto pare è stata fraintesa, perché se no non sarebbe successo nulla. comunque sono d’accordo su quello che dici, non era assolutamente un insulto… però sai, vedo molti su internet che non possono dire nulla contro qualcosa, ma se lo fanno di “proteggono” mettendo le faccine come le XD o cose simili oppure utilizzando il trollface, una cosa puerile ed inutile ma la gente con quello si “para il culo” e si sente libera di fare frecciatine di ogni tipo. Sembra quasi che i ragazzini, se manca una delle cose dette sopra, vedano il messaggio come qualcosa di assolutamente veritiero, e per me è una cosa veramente allarmante..

  3. E comunque se CdP é tuo coetaneo i casi sono due: o tu (Farenz) dimostri 20 anni più della tua età o é ora che CdP lasci la sua cazzosissina cameretta e si faccia una famiglia.

  4. “Gli ho semplicemente augurato il cagone, una cagata spray, un qualcosa che reputo carino e che auguro spesso anche a chi voglio bene”

    posso confermare, a me l’hai augurato piu’ volte… il brutto e’ che la tua maledizione si attacca pure

  5. Il problema è che la gente prende gli youtubers come degli Dei che se gli viene detto anche “vaffanculo” in maniera amichevole diventano spaco botilia ammazo familia, e soprattutto alcuni sono diversamente intelligenti per capire quando uno scherza o ironizz. Detto ciò da noi ci sono già programmi simili tipo forum, uomini e donne e la domenica dalla D’Urso, non arrivano alle mani ma si scannano con le parole che è una bellezza.

  6. la cosa più bella e leggere i commenti di quel tuo post Marco, prima che tu rispondessi chiarendo per i diversamente intelligenti che stavi scherzando erano tutti contro Giorgio, poi dopo… HAHAHAHAHA grazie De Filippi che c’IMPARI le cose buone!

  7. Beh, in Italia abbiamo Forum che è quanto di più falso possa esistere. Per non parlare del Grande Fratello. Forse non siamo ai livelli loro, ma poco ci manca.

  8. Guarda Farenz, ammetto candidamente di essere un pirla, dato che anch’io, sul momento, non avevo colto l’ironia.
    Ma non per questo mi sono unito alla “guerra santa”… Certe battaglie tra “paladini dello youtuber” non le capirò mai. Anche fosse, la gente non è capace di farsi i cazzi suoi? Mah…

  9. ma ormai ci stupiamo ancora???in giro ce’gente che quando ci sono incidenti invece di aiutare…filma tutto sul telefonino…programmi trash ci sono anche in italia…sta per iniziare anche l’isola dei famoso:). ..quindi non stupirti farenz di ste’cose…ps.scusate vado ad insultare adesso capello di paglia ah,ah

  10. Se la gente che frequenta internet/youtube avesse
    -un lavoro
    -una vita sociale
    -una dolce metà
    -dei passatempi
    -degli amici
    -degli impegni

    Vedi poi come non hanno il tempo di andare a creare michiate virtuali tipo il flame.

  11. Ma perché, tutto il casino scoppiato con Nebo non vi ha insegnato nulla ?
    Ok, lui non è propriamente un iutuber ma la gente che s’e scatenata in “difesa” di BarbieXanax è della stessa risma di quelli che hanno sfanculato il buon Farenz.
    Io è da tanto che porto avanti l’idea che per usare i social serva il patentino.

  12. Caro Farenz, oggi usare la testa è faticoso, ci si limita a leggere, ma non capire, ad osservare, ma non vedere.
    Scommetti che se specificavi….”sono ironico”, non succedeva niente???
    La papa pronta è sempre la più buona

  13. Però Farenz non puoi aspettarti che tutti siano in sintonia con il tuo senso dell’umorismo. Per evitare “incidenti diplomatici” di questo tipo è buona norma aggiungere un :) o ;) alla fine di una provocazione del genere, che di primo acchito può sembrare un attacco gratuito.

  14. E’ perché sei una merda, Marco, e che merda ti colga.

    …si capisce che scherzo?

    Sarei pronto a scommettere che se non lo avessi dichiarato, sarei stato frainteso e forse confuso con un flamer.
    Il problema, secondo me, è che quando lo strumento di comunicazione è di per se ambiguo e solo parzialmente funzionale, i cretini ci vanno subito a nozze, è più forte di loro.

  15. L’ignoranza, la mancata comprensione di un testo scritto, il semi-analfabetismo di molte persone sono una delle cause secondo me.
    Prima di internet questa sottospecie di buzzurri (ai quali tra l’altro toglierei il diritto di voto per palesi incapacità di normale educazione civica) la potevi trovare nei vari bar sport cittadini mentre ora possono infestare la rete ma senza un minimo di spirito critico e discernimento.
    Chiedetevi come cazzo è possibile che le classiche truffe dei nigeriani vecchie come wanna marchi riescano ancora ad andare a segno.

    • Guarda sono perfettamente d’accordo con te. Ho però l’impressione che questo dilagante analfabetismo di ritorno sia in crescita anno dopo anno. Oddio i buzzurri sono sempre esistiti, ma l’ignoranza abissale che sto notando nei ragazzini di oggi è qualcosa che non ho mai visto prima. Internet poi non fa altro che mischiare il tutto in un calderone infernale!

  16. Sfortunatamente l’essere umano ama farsi i cazzi altrui, e per logica più riesce a ficcare il naso in eventi che generano caos più è felice.
    Da quando poi Fb è diventato un “verissimo” in tempo reale questa specie autoctona di cagacazzo sparaboiate è sbocciata come in una seconda primavera.

    Non vale nemmeno la pena parlarne, si fomenta solamente il fenomeno.

    Ricordati solo che se vi pigliate a manate filmatevi e mettete tutto sul tubo :-P

  17. Scusa ma perché hai fatto una foto/parlato con cappello di paglia? ._. Io te l’avrei tolta l’amicizia dopo questo gesto *ba dum tsh*

  18. Farenz quando fai queste dichiarazioni devi utilizzare il tuo ufficio stampa per i ggggiovani ovvero il Gatto :D

  19. molti utenti sono affetti dalla sindrome di Schadenfreude!
    provano piacere nel vedere le “disgrazie altrui”.

    certi utenti vogliono soltanto veder bruciar il mondo, e alimentano la scintilla con commenti da benzina.

    con un lavoro, vita sociale, la donna, hobby e passatempi, amici e impegni di qualunque altro tipo…
    non ci sarebbero questi comportamenti/atteggiamenti e situazioni di questo genere.

    • Non sarei così pronto a scommetterci sulle ultime due righe, visto che difficilmente stiam parlando delle stesse persone che trollano/zizzaniano non stop (e lo fanno nella vita reale come su internet), c’è un enorme mole di persone che gira e per la legge dei grandi numeri una dose più che sufficiente di persone di merda che riescono tranquillamente a darsi il cambio senza doversi ammazzare troppo di “lavoro”.

  20. Avevo letto il post, ma non lo avevo capito dato che non ero a conoscenza della storia delle foto e delle richieste di amicizia. Ora che ho letto la tua spiegazione posso dire che chi sapeva del fatto e non ha capito che era una battuta “è proprio un coglione”!

  21. La gente non ragiona piú con il proprio cervello, ma si attacca parassitamente a quello dello youtuber. Troppa gente ormai ha perso il fine vero di youtube …

  22. Che dire, sacrosanta verità, però se devo essere onesto fino in fondo ci ero un po’ cascato anch’io… io sono un angolaro recente e sono reo confesso di non seguire il mondo di youtube nostrano per cui spesso per un motivo o per un altro mi manca un sacco di background quando leggo di vicende che coinvolgono questa o quella personalità di youtube.
    Tutto quello che leggo mi sembra “plausibile” anche quando magari non lo è e magari è una gag ricorrente tra le due personalità in questione o magari una specie di “marchio di fabbrica” di uno dei due canali.

    Quando ho letto il messaggio incriminato non ho afferrato subito il tono ironico e mi ero seriamente convinto che ci fosse stato qualcosa (magari di non eccessivamente grave) tra te e questa altra persona tanto che mi ero riproposto di cercare info in merito perchè sì, dopotutto anche a me piace un po’ scoprire i retroscena delle vicende di cui sento parlare in internet, anche se non divento di certo pazzo per quello, tanto è vero che, tra un impegno ed il lavoro me ne ero completamente dimenticato.

    Posso capire che il tono fosse abbastanza scherzoso ma purtroppo il rovescio della medaglia della parola scritta è che non si possono trasmettere bene gli stati d’animo e chi legge frasi al di fuori del contesto (e twitter è re di questa brutta abitudine) può non essere accorto a sufficienza da notare le sottili differenze.

    Che poi da li alle email di insulti e messaggi vari ce ne passi siamo perfettamente d’accordo.

    • Il problema è proprio quello, che non non tutti possono cogliere (o non vogliono) l’ironia di una frase. Magari se avesse scritto alla fine “Scherzo eh :) ” o in modo più Farenzoso “Per i nutellosi: scherzo.” nessuno se la sarebbe presa perchè anche il più rincoglionito l’avrebbe capita, ma detta cosi c’era da immaginarsi che qualcuno non avrebbe capito (non conoscendo bene Farenz e/o non conoscendo i retroscena con Giorgio) o avrebbe proprio del tutto frainteso come infatti è poi successo.

  23. si potrebbe fare un puntata podcast “fixer” con Gcdp , visto che anche lui è un nerdone incallito , in cui si chiarisce tutto alla sua ciurma (o magari vi prendete a mazzate come nei programmi ammerigani)

  24. non sei stato troppo swag :D ( :D ma che cazzo vuol dire :D ) , beh oggi si è influenzati dal pomeriggio di uomini e donne, da mtv, da dmax con i nuovi talk americani ( dove sono finiti “gli anime che trasmettevano una volta la sera” ) ma mettiamo anche banco dei pegni e simili che vivono solo di risse e scazzottate, poi è facile creare amplificazione, si cerca di ricamare come una pettegola, potrei benissimo fare un video su youtube dal titolo ” FARENZ NON AUGURARE IL CAGOTTO SU YOUTUBE ITALIA ” forse porterebbe views di haters e non solo :D, basta poco a creare il flame perché tutto si amplifica e viene interpretato in modo soggettivo, quando mi hai risposto su twitter a una foto della tua copertina del libro con il banner del regalo kit mamma, mi hai risposto dicendomi che mi guardavo troppi porno di donne pregnant, mi sarei dovuto offendere a morte :D e invece me la sono fatta una risata, mi aspettavo una tua risposta colorita, credo che sia questione di età e di fan e di estrema permalosità, credo che sia segno anche del grillismo e di adam kadmon e simili ogni cosa è complotto a mezzo social :D scherzo. ciaooo

  25. Come dice Nintendany saranno giovani che non capiscono l’ironia. Probabilmente sfogano l’aggressività su internet perché non possono farlo nella realtà.
    Ora dovresti fare una battuta su Favij per completare l’opera:)

  26. Allora era questa la storia,domenica quando sono andato in negozio per farmi raccontare di Lucca me l’aveva accennato.

  27. Alcune persone possiedono uno smartphone più intelligente di loro…inoltre, come già detto da altri, ci sono persone che godono a scatenare flame e vedere le liti fra yotubers…triste ma vero

  28. Sinceramente l’unica cosa che mi sconvolge di quest’articolo è sapere che Giorgio Cappelo di Paglia è tuo coetaneo pensavo fosse più giovane

  29. Da noi roba del genere è già arrivata, basta vedere Jersey Shore e simili.
    Comunque è un programma “virale” e come tale, attira ed attirerà sempre il genere umano.
    Crea un programma con gente che dice parolaccie a caso e ceffoni che volano e sarà sempre molto visto, ancora di più se ci metti in mezzo patate e carote a non finire.
    Non è una novità insomma.

Lascia un commento